Morales, il comunista con la casa da sceicco

Svelata la suite su due piani del "presidente del popolo": "Lussi da sceicco arabo"

San Paolo - Mentre Evo Morales è in Messico ospitato dal presidente López Obrador (Amlo), il nuovo governo della Bolivia - insediatosi come da Costituzione e che deve indire nuove elezioni entro gennaio - mostra al mondo il lusso «da sceicco» in cui viveva il sindacalista cocalero. Una risposta alla foto divulgata l'altroieri dai produttori di coca di cui Morales è il leader, con Evo a dormire per terra sotto una umile tenda nel suo feudo del Chapare, dove il 94% delle foglie di coca prodotte (fonte Dea, agenzia anti-droga Usa) si trasformano in cocaina per i mercati statunitensi ed europei.

La suite imperiale di Morales è stata presentata alla stampa dal neo ministro dell'Informazione, Roxana Lizárraga, e occupa due piani, il 23esimo e 24esimo della Casa Grande del Popolo, uno degli edifici simbolo dello sfarzo senza limiti di Evo. 120 metri d'altezza (il più alto di La Paz) tutta in vetro, con piste di atterraggio per elicotteri sul tetto e pareti decorate da immagini della tradizione indigena e da murales che raffigurano operai al lavoro. Peccato solo che dall'agosto 2018, quando la «Casa del Popolo» fu inaugurata, il popolo (quello che guadagna una miseria in Bolivia, il 40% vive in povertà) non potesse entrare nella suite su due piani di Morales, oltre mille metri quadrati a piano. Anzi, il popolo non ne conosceva neanche l'esistenza visto che a svelarla è stata proprio ieri Roxana Lizáraga, in anteprima mondiale. «Sembra l'abitazione di uno sceicco arabo - ha detto il ministro, aggiungendo - lo spreco di denaro che è stato fatto per la costruzione di questo palazzo è davvero un insulto per tutti i boliviani». Quasi 40 milioni di euro, infatti, il costo per consentire al socialista Morales di «riposare meglio», con all'interno una fornitissima e costosissima collezione di alcolici. Il governo della presidente ad interim Jeanine Áñez - che ieri ha risposto ad Evo che vuole tornare per «pacificare» che «non ci sono problemi, può farlo» - ha annunciato che presenterà una denuncia per furto visto che prima di fuggire in Messico via Chapare gli uomini della sua sicurezza hanno portato via oltre a documentazione top secret tutte le decorazioni e le suppellettili, molte dei quali regali fatti all'Evo dei tempi d'oro da altri presidenti e di proprietà dello Stato. Rimasti solo alcuni soldi in contanti, un letto di tre metri, una jacuzzi e una palestra.

Il «povero indio» Evo - così lo presenta la sinistra mondiale - «è in realtà miliardario - ha svelato ieri il giornalista peruviano Jaime Bayly - grazie alla vendita a 2.500 dollari al kg di tonnellate di coca prodotte nel Chapare al Cartello di Sinaloa». Tutto da dimostrare ma di certo c'è che quando nel 2012 la Corte dei conti boliviana divulgò che l'ammontare dei beni del presidente della Bolivia era misteriosamente quadruplicato in pochi anni, chiedendogli di dimostrare il suo subitaneo arricchimento Evo rispose con la «faccia di bronzo» dei socialisti del secolo XXI: «Che responsabilità ho io se il popolo continua a regalarmi ponchos da 200 dollari l'uno?».

Commenti

venco

Sab, 16/11/2019 - 18:11

Comunista e sindacalista dei produttori di coca si sappi.

Ritratto di Antimo56

Antimo56

Sab, 16/11/2019 - 19:14

Noi abbiamo il Quirinale, sempre in nome del popolo naturalmente.

GINO_59

Sab, 16/11/2019 - 19:31

Tutto regolare. Sinistro lui sinistra la politica.

ST6

Sab, 16/11/2019 - 19:46

Ennesima prova che il Comunismo non è mai esistito se non sui libri. Compreso quello "padano" del Salvini nazionale. Punto

Ritratto di DVX70

DVX70

Sab, 16/11/2019 - 19:56

Come diceva il povero Ennio Flaiano: sono troppo povero e non possiedo appartamenti a Capalbio per poter essere comunista.

milano1954

Sab, 16/11/2019 - 20:01

Ma questo non era una delle figure piu' rispettate da papa Bergoglio? Quando tutto il mondo sapeva del suo ruolo di megatrafficante di droga rosso, secondo la piu' gloriosa tradizione da Che guevara in poi?

Silpar

Sab, 16/11/2019 - 20:05

il quirinale ci costa 300milioni l'anno quasi un milione al giorno e *NON SERVE A UN CxxxO*

manfredog

Sab, 16/11/2019 - 20:44

...be', loro hanno studiato dai classici del comunismo, quindi è tutto perfettamente in regola!! mg.

6077

Sab, 16/11/2019 - 21:53

calma. quale capo di stato non vive come un re? vorrei vederne uno fare un ricevimento ufficiale alle case popolari dove vive abitualmente, e mangiatevi 'sta pizza al trancio. cmq non sarebbe diverso dalla greta in catamarano. i "40 milioni di euro" come sono stati misurati? quanto sono in proporzione al bilancio statale? quanto consumano i nostri, in assoluto e in proporzione? il solo air force renzi è costato 168 milioni di euro, tanto per dire. almeno il palazzo serve a qualcosa, si può considerare un'opera pubblica. e magari ci andrà a vivere la bella ragazza nuova presidenta, che smantellerà la palestra per far posto al guardaroba.

zbygniew

Sab, 16/11/2019 - 23:58

Chi ha scritto questo articolo ovviamente non ha mai visto una casa da sceicco. Sono decine di migliaia gli Italiani che hanno una casa più' bella di questa, che rimane la residenza ufficiale del capo dello stato boliviano. Ma forze Paolo Manzo pensa che visto le sue origine modeste, il presidente Evo Morales doveva campeggiare in una tenda sul lungotevere insieme ai lazzaroni...

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Dom, 17/11/2019 - 02:07

La lettura della "Fattoria degli Animali" dovrebbe diventare obbligatoria nelle scuole di ogni ordine e grado, con speciale riferimento all'ultimo capitolo in cui il capo maiale Napoleon (=Stalin) spiega ai capitalisti invitati ad una lussuosa cena che, come loro hanno le "classi inferiori", cosi' nella egualitaria fattoria i maiali (=comunisti sovietici) hanno gli "animali inferiori".

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Dom, 17/11/2019 - 02:10

Accidenti, se con il crollo del regime di Morales si riduce il rifornimento di cocaina all'Europa, sulle terrazze romane dove si riunisce l'intellighentzia di sinistra finiranno a sniffare il dolcificante dietetico.

Ritratto di scappato

scappato

Dom, 17/11/2019 - 03:22

Per 6077: prendere Renzi per fare confronti non e' da persone intelligenti. Posso dire che il presidente della piccola ma ricca Svizzera vive in un posto piu' ristretto. Pure il primo ministro del Canada, Paese piu' grande fra le democrazie e certamente non povero ha a disposizione un quarto di quello che aveva Morales, che rispetto ad altri comunisti, Ceausescu e Castro, provabilmente viveva da povero.

roberto010203

Dom, 17/11/2019 - 12:43

a giudicare dalla foto, non direi proprio che quella sala riunioni sia da sceicco arabo. Le sale riunioni del parlamento italiano sono molto piu' chic.

delenda_carthago

Dom, 17/11/2019 - 14:03

https://www.youtube.com/watch?v=VHjfzWLa-P4

jeffwalker

Dom, 17/11/2019 - 15:04

Però, strano tipo di comunista-sindacalista. Si vede che fa tutto per la gente e che crede fermamente alle sue idee.

ruggerobarretti

Dom, 17/11/2019 - 17:35

Produrre coca non significa per forza mercanteggiare cocaina. Morales ci ha messo molto del suo per cacciarsi in questa situazione, ma il fatto che bon sia stato mai ben visto su a nord è un dato di fatto. Meno tifo da stadio e più riflessione occorrerebbero, perché di intromissioni esterne anche noi ce ne abbiamo avute fin troppe.