Catania, 16enne primo indagato per il Blue whale

«Sei entrato nel Blue Whale. Non puoi più ritirarti». Il «Blue whale» è il gioco infernale che istiga i giovani al suicidio, si nutre delle debolezze dei ragazzi e poi li annienta. Una ventina i casi oggetto di investigazione della polizia postale. A Catania una 16enne è stata salvata grazie alla denuncia di un'amica. A risucchiarla nel vortice mortale era un coetaneo della provincia di Cosenza. «L'ultima prova da superare è buttarti da un edificio alto». Dopo la denuncia dell'amica, la polizia postale si è messa al lavoro. Ed esaminando lo smartphone della 16enne ha trovato la chat che spingeva al suicidio. Il «curatore» è stato identificato e denunciato per istigazione al suicidio. Ora si cerca di capire se il ragazzo ha effettuato altri adescamenti. VRa