"Ostruzionisti eccitati, serve un test antidroga"

Gasparri racconta i retroscena della bagarre sulle riforme: "Che giorni di follia al Senato tra urla, spintoni e minacce"

Il leghista Sergio Divina lancia la Costituzione

Roma - Senatore Maurizio Gasparri, perché in questi giorni ha chiesto il test antidroga per i suoi colleghi?

«È un tema ricorrente e in questi giorni vedo colleghi un po' troppo eccitati: ugole dilatate, occhi spiritati, urla, spintoni, lacrime. Il clima è elettrico e visto che ci aspetta una maratona estenuante...».

Da lunedì sarete inchiodati a palazzo Madama dalle 9.30 a mezzanotte...

«Appunto. E anche lo stabilire questo calendario non vorrei spingesse qualcuno a insane inalazioni. Insomma, che si creino dei Pantani dell'ostruzionismo».

Attento: le diranno che non ha voglia di lavorare o che ha voglia di andare in vacanza.

«Già lo so. Faranno leva sul cosiddetto popolo del cocomero...»

Popolo del cocomero?

«Ma sì, s'immagini il classico villeggiante sulla spiaggia di Ladispoli che, con villetta abusiva, pensione da finto invalido, parente assunto in un ente inutile si sgocciola il cocomero addosso e urla “ Ao', bene! Devono morì, devono sgobbà sti senatori ”».

A proposito di droghe: l'altro giorno per votare il primo emendamento c'è voluta un'ora e mezzo: più che stimolanti, bromuro direi...

«Il contrario: colpa degli eccitanti dell'ostruzionismo. Uno parla, riparla, poi urla, poi si ferma tutto. C'era uno che faceva dei mega starnuti alquanto sospetti. Invece il tema delle riforme è tema serio».

Serio, ok; ma poi uno scorre gli 8mila emendamenti e ne trova davvero di stupefacenti: cambiare il nome della Camera in Duma o Gilda...

«La classica pratica ostruzionistica; il 99% degli emendamenti sono irrilevanti. E poi ci stanno pure i furbi».

Pure. Chi?

«I grillini. Sel ha presentato 6mila emendamenti, il M5S alcune centinaia. E quindi dicono: “Ma che volete da noi? Noi siamo seri”. Fingono di essere responsabili ma fanno sponda coi vendoliani».

Come se ne esce?

«La minoranza non ha il diritto di impedire alla maggioranza di legiferare ma la maggioranza deve favorire una mediazione. Il nodo dell'elezione diretta, per esempio: si poteva sciogliere in 30 secondi o con il listino o con il cosiddetto lodo Brunetta».

E invece?

«E invece niente: temo che la logica di Renzi sia quella di parlare al popolo del cocomero. Ma così va a sbattere».

C'è un emendamento che prevede la riduzione del numero dei deputati: il Senato morente che fa lo sgambetto alla Camera. Ci sta?

«Uno? Ce ne sono caterve di emendamenti così. In più sono mischiati a emendamenti che tirano in ballo le minoranze linguistiche così che sia possibile il voto segreto».

Quindi il rischio c'è.

«Certo che c'è. E Renzi ha già messo le mani avanti dicendo “Poi ripareremo alla Camera”».

Fattibile?

«Renzi ostenta sicurezza ma deve sapere che non è così facile. Ci vuole gente esperta, non gli Scalfarotto, le Boschi, i Pizzetti».

Non lo sono?

«Ogni tanto evidenziano inesperienza, ogni tanto arroganza; ogni tanto tutte e due le cose assieme».

Non è che Renzi cerca l'incidente in Aula per andare al voto?

«Se Renzi pensa di andare al voto col Mattarellum lo faccio stare in Aula non fino all'8 agosto. Ma fino all'88 agosto del 2088».

Commenti

vilo55

Dom, 27/07/2014 - 09:49

Proporrei per tutti ( deputati e senatori ) test anti droga e test sulle facoltà mentali , chi non supera i test viene espulso automaticamente e non viene rimpiazzato da nessuno ( così facciamo una grande riduzione automatica dei deputati e senatori con enorme riduzione dei costi )

Paul Vara

Dom, 27/07/2014 - 09:56

Sarebbe interessante fare il test della droga a tutti i parlamentari e senatori. Visto il pandemonio che suscitò all'epoca il servizio delle iene vuol dire che ce ne sono molti che hanno cose da nascondere. Sarebbe un bel modo di vedere ed espellere chi ha il giudizio turbato da sostanze stupefacenti. E farei pure l'alcotest...

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 27/07/2014 - 10:01

Test antidroga? No lavorino. Con quello che guadagnano dovrebbero lavorare 24 ore al giorno

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 27/07/2014 - 10:47

Chissà cosa salterebbe fuori se si facesse il test antidroga a tutti nostri rappresentanti in parlamento? Purtroppo questa curiosità non può essere appagata. Sopra o sotto la media nazionale?

Rabbia

Dom, 27/07/2014 - 12:38

Credo a Gasparri e penso che non abbia fatto una battuta: proporre il test antidroga per deputati e senatori segno che lui sa che i suoi colleghi si drogano. Poveri noi! Loro ( politici) consumatori di droghe anche pesanti sono a legiferare per sollevare pene e disagi degli italiani.

Linucs

Dom, 27/07/2014 - 13:28

Molto triste la quantità di emendamenti proposta da un partito che si ispira esplicitamente al busismo più impenitente.

pilandi

Dom, 27/07/2014 - 14:43

Rabbia anche lui vorrebbe provare ma non ha ancora capito come funziona...