Centrodestra a trazione Salvini al 48% rispetto il 31.54% delle europee 2014

Rispetto al risultato di cinque anni il Pd perderebbe il 22.3%, Lega +25.3% e Cinque Stelle + 3.8

I risultati delle elezioni europee di cinque anni fa appartengono ad un altro mondo ma la crisi del movimento Cinque Stelle ed i risvolti governativi, in ogni sondaggio ed anche a margine delle ultime elezioni regionali in Abruzzo e Sardegna, riconfermano un bipolarismo tra centrodestra e centrosinistra con un isolamento elettorale dei grillini. Secondo l’Istituto di Piepoli la coalizione di centrodestra capitanata da Salvini sarebbe al 48% con un + 16.46 rispetto alle elezioni europee di cinque anni fa. Il Centrosinistra con il 22.5% ma con un decremento, rispetto al 2014, di ben 20.3 punti percentuale rispetto al conseguito 42.88. Il Movimento Cinque Stelle è dato in crescita con un 3.8% passando dal risultato del 21.16% ad un presunto attuale 25.

La rivoluzione nelle due tradizionali coalizioni hanno, però, un ben definito connotato. Il passo in avanti della compagine sino ad un anno fa nelle mani di Berlusconi, lo si deve a Salvini che nelle europee del 2014 segno, con la Lega Nord, il 6.16% contro l’attuale previsione del 31.5%, una sostanziale tenuta di Forza Italia che dal 16.83 porterebbe a casa un non trascurabile 11% contro un 4.5 di Fratelli d’Italia in crescita dello 0.8%. Tali dati consolidano anche la visione data dal partito azzurro rispetto a quanto potrebbe succedere in seguito ad una rottura tra i grillini e Salvini. Quest’ultimo, stando a questi numeri, non potrebbe mai esser autosufficiente senza il quasi 16% degli alleati. L’altro aspetto rivoluzionario ma in negativo per il centrosinistra è il crollo del Partito Democratico nel confronto con il pd del 2014 in piena ascesa renziana che consegui il 40.82 contro l’attuale 18.5%. Alla coalizione si aggiunge un 3.5% di + Europa, con un altro 0.5% di altre formazioni di aerea ed il circa 1% di Articolo 1 che segna un -2.5%. Seppur il movimento Cinque Stelle sia dato in crescita con un 25% in caso di rottura con la Lega, per un futuro governo del Paese non sarebbe anch’esso autosufficiente e, seppur alleato con il Pd, non raggiungerebbe il 44% (18.5 + 25 = 43.4%).

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 27/02/2019 - 16:52

SCOMMETTO CHE ALLE EUROPEE IL CENTRODESTRA PASSERA' IL 50%.

baio57

Mer, 27/02/2019 - 17:04

Bene ,oggi non erano ancora usciti i numeri del lotto.

ammazzalupi

Mer, 27/02/2019 - 17:10

@ LANZI MAURIZIO - Se Salvini porterà a casa la Legge sulla LEGITTIMA DIFESA il risultato alle europee sarà di gran lunga superiore al 50%.

agosvac

Mer, 27/02/2019 - 17:11

Da quanto si legge non è Salvini che ha bisogno di FI ma FI che ha bisogno di Salvini e della Lega da lui diretta. Forse se Berlusconi mettesse la museruola alla signora Carfagna ed alla signora Prestigiacomo, gli accordi potrebbero essere più tranquilli.

VittorioMar

Mer, 27/02/2019 - 17:12

..ma sono cambiate le REGOLE ELETTORALI ??...ogni partito si presenta da solo e con il proprio SIMBOLO...le vedute di FdI e LEGA sono molto DIVERSE DA FI ...non si possono SOMMARE !!..al momento E' SOLO FdI che incrementa le sue aspettative di voto ,avendo AZZANNATO l'OSSO del CONIO FRANCESE PER LE SUE COLONIE,BRAVA GIORGIA e FdI !!

Elena1

Mer, 27/02/2019 - 19:29

Secondo me sono previsioni in generale, oltre le europee.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/02/2019 - 20:28

Prova evidente che buona parte del Popolo Italiano é formato da persone che sanno ragionare bene e con il loro cervello. Ciò almeno per la parte che segue Salvini, Meloni e Silvio, ignorando sia Di Maio che i resti fumosi del PD.

faman

Mer, 27/02/2019 - 21:28

consideriamo però che Lega e Forza Italia sull'Europa non hanno idee esattamente uguali

gio777

Mer, 27/02/2019 - 21:47

MA PERCHE' BERLUSCONI NON MOLLA IL PALLINO????

gio777

Mer, 27/02/2019 - 21:48

SE BERLUSCONI MOLLASSE L'OSSO ED ANDASSE AI GIARDINETTI, IL CDX AVREBBE IL 55%

il nazionalista

Mer, 27/02/2019 - 22:00

Prevedere ciò che accadrà fra 12 settimane è oltremodo arduo, però, in base a tutte le competizioni politiche svoltesi dopo il 4-3-18, vi sono dei ' trend ' costanti: m5s, pd, e fi scendono sempre nei suffragi, la lega sale!! Si voterà ancora in Lucania e poi c' è pure una tornata di elezioni amministrative, ma se queste tendenze fossero confermate allora: i ' sinistri ' dovranno rassegnarsi ad un futuro di m.rd. e fi, ridotta ad un piccolo partito del 6-9%, varrà come il 2 di coppe quando la briscola è denari!! Quanto al fu cav. - che si crede la sintesi di Jefferson e Richelieu ed è persuaso di essere tuttora l’ arbitro della politica italiana - potrà tornare ad Arcore a scrivere, parafrasando il Mazarino, ' Il Breviario dei Bolliti!!

alox

Gio, 28/02/2019 - 00:16

Ma Salvini non ha appena detto mai piu' col centro destra?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 28/02/2019 - 01:25

Meglio fare i conti prima delle elezioni: le sorprese faranno venire un mal di pancia ancor più siderale a quelli che ora stanno sparando le loro ultime inutili cartucce "contra".

mcm3

Gio, 28/02/2019 - 05:09

Questo significa che Forza Italia e FDI non contano niente, significa che e' Salvni a decidere e se dice "mai piu' con il vecchio Centrodestra", non avete possibilita', siete finiti

mcm3

Gio, 28/02/2019 - 05:10

Non Trascurabile 11%, che buffonata

il nazionalista

Gio, 28/02/2019 - 09:04

Berlusconi nella sua strategia di opposizione ' rancorosa '(la definizione è di Toti) al Governo - ma sarebbe meglio definire rabbiosa! - con l' intimazione giornaliera, febbrile, compulsiva a Salvini: ' fai cascare il Governo ', sì da far capire che uno dei suoi obbiettivi è ANCHE quello di colpire il Ministro leghista, non ha prodotto nessun effetto positivo su FI, che continua nella sua decrescita felice!! Ha solo RIMESSO IN GIOCO la sinistra!! QUELLO CHE E’ IL VERO NEMICO!!