Il centrodestra appeso al telefono

Alfano dovrebbe riascoltare, con umiltà e realismo, il famoso spot "una telefonata allunga la vita"

Sta tornando calda la linea telefonica che collega Arcore al mondo della politica. Berlusconi ha fretta di archiviare la soddisfazione, e le polemiche, per la sua inaspettata assoluzione. Parliamo di politica, ripete ai suoi. E dopo mesi di gelo sono in molti che vogliono tornare a parlare di politica con lui. Ex compagni di viaggio (Nuovo centrodestra e Fratelli d'Italia), orfani della sciagurata ed effimera stagione montiana (centristi di ogni ordine e grado). Al momento siamo a poco più che prove di disgelo, ma la strada di una possibile riunificazione del centrodestra, unica alternativa allo strapotere renziano, sembra imboccata.
Il paradosso è che non ci sono particolari problemi politici a riformare una nuova Casa delle libertà. Anzi, con le loro diversità su temi specifici, le varie componenti oggi divise e in alcuni casi avverse ben rappresentano tutte le anime di un grande partito popolare che deve tenere al suo interno laici e cattolici, liberali e sostenitori di un moderno Stato sociale. Come spesso accade, le difficoltà arrivano quasi esclusivamente dal deterioramento dei rapporti personali. Ambizioni frustrate, piccoli e grandi rancori, delusioni sfociate in rabbia per presunte ingiustizie, voglia di visibilità, egoismi ed egocentrismi da prime donne: queste sono le cause che hanno minato la freschezza e l'efficacia del centrodestra italiano, questi sono i problemi che se non risolti potrebbero impedirne la ricomposizione.
È vero che i tradimenti sono stati violenti e ipocriti. È noto che, quando ci si separa, anche piccole cose della vita comune vengono rinfacciate come fossero state la fine del mondo. Le dinamiche di una comunità politica non sono poi così diverse da quelle di una famiglia. Per la quale, prima del divorzio definitivo e irrevocabile, è appunto previsto un periodo di separazione, una prova per verificare la fondatezza della crisi.
Per quello che ho capito, Berlusconi è pronto a sedersi a un tavolo per prendere in considerazione l'ipotesi di tornare sotto lo stesso tetto. In questo c'è saggezza e generosità. A una certa età, più che la passione contano le certezze. Si attendono risposte. Alfano dovrebbe riascoltare, con umiltà e realismo, il famoso spot «una telefonata allunga la vita». La sua e quella del centrodestra italiano.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 21/07/2014 - 12:57

La via per salvare l'Italia dalla rovina è quella di mandare Berlusconi al Quirinale. Berlu due cose ha dimostrato di saperle fare: rientrare dai debiti e creare posti di lavoro. Proprio ciò di cui ha bisogno l'Italia. Mi dispiace per Napolitano, ma in vita sua, ha fatto proprio tutto all'incontrario. Ovvero debiti su debiti, ed ha creato rendite parassitarie (mascherate da posti di lavoro) che, togliendo soldi dal mercato, hanno fatto chiudere posti di lavoro produttivo. Ma quel che è peggio è che hanno ordito una ragnatela burocratica di "lacci e lacciuoli" che impedisono di a chiunque di lavorare in tranquillità. Dunque, almeno per "alternanza democratica", dato che non se ne può più di presidenti ignoranti in materia, sul colle ci vada uno competente in faccende economiche. Ora, l'unico che si vede all'orizzonte è Silvio Berlusconi.

moichiodi

Lun, 21/07/2014 - 13:22

trovo naturale che berlusconi cerchi di dialogare. solo che gli "scrittori" del giornale (sallusti e feltri in testa) dovrebbero semplicemente capire che un riunificazione è realistica solo se si accetta il punto di vista di alfano e dei "dissidenti" e non certo quello dei berlusconidi(quelli e quelle che iniziano il ragionamento con "come ha detto il presidente berlusconi"). è finito quell'epoca! la destra potrà riproporsi solo se saprà andare oltre berlusconi. in defintiva da due giorni(un minuto dopo la sentenza) feltri e sallusti e parecchi altri sono impegnati a vivificare la mummia,pensando che il centro destra si rilanci attraverso la mummia e non con un nuovo e solido progetto politico. secondo me è un bel regalo a renzi.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 21/07/2014 - 18:23

In qualsiasi comunità, parlo delle piccole come delle grandi, parlo in generale sia della Chiesa, sia delle Chiese, sia dei Gruppi organizzati, sia delle ONLUS e sia di qualsiasi altra Associazione si parte d un Leader di riferimento. Quello che a me sembra normale è che quando parliamo di Centro Destra ammettiamo che c'è in ogni fettina di Partito o Partitino, il piccolo Leader che vuole fare il suo gioco come se non esistesse un vero Leader cui fare riferimento. Parliamo ad esempio dell'On. Casini o dell'On. Fini che credevano di essere Leader ma il Popolo non l'ha seguito, anzi, ha dimostrato che se ci sono o non ci sono è la stessa cosa. Ora paragonare la Meloni o Alfano al livello di Berlusconi mi sembra del tutto azzardato anche e soprattutto visti i risultati poco incoraggianti delle scorse Elezioni Europee; parliamo anche del modo di proporsi all'Estero dove immancabilmente ci presentiaamo sempre distinti e mai uniti. Partiamo dal fatto che è meglio un male noto che un bene ancora da conoscere, partiamo dal fatto che fuori di Berlusconi non si vede un Leader che abbia gli attributi a meno di mettere in pista Salvini che,sinceramente, potrebbe essere l'ala destra del Centro Destra. Sono persuaso che questa è la vera stradaper riformare la Politica del Centro Destra e come vedete anche Formigoni sembra avviato a subire da parte di Giudici "zelanti" quella tortura che toglie serenità e che allontana dai punti nevralgici della discussione. Chi allora se non Berlusconi Leader nato e cresciuto? Io non vedo Altri nonostante le loro velleità e si mettano il cuore in pace altrimenti se ne vadano pure dove sono arrivati; non c'è posto per gli arrivisti da strapazzo!! Shalom

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 21/07/2014 - 18:44

Io,al telefono,ci appenderei Alfano e compari di merenda.

robytopy

Lun, 21/07/2014 - 19:53

Berlusconi,Brunetta,Santanchè,Verdini,Gasparri etc. che gran regalo per Renzi !

apostata

Lun, 21/07/2014 - 21:17

Vorrei dire che ci siamo anche noi, gli elettori e tutte queste telefonata sopra le nostre teste non ci piacciono. No si può perdonare alfano, alfano va lasciato a se stesso e deve fare la fine di fini, casini, monti, letta, ecc. Berlusconi, riacquisita tutta l’agibilità, deve sentire l’orgoglio di essere il leader naturale del centrodestra e non deve muovere un dito verso i traditori. Deve indicare una linea che sia riconosciuta dagli elettori e attorno ad essa si dovranno determinare umilmente le convergenze di coloro che sapranno sopravvivere. Deve riappropriarsi di temi che furono suoi e ora fanno propri i leghisti, senza scendere a patti con il giovane salvini.

m.nanni

Lun, 21/07/2014 - 21:37

ma no, non ci pigliamo in giro; uno è corteggiare gli elettori del centro destra ed è giusto corteggiarli. altro è il cif ciof con Alfano. roba da vomito per tutto quello che ha fatto a Berlusconi nel momento più difficile della sua esistenza politica ed umana. perchè non corteggiare gli elettori del popolo delle libertà fuggito altrove o rilutante al voto? meglio vivere politicamente mille giorni da leoni che cento da pecora. e il presidente Berlusconi la deve smettere di violentare la sua base più fedele. Ritornare con Alfano, allora perchè no anche con Fini, Bocchino, la Perina, Follini, Buttiglione ed anche Casini. ma no, ne abbiamo subite a non finire. per dirla in albanese, ne abbiamo i coglioni pieni! ma se Berlusconi sta meglio con costoro allora non se la prenda se buona parte delsuo(di Berlusconi) elettorato prenderà la via di Renzi o Salvini. il troppo storpia!

Ritratto di no_malagiustizia

no_malagiustizia

Lun, 21/07/2014 - 21:46

caro nosferatu triste, ti sei risvegliato di colpo? grazie ai giudici favorevoli hanno graziato il tuo capo, vabbe', ma tutta questa eccitazione ti fa male! Torna nella cripta, stai tranquillo

Ritratto di combirio

combirio

Lun, 21/07/2014 - 21:55

In effetti dopo tutto quello che è successo e come è sucesso Alfano per essere accettato dovrebbe fare un bel mea culpa, cospargersi il capo di cenere ( ma non per i capelli ) e giurare su una Bibbia che aveva scherzato, che non succederà più. Stessa cosa per Lupi e qualche altro, ma poi a cominciare da Formicone, cecchetto, e tutti gli altri non averli sarebbe un guadagno. Chi aveva il coraggio di votare loro ritornerebbe nell' area di destra. Diverso sarebbe il discorso riaccettarli come se nulla fosse successo! Tanti elettori di FI ne rimarrebbero delusi a tal punto da non andare a votare oppure di cambiare formazione e la stessa figura del Presidente ne perderebbe in credibilità. Per cui il momento è molto delicato. Tuttavia il proverbio è sempre valido : meglio soli e credibili che mala accompagnati. Piuttosto è meglio stringere con Fratelli D' Italia e Salvini che vedono una prospettiva reale della situazione in cui ci troviamo e ciò necessita una forte unità.

vivaitaly

Lun, 21/07/2014 - 22:14

Lascia stare Alfano, lui e' un traditore, si puo' stringere la mano con fini. E Berlusconi deve ritornare al pensiero della destra, altrimenti anche lui e' finito.

Ritratto di caribou

caribou

Lun, 21/07/2014 - 22:19

Sallusti, poteva descrivere la situazione brevemente, scrivendo solo il titolo con "AIUTO" e risparmiarsi il resto dell`articolo!

Lino1234

Lun, 21/07/2014 - 22:52

Se uno butta via una bottiglia di vino di gran pregio e gli preferisce un pessimo vino, sicuramente viene considerato un imbecille, comunque non certo un buon intenditore. Cambiare Berlusconi con qualsiasi altro personaggio significa fare la stessa brutta figura. Silvio, a partire dall'istruzione scolastica di tutti i livelli si è sempre dimostrato il migliore, tanto da fare da insegnante ad altri della stessa classe. Idem in fatto di costruzione di imprese di diverso genere : dall'edilizia (ha costruito interi quartieri di città) alla televisione ed altri settori di livello nazionale ed internazionale, banche, assicurazioni, ecc. ecc.. Tutte portate al massimo successo. Quale altro personaggio in Italia ha dimostrato un curriculum vitae del genere ? Solo i fessi si lascerebbero scappare un tale genio a cui affidare il governo della propria Nazione. Solo i fessi matricolati. Saluti. Lino W Silvio, il più Grande.

Ritratto di Zione

Zione

Lun, 21/07/2014 - 23:14

Nel processo Ruby, san Gennaro ha fatto il MIRACOLO e finalmente, la Gente della strada gioisce col TRADITO Presidente del Consiglio (e Cavaliere del LAVORO ...) Silvio Berlusconi; per il doppio PROSCIOGLIMENTO che ha avuto in una Normalissima e ovvia SENTENZA che al punto in cui eravamo giunti sembra quasi un dono del Cielo, ma che per l'ennesima volta SVERGOGNA Pubblicamente tutti quegli Emeriti figli di impestate Baldracche del GIUDICIUME; a cominciare da quei grandissimi Cornacopia che firmarono quel pretestuoso e FALSO "'avviso di garanzia" e dai loro CRIMINALI Complici nelle già putride istituzioni del tempo; che permisero così, impunemente a quella BANDA di Scellerati BRIGANTI di fare il loro Porco Comodo col SANGUE del POPOLO e di avviare una Demenziale e MAFIOSA "inchiesta" contro il Presidente del Consiglio dei Ministri e che nel MONDO intero fu resa nota da un Miserabile e prezzolato giornale di LOTA, già il giorno prima dell'incontro dei Capi di Governo dei "maggiori" Paesi del Mondo e prima ancora che "L'inquisito" ne avesse avuto una Doverosa e Riservata comunicazione; ragion per cui questi Miserabili VERMI, ora DEVONO renderne conto alla NAZIONE che ne ebbe incommensurabili e irreparabili DANNI Morali, Economici e tuttora di persistente e minacciata PACE Sociale.

Mobius

Lun, 21/07/2014 - 23:25

Ma cosa va a combinare, Berlusconi... Alfano è solo da buttare nella discarica, diciamo così per eleganza... Uno che persegue una imbecillità come "Mare Nostrum" non dovrebbe aver diritto neppure all'asilo politico.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 21/07/2014 - 23:54

Sallusti e` un grande. Non ha nessun problema, ne' vergogna, a rinnegare le proprie parole, persino violente, pubblicate contro Alfano quando costui "tradi`". Ora, ubbidiente al dettame del Padrone che lo paga, edulcora, addolcisce, appiana, smorza, invita. Del resto e` il mestiere del "Servo Libero". Ecco perche' Il Giornale e`, de facto, la PRAVDA Italiana del XXI Secolo.

Leo Vadala

Mar, 22/07/2014 - 02:20

ATTENZIONE! A breve, Angelino Alfano, il traditore, il Giuda, il voltagabbana, l'apostata, il falso, l'infedele, l'opportunista, il rinnegato - e se ho dimenticato qualcosa aggiungetela voi - diventera' su queste pagine il figliol prodigo che e' tornato all'ovile e sara' miracolosamente riverginato. Si accettano scommesse.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 22/07/2014 - 07:32

E' la solita storia, squallida storia.Ora che finalmente Berlusconi é stato riabilitato, tuttti sono di nuovo disponibili. Camaleonti trasformisti e canguri, si, canguri, capirai con quell'anima di salti che hanno sempre fatto...! Seriamente. C'é la possibilità di tornare ad un'unità di pensiero e d''intenti, l'unica che possa dare speranza all'Italia. Il riconoscimento che lor signori( Alfano, Casini e compagnia bella, per cortesia lasciamo fuori il Fini )potrebbero ricevere dovrebbe farli fellici. Agli occhi della gente, povera gente,diventrebbero subito persone rispettabili ed affidabili con a cuore le sorti del Paese e non le proprie. UTOPIA ? Speriamo di no, comunque sia FORZA SILVIO.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Mar, 22/07/2014 - 07:37

bingo bongo::: Hai raione ma con i rancori non si arriva a nulla Si deve errres capaci di dare un colpo di spugna ai veleni, scaricare le armi e ricominciare dalla buone cose. Lo so, é difficile. Siamo in tanti che vorremmo dare un bel calcio in culo a " sti moriammazzati" ma cosi' non si combinerebbe nulla. Meglio ricostruire e non distruggere. Speriamo che l'onestà trovi la strada per arrivare a queste menti ottuse.

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mar, 22/07/2014 - 07:57

Evidente che Silvio vuole e andrà al Colle. Pero Alfano proprio no, con alfini non si può!

thecaliffo

Mar, 22/07/2014 - 09:07

Insomma, tra poco si ritorna a sbaciucchiarsi con l'odiato delfino traditore. Come sempre la politica lavora per i propri interessi. Solo e sempre chiacchere. E' quello che ci meritiamo, perchè siamo un popolo mediocre, degno dei politicanti che ci rappresentano.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 22/07/2014 - 09:14

MAI CON ALFANO, CIKKETTO E QUAQUARIELLO. NO AI TRADITORI !!

robytopy

Mar, 22/07/2014 - 10:08

ma pensateci bene, il vero traditore è stato proprio Silvio

robytopy

Mar, 22/07/2014 - 10:15

Sallusti sicuramente scrive cose diverse da quello che pensa. Sarei curioso sapere veramente cosa pensa. L'intelligenza ( e non penso che non sia intelligente)e la logica fanno arrivare a determinate convinzioni. La convenienza ad altre.

robytopy

Mar, 22/07/2014 - 10:26

grande thecaliffo, meno male che fra qualche anno sarà tutto cambiato; aria nuova nei giovani, addio alla vecchia politica, le vecchie mummie, gli intrallazzatori, i corrotti. Soprattutto etica, correttezza, onestà e veramente avere come obiettivo primario l' interesse del paese. Ma forse è solo un sogno ?

Ritratto di pravda99

pravda99

Mar, 22/07/2014 - 10:29

siredicorinto - "Ora che Berlusconi e` stato riabilitato"...??? Berlusconi non sara` MAI riabilitato perche' e` finito nel buco nero dell'ignominia e dell'impresentabilita`, e da un bel pezzo. Le ricordo che sta scontando una pena per reato grave quale frode fiscale (ha rubato 300 milioni ai contribuenti, e mi rendo ben conto che la cosa non la tocchi non essendo evidentemente uno di questi), ha altri procedimenti gravi sulle spalle, compreso il terzo grado per Ruby, ha una reputazione impresentabile all'estero, non puo` neanche uscire dall'Italia perche' non ha passaporto, e` stato interdetto dai pubblici uffici, e sta elemosinando una legge ad personam per la rieleggibilita`. Lei si rende conto di tutto cio`? E me lo chiama "riabilitato"? Si faccia qualche bella fiala di realismo, e vedra` come le cambia il mondo intorno.

gde2840

Mar, 22/07/2014 - 10:47

20 anni mi sembrano sufficienti per capire chi è un leader e chi no! chi è presuntuoso e chi no! chi vuole la poltrona e chi vuole costruire. ora basta, mai più con gente che tradisce in nome della loro incapacità. non farò mai più parte di un partito o di una coalizione che annovera, tra i rappresentanti, gente del genere. Guidodelia

gedeone@libero.it

Mar, 22/07/2014 - 15:25

Totalmente in disaccordo. Non voterò mai più un centrodex in cui è candidata gente come alfano, lupi, cicchitto, casini e compagnia brutta...

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 22/07/2014 - 16:11

PRAVDA FACCIA VERDE, SCRIVA LE SUE CIUICCERIE SULL'UNITA'

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 22/07/2014 - 16:19

NO, I VERI TRADITORI SONO QUESTI VOLTAGABBANA ELETTI A DESTRA E FINITI A FARE I SERVI SCEMI DEI COMUNISTI.

marcosol

Mar, 22/07/2014 - 21:14

Chiunque conosce un minimo di politica sa che unire partiti non significa sommare voti. Lei Sallusti è davvero convinto che FI sia al 17% perché Alfano Meloni e Lega se ne sono andati? Mi meraviglio di lei direttore. FI ha perso il 60% degli elettori perché non ha più nulla da dire, o meglio non ha fatto altro negli ultimi 10 anni. È comandata da un vecchio padre padrone che non è in grado di gestire il dissenso, e che si è circondato di opportunisti, traditori e mezzuomini. C'è poco da riunire direttore, ma da rifondare. Partendo dal suo padrone, che prima si ritira a curare il suo cane e prima il cdx lo ringrazierà. Per l'ultima volta.