La Cassazione ripristina la protezione umanitaria: asili in crescita del 1200%

Il Dl Sicurezza vale solo per le richieste fatte dopo il 5 ottobre. I permessi passano da 150 a 1.821

Una sentenza di una ventina di pagine per dire che il decreto Sicurezza, quello targato Salvini che recentemente ha imposto una stretta sull'accoglienza dei migranti, non è retroattivo. Lo hanno stabilito neanche un mese fa i giudici della Cassazione e quella decisione sta cominciando ora a fare sentire i propri effetti, di fatto stemperando la legge voluta dal vicepremier.

Se dopo l'entrata in vigore del provvedimento bandiera della Lega, lo scorso 5 ottobre, che ha abrogato i permessi di soggiorno per motivi umanitari, le apposite commissioni territoriali avevano cominciato a stringere sulle concessioni, dopo il deposito della sentenza, lo scorso 19 febbraio, è stata registrata un'inversione di tendenza con un picco di rifugiati che hanno ottenuto protezione. I dati del Viminale, pubblicati ieri da Repubblica, sono clamorosi e dimostrano che la pronuncia dei giudici ha ridimensionato il decreto Salvini, riaprendo alla protezione umanitaria: se a gennaio soltanto 150 rifugiati erano riusciti ad ottenere un permesso umanitario, cioè solo il 2 per cento di chi ne aveva fatto richiesta, a febbraio ne sono stati rilasciati invece ben 1.821, il 28 per cento del totale delle richieste, con una crescita di oltre il 1200 per cento. Mentre 425 persone hanno ottenuto lo status di rifugiati e 274 la protezione sussidiaria.

I giudici della Cassazione si sono «scontrati» con il decreto sicurezza perché, per esaminare il ricorso di un cittadino della Guinea al quale il Tribunale di Napoli aveva detto no alla domanda di protezione umanitaria, si sono dovuti porre il problema di quale normativa applicare, dal momento che al momento di entrare in camera di consiglio la nuova legge era già entrata in vigore. Alla fine hanno concluso che l'abrogazione del permesso per motivi umanitari voluta dal governo vale solo per chi la domanda di asilo l'ha presentata dopo l'entrata in vigore del provvedimento, cioè successivamente al 5 ottobre. Le domande presentate prima di quella data saranno esaminate con la vecchia normativa e nel caso in cui vengano ritenuti sussistenti «i gravi motivi di carattere umanitario» allo straniero verrà rilasciato un permesso di soggiorno recante la dicitura «casi speciali», della durata di due anni, alla scadenza del quale opererà il nuovo regime. Quando per la prima volta a febbraio si è parlato della sentenza della Cassazione, Salvini aveva minimizzato dicendo che quella pronuncia non avrebbe cambiato nulla e che il suo decreto piuttosto stava risolvendo tanti problemi. I dati in realtà raccontano una storia meno incoraggiante e dimostrano che i giudici hanno trovato il modo di depotenziare una legge che fin dal principio è stata bersaglio di critiche. In realtà già il Tar della Basilicata recentemente aveva stabilito che il principio di irretroattività vale anche in materia di accoglienza e che dunque chi è arrivato in Italia prima del 5 ottobre, ottenendo un permesso per motivi umanitari, secondo la normativa precedente non può essere allontanato.

Commenti

amedeov

Gio, 14/03/2019 - 09:14

Solo per Berlusconi le leggi sono RETROATTIVE

Epietro

Gio, 14/03/2019 - 09:17

Ma la politica conta qualcosa in italia o esiste solo la Cassazione?

MarioNanni

Gio, 14/03/2019 - 09:19

adesso tutto è più chiaro: la retroattività si applica soltanto per Berlusconi.

domenico.fumante

Gio, 14/03/2019 - 09:23

ABOLIRE IL PARLAMENTO E INUTILE.IN REALTA COMANDA LA MAGISTRATURA I PARLAMENTARI ELETTI DAL POPOLI VADANO A LAVORARE ABOLIRE DI FATTO LE ELEZIONI

mariobaffo

Gio, 14/03/2019 - 09:23

In Italia comanda la magistratura ormai dichiaratamente e spudoratamente contro questo governo col silenzio complice di Mattarella che ne è il capo.

domenico.fumante

Gio, 14/03/2019 - 09:25

CHI SIAMO'???????????????????????????????????????''REALMENTE

domenico.fumante

Gio, 14/03/2019 - 09:28

AHI SERVA ITALIA, DI DOLORE OSTELLO 76 Ahi serva Italia, di dolore ostello, 77 nave sanza nocchiere in gran tempesta, 78 non donna di province, ma bordello!

domenico.fumante

Gio, 14/03/2019 - 09:28

AHI SERVA ITALIA, DI DOLORE OSTELLO 76 Ahi serva Italia, di dolore ostello, 77 nave sanza nocchiere in gran tempesta, 78 non donna di province, ma bordello!

kallen1

Gio, 14/03/2019 - 09:31

L'effetto retroattivo vale solo per Berlusconi (vedere applicazione legge Severino) per gli altri, giustamente, non vale.........d'altronde siamo in Italia o no?

Ritratto di Pinone

Pinone

Gio, 14/03/2019 - 09:31

Riuscire a governare questo Paese utilizzando il buonsenso e puntando al benessere degli italiani è un'impresa quasi impossibile

frapito

Gio, 14/03/2019 - 09:50

Mi sembra di capire che, per la Cassazione, l'unica legge che può essere applicata retroattivamente sia la Severino. Peccato che Berlusconi non sia un migrante.

CidCampeador

Gio, 14/03/2019 - 09:51

negli altri paesi danno il permesso di soggiorno a lavoratori qualificati da noi il requisito piu' importante ' per ottenerlo quello di saper spacciare e poi dicono che le mafie non sono coinvolte!!!!

Ritratto di ALEX FORTY

ALEX FORTY

Gio, 14/03/2019 - 10:00

CHE SCHIFO !!!!! I cittadini che hanno votato contano meno del 2 di picche !!! nella nostra oramai poverissima Italia comandano i magistrati, ma quelli di sinistra mentre quelli che non sono di sinistra si limitano ad andare a prendere il lauto stipendio ogni fine mese !!!! RIVOLUZIONE !! RIVOLUZIONE !! RIVOLUZIONE !!!

Ritratto di abj14

abj14

Gio, 14/03/2019 - 10:02

Questa è l'ennesima riprova che il paese è allo sbando. Una soluzione pratica, rapida e neanche troppo costosa per risolvere i problemi alla radice sarebbe d'indire una colletta e mandare una delegazione al Cairo per proporre al Presidente/Generale Abdel Fatah al-Sisi di prendersi 6 mesi di vacanza retribuita e venire in Italia, con pieni poteri, a mettere un po' d'ordine. - Ovviamente, informando i ns cari-al-cuore UE – CEI - ONU - ONG & PiDioti Affini Riuniti che chiudiamo 6 mesi per motivi d'inventario, disinfestazione e ristrutturazioni interne. – Dopodiché Putin potrebbe consolidare il tutto in modo tanto efficiente quanto efficace e duraturo.

Mauritzss

Gio, 14/03/2019 - 10:03

Adesso le leggi le fanno i giudici !!! . . . . Azzerare subito i poteri arbitrali ed arroganti della Magistratura !!!!!!!!. . .

istituto

Gio, 14/03/2019 - 10:06

Anche La Repubblica online ha dato la notizia. Ma il servizio è dai toni trionfalistici , sprizza gioia da tutti i pori per la vittoria , è di esultanza . Ovvero finti profughi ottengono soldi per vivere alle spalle nostre , dai contribuenti italiani già vessati dalle tasse e mille balzelli e loro a La Repubblica esultano e gioiscono. Asfaltiamoli alle Prossime Europee del 26 maggio, non asteniamoci.

palllino.

Gio, 14/03/2019 - 10:06

Principio sacrosanto..il problema e' che lo applicano solo quando gli pare..

Ritratto di EXAKK76

EXAKK76

Gio, 14/03/2019 - 10:07

Mi chiedo a che serve votare? Cosa ci stanno a fare il parlamento e i politici?Tanto alla fine sono sempre un pugno di magistrati a fare il bello e cattivo tempo!!!!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Gio, 14/03/2019 - 10:10

Se le cose stanno così, questo potere giudiziario ormai fuori controllo e palesemente contro ogni democrazia e gli italiani, va ridimensionato ed azzerato. Non esiste, se non in una repubblica delle banane, che un potere dello Stato si permetta di andare contro ogni e qualsiasi principio legislativo e persegua i suoi fini contro gli italiani che gli pagano pure lo stipendio. Tutti in quiescenza, tanto i ritardi sono talmente enormi che non sballerebbero più di tanto e sostituirli immediatamente. Non se ne può più.

palllino.

Gio, 14/03/2019 - 10:12

E aggiungo probabilmemte vale per tutte le norme contenute nel decreto sicurezza,compresa la cittadinanza...

Ritratto di mau.ge61

mau.ge61

Gio, 14/03/2019 - 10:13

è giunta l'ora di nuove riforme in modo tale che la cassazione non possa incidere su un decreto del ministero ,e poi penso che,quando si attua un decreto nuovo debbano essere tassativamente abolite le vecchie norme in modo tale da non dare adito ai giudici di applicarle,

Ritratto di mau.ge61

mau.ge61

Gio, 14/03/2019 - 10:17

complimenti ai magistrati della cassazione,invece di difenderci,aiuta la mafia nera e magherbina ad entrare sotto forma di protezione umanitaria ed allora non ci si lamenti se la gente poi spara x difendersi visto che non lo fanno i magistrati

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 14/03/2019 - 10:19

...ed è sempre carnevale! Altro che quello di Rio!

pardinant

Gio, 14/03/2019 - 10:21

Interessantissima sentenza, un tempo mi avevano insegnato che civilmente valgono solo le regole attuali e non quelle vigenti al momento del fatto. Potrebbe tornare molto utile in caso si abusi edilizi commessi prima dell'entrata in vigore di regole restrittive come leggi ambientali, antisismiche o idrogeologiche escludibili da questa sentenza. Ma forse nello Strano Paese non siamo tutti uguali?

jaguar

Gio, 14/03/2019 - 10:39

Ma in Italia governano i giudici?

Redfrank

Gio, 14/03/2019 - 10:58

ovviamente un evasore prima del 5 ottobre erauna persona per bene e va rinnovato il permesso nel senso "sei onesto e puoi stare qui".....dopo il 5 ottobre lo stesso evasore diventa un disonesto e non può stare in Italia.......ma in Italia l'onestà e la disonestà cambiano al cambiare delle leggi.....................poveri noi che paghiamo sempre......

nopolcorrect

Gio, 14/03/2019 - 11:12

Abbiamo una magistratura sempre pronta ad andare contro gli interessi di noi Italiani. E noi la paghiamo profumatamente per venirci contro!

billyserrano

Gio, 14/03/2019 - 11:30

è quello che non mi stancherò mai di dire:- se non si fa la riforma della giustizia, ci saranno sempre dei giudici che remeranno contro al governo (specie se il governo non è di sinistra), quindi bisogna creare un organismo veramente indipendente dalla politica, che possa giudicare l'operato dei giudici.

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 14/03/2019 - 11:37

ma quanto sono buone queste toghe!!!scommetto che sono pronte anche a privarsi di tutti i privilegi,scorte comprese ed a dimezzarsi lo stipendio per aiutare gli allogeni!!!

Ritratto di Blent

Blent

Gio, 14/03/2019 - 11:39

la vera emergenza di questo paese e' la riforma totale della giustizia altrimenti sara' tutto vano

27Adriano

Gio, 14/03/2019 - 11:41

Quindi, se ho ben capito la cazzazione si mette contro il Popolo Italiano??? Ma non c'è la democrazia? Un ministro anche minimo della giustizia e un capo anche minimo dello stato perchè tacciono???

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Gio, 14/03/2019 - 11:43

niente, non se ne esce. Siamo in regime di dittatura e comandano le toghe.

Ritratto di pulicit

pulicit

Gio, 14/03/2019 - 11:59

Siamo un paese in declino su tutti i fronti.Regards

antonioarezzo

Gio, 14/03/2019 - 12:00

LA PRIMA BATTAGLIA VA FATTA CONTRO QUESTO SCHIFO DI MAGISTRATURA, SENNO' TUTTO E' INUTILE.

antonioarezzo

Gio, 14/03/2019 - 12:01

sono giunto a conclusione che in questo paese con le buone maniere e le regole democratiche non si risolve nulla. speriamo qualcuno ci pensi...........

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Gio, 14/03/2019 - 12:05

LA MAGISTRAUTRA è il VERO POTERE in Italia. Allora perchè non MANDIAMO TUTTI I MAGISTRATI IN PARLAMENTO? SOLO LORO!!! E' la vera soluzione a tutti i problemi. FINALMENTE si vedrebbe l'Italia andare a picco e NOI AVREMMO COSI' LA PROVA che ci permetterebbe di RIFORMARE la giustizia. E si ripartirebbe di nuovo.

agosvac

Gio, 14/03/2019 - 12:27

Spero che la prossima riforma della magistratura riguardi in particolar modo la Cassazione: troppi i guai che combina!

MarioNanni

Gio, 14/03/2019 - 13:03

non trattengo il disgusto; soltanto per Silvio Berlusconi la retroattività non ha effetto. ma possibile che nessuno di questi che non hanno applicato la retroattività per un leader politico e comunque di una persona titolare dei diritti costituzionali, vada a finire in galera?