Tra Casa (bianca) e reality. Trump molla tutto meno la tv

"The Apprentice", lo show che lo ha reso celebre, sarà presentato da Schwarzenegger. Ma ci guadagnerà lui

New York - Donald Trump va in onda nella doppia veste di Commander in Chief e produttore del suo show Celebrity Apprentice. Il presidente eletto non rinuncia alle velleità televisive e nonostante abbia annunciato di abbandonare gran parte dei suoi business in vista dell'ingresso alla Casa Bianca, non lascerà il famoso reality. La decisione - rivelata da Variety - ha già scatenato le critiche dei detrattori, i quali parlano di un presidente decisamente poco ortodosso che tiene un piede a Pennsylvania Avenue e un altro nel mondo televisivo. A difendere la decisione del tycoon, invece, è la sua consigliera Kellyanne Conway: «Anche i presidenti hanno il diritto di fare alcune cose nel tempo libero - ha affermato alla Cnn - Si sta consultando con numerosi esperti che gli dicono cosa può o non può fare come leader degli Stati Uniti. Se questa è una delle attività per cui avrà il via libera, prenderà in considerazione l'idea di continuare». Il programma tornerà in onda sulla Nbc dopo due anni di pausa, con la conduzione di Arnold Schwarzenegger, ma non è chiaro quale sarà il compenso per il re del mattone. Trump ha condotto lo show fino al febbraio 2015, quando ha lasciato per lanciare la sua candidatura alle primarie repubblicane, ma essendo tra gli ideatori di Apprentice - il cui format è stato venduto in diversi Paesi tra cui in Italia, dove ha avuto molto successo - si suppone che percepirà dei diritti. Gli eventuali compensi in qualità di produttore esecutivo non proverrebbero comunque da Nbc, ma dalla società di produzione Mgm, che sinora non ha commentato. Il Washington Post, intanto, ha gia' battezzato Trump «il presidente del reality show», e sembra che The Donald non abbia alcuna intenzione di sfigurare, a partire dal giorno dell'insediamento il prossimo 20 gennaio. Secondo i media Usa, infatti, il tycoon starebbe pensando di spostarsi in elicottero da New York a Washington, rendendo così spettacolare la sua discesa dal cielo verso la Casa Bianca. Grandiose e scintillanti saranno anche le celebrazioni per l'Inauguration Day, che dureranno diversi giorni: tra gli eventi ci sono un comizio di benvenuto, una parata, due balli inaugurali e un ballo in onore dei servizi armati. Il pubblico potrà partecipare agli appuntamenti lungo il National Mall, il viale che si estende da Capitol Hill al Lincoln Memorial. E mentre Trump si prepara a festeggiare, il presidente uscente Barack Obama ha disposto che venga effettuata una verifica «completa» circa le presunte attività di hackeraggio e intrusioni legate alle elezioni presidenziali dello scorso 8 novembre. La consigliera per l'antiterrorismo e la sicurezza nazionale, Lisa Monaco, ha spiegato che Obama si aspetta un rapporto esaustivo prima di lasciare la Casa Bianca. É tornata a parlare in pubblico anche Hillary Clinton puntando il dito contro le «fake news», le notizie false che corrono sul web, definite dall'ex first lady un'«epidemia» che va fermata perchè possono avere un impatto reale sulla vita della gente fino a minacciarla.

Commenti

alox

Sab, 10/12/2016 - 11:37

Trump e' un narcisista all'estremo e non ha idea di cio' che significa essere il POTUS...quando intervistano Mike Pence (repubblicano e persona istituzionale che si rispetta) sembra cha sia constipato per cercar di spiegare i tweet, le telefonate e uscite improvvise o giravolte del boss arancione!