Il centrodestra si sveglia ma diffidi dalle imitazioni

È un film che abbiamo già visto: giovani democratici che occupano le piazze sventolando la Costituzione in girotondi di protesta contro chi è stato democraticamente eletto

È un film che abbiamo già visto: giovani democratici che occupano le piazze sventolando la Costituzione in girotondi di protesta contro chi è stato democraticamente eletto; giovani teppisti che si uniscono ai giovani democratici per fare un po' di casino; star del cinema, della musica, registi e scrittori che fanno il girotondo insieme ai giovani democratici e ai giovani teppisti minacciando di espatriare perché «questo è un golpe, una dittatura». E poi giornali e televisioni che amplificano i suddetti girotondi per fare credere che quelle centinaia, fossero anche qualche migliaia, di figli di papà e quella decina di milionari annoiati siano la parte sana di un Paese sull'orlo della rivolta civile.

Quello che sta succedendo in America all'indomani dell'elezione di Donald Trump a presidente è esattamente ciò che abbiamo visto e vissuto nei vent'anni dell'era Berlusconi. Cioè un inganno, una truffa politica e mediatica. Nella piccola Italia tutto è rimbombato in modo assordante e ossessivo, spero che nella grande America i suoni si diluiscano fino a spegnersi. Vedremo.
Queste analogie stanno comunque scuotendo il centrodestra italiano, riportano a galla ricordi di un passato di successo, accendono nuove speranze. È vero che l'onda è buona, ma il parallelo sta in piedi solo perché i due protagonisti, Berlusconi e Trump, sono simili, pur nella loro diversità: non vengono dalla politica, che anzi detestano; hanno alle spalle esperienze di lavoro dure e di successo; sono ricchi, molto ricchi; non sono ragazzini; sono dotati di una buona dose di follia visionaria; sono pragmatici e per nulla ideologici. Insomma, sono due leader naturali.
Chi in queste ore si affanna a cercare il Trump italiano quando abbiamo in casa vivo e vegeto l'originale, fondatore e precursore del trumpismo, sta perdendo solo tempo. Le copie, e le imitazioni, non funzionano mai come l'originale. Capisco l'entusiasmo, ma la fretta può essere cattiva consigliera: Trump (Berlusconi) non si diventa, si nasce e si rimane a vita. L'autocandidatura di Matteo Salvini? Stimo la persona, ma gli mancano trent'anni di lavoro e qualche bilione di euro. Giovanni Toti? Altro amico ed eccellente governatore ma di Trump ha solo la stazza fisica. No, quella dei «trumpini» non è a mio avviso la strada giusta per far tornare vincente il centrodestra.

Commenti
Ritratto di sepen

sepen

Ven, 11/11/2016 - 15:50

E allora chi? Silvio ha 80 anni, sono tanti, troppi anche per un politico italiano.

Ritratto di woman

woman

Ven, 11/11/2016 - 16:11

L'errore è cercare un Trump in Italia. Cerchiamo chi vale per se stesso! Finora la persona più coraggiosa ad andare contro il sistema cattocomunista (senza gli avanti-indietro di Berlusconi)è Matteo Salvini.

manocchiabenny@...

Ven, 11/11/2016 - 16:30

DIRETTORE,come cambiano i tempi. Molti mesi fa ero l' unico,in queste colonne,a sostenere che Trump ce l'avrebbe fatta.E tutti addosso a me,che non capivo niente...Oggi,se vedo bene,sono un po' tutti per Donald Trump,il nuovo presidente.Che strano! Benny Manocchia

beale

Ven, 11/11/2016 - 18:03

caro direttore, il suo articolo mi è piaciuto ma ha suscitato in me qualche perplessità. Trumpismo/Berlusconismo è un esercizio da talkshow. parlare ancora di destra e sinistra cercando di individuare chi può essere l'epigone di turno è attività che lascerei ai sondaggisti, aruspici 2.0. L'elettore tipo, quello delle maggioranze silenziose per intendersi, è contemporaneamente di destra e di sinistra quindi l'offerta politica deve essere concreta per renderla da costui scansionabile ai fini del la scelta. La sinistra, a differenza della destra, ha sempre avuto una sua strategia veterosovietica: intellettuali, magistratura, gente di spettacolo, sportivi, organizzazioni no-profit ecc., la destra mai, il che oggi può essere un vantaggio. (segue...)

beale

Ven, 11/11/2016 - 18:04

......(seguito)Abbiamo visto che la macchina da guerra dem è risultata essere napoleonica, obsoleta, pallosa tanto da essere stata sconfitta non dalla destra ma da von Clausewitz (Trump)che, si badi bene, così come Napoleone e von Clausewitz, Trump appartiene allo stesso ambiente. Trump, non si inorridisca, ha vinto perchè è riuscito a creare un movimento, (il riferimento ai 5 stelle è casuale non propagandistico)spesso in contrasto con il partito, che ha vinto queste elezioni. questa è la chiave di interpretazione mentre da noi si sta pensando ancora di mettere Berlusconi nel presepe.

PAOLINA2

Ven, 11/11/2016 - 18:13

Ma cosa scrive questo signore nel suo solito illuminato editoriale,Berlusconi che detesta la politica? non c'e' limite all'indecenza,solo politica ha fatto negli ultimi 20 anni, x quale motivo per divertimento o x pararsi il s....e da eventuali processi e condanne? Il fatto di avere alle spalle esperienze dure di lavoro e che sia un leader mi sembra un eresia, che fosse ricco non ho mai avuto dubbi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 11/11/2016 - 19:16

Pidocchi si nasce e pidocchi si rimane ... solo l'intelligenza costruttiva del bene comune e in generale eleva il "pidocchio" a persona socialmente utile per tutti e non per solo una setta.

INGVDI

Ven, 11/11/2016 - 19:19

Salvini è l'uomo che può guidare il centrodestra. Fa vera opposizione, è onesto, chiaro, deciso, soprattutto ha individuato i problemi che affliggono il Paese e sa come risolverli.

fisis

Ven, 11/11/2016 - 19:35

C'è un problema dottor Sallusti. Il cavaliere Berlusconi è stato disarcionato e pressochè annientato dalla cricca mediatico-giudiziaria estremista di sinistra che domina l'Italia. Inoltre, il Leader non ha più una verde età e si dovrebbe meritare il riposo del guerriero, non le pare?. Se uno vuole veramente bene ed è grato a Berlusconi, come può augurargli di tornare nell'arena politica italiana con toghe rosse maligne, piene d'odio comunista pronte ad azzannarlo?

fisis

Ven, 11/11/2016 - 19:37

C'è un problema dottor Sallusti. Il cavaliere Berlusconi è stato disarcionato e pressochè annientato dalla cricca mediatico-giudiziaria estremista di sinistra che domina l'Italia. Inoltre il Leader non ha più una verde età e si dovrebbe meritare il riposo del guerriero, non le pare?. Se uno vuole veramente bene ed è grato a Berlusconi, come può augurargli di tornare nell'arena politica italiana con toghe rosse maligne, impazzite e comuniste pronte ad azzannarlo?

gavello

Ven, 11/11/2016 - 21:01

Flavio Briatore

hornblower

Sab, 12/11/2016 - 00:05

Disco rotto, caro Sallusti, è con l'economia che si vince, ma con la ricetta di Berlusconi, meno spesa pubblica per avere meno tasse, non si va da nessuna parte. Meno spesa meno tasse è un'operazione a somma zero.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 12/11/2016 - 10:32

Il centrodestra vince se togliemo di mezzoo l'arroganza di questi giovani come Meloni e Salvini che parlano soltanto ma non hanno la forza necessaria per unificare; abbiamo le prove con Bertolaso prima acclamato e poi affondato. Shalòm.

Mannik

Sab, 12/11/2016 - 11:17

Sallusti, Lei cosa sta facendo da anni? Sventola il suo quotidiano contro chi - piaccia o non piaccia - ha avuto un incarico in base alle leggi vigenti. E poi questo `il peggiore spot elettorale che si sia mai letto.

panzer@57

Sab, 12/11/2016 - 11:47

Egr. direttore sono pienamente d'accordo con il suo articolo,penso che il " berlusconismo" è dismesso,poiche tutti gli attacchi sia mediatici, giudiziario ( prettamente di sinistra )e istituzionali L'hanno completamente affondato. L'elettorato di destra è l'unico che non vota compatto " non siamo in America", abbiamo solo traditori che appena uno si gira ti pugnalano alle spalle.Un'altro Berlusconi non ci sarà piu'e ne sono altamente amareggiato.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Sab, 12/11/2016 - 12:17

Riprovo. Berlusconi si vergogni della pubblicità data dal suo TGcom24 alla cricca renziana, lobby privata di potenti e lecchini, riunitasi in Tuscania mentre nulla è stato detto sulla manifestazione della Lega a Firenze. I servizi di tale nuova tele-renzi (la prima è skyTg) dimostra purtroppo da che parte va il Cavaliere. Il " trumpino" Salvini è invece a vera opposizione.

vernunftigo

Sab, 12/11/2016 - 12:29

Se Berlusconi avesse attuato aleno una significativa parte di quella rivoluzione liberale che aveva vanamente promesso, oggi il suo partito rappresenterebe ancora qualcosa. Invece siamo al "facciamo un programma" (come se un vero partito non dovesse avere un suo programma da sempre) e al "scendiamo in piazza per il no" in compagnia di D'Alema & co. Ma lasciamolo andare in pensione in pace, che è meglio, .

Ggerardo

Sab, 12/11/2016 - 12:46

resta l'uso della macchina del tempo per far ripassare Berlusconi sotto gli 80 anni... Andiamo Sallusti, non e' che veramente pensi che un ottantenne ricomincia come vent'anni fa...

Pellicano.D.

Dom, 13/11/2016 - 05:41

Io ritengo che le leadership oggi non siano frutto di autoinvestira. Occorre chiedere agli elettori, e il risultato non è scontato. Ovviamente agli elettori del partito, non della vecchia coalizione

Ritratto di enzo33

enzo33

Dom, 13/11/2016 - 08:08

Salvini novello Trump? hai hai hai...

gdisacco

Dom, 13/11/2016 - 09:18

Se non loro chi? Parisi? È come l'acqua bollente per gli spaghetti: ammoscia

kallen1

Dom, 13/11/2016 - 10:07

Caro Direttore, come si fa ad avere fiducia in F.I. dopo quello che è successo a Padova e non solo lì? Senza contare tutti i transfughi che sono passati al centrosinistra!!!

patriziabellini

Dom, 13/11/2016 - 11:32

A noi le proteste ci vengono risparmiate. Abbiamo avuto tre Capi di Governo che nessuno ha eletto e quando ce li hanno imposti da "pecoroni" quali siamo ce li siamo purtroppo tenuti. Avanti Presidente Trump non si scoraggi, lei mi piace molto

Menono Incariola

Dom, 13/11/2016 - 12:14

E` inutile ridipingere a nuovo un fabbricato che crolla da tutte le parti. E FI da un pezzo e` un partito BOLLITO, anche a causa del fuoco incrociato su Berlusconi, ma anche e soprattutto per gli errori dello stesso, pe la sua incapacita` di sfruttare a tempo debito le amicizie internazionali (leggasi Putin) che nei momenti piu` oscuri avrebbero forse potuto fare la differenza. E per la pervicacia che lo stesso ha messo nel circondarsi di mezze calzette pronte al salto della quaglia ogni volta che gli e` convenuto, senza contare la disponibilita`, novello Padre, nel riprendersi eventualil figlioli prodighi. E poi fumo, fumo e ancora fumo sulle VERE questioni, sugli accordi che cambiano la rotta. Quante volte ci si e` sentiti dire da parte di "colonnelli FI" "CE LO CHIEDE L'EUROPA" invece di dirci "AIUTATECI AD OPPORCI ALLE RICHIESTE INSENSATE DELL'EUROPA"?

Menono Incariola

Dom, 13/11/2016 - 12:21

Non e` piu` tempo di minuetti. E` tempo di organizzare piazze di gente incaxxata che gridi la propria rabbia eventualmente anche opponendosi in modo altrettanto violento alle provocazioni violente dei centri sociali e zombies vari. E se la polizia carica,obbedendo ad ordini superiori, il giorno dopo la protesta sara` ancora piu` inarrestabile. Troppa gente ha subito e sta subendo, vilipesa, cose ASSURDE in qualunque Paese Democratico, se le buone non funzionano e` ampiamente il tempo di ristabilire CON LE CATTIVE le regole del vivere civile.

Masci gina

Dom, 13/11/2016 - 13:58

Con il mantra dell'uscita dall'euro lo statista Salvini ci vuole portare verso la Repubblica della Padania alias weimar con il dopo che abbiamo conosciuto nei libri di storia cioe' Hitler alias Salvini. Quando parla di uscita dall'euro dimostra tutta la sua ignoranza. Finche' l'Italia ha bisogno di chi gli fa credito, per la mostruosita' del ns. debito, come si puo' solo immaginare di uscire dalla moneta unica?

Menono Incariola

Lun, 14/11/2016 - 05:37

"Come si puo` uscire dalla moneta unica"? Prendendo coscienza che e` solo UNA GROSSISSIMA TRUFFA!!!