Cav irritato con la Lega per la partita deleghe: "Non si impone su M5S"

Ed è frenata anche sull'idea del partito unico: "Senza i voti azzurri, Matteo al Sud è perduto"

Matteo Salvini gli aveva giurato che sulla delega alle Telecomunicazioni avrebbe puntato i piedi. E invece Silvio Berlusconi vede che se la terrà Luigi Di Maio. «É un brutto segnale - ragiona il leader di Forza Italia-, vuol dire che fa tante promesse ma non ha la forza di imporsi col M5S».

La delusione, per il signore di Arcore, conferma che non ci si può appiattire sull'alleato leghista, ma bisogna distinguersi, fare opposizione al governo giallo-verde, anche senza strappi nella coalizione. Per questo ha lanciato L'Altra Italia nella lettera al CorSera di lunedì. Il Cavaliere legge i risultati delle amministrative e rivendica il contributo di FI nel successo del centrodestra. É convinto che ci sono praterie da occupare, tra liste civiche e astensionismo. E pensa che il Carroccio abbia sempre bisogno di FI e della coalizione, visto che sotto Roma registra numeri bassissimi. Il Cav, che oggi sarà a Roma, potrebbe andare personalmente, prima dei ballottaggi, in alcuni comuni come Terni, Viterbo, Messina. «FI è il partito trainante del centrodestra al Centrosud - dice al Corriere della Sera Antonio Tajani, presidente dell'Europarlamento-. Pensiamo che la coalizione sia la strada per vincere, che l'unità sia un valore, e noi continuiamo per la via che non abbiamo mai cambiato. Ma ci muoviamo anche da soli. Perché sappiamo di non poter essere sottovalutati da nessuno. E che, per noi, esiste un grande spazio di consenso». Suona come un avvertimento a Salvini.

Per l'ex-premier il governo Conte ha due prospettive: o va avanti 2-3 anni rafforzando l'asse Salvini-Di Maio e affossando il centrodestra o arriva alle Europee di primavera e poi le contraddizioni esploderanno e l'alleato leghista staccherà la spina. Scommette sulla seconda ipotesi, il Cav, e lavora al rilancio del partito. «Al pranzo di lunedì - racconta Adriano Galliani, agli altri deputati azzurri - ho visto Silvio motivatissimo». Anche ieri a villa San Martino attorno al tavolo c'erano esperti della comunicazione e la capogruppo al Senato, Anna Maria Bernini, per discutere su come costruire L'Altra Italia. Il leader ha contatti con diverse personalità esterne a FI, che vorrebbe coinvolgere nella Consulta per selezionare la nuova classe dirigente. In questo momento, da un lato frena chi vorrebbe sganciarsi dalla Lega per un progetto moderato sul solco del Ppe e, dall'altro, chi vorrebbe il partito unico. Vuole accentuare l'identità di FI, differenziandola sempre più dal Carroccio. «Altrimenti - spiega uno dei suoi fedelissimi- tra l'originale e la copia l'elettore sceglie il primo. FI è doubleface, a Sud tiene e guida la coalizione, ma a Nord si sta liquefacendo, o meglio leghizzando. La moderazione lì non paga». Al governatore ligure Giovanni Toti, che insiste sul partito unico del centrodestra, la capogruppo di Fi alla Camera Mariastella Gelmini replica: «Sono contraria, perché non avrebbe alcun senso politico. FI affronta un momento di difficoltà soprattutto al Nord, perché al centro e al Mezzogiorno siamo il primo partito della coalizione e in alcuni casi abbiamo 2-3 volte i voti della Lega. Sarebbe sbagliato ridurre l'offerta politica ad un unico partito». Dentro FI sono convinti che l'Opa di Salvini non sia riuscita, anche se i timori non mancano. «Il centrodestra - dice il deputato azzurro Andrea Ruggieri- è una corazzata che sbaraglia da Nord a Sud. Serve un ultimo sforzo per vincere i ballottaggi».

Commenti

pisopepe

Mer, 13/06/2018 - 08:52

CVD SALVINI E' CERTO UN TRADITORE E FASCISTA. MA MI SPIEGA IL BERLUSCA COME MAI I SUOI APPOGGIANO IL RAZZISTA SALVINI NE CASO AQUARIUS

perseveranza

Mer, 13/06/2018 - 09:38

Berlusconi per favore basta sciocchezze.

Holmert

Mer, 13/06/2018 - 09:43

Alle amministrative Berlusconi ha raccattato qualche migliaio di voti, grazie alla Sicilia ,le cui redini sono state riprese da Miccichè, che lui aveva esiliato,mentre la lega ha fatto man bassa. Questo disastro migratorio lo dobbiamo anche al suo governo che firmò il trattato di Dublino. Anche sulla legittima difesa,il suo governo introdusse all'art.52 del C.P. "difesa proporzionale all'offesa". Ed allora di che va cianciando. Guai a disilludere il popolo, poi ti volta le spalle ed io sono uno di questi. Ebbi mota fiducia in lui, ma si portò appresso gente inutile,salvo eccezioni e fece solo una camera d'aria di chiacchiere.

Alessio2012

Mer, 13/06/2018 - 09:56

UNA PERSONA CHE CEDE A DI MAIO NON E' UN UOMO, E' UNA SPECIE DI FANTOZZI!

Duka

Mer, 13/06/2018 - 10:15

E' vero si è concentrato sui barconi e sta perdendo tutte le altre partite.

VittorioMar

Mer, 13/06/2018 - 10:20

...ha trattato.con il solo 17%....non poteva fare di più !!...avesse avuto un maggiore sostegno forse....!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 13/06/2018 - 10:24

lui che è completamente appecoronato a Bruxelles taccia che è meglio. FI arriverà a percentuali da prefisso telefonico

kyser

Mer, 13/06/2018 - 10:47

Le telecomunicazioni non sono una priorità. Non è che se ci sia un leghista o uno dei 5s cambierebbe poi chissà cosa. Berlusconi però sta anteponendo i suoi interessi privati, e poi Salvini dovrebbe imporsi con i 5s, e magari rinunciare a qualcos'altro in cambio che ha più a cuore, per fare un favore ad un alleato che ha iniziato a criticare il governo ancora prima della sua formazione? Perché mai dovrebbe essere una sua priorità, dato il comportamento finora tenuto da FI?

igiulp

Mer, 13/06/2018 - 11:05

Per uno che si dichiara favorevole e voterà solo su quel che gli farà comodo, quanto è stato fatto basta e avanza. Pensi a rimettere insieme i cocci del suo ex partito, se ne avrà la capacità e se vorrà trattare da pari con Salvini e la sua Lega.

oracolodidelfo

Mer, 13/06/2018 - 11:06

Berlusconi, un'errore dopo l'altro!

cir

Mer, 13/06/2018 - 11:08

come osa parlare ?

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 13/06/2018 - 11:14

Io desidero votare per un partito moderato. Mi sembra giusto e coraggioso l'impegno dimostrato da Salvini ma per non farlo "deviare" con tanti momenti trascorsi in compagnia di Di Maio deve avere accanto un Partito moderato.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 13/06/2018 - 11:55

Semplicemente DI-SGU-STO-SO. L'unica preoccupazione di costui è la sua azienda. Null'altro. Nel momento in cui il Paese combatte una guerra vitale per la sua sopravvivenza (contro chi ci vuole invasi), lui, che ben si guarda dall'esporsi sul tema, pensa alle TLC.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 13/06/2018 - 11:55

Ma almeno De Benedetti, cui costui si è prostrato, gliel'ha data la tessera numero 2?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 13/06/2018 - 11:57

Ma almeno si è convertito come Ivanka?

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 13/06/2018 - 11:58

Koerentia - moderati? Signora, forse Lei non l'ha ancora capito. Siamo in guerra. Una guerra di sopravvivenza. E se la perdiamo tra 20 anni questo sarà un paese abitato da una poltiglia afro-islamica. I tempi dei "moderati" sono finiti. A meno che ci si voglia suicidare.

massmil

Mer, 13/06/2018 - 12:14

pisopepe perché pure te non ti porti a casa un po di gente che a flotte arriva nel paese, invece di sparare solo grandi cazzxxe

carlottacharlie

Mer, 13/06/2018 - 13:31

I timori di Berlusconi hanno motivo d'esserci sapendo la cattiveria e ritorsione del Grillo verso Mediaset. DiMaggio non sa ragionare da solo ed ha tanta invidia sociale. Credo che Salvini e tutta la Lega sapranno mettere all'angolo questi bru-bru della politica, e con lui ci saremo noi italiani che se ne fregano se uno è ricco, a noi interessa essere perbene, non invidiosi e con pizzico intellettivo.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 13/06/2018 - 14:16

Un Grande imprenditore piu' che alle sue imprese pensa anche ai suoi dipendenti e relative famiglie. I 5Stelle non arrivano a capire cio' e con la possibilita' di "danneggiare" capricciosamente colui che hanno VETATO sono pronti a lasciarci con un monopolio statale senza calcolarne le conseguenze.

Romolo48

Mer, 13/06/2018 - 15:34

Ma allora è proprio vero che a te interessano solo "gli affari di Famiglia". Ti avevo votato più di una volta in passato ma ora mai più. Ritirati che è meglio!!!

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 13/06/2018 - 15:51

@romolo48, se lei avesse creato un'impresa/azienda la lascierebbe al libero arbitrio di disfattisti senza arte ne parte? e non gliene importerebbe niente delle famiglie che vi lavorano? Forse e' il caso di andare oltre a facili conclusioni.

Romolo48

Mer, 13/06/2018 - 17:26

@ Koerentia ... perchè secondo lei l'attuale governo si prefigge di smantellare l'azienda di famiglia e buttare migliaia di persone ( e famiglie) sulla strada? Non mi entusiasma l'attuale governo, ma vorrei finirla una volta per tutte con il problemi del signor Berlusconi (che pure ho sempre votato). Vuole stare tranquillo: si ritiri dalla politica e vedrà che potrà dormire sonni tranquilli. Le conclusioni le ho tirate da un po', e non certo facilmente, ma ora non accetto più questo spettacolo. Del resto, se è vero che è un grande imprenditore, avrà certo mezzi e argomenti per combattere la "protervia" della politica, non lo faccia da politico.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Gio, 14/06/2018 - 13:30

@Romolo48, tutti i cittadini italiani sono liberi di presentarsi alle elezioni tanto piu' Silvio Berlusconi. Non si possono/devono accettare ricatti. Ognuno e' libero di scegliere finche' siamo in un paese democratico e per tanto non si puo' fare la "guerra" a chi non e' affine al tuo pensiero come fanno i 5Stelle.