La cena segreta Raggi-Grillo: "Virginia, chi sono questi?"

Grillo a Roma con i parlamentari ha poi incontrato con Casaleggio il sindaco di Roma. Dubbi sulle nomine della Raggi: "Ora spiegaci chi sono"

Grillo e Casaleggio la chiamano "la signora" e non è un soprannome d'affetto. Piuttosto indica distacco. E infatti quando due giorni fa il leader e garante del Movimento Cinque Stelle insieme a Davide Casaleggio è sceso nella Capitale per parlare con i parlamentari grillini, ha fatto in modo di organizzare una cena segreta con Virginia Raggi. Il motivo? Farsi spiegare "chi sono" quei collaboratori che ora rischiano di far saltare il Campidoglio.

È notizia di questa mattina l'arresto di Raffaele Marra, braccio destro del sindaco e capo del personale del Comune di Roma. Ed proprio sulla figura di Marra e su quella di Salvatore Romeo che si concentrano i maggiori dubbi del fondatore del M5S. "Virginia, dai, parla, ti ascoltiamo, ma ora ci spieghi bene una volta per tutte chi sono questi", ha detto Grillo - secondo il Messaggero - alla prima sindaca della Capitale.

La cena segreta è stata una sorta di interrogatorio. I rapporti tra il duo Grillo-Casaleggio e la Raggi sono ai ferri corti. E c'è un motivo. I vari Marra e Romeo, infatti, non sono grillini. O almeno non della prima ora. Per questo il comico vuole sapere "chi sono" direttamente da Virginia. Perché quello che legge sui giornali non è certo il meglio che potesse aspettarsi: indagini, arresti e amicizie con la giunta Alemanno. Ed è proprio a questo periodo che si riferisce l'indagine che ha portato oggi all'arresto di Marra. Certo. Il M5S si difenderà affermando che le "colpe" Marra si riferiscono al periodo di Alemanno. Il problema è che la Raggi ha sempre garantito per lui e l'ha eletto a suo braccio destro. L'ha difeso dagli attacchi interni di quella parte del Movimento che lo considerava inadeguato e in qualche modo alieno dalla storia dei grillini. Difficile quindi il sindaco possa scaricarlo senza rimanere in qualche modo scottata.

Durante la cena segreta Grillo e Virginia hanno parlato anche delle perquisizioni di ieri in Capidoglio, bitz che il sindaco ha bollato come "atto dovuto" e "bolla di sapone", tanto da spingere il fondatore a pubblicare un blog sulla "bufala delle perquisizioni". Poi c'è la questione delle dimissioni della Muraro (ex assessore all'Ambiente anche lei indagata), i vari assessori mancanti e già caduti, la mancanza di quella "impronta" grillina che gli elettori si sarebbero attesi.

Quella di Grillo insomma non è una difesa a 360°. Anzi. I grillini romani, già critici ai tempi della scelta della squadra per governare la città - vedi Roberta Lombardi -, sognano che prima o poi la strada del M5S (lanciato verso il governo del Paese) e quella del Campidoglio possano separarsi. L'arresto di Marra potrebbe davvero far crollare il castello.

Commenti

cicero08

Ven, 16/12/2016 - 09:16

dovevano pensarci prima

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 16/12/2016 - 10:00

Troppo giovane ed inesperta la bambolina...

Gianca59

Ven, 16/12/2016 - 10:06

Sono quelli selezionati via web, con tanto di CV, dichiarazione dei redditi, fedina penale, ...online

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Ven, 16/12/2016 - 10:33

In politica i buoni propositi sono nulla senza gli attributi

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 16/12/2016 - 10:33

macché bambolina!E' il caso di cominciare a parlare di inavveduta giovane inesperta incompetente e se è cosi che il suo movimento intende governare l' italia, poveri noi se intendiamo realmente votare per lui.

Mechwarrior

Ven, 16/12/2016 - 10:44

Se continuate a pescare negli ex politici i 5 stelle possono chiudere bottega!

elio2

Ven, 16/12/2016 - 10:59

Perchè meravigliarsi, sono pur sempre comunisti e come tali si comportano. Parlano di tanti bei propositi, per farsi votare dalle menti più deboli della società, ma poi fanno sempre i propri interessi. Chiunque si fosse preso la briga di controllare quello che poi votano in parlamento si sarebbe accorto che a parte le chiacchiere e le finte litigate con i loro altre ego ideologici, al dunque hanno sempre votato tutte le porcherie volute dai compagni, e tutte, non è un modo di dire, ma la realtà dei fatti.

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 16/12/2016 - 12:44

elio2 10.59: bravo, concordo in pieno quanto ha scritto.

Ritratto di Aulin

Aulin

Ven, 16/12/2016 - 13:28

Caro Elio, il punto è che la maggior parte dei partiti è infettata da comunisti e democristiani. E la corruzione viene fuori ora perchè non hanno più buoni protettori nè quelli del PD nè quelli dei 5 stelle. Il PD sano non lo è mai stato, visto che è nato marcio. I grillini invece la stanno facendo fuori dal vaso, riciclando gente a destra e a manca perchè non hanno abbastanza uomini con esperienza politica. Gli elettori non gliela perdoneranno. Per quanto riguarda noi che aborriamo la sinistra, però, non abbiamo nemmeno bisogno di un centrodestra 2.0, perchè a rincorrere il centro si è visto la fine che ha fatto Silvio. Oggi ci vuole una destra (con poco, pochissimo centro) su modello del FN di Marine Le Pen, e la Lega di Salvini questo l'ha capito da un pezzo. Il punto è quanti altri italiani ci siano arrivati. I cosiddetti moderati no di sicuro, visto che si sono messi a votare per il PD sperando che cambiasse...

Gianca59

Ven, 16/12/2016 - 13:37

A' Peppe, so' sempre li soliti ....nulla de novo, nun te preoccupà.

titina

Ven, 16/12/2016 - 15:07

In ogni lavoro ci vuole competenza ed esperienza. Non parliamo dell'onestà perchè questa è d'obbligo, mica un optional