La Cgil vuole eliminare i voucher. Ma i suoi pensionati continuano a usarli

la Camusso contro i voucher di Renzi. Ma il leader dei pensionati della Cgil li usa: "Non vedo perché dovremmo cambiare idea"

"Certo, continueremo a usarli". Ivan Pedretti, segretario dello Spi, dice chiaramente di non essere pentito di aver usato i voucher per i "suoi" pensionati. "Abbiamo rispettato la legge e anche la linea della Cgil - spiega in una intervista al Corriere della Sera - non vedo perché dovremmo essere noi a cambiare idea".

Quello dei voucher è l'ennesimo paradosso del sindacato. Da una parte il segretario Susanna Camusso porta avanti una campagna per abolirli, dall'altra la sigla che rappresenta i pensionati della Cgil li fa usare ai propri iscritti. "Li abbiamo usati per consentire ai volontari di tenere aperte le sedi Cgil, in modo che il sindacato potesse fare il suo mestiere, ascoltare i lavoratori - spiega Pedretti al Corriere della Sera - cosa dovevamo fare, pagarli in nero? La legge la rispettiamo, noi". Per questo, però, sia Susanna Camusso sia Maurizio Landini lo hanno criticato apertamente. "Mi aspettavo parole diverse - controbatte il segretario dello Spi - finché c'è una legge possiamo usarla, anche se l'obiettivo è cambiarla. Ed è sbagliato non difendere una scelta del tutto in linea con la Cgil".

I voucher sono stati introdotti dal Jobs Act. "Nella Carta dei diritti del lavoro presentata dalla Cgil un anno fa - spiega Pedretti - vengono regolate anche le prestazioni occasionali, i lavoretti". La Carta è una sorta di "risposta" della Cgil alla riforma del lavoro voluta da Matteo Renzi. E dice che le prestazioni occasionali possono essere svolte da pensionati, studenti e disoccupati senza aiuti a patto che il compenso non superi i 2.500 euro l'anno. "È proprio quello che abbiamo fatto noi - continua il sindacalista - anziani con una pensione da 700 euro tenevano aperte le sedi due ore al giorno, incassando un centinaio di euro al mese in più". "Il referendum - conclude Pedretti - diventa superfluo se c'è una correzione radicale, se i voucher potranno essere usati solo per studenti, pensionati e disoccupati. Come abbiamo fatto noi. E come, ripeto, dice la Cgil".

Commenti

clamajo

Sab, 14/01/2017 - 12:18

Ma togliete quella faccia ...vi prego...

zadina

Sab, 14/01/2017 - 12:22

I soggetti che sono di sinistra come la CGL predicano bene ma razzolano male, tutto quello che gli conviene economicamente lo utilizzano e pre loro è giusto regolare legale, vedono il moscerino che è nel occhio di un altro ma non vedono la trave nel suo occhio, il lupo perde il pelo ma non il vizio avanti popolo alla riscossa.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 14/01/2017 - 13:52

Cambiate foto, please ... è ora di pranzo!

dot-benito

Sab, 14/01/2017 - 16:27

ma questi imbecilli di sinistra non dovevano difendere i lavoratori? non mi risulta che lo facciano

leopard73

Sab, 14/01/2017 - 17:42

QUESTI SONO PARASSITI CHE CONTRIBUISCONO SOLO A PEGGIORARE LE COSE E MANGIARE SULLE SPALLE DEI LAVORATORI, GENTE CHE NON SERVE A NULLA DOPO ANNI DI FAR NIENTE TUTTI DICO TUTTI FINISCONO PER AVERE INCARICHI DI GOVERNO.