Il Cavaliere abbraccia Salvini per frenare il suo populismo

Il presidente di Forza Italia riceve l'appoggio del Ppe per l'alleanza con Lega e Fratelli d'Italia alle Politiche

Roma - Silvio Berlusconi appare sempre più protagonista nel nuovo «asse del realismo europeo». La recuperata centralità non si coglie soltanto negli attestati di stima ricevuti prima dal segretario del Ppe Antonio Lopez, poi dal presidente Joseph Daul, ma anche dall'appoggio che la famiglia popolare è pronta a fornirgli in vista delle prossime elezioni politiche, sostenendo l'alleanza con Lega e Fratelli d'Italia.

Il presidente di Forza Italia è convinto che «il popolo non ne può più del Pd e della sinistra» e che sarebbe da irresponsabili «lasciare il Paese in mano ai Cinquestelle». Per questo l'intenzione è di sposare con convinzione il Rosatellum Bis e l'ancoraggio all'alleanza di centrodestra. L'intenzione di appoggiare la legge elettorale il presidente di Forza Italia l'ha ribadita anche in videoconferenza con i capigruppo azzurri. Questa strategia è condivisa dal Ppe che anche in vista delle Europee del 2019 intende combattere il populismo attraverso una strategia inclusiva. Ciò significa unire i popolari con i populisti ogniqualvolta questo sia possibile, adottando la strategia del realismo e facendo proprie le battaglie più ragionevoli, depurandole dagli eccessi. In sostanza quanto avviene da anni in Italia con la coalizione di centrodestra (Berlusconi ha portato da esempio a Daul anche il modello di efficienza rappresentato dalla Regione Lombardia guidata da Roberto Maroni). Ed è quanto avverrà in Germania dove si parla molto di Afd, ma dove le posizioni dei liberali di Christian Lindner sull'immigrazione non sono lontane da quelle della Lega. Daul con Berlusconi ha parlato della possibile costruzione di un asse futuro Germania-Francia-Italia, con un ritorno del nostro Paese nella cabina di regia europea. La citazione della Francia non è casuale. Ciò a cui Daul, Weber e anche Antonio Tajani stanno lavorando è infatti un coinvolgimento sempre maggiore di Emmanuel Macron per portare la sua En Marche - ancora senza una «casa» europea - nella famiglia del Ppe.

Berlusconi dovrà ora decidere come declinare questo rinnovato ancoraggio al Ppe. L'idea di inserire nel simbolo di Forza Italia un riferimento alla famiglia popolare europea circola da tempo. Così come si ragiona sull'allargamento della famiglia, con la nascita di una federazione di centro, la famosa quarta gamba del centrodestra (ieri Scelta Civica ha dato mandato al segretario Enrico Zanetti di lavorare all'aggregazione con partiti che come Forza Italia che si riconoscono nel Ppe).

Naturalmente ora con Salvini si dovrà entrare nel merito. L'incontro potrebbe avvenire non la prossima settimana, ma dal 10 ottobre in poi. Il nome del leader indicato nel simbolo di ciascun partito - previsto dal Rosatellum - potrebbe risolvere un primo problema. Il secondo sarà stabilire la suddivisione dei seggi in base allo storico dei sondaggi. In ogni caso circola ottimismo. E il leader della Lega dalla Puglia lancia segnali favorevoli. «L'ho detto anche a Berlusconi: uniamoci, lasciamo fuori i poltronari e i traditori alla Alfano e votiamo il prima possibile perché serve un'Italia che torni a correre, a lavorare, a sorridere. La legge elettorale noi la votiamo anche domani e speriamo che Renzi non cambi per l'ennesima volta idea».

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 01/10/2017 - 08:56

Berlusca non ti preoccupare di Salvini, preoccupati di fare meno strozzate del solito. Come andare un po a destra e molto a sinistra, o riprendere in FI personaggi miserabili e squallidi ai quali ultimamente ti senti molto legato.

antipifferaio

Dom, 01/10/2017 - 09:06

E meno male che l'avevo scritto ieri... Parola d'ordine: NEUTRALIZZARE SALVINI. Lo vogliono fagocitare come fecero con Bossi e insozzare la Lega della prima ora, proprio perchè aveva messo in evidenza il "luridume romano"... Ora sta a Salvini cedere o meno, magari in cambio di un tozzo di...ministero....

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 01/10/2017 - 09:06

"Populismo" sembra avere preso un significato negativo, quasi una parolaccia. Termine forse inventato da chi vuole male agli italiani. Se populismo indica persone che si oppongono ad una invasione incontrollata del nostro paese, ad una attenzione particolare ai clandestini che gli italiani non hanno mai avuto,allora io mi identifico con questo termine e voterò chi lo predica .

jaguar

Dom, 01/10/2017 - 09:25

Berlusconi dice di ascoltare le ragioni dei populisti, ma allo stesso tempo vuole frenare i populismi, quindi tenendo il piede in due scarpe risulta poco affidabile. A questo punto Salvini deve lasciar perdere il Cavaliere, o ritornerà a percentuali del tre- quattro per cento.

elpaso21

Dom, 01/10/2017 - 10:05

Tanto lo sappiamo che farà un'alleanza col PD poltronara.

Ritratto di liofantino

liofantino

Dom, 01/10/2017 - 10:08

berlusca vuole frenare il populismo per poter continuare a saltare di qua e di là come ha sempre fatto . . . . .eh eh eh

tosco1

Dom, 01/10/2017 - 10:25

Io credo invece che Berlusconi deve fare sparire anche la lontana idea che dietro a lui ci sia la Merkel. Tanto per cominciare, va bene che non gli ha detto culona, ma non c'e' dubbio che, come tutto noi, l'avra' inevitabilmente pensato , e poi , perche' il centro destra ha un senso solo se ha atteggiamenti, anche se moderati, ma di contestazione contro questa inutile,costosa, illogicamente asfissiante unione(?) europa; Quindi, senza la base populista, la la minestra non si fa'.

contravento

Dom, 01/10/2017 - 10:50

Ambientalisti, animalisti, sindacalisti, antipopulisti , Komunisti = IPOCRITI. Andate a lavorare: i bordi delle strade sono piene di bottiglie di vetro, frutto della vostra scuola. Certo i meno peggio sono Berlusconi e Salvini, ma anche loro si sono ormai ambientati. Per cui si deve tornare indietro per recuperare.

Massimo Bocci

Dom, 01/10/2017 - 11:01

Egregio Signor Berlusconi,perché di fregiarla di una ignominia come il titolo di cavaliere di un simile ciofeca di paese,dunque ristabilita la piena onorabilità,una sola considerazione mai puntare al ribasso quando si deve trattare,omeglio aver a che fare con simili MISTIFICATORI, dunque meglio soli che accompagnati da Meticci, che hanno una sola dottrina corruzione e mercimonio.

nopolcorrect

Dom, 01/10/2017 - 11:20

Un forte Governo di Destra-Centro è l'unica speranza per il nostro povero Paese.

VittorioMar

Dom, 01/10/2017 - 11:32

...CON LA SPERANZA CHE NON SI FACCIA QUALCHE "CRETINATA" PRIMA DEL VOTO !!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 01/10/2017 - 12:15

Quello che mi pare chiaro è che Berlusconi è ormai politicamente asservito ai poteri dittatoriali europei: è un ammiratore di Macron, è un amico di gente come Juncker, appoggia la Merkel, fa finta di osteggiare Renzi, fa l'occhiolino ad Alfano e satelliti. Ah! dimenticavo: fa finta di voler allearsi con Salvini per farlo diventare schiavo dei padroni "europei", a cui si appoggia, ma credo che con la Lega troverà duro.

Cheyenne

Dom, 01/10/2017 - 12:29

NON CAPISCO DOVE STIA IL POPULISMO DI SALVINI: VOLERE ORDINE SOCIALE, PENE CERTE, MAGISTRATI SERI, BLOCCO DELL'INVASIONE AFRO-ASIO-SUDAMERICANA, PROGRESSO ECONOMICO PER TUTTI I CETI, RILANCIO INDUSTRIALE, LOTTA ALLA CORRUZIONE DILAGANTE E' POPULISMO ? MAH

roberto zanella

Dom, 01/10/2017 - 12:33

che novità ! Berlusconi ha avuto il compito dal PPE di bloccare Salvini da tempo e i comportamenti di Berlusconi di soverchiare anti democraticamente la scelta del Leader all'interno del CDestra è evidente . Prima diceva che chi è il primo partito sceglie il Leader . FI è ferma ormai al 13% e la Lega al 15% . Allora si è messo in pista il gradimento degli italiani dicendo che Berlusconi superava Salvini , poi si scopre che è il contrario . Poi Silvio ci dice che lui è la persona giusta per parlare a livello internazionale perchè ha esperienza , peccato che non sia stato capace nel 2011 di far pesare questa sua capacità. Ritengo sia penoso per una persona di 83 anni mendicare una poltrona in questo modo .

Anonimo (non verificato)