La carriera-lampo della figlia del sindacalista Ugl: si laurea a 37 anni e in 9 giorni diventa dirigente

Promossa senza concorso pubblico. Dopo le lamentele del sindacato per le assunzioni

Bari - Laurea e promozione. Il tutto in meno di dieci giorni. Un vero e proprio miracolo. Tanto più se avviene in Puglia, terra di grandi prospettive e disoccupazione galoppante. Fatto sta che la prima metà di giugno sarà senz'altro un periodo da ricordare per Barbara Santeramo, figlia del sindacalista Michele Santeramo, segretario provinciale dell'Ugl ed ex responsabile delle relazioni industriali nella Stp di Bari, la società per il trasporto pubblico locale partecipata da Comune di Trani e Città metropolitana di Bari. Lei lavora nell'azienda da dieci anni, ma solo recentemente è approdata al vertice grazie a una decisione che l'ha catapultata all'ambito ruolo di dirigente amministrativa. Una irresistibile ascesa maturata dopo la laurea magistrale, che evidentemente le ha spalancato le porte dell'agognata promozione.

La vicenda ha innescato aspre polemiche: da giorni la questione impazza sul web e sui social si rincorrono i commenti di gente a dir poco perplessa. Tanto più che la nomina è avvenuta senza concorso pubblico né selezione interna. Tutto comincia quando la Stp si mette alla ricerca di un nuovo direttore amministrativo. Un compito delicato a cui legittimamente aspira Barbara Santeramo, 37 anni, che tra l'altro vanta un'anzianità decennale. C'è solo un piccolo grande intoppo che rischia di compromettere il coronamento del sogno: si tratta della laurea, requisito richiesto proprio perché in ballo c'è un compito delicato e piuttosto oneroso. Ma la 37enne non si perde d'animo e riesce a ottenere la laurea magistrale in Giurisprudenza con il massimo dei voti: 110 e lode. Un passo importante. E soprattutto decisivo per la carriera: passano infatti nove giorni dalla conquista del fatidico pezzo di carta e Barbara Santeramo diventa dirigente amministrativa. Promozione a tempo da record. Una specie di incoraggiante miracolo in una regione dove secondo stime fornite proprio ieri dalla Uil la disoccupazione nel 2017 si attesterà intorno al 18%, quella giovanile al 46%.

La notizia ha destato grande clamore anche tra i sindacati, che da tempo si battono per la trasparenza nella Stp. Tanto che appena pochi giorni prima tutte le organizzazioni, compresa l'Ugl, avevano inviato una lettera all'azienda elencando una serie di problemi interni: dalla mancata assunzione di vincitori di concorso all'assunzione di personale interinale fino alla mancata erogazione dei premi di risultato. A quanto pare non ne sapeva nulla neanche il padre della diretta interessata. Michele Santeramo ha infatti dichiarato di essere stato all'oscuro di tutto assicurando che il suo ruolo non ha in alcun modo influito sulla decisione dell'azienda. Un concetto ribadito anche all'interno dell'Ugl, dove tutti hanno precisato che si tratta di una giovane brillantissima, peraltro già responsabile in passato delle risorse umane. In ogni caso, la vicenda non è passata inosservata neanche ai vertici nazionali dell'Ugl. I quali hanno scritto una lettera al padre della 37enne chiedendogli di astenersi dalle relazioni sindacali nella Stp.

Commenti
Ritratto di JACQUESDEMOLAY

JACQUESDEMOLAY

Ven, 30/06/2017 - 09:01

Scandalizzarsi per un fatto del genere in Italia fa sorridere...noi italiani purtroppo siamo così...sindacalisti e politici rispecchiano il paese...sempre più in decadenza per colpa di tutti noi, poi c'è chi avrà più o meno colpe...sempre meno amore per la Patria e sempre più reati, raccomandazioni...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 30/06/2017 - 09:01

Meravigli della vostra meraviglia. Dovreste sapere bene che NEL BEL PAESE i “sindacati” sono un POTERE FORTE, che condivide il potere con la onnipotente CLASSE POLITICA. Così è se vi pare. Amen

Giorgio1952

Ven, 30/06/2017 - 09:23

Questa è l'Italia di oggi, finché ci saranno questi personaggi che sono la "classe dirigente" il nostro paese non ha speranze!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 30/06/2017 - 09:26

toh.... ma guarda caso! e se vai a vedere da vicino, si scopre che è tutto collegato con la sinistra! :-) ma allora perchè continuare a criticare e insultare berlusconi? è proprio lui che vorrebbe cancellare questo genere di schifo! ma se lo fermate, lo schifo continuerà a prosperare grazie alla sinistra! non potete sbagliare, tutto ciò che è schifo è collegato solo e soltanto con la sinistra!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 30/06/2017 - 09:33

Tipico caso di "non fuga" di cervelli vista la qualità espressa dal soggetto. Laurea a 37 anni, ha studiato con parsimonia ed attenzione.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Ven, 30/06/2017 - 09:38

" Il padre della diretta interessata ha dichiarato di essere stato all'oscuro di tutto assicurando che il suo ruolo non ha in alcun modo influito sulla decisione dell'azienda." Certo come no.

Ernestinho

Ven, 30/06/2017 - 10:10

Miracoli del sindacalismo e della politica!

pardinant

Ven, 30/06/2017 - 10:18

Tanti non ci vogliono credere, invece come potete evincere i sindacati servono, questa lavorava già da dieci anni ed è riuscita anche a prendere una laurea in una terra ove la disoccupazione e la sotto occupazione imperano.

jaguar

Ven, 30/06/2017 - 10:22

Se si conoscono le persone giuste si può aggirare anche il concorso pubblico. Purtroppo nell'Italia dei"miracoli" accade questo ed altro.

nopolcorrect

Ven, 30/06/2017 - 10:25

Embè, e allora? Che c'è di strano? Noi abbiamo una ministra della pubblica istruzione sindacalista e maestra d'asilo. Il Direttore di un importante Centro di Ricerche del CNR era uno con un libretto pieno di 18 ma in quanto sindacalista fu messo a dirigere il Centro del CNR....

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 30/06/2017 - 10:53

Laureata come la ministra fedeli?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 30/06/2017 - 10:56

Cercate di spiegare meglio la questione inerente la Laurea "Magistrale" in Giurispudenza. Mio figlio, attualmente PM, ottenne identica laurea (priva del pomposo aggettivo) una quindicina d'anni prima del compimento dei 37.

nino90

Ven, 30/06/2017 - 10:57

Ma chi si iscrive a questo sindacato paga???? Si ? Quindi sei un .....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 30/06/2017 - 10:58

Con identico punteggio.

Anticomunista75

Ven, 30/06/2017 - 11:01

la femmina per arrivare dove arrivano gli uomini deve sudare il triplo (citazione famosissima).

rasna

Ven, 30/06/2017 - 11:04

Trasparenza pura !

venco

Ven, 30/06/2017 - 11:10

Miracoli del Sud.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 30/06/2017 - 11:19

E quegli stolti di AlmaLaurea fanno ancora le indagini sulla condizione occupazionale dei laureati a 1, 3 e 5 anni dalla laurea!

Yossi0

Ven, 30/06/2017 - 12:03

Scommetto che l abbiano messa la direzione del personale e magari alle relazioni industriali così avrà a che fare con il papà, sindacalista e dipendente della stessa azienda, sicuramente tutto è avvenuto a sua insaputa .... evviva la repubblica italica

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 30/06/2017 - 12:37

Per far sì che i sindacati facciano il loro mestiere, che è quello di difendere il singolo lavoratore dagli abusi del datore di lavoro, bisogna abolire per legge i contratti collettivi di lavoro.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 30/06/2017 - 12:37

Per far sì che i sindacati facciano il loro mestiere, che è quello di difendere il singolo lavoratore dagli abusi del datore di lavoro, bisogna abolire per legge i contratti collettivi di lavoro.

SAMING

Ven, 30/06/2017 - 12:47

Laureata a 37 anni (almeno 10 anni di fuori corso) con 110 e lode? Si, ma all'università di Bari e con in vista un'assunzione dirigenziale. W l'Italia, W la Puglia.

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 30/06/2017 - 12:50

Che brava. Nessun sospetto tutto avvenuto sicuramente per "merito"... E evidente che chi si laurea a 26/28 con lode fugge all'estero e a noi restano che questi.

bimbo

Ven, 30/06/2017 - 12:59

Secondo me, il fatto che sia laureata e poi promossa a dirigente è insignificante, vorrei dire a questi dirigenti a cosa servono e che obiettivi hanno visto che qui va tutto a rotoli?

leopard73

Ven, 30/06/2017 - 13:01

IL MALE DELL'ITALIA SONO IL SINDACATO IN PRIMIS PERCHE FANNO SEMPRE IL LORO INTERESSE E MAI QUELLO DEL LAVORATORI MA SE Cè UN GRADO DI PARENTELA BHE ALLORA SI DANNO DA FARE...SONO COME LE ZECCHE ROSSE O FORSE PEGGIO.

mifra77

Ven, 30/06/2017 - 13:02

Nessun miracolo! ...servilismo dell'impresa, raccomandazione indiretta e forse direttissima. Chi si meraviglia di questo, in Italia è uno sprovveduto; l'Italia va cosi'! Cosa importa se ti laurei a ventisei o a trentasette anni? se sei "qualcuno" anche se sei un somaro, trovi lavoro e soprattutto retribuzione appagante. Se non sei nessuno, anche bravissimo e laureato giovanissimo, sei già fortunato se lavori e ti danno una retribuzione da fame che non ti rimborsa nemmeno in parte di quanto hai dovuto pagare per ottenere un lavoro. Questo è uno stato di governanti senza laurea o con lauree comprate o copiate e dove un premier viene chiamato dottore senza aver mai conseguito il titolo accademico.

giosafat

Ven, 30/06/2017 - 13:22

Continuate a pagare l'iscrizione ai sindacati che, come vedete, di voi, poveri lavoratori, se ne strafottono tutti presi, come sono, a dissodare il terreno per i pargoli e per i propri contributi figurativi.... Stolti, con gli stessi soldi pagatevi uno studio legale che è meglio....

Una-mattina-mi-...

Ven, 30/06/2017 - 13:25

PURA MERITOCRAZIA ALL'ITALIANA

sparviero51

Ven, 30/06/2017 - 14:00

" CHI SA TACE , CHI NON SA INSEGNA , CHI NON INSEGNA DIRIGE " !!!!!!

Fjr

Ven, 30/06/2017 - 14:05

37 anni?se aspettava ancora un po' aveva assicurata anche la pensione

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 30/06/2017 - 14:15

dovete capire è della...famigghia!

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Ven, 30/06/2017 - 14:19

@mortimermouse ... finchè ti limiti a leggere sto giornale ...

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Ven, 30/06/2017 - 14:22

anche se non pubblicate, miserrimi, l'UGL rimane un sindacato di destricoli.

Tarantasio

Ven, 30/06/2017 - 14:41

questo è un andazzo ben noto, aspettate un poco e vedrete arrivare una tempesta mai vista prima...

gneo58

Ven, 30/06/2017 - 14:43

IO COMINCEREI A CONTROLLARE GLI STUDI FATTI - TUTTI !

Ritratto di CINESENERO

CINESENERO

Ven, 30/06/2017 - 14:51

sindacalista Ugl grazie siete uguali hai politici e magistrati

TonyGiampy

Ven, 30/06/2017 - 15:28

E' un problema tutto italiano che sussiste dal lontano 1982 quando venni assunto presso la Pubblica Amministrazione. Sindacalisti distaccati nel mio reparto ma mai presenti in ufficio.Alcuni vennero distaccati in altri Ministeri e furono spediti all'estero per accumulare i soldi delle missioni.Molti nei posti di comando.Alle rimostranze dei colleghi rispondevano: C'e' chi puo' e chi non puo'. Io puo'! Percio' non ci vedo nulla di strano in quello che e' successo! Cose di cosa nostra ehm ...... di casa nostra!!!!

July74

Ven, 30/06/2017 - 15:34

Uno scandalo tutto italiano dove i ruoli più prestigiosi sono ricoperti spesso e volentieri dai raccomandati o dagli amici degli amici.

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Ven, 30/06/2017 - 15:36

Stessa carriera del fratello di Alfano. Che siano così bravi perché hanno ponderato molto sul conseguimento della laurea, approfondendo molto la materia?

gianfran41

Ven, 30/06/2017 - 16:16

Queste cose sono la regola in Italia. Possiamo vantare anche una ministra della Pubblica Istruzione con sola licenza di terza media. Ameno così si dice!

Ritratto di rebecca

rebecca

Ven, 30/06/2017 - 16:57

ha preso alla lettera lo sproloquio di poletti "laurearsi con 110 e lode a 28 anni non serve un fico". infatti alla carriera della signora citata nell'articolo di Castellaneta è servito di più laurearsi a 37 anni.

Sessantottino

Ven, 30/06/2017 - 17:05

Di cosa ci si meraviglia ancora? La legalità in questi Enti, Territoriali compresi, è terminata con la soppressione dei CO.RE.CO. (comitato regionale di controllo) e con la scomparsa del Segretario Comunale dipendente, nominato e retribuito dallo Stato e che era preposto al controllo della legittimità degli atti dell'Ente stesso. L'atto poi veniva inviato al CO.RE.CO per il controllo finale e solo se tutto era perfettamente legale l'Atto stesso veniva approvato definitivamente. "Tanto più che la nomina è avvenuta senza concorso pubblico né selezione interna", mi viene da ridere. Si controlli in tutti gli Enti Locali, quanti di questi episodi avvengono giornalmente! Si controlli ad esempio nel Comune di Lizzano (TA), è recentissimo un episodio analogo, ma nessuno ne parla nemmeno le opposizioni in Consiglio Comunale. Perché? Boh, forse larghe "parentele" o chissà quale altra nefandezza. E io pagooo!

giancristi

Ven, 30/06/2017 - 17:21

I dirigenti sindacali sono una banda di cialtroni. Peggio dei politici!

papik40

Ven, 30/06/2017 - 17:29

Ed ancora vi meravigliate? E' giusto premiare una cosi' precoce laureata e' chiaro indice di facile capacita' di apprendimento!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 30/06/2017 - 22:21

ANGELO LIBERO 70 - finchè leggi gli altri giornali...! Non noti la tara vero? Studia e impara, farfallone.

Ritratto di cape code

cape code

Ven, 30/06/2017 - 22:38

WjnnEx, pirlotto , se vuoi ti elenco i misfatti di quelle sinistrocole, ma almeno qui hanno il coraggio di denunciare anche i sindacati di "destra" anche se e' un parolone. Tranquillo che su repubblichetta non lo farebbero.

nordest

Sab, 01/07/2017 - 06:35

Dove pensa di andare questa nazione : solo il baratro ci aspetta,alternative nessuna

Martinico

Sab, 01/07/2017 - 07:25

Finalmente un po di meritocrazia.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Sab, 01/07/2017 - 07:34

Rispetto alla fulminante carriera della boschi questa è una quisquilia ..... ma perchè queste cose non succedono nelle aziende normali private?

il sorpasso

Sab, 01/07/2017 - 07:47

Che strano.........quasi un miracolo

amicomuffo

Sab, 01/07/2017 - 08:14

non succede solo nei sindacati, nel posto dove lavoravo io, i subentranti proprietari erano i "cocchi" ( molti, ex dipendenti) del vecchio proprietario, che gli ha venduto l'azienda....E' finita con un fallimento e 62 famiglie a casa!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 01/07/2017 - 08:55

A prescinde il "fumus" della diatriba vale più il curriculum lavorativo del soggetto o il pezzo di carta che attesta un traguardo di studio?

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 01/07/2017 - 09:59

Nubaoro - Succede anche in Berlusca-land. Guardi la carriera dei pargoli...Subito a capo di Mediaset, Mondadori, persino del Milan...