Caso Lega-Russia, partite le prime querele

Nel suo ultimo editoriale il direttore dell'Espresso Marco Damilano spiega che "nessuna querela è arrivata al settimanale" per l'inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega. Ma l'avvocato Mascetti si sarebbe già rivolto alla magistratura

È un editoriale particolarmente stizzito quello pubblicato dal direttore dell'Espresso Marco Damilano sull'ultimo numero del settimanale sul caso Lega-Russia, il presunto scandalo sui finanziamenti russi alla Lega di Matteo Salvini, esploso dopo la trascrizione dell'incontro del 18 ottobre 2018 all'Hotel Metropol di Mosca da parte del sito americano Buzzfeed e dopo l'inchiesta dell'Espresso del febbraio scorso. Secondo Damilano, l'Italia ha una stampa "che agevola chi vuole trasformare un fatto in un’opinione, un’inchiesta ben documentata in un mistero in cui tutto si confonde". Naturalmente, quali siano i presunti fatti e le opinioni pare, dalle altisonanti dichiarazioni del direttore, lo stabilisca la redazione dell'Espresso o le inchieste di un sito di gossip americano scrediato anche in patria.

Damilano aggiunge infine che "finora non una riga delle nostre inchieste è stata smentita e nessuna querela è arrivata". Peccato che la verità sembri essere un'altra. Secondo quanto evidenziato da Giacomo Amadori su La Verità almeno uno dei personaggi citati negli articoli pubblicati dal settimanale si sarebbe già rivolto alla magistratura. Parliamo di Andrea Mascetti, avvocato e consigliere d'amministrazione di Banca Intesa Russia, citato come uomo vicino alla Lega, che avrebbe querelato l'Espresso per l'inchiesta del 24 febbraio 2019 sull'incontro al Metropol di Mosca e anche il quotidiano La Stampa, che ne aveva anticipato i contenuti in un articolo pubblicato il 22 febbraio.

Sempre secondo La Verità, lo stesso Mascetti avrebbe querelato L'Espresso il 29 giugno 2018 per un altro articolo del primo aprile dello stesso anno. Nel frattempo, quella che doveva essere una riedizione italiana del Russiagate americano sembra assumere, ogni giorno che passa, toni sempre più grotteschi. Come raccontato da Mario Gerevini sul Corriere della Sera, la banca d’affari anglo-tedesca al centro dell’affaire Metropol è un promettente sito web dietro il quale non c’è alcuna banca ma una finanziaria privata con due dipendenti e un bilancio da pizzeria. Com'è noto, secondo Buzzfeed, durante l’incontro del Metropol di Mosca si sarebbe parlato di soldi (65 milioni di euro) da far arrivare alla Lega in vista della campagna elettorale per le Europee, attraverso una triangolazione con l’Eni per la vendita di 3 milioni di tonnellate di petrolio dalla Russia all’Italia (Eni che ha smentito ogni coinvolgimento in più d'una occasione). Il valore dell'operazione sarebbe di 1,5 miliardi di euro.

La banca d'affari al centro dell'affaire Lega-Russia, come spiega il Corriere della Sera, ha un bilancio striminzito, non certificato, in perdita, con un capitale sociale di appena 241 mila sterline e Lloyds Bank ha in pegno una parte del patrimonio a fronte di un piccolo prestito erogato il 13 maggio scorso. Pochi affari e tre uffici: Londra, Francoforte e Roma. Dove a Roma? Nello studio (ex dopo lo sfratto) di Gianluca Meranda, l'avvocato massone indagato per corruzione internazionale insieme a Gianluca Savoini e a Francesco Vannucci. È la stessa banca d'affari a scaricare l'avvocato cosentino: "La Eib non ha mai saputo di contatti tra Gianluca Meranda, Gianluca Savoini e Gazprom", come ha spiegato il ceo della banca d'affari britannica Alexander v. Ungern-Sternberg in una nota. "Eib - si legge - ha appreso dalla stampa negli ultimi giorni che l'8 febbraio 2019 il sig. Meranda inviò una lettera, utilizzando la carta intestata della banca (della quale era in possesso per il suo precedente ruolo) e da lui stesso firmata nonostante non avesse alcun potere di delega, a Gianluca Savoini, relativa a un diverso fornitore (Gazprom) del quale Eib non era a conoscenza e con il quale Eib non ha mai condotto alcun affare".

Più che una spy story o un presunto Watergate, l'affaire Lega-Russia sembra una commedia di bassissimo livello e un "trappolone" riuscito soltanto a metà.

Commenti

florio

Lun, 22/07/2019 - 15:51

Questi schifosi sinistri non sanno più cosa fare per destabilizzare il governo, (Salvini e la Lega) dove loro non hanno più la poltroncina. Damilano e il suo Espresso ripugnanti,servo di sinistra meschina e arrogante. Damilano, se ti becchi una denuncia e ti toccherà scucire tanti euro, quel giorno stapperò una gran bottiglia alla faccia tua.

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Lun, 22/07/2019 - 16:08

Che dire ... la prossima volta gli pseudo giornalisti dell'espresso possono rivolgersi a Minni Pluto e Paperino per notizie più fondate.

sivispacem

Lun, 22/07/2019 - 16:20

io ho letto che "avrebbe" per ben due volte, non "ha" querelato. Siamo sempre sul sentito dire...

lorenzovan

Lun, 22/07/2019 - 17:11

lololol..l'articolista giovca sul fatto che le bananas non sanno come funzionino i sistemi corruttivi e le scatole cinese..certo che le societa' implicate hanno quattro soldi di capitali sociali..sono societa' dstinate al " suicidio"...lolololol..non parliamo poi lel resto dell'articolo..scritto giusto per i minus habens che imperversano sui forum del gionale..invece di andare a dar da mangiare ai picconi ai giardinetti

agosvac

Lun, 22/07/2019 - 17:17

La cosa veramente assurda è che la magistratura italiana abbia aperto un'inchiesta per qualcosa che non è mai esistita. Come mai non apre un'inchiesta su quel che fa Macron coi migranti fasulli che ci rispedisce in Italia????

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 22/07/2019 - 17:23

x lorenzovan: Quello che dovresti fare tu, dar da mangiare ai picconi ai giardinetti.

Zizzigo

Lun, 22/07/2019 - 17:26

Non è che, per caso, tutto nasca dal tentativo di un "ignoto truffatore" di fregare denari all'Italia? e poi tutto ha finito per creare altri danni, a tutti noi?

rawlivic

Lun, 22/07/2019 - 17:57

maledetti sinistri...falsi e bugiardi

lorenzovan

Lun, 22/07/2019 - 18:25

maledetta sia l'ignoranza e il fanatismo...sono la crusca del diavolo

onurb

Lun, 22/07/2019 - 18:34

lorenzovan. L'esperto di scatole cinesi.

Gio56

Lun, 22/07/2019 - 18:54

lorenzovan,la vedrei bene come ministro degl'esteri.

Jon

Lun, 22/07/2019 - 19:04

Il grupp Editoriale Gedi del marpione De Benedetti, che include le testate piu' straccione e false del pianeta..Gruppo che perde decine di milioni all'anno, ma che e' sostenuto dalle oligarchie della finanza tossica. Mai una notizia corretta, utile solo ai frustrati analfabeti della sinistra fucsia...senza alcuna ombra di dignita'..

killkoms

Lun, 22/07/2019 - 19:10

@lorenzovan,un po come l'olanda (paradiso fiscale in incognito) sede di grandi aziende solo per fini fiscali (più che una sede quella che in gergo chiamano "cassetta della posta")!artifizio che permette alle grandi aziende di risparmiare,e all'olanda di incassare altrui tasse (si parla di 50 miliardi di € annui)!

mimmo1960

Lun, 22/07/2019 - 19:44

E' partita la campagna diffamatoria??ma!!!

ziobeppe1951

Lun, 22/07/2019 - 20:11

Perugini...tontolone bananas....hai fatto indigestione di gamberetti .. all’acquario?

Ritratto di akamai66

akamai66

Lun, 22/07/2019 - 20:11

Da quale pulpito arriva la rampogna, compagni che passano le serate dalla strega Grimilde a rovinare le vite degli altri

Ritratto di drazen

drazen

Lun, 22/07/2019 - 20:40

Pagliacci! Tutti pagliacci!

nunavut

Lun, 22/07/2019 - 20:43

@ lorenzovan 17:11 Non mi dire che tu sia un esperto di scatole cinesi !!!I veri esperti sono quelli che hanno gestito la Fiat dal 1900 in poi,alla morte dell'avvocato quando ci furono le spartizioni non erano in grado di sapere dove certe somme erano state continuamente spostate (letto su un libro che raccontava la storia degli Agnell. Dai preoccupati degli incendi nel paese che ti ospita magna bacalâo che fa bene piace pure a me ma alla vicentina oppure una mia ricetta mescolando la ricetta napoletana e quella genovese.Un saluto

venco

Lun, 22/07/2019 - 21:08

E' stata una trappola, ma nella trappola cadono i fessi e i malintenzionati come il Savoini.

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 22/07/2019 - 21:22

...TRAPPOLONE GIA' VISTO CON "MANI PULITE" I KOMUNISTI SINO SEMPRE UGUALI...O IL COLPO DI STATO, O LE BRIGATE ROSSE,O IL RITORNO DEL FASCISMO?? OPPURE LE FAMOSISSIME..MANI PULITE! MA BASTA,COMBIATE UN PO..SIETE ANCHE MONOTONI,INVENTATEVI QUALCOSA,SIETE UNA RADIO GRACCHIANTE!!!

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 22/07/2019 - 21:26

...piuttosto,raccontateci un po' quella storia dei segretari che appena eletti vanno atrovare un vecchio finanziere dalle parti di Central Park a NewYork,che anche LUI,con l'Argentino ODIA gli Italiani...

Ritratto di VEROPartigianonero

VEROPartigianonero

Lun, 22/07/2019 - 21:31

...e anche quella storia dei DUE ricconi che UNO "NON POTEVA NON SAPERE" e l'altro PERO' SAPEVA ma non ha fatto NIENTE per evitare dei carcinomi MORTALI...