Ci faranno lavorare fino a 70 anni

Boeri (Inps) lancia l'allarme: per i nati negli anni '80 si alzerà ancora l'età pensionabile. E gli assegni saranno più bassi

Roma - L'Inps ha bisogno di assumere per fare funzionare gli uffici. Basta blocco del turn over. La richiesta è arrivata nei giorni scorsi da Tito Boeri. Difesa d'ufficio antirigorista in certo senso scontata, visto che viene dal presidente dell'istituto di previdenza. Dall'altra sorprendente perché l'Inps si occupa di pensioni. Gestisce un sistema che negli ultimi anni è stato oggetto di riforme, tutte all'insegna del rigore estremo. Pagato per intero dai pensionandi. In particolare quelli giovani che, come ricordò tempo fa lo stesso Boeri, potranno ritirarsi solo a 70 anni, con assegni molto ridotti rispetto a quelli attuali.

Condizione necessaria a mantenere il sistema previdenziale in equilibrio, per chi ha realizzato le ultime riforme previdenziali. Un sacrificio eccessivo e irrealisitico, come sostengono quasi tutte le forze politiche, in parte lo stesso Boeri.

Qualche preoccupazione per la tenuta dei conti dell'Inps c'è. Quest'anno, secondo il Consiglio di vigilanza e indirizzo dell'Inps, il rosso del conti della previdenza arriverà a 11,2 miliardi, in crescita di due miliardi rispetto all'anno scorso. Ma secondo Boeri i cittadini non devono avere «nulla da temere». Se l'Inps dovesse fallire «e non sta avvenendo», ha precisato il presidente, gli italiani «avranno comunque le loro pensioni». Sui bilanci pesa come noto il rosso della previdenza pubblica, penalizzata dal blocco delle assunzioni. Poi dalla svalutazione dei crediti Inps, che ha fatto notizia pochi giorni fa. L'istituto ha 104 miliardi di contributi non riscossi, sempre secondo il Civ. Nell'anno in corso i crediti svalutati peseranno per otto miliardi.

I conti della previdenza si ripercuotono sui requisiti per il pensionamento. Il punto lo fece lo stesso Boeri nel dicembre scorso quando sintetizzò gli effetti delle riforme con un esempio. Chi oggi ha 35 anni prenderà in media un importo complessivo di circa il 25% inferiore a quella della generazione del baby boom. E dovranno lavorare fino a 70 anni, per effetto della riforma Fornero e dell'adeguamento dell'età di pensionamento alle aspettative di vita.

Prestazioni che farebbero mettere in discussione il senso stesso della previdenza pubblica. E, in qualche modo, dell'esistenza della stessa Inps. Ma per Boeri l'emergenza è fare funzionare la macchina e fare in modo che non sia penalizzata più di tanto. «Chiediamo misure urgenti, stiamo perdendo 100 persone al mese. Abbiamo chiesto flessibilità gestionale nella legge di Stabilità anche per procedere a nuove assunzioni e siamo certi che con questa flessibilità potremmo fare risparmi anche più significativi di quelli richiesti», ha spiegato in un'audizione alla Commissione bicamerale Enti previdenziali, criticando il blocco del turn over che «riduce la qualità delle istituzioni e le indebolisce» e «i tagli lineari che incidono inevitabilmente sui servizi. Le sedi territoriali fanno fatica a reggere alla domanda crescente dovuta anche alla crisi», ha detto.

Tra gli effetti delle mancate assunzioni, Boeri ha fatto l'esempio dei tempi di attesa, che in alcuni uffici dell'Inps, sono aumentati fino al 30%. In particolare nelle sedi dove il blocco del turn over (cioè della sostituzione degli impiegati in pensioni con nuove assunzioni) si è fatto sentire più che altrove. Sicuramente un problema rilevante. Ma non il principale.

Annunci
Commenti

carlopriori

Mar, 01/03/2016 - 08:26

iniziamo a togliere pensioni d'oro e vitalizi alla classe politica bastarda, recupereremo miliardi ed avremo disponibilità per le pensioni per centinaia di generazioni a venire.

Duka

Mar, 01/03/2016 - 08:30

PER PAGARE IL JET PERSONALE DEL BULLO FIORENTINO ????

Ernestinho

Mar, 01/03/2016 - 08:32

Ma le pensioni ed i vitalizi d'oro ci saranno sempre!!!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Mar, 01/03/2016 - 08:40

Bene.... ancora 28 anni di lavoro. Queste notizie mi fanno, in un certo verso, sentire giovane.

Aegnor

Mar, 01/03/2016 - 08:43

Lavoreremo fino a 70 anni e oltre con gli assegni ridotti se non eliminati perché dovremo mantenere le risorse a fare un kazzo come fanno ora.

Aegnor

Mar, 01/03/2016 - 08:45

Oltre alle risorse dovremo mantenere figli e nipoti senza lavoro,visto che noi lavoreremo fino a 70 anni,bella mossa,complimenti PiDioti.

petra79

Mar, 01/03/2016 - 08:50

nata nel 79 oleee mi fanno lavorare fino a ....

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Mar, 01/03/2016 - 08:53

ovviamente. Se i giovani non trovano lavoro oggi.......se ci andranno.......la pensione la vedranno a 90 anni. Sarà contento lo STATO ITALIANO che dovrà erogare meno soldi dopo (considerando i decessi) per far MANGIARE oggi tanti papponi. Oltre 30 MILA PENSIONATI D'ORO. E c'è gente che deve CAMPARE con 400 euro mensili mentre un PROFUGO ne percepisce 500. MA CHE SCHIFO DI PAESE!!

Franco1964

Mar, 01/03/2016 - 09:11

Ci faranno morire lavorando.na in che stato viviamo comincio a vergognarmi di essere italiano. che schifo

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 01/03/2016 - 09:29

devono assumere perchè aumenta la parte assistenziale e non quella previdenziale. GIU' LE MANI DALLA PREVIDENZA.

Ritratto di .gufiditag£ia..

.gufiditag£ia..

Mar, 01/03/2016 - 09:32

per molti tra gli taglioti la pensione arriverà il giorno dopo (il funerale), tutti al lavoro a pagare i VITALIZI ai LADRONI della casta

carpa1

Mar, 01/03/2016 - 09:33

E' inutile continuare a piangersi addosso perchè l'età pensionabile si allunga. Le precedenti generazioni andavano al lavoro molti anni prima delle attuali per il fatto che tutti ora dedicano più anni allo studio e, in moltissimi casi, anche oltre gli anni previsti andando allegramente fuori corso. In gioventù godono dei sacrifici di noi genitori e, quindi, la smettano di lamentarsi e si diano da fare per entrare prima nel mondo del lavoro. I sacrifici che non si fanno prima si pagano poi. Allo stesso modo anche i dirigenti INPS la smettano di lamentare carenza di personale. Ho frequentato per anni, per motivi di lavoro, quegli ambienti (INPS ed altri istituzionali) ed ho ben chiari i comportamenti da scansafatiche della maggior parte del personale col beneplacito dei superiori.

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 01/03/2016 - 09:37

E' ormai noto che i problemi dell'Inps derivano dall'aver messo nello stesso pentolone assistenza e previdenza. Allora caro sig.Boeri faccia uno sforzo di buon senso: scorpori l'assistenza dalla previdenza e renda indipendente ogni categoria di fondi pensioni. In questo modo potrà gestire meglio i contributi;quelli in attivo non avranno penalizzazioni, quelli in passivo avranno un adeguamento per pareggiare il bilancio. Ma qui in Italia è fantascienza!

gattomannaro

Mar, 01/03/2016 - 09:41

Ieri sera, a Quinta Colonna, c'era Paolo Ferrero, del quale condivido solo pochissime idee, perchè credo che sia sostanzialmente galantuomo, benchè di sinistra. Ferrero metteva in guardia sul fatto che, mantenendo al lavoro gli (abbondantemente) ultrasessantenni, si veniva a sottrarre il lavoro ai giovani e, continuando su questa strada, finiremo per perdere le nuove energie di una o due generazioni. C'è del vero in ciò che sostiene. Riflettiamoci.

Idliketofly

Mar, 01/03/2016 - 09:42

e quando un nuovo concorso???? renzie SVEGLIA!!!!

Blueray

Mar, 01/03/2016 - 09:49

Nell'attuale sistema pensionistico italiano a ripartizione senza patrimonio di previdenza non vi è corrispondenza tra i contributi versati e le prestazioni previdenziali corrisposte, ovvero le relazioni non sono con capitalizzazione ai tassi di mercato ma a tassi fittizi che possono essere anche negativi, quindi con la svalutazione dei contributi (metodo di calcolo contributivo a capitalizzazione simulata sulla crescita). L'unico sistema per non mandare le persone in pensione a 90 anni sarebbe integrarlo con un sistema a capitalizzazione, che però dei 3 rischi peggiori(demografico, economico, politico) copre rispetto all'altro solo il primo. La quadra non esiste.

Riprendiamoci

Mar, 01/03/2016 - 09:53

I pannoloni ce li darà il ministro o il datore di lavoro?

diesonne

Mar, 01/03/2016 - 10:05

diesonne i padri hanno prodotto ricchezza i figli l'hanno conservata e i nipoti.questa generazione,l'ha sperperata e quelli che seguiranno saranno venduti schiavi-la colpa è dei governi attuali che hanno prodotto solo ingiustizia, hanno abbuffato solo i paperoni-fine della cuccagna

gneo58

Mar, 01/03/2016 - 10:06

lavorare.......magari ci fosse lavoro !

puponzolo

Mar, 01/03/2016 - 10:09

Bisogna in ogni caso che si adattino le mansioni all'età. Ad esempio, per parlare di ciò che conosco...non è pensabile che un insegnante a 65 anni perda la cattedra e finisca trasferito a 50-60 km da casa, e in realtà rischia la morte di infarto anche a stare in queste classi-ranch senza più legge e con non pochi genitori squinternati. A una certa età gli deve essere proposta una mansione diversa, un lavoro di ufficio, di segreteria o quel che si può pensare.

Ritratto di .gufiditag£ia..

.gufiditag£ia..

Mar, 01/03/2016 - 10:11

in compenso però ai LADRONI della casta basteranno pochi anni per poter arraffare i loro vitazi d'oro

salvatore47

Mar, 01/03/2016 - 10:11

Non credo che bisogna assumere personale nuovo , tra le pieghe dell'amministrazione pubblica credo che in qualche posto c'e' sicuramente eccesso di personale , si prende e si trasferisce

milope.47

Mar, 01/03/2016 - 10:12

Praticamente d'ora in avanti gli unici che potranno godere della pensione saranno gli OMOrevoli.

Trifus

Mar, 01/03/2016 - 10:14

Ma se si dovrà andare in pensione a 70 anni, io sono fortunato andrò in pensione "giovane" con l'anticipata a 65 anni e 3 mesi, qualcuno mi sa spiegare perché Vendola già in piena riforma Fornero-Monti è andato in pensione a 57 anni con dieci anno di contributi versati e con una pensione di 5618 euro lordi? allora la dicitura esatta è:"Noi andiamo in pensione con vitalizi e/o pensioni alte e con pochi anni di contributi, voi che non contate un c...o a 70 anni e con una pensione da fame."

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 10:15

ebbene state attenti con questo governo che insiste a dire di aver abbassato le tasse , non è vero ! questo mese la mia pensione è scesa nuovamente di 12 euro , da 1183 a 1171 , quindi attenzione di questo passo rimangono in piedi solo le pensioni d'oro che sono dei politici e i vitalizi sempre legati alla politica che essa sia comunale , regionale o provinciale o Europea , quindi o casca sto governo o finisce la Nazione Italia , governo ladro , questi sono fatti le buste paga parlano e dicono la reale situazione ,.

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 10:16

mai la INPS manda i conteggi dei pensionati come un tempo , il pensionato non sa chi gli ruba soldi mese per mese , il Boeri serviva a nascondere i furti ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 01/03/2016 - 10:20

non abitiamo tutti ad Ogliastra che campiamo più di 100 anni. Sarebbe bene che oltre i 35 anni di contributi si possa diminuire i giorni lavorativi, dando più ferie. Nessun addebito alle aziende ma tutto a carico dello Stato, visto che in 35 anni di tasse ne abbia pagate, per mantenersi dopo quella data. in fondo lavorare fino a 70 anni è una forma di giustizia per chi vive meno, ma naturalmente secondo le mansioni, ma con un tempo molto ridotto per lavori usuranti. Tanto tempo libero porta alla noia, ma anche poco non è proprio corretto. Visto che molti finito di lavorare si occupano di altri lavori, magari in nero. Ma anche lavorare 3mesi all'anno verso la fine non è un gran peso e non si sente inutile e in solitudine. Cero che per i sinistrosi se gli proponi di lavorare oltre.........

idleproc

Mar, 01/03/2016 - 10:23

Forse non avete capito bene. Il debito privato dei grandi giocatori della finanza creativa e speculativa è stato "trasferito" sul pubblico nel suo complesso. Le banche centrali, oltre agli altri danni fatti all'economia reale, hanno finanziato ulteriormente la speculazione anche sugli stati sovrani per decenni. I soldi "versati" dei contributi pensionistici che avrebbero dovuto essere capitalizzati e investiti se li sono semplicemente magnati. Lo hanno fatto nel solito modo per finziarsi clientele e posizioni di privilegio oltre a quello "innovativo" in corso che continua. Il resto è propaganda.

carpa1

Mar, 01/03/2016 - 10:49

E' inutile continuare a piangersi addosso perchè l'età pensionabile si allunga. Le precedenti generazioni andavano al lavoro molti anni prima delle attuali per il fatto che tutti ora dedicano più anni allo studio e, in moltissimi casi, anche oltre gli anni previsti andando allegramente fuori corso. In gioventù godono dei sacrifici di noi genitori e, quindi, la smettano di lamentarsi e si diano da fare per entrare prima nel mondo del lavoro. I sacrifici che non si fanno prima si pagano poi. Allo stesso modo anche i dirigenti INPS la smettano di lamentare carenza di personale. Ho frequentato per anni, per motivi di lavoro, quegli ambienti (INPS ed altri istituzionali) ed ho ben chiari i comportamenti da scansafatiche della maggior parte del personale col beneplacito dei superiori.

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 10:52

oggi si comincia a lavorare dopo i 30 anni , almeno la maggior parte , quindi a 70 anni sono 40 di contributi , per i pensionati di prima quelli moltissimi non si sono trovati i versamenti in quanto i datori di lavoro evadevano , per quelli regolari e fortunati che ne hanno versati quaranta o quarantacinque e in pensione a 60 anni cosa gli si potrà rinfacciare ? questa è la differenza prima si iniziava a 15 anni oggi non tutti,. i pensionati hanno fatto grande la Nazione e permesso il lusso ai politici ricordate questo.,

franco-a-trier-D

Mar, 01/03/2016 - 11:18

anche le pensioni vi vogliono fregare mi raccomando votate sempre PD..

franco-a-trier-D

Mar, 01/03/2016 - 11:18

anche le pensioni vi vogliono fregare mi raccomando votate sempre PD..,

Ritratto di Flex

Flex

Mar, 01/03/2016 - 11:19

Immagino che con questa norma abbiano cambiato anche le regole che riguardano i politici, vero?. Anche un politico dovrebbe andare in pensione a 70 anni con almeno 45 anni di contribuzione e con pensione non superiore alla media nazionale, senza "strani" vitalizi. Scherzavo, si sà che i politici sono tutelati dalla costituzione mentre i Cittadini sono soggetti alla "Castrazione".

franco-a-trier-D

Mar, 01/03/2016 - 11:20

Aegnor aspetta che aumentino i clandestini fuorilegge e vedrai che arriverete anche a 80 anni prima di pensionarvi, questo se continuate a votare PD

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/03/2016 - 11:32

Non vedo dove stia il problema. Quando fu istituito il sistema pensionistico l'"m

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mar, 01/03/2016 - 11:33

Ma perché continuare ancora a pagare contributi e tasse varie ? Per mantenere questi quattro magnaccia e fargli fare la bella vita ? Io sarei per uno sciopero fiscale , tanto , peggio di così non può andare , almeno queste gente (che dovrebbe rappresentarci) si da una mossa per trovare quello che è giusto fare per noi ITALIANI e anche per loro . Dovrebbero partire con il riformare loro stessi e poi se ne può discutere , se continuiamo così , ci accompagnano alla tomba per fregarci anche quello che abbiamo addosso .

gesmund@

Mar, 01/03/2016 - 11:46

Credo che, se l'Italia avesse il PIL degli USA e Cina messi insieme, andrebbe in rosso ugualmente: assumerebbero un milione di insegnanti dipendenti pubblici per i sempre meno numerosi studenti ed altrettanti dipendenti INPS, un milione di dipendenti per le provincie, regioni, RAI etc. Ai rossi la fantasia non manca.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 01/03/2016 - 12:07

Bene.Per chi comincia a lavorare adesso il messaggio è chiaro:dopo aver versato 45 anni di contributi per prenderne 5 (forse) di pensione,si è in PERDITA NETTA!!!!QUINDI rimane l'altra strada,l'unica praticabile per NON FARSI FOTTERE....

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/03/2016 - 12:19

Quando fu istituito il sistema pensionistico l'attesa di vita a sessanta anni era tra i cinque e i sette anni, oggi a settanta anni l'attesa di vita é di dieci/dodici anni. All'inizio moltissimi lavoratori e nessun pensionato e per questo, con l'aiuto "benevolo" dei sindacati, si considero' l'INPS come il pozzo di san Patrizio dal quale attingere senza problemi. Pensioni con quindici anni di contributi, prepensionamenti allegri, inclusione nell'Inps di tutte le casse pensionistiche di categoria che sperperando miliardi in pensioni faraoniche contro contributi ridicoli si erano riempite di debiti. Il principio é lo stesso : volere la botte piena e la moglie ubriaca! Continua…

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/03/2016 - 12:20

Continua….Quindi una sola soluzione per il futuro: quotizzazioni uguali per tutti che garantiscano una pensione minima di sopravvivenza, diciamo 800 euro/mese, uguale dal giudice di cassazione all'ultimo dei netturbini! Per il resto ognuno si paghi una pensione integrativa privata e alla fine ugnuno raccolga quello che ha seminato!

kayak65

Mar, 01/03/2016 - 12:39

e' giusto. chi paga I conti disatrati delle banche rosse, delle coop, delle risorse boldri-bergogliane ,delle mafie capitale e provinciali, delle tangenti, dei buchi della sanita' regionale , dei fannulloni e assenteisti pubblici,delle guerre in Iraq,libano e tra poco libia, delle pensioni d'oro di politici e magistrati, dei riscatti per cretine vendute all'isis...chi paga? una sola risposta. I lavoratori che versano contributi ancora prima di averne diritto. non dimentichiamoci delle vedove che si vedranno ridotte le pensioni di reversibilita'. ma il problema principale in italia rimangono sempre le adozioni. finche' il buffone fiorentino governera' abusivamente

ghorio

Mar, 01/03/2016 - 12:41

A questo punto non si andrà più in pensione: si lavorerà sino alla vigilia della morte. In ogni caso Boeri incominci a battersi per la separazione della previdenza dall'assistenza. Non solo: si batta per l'eliminazione dei privilegi previdenziali che continuano sempre e sono scandalosi. LO stesso dicasi del mondo dell'informazione: invece di dedicare paginate e paginate a delitti più o meno squallidi, dedichi paginate ai problemi veri del mondo d'oggi, tra cui spicca appunto la chimera delle pensioni.

rokko

Mar, 01/03/2016 - 12:49

È normale che in futuro si debba lavorare fino a 70 anni, è una conseguenza diretta dell'allungamento dell'aspettativa di vita. Se domani uno si aspetta di schiattare a 90 anni, non è che può pretendere di andare in pensione a 57 come prima e farsi mantenere per 33 anni dagli altri. Questo prima lo capiamo tutti, meglio è. La riforma Fornero è arrivata fin troppo tardi, avrebbero dovuto pensarci ben prima i vari Berlusconi Prodi e co.

moshe

Mar, 01/03/2016 - 13:07

... però, grazie a questo illegittimo governo di m...a, gli italiani dovranno mantenere cani, porci e politici che godranno di vitalizi tramandabili a mogli e figli !!!

Aegnor

Mar, 01/03/2016 - 13:10

Comunque Italiani,non disperiamo,il bello ha ancora da venì,appena avremo il tanto agognato Redito di Cittadinanza saremo a cavallo,nel senso che chi lavora dovrà pagare il sussidio vita natural durante ai lavativi e ai furbi,poi,quando arriveranno all'età pensionabile(senza aver mai fatto un kazzo nella loro vita e senza avere mai versato alcun contributo),spetterà sempre a noi pagargli pure la pensione sociale....EVVIVA I PiDioti.

Fjr

Mar, 01/03/2016 - 13:25

Se andiamo avanti di questo passo lavoreremo fino a....llanomadelimortacciloro

Una-mattina-mi-...

Mar, 01/03/2016 - 13:37

Basta fare il MIGRANTE di professione: si viaggia, si incassa e si cambia paese quando le cose si mettono male.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 01/03/2016 - 13:39

Se il Duce tornasse oggi, prenderebbe a calci nel sedere tutti quanti.

Ritratto di Rames

Rames

Mar, 01/03/2016 - 14:02

Comunque,la politica in Italia non serve a nulla,non ha mai combinato niente di buono, solo disatri,tranne qualche eccezzione.La nostra zappa sui piedi sono i politici che abbiamo in Italia.Un incubo e una umiliazione per tutti noi.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 01/03/2016 - 14:21

Per, avere una buona Pensione si deve guadagnare bene nella vita lavorativa, É questo si puo avere solo in Paesi dove si fanno le riforme per migliorare l,Economia ed aumentare le Unitá che lavorano, Perche solo cosi facendo gli Instituti Pensionistici possono avere piu introiti da dare ai pensionati, É questo e quello che si fá in Germania dove la pensione media puo arrivare a 1500-2000 euro al Mese dopo 40-43 Anni di contributi, Ma far capire ai komunistronzi che i kompagni non sanno governare l,Italia questo é molto difficile per i fanatici del pdpci, Che continuano a votare questo partito di parassiti che ha rovinato il nostro Paese, É cosi si continuerá all,infinito fino a che il Popolo non capirá che con questa gente si fará solo la Fame!.

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 15:00

forse non abbiamo capito le mira dei parlamentari nuovi che sono entrati in questa legislatura , bene quelli che sono passati col PD si vogliono garantire una pensione che certamente fuori dal parlamento mai avrebbero cosi alta per i conteggi maggiori che i politici si sono regalati, se non finiscono la legislatura molti perderebbero dei diritti quindi per questo io li giudico mercenari , non credo di sbagliare ma i fatti al momento delle fiducie sono questi , paura di cadere e andare a casa e non essere rieletti., paura e soldi questo li lega non per il bene della comunità tutta.

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 15:45

è vero per avere una buona pensione devi lavorare e versare , questo non vale per politici che con sistemi di calcolo differenti avranno moltiplicato la pensione , i vitalizi e si mantengono certi diritti , reversibilità anche per i figli, quindi , politici ladri che non vogliono perdere quei bei vizi che si sono regalati anzi li proteggono. noi pensionati abbiamo reso la Nazione grande e ricca poi arrivarono al potere i rossi mercenari ed è cominciato il declino , pensioni e stipendi scendono e PIl sale ? controsenso o falsità ?

unosolo

Mar, 01/03/2016 - 15:51

l'allarme lanciato dal Boeri siamo certi che nell'interno funzioni regolarmente tutto ? chi controlla stranamente questo buco in due anni circa , casa è accaduto visto che le pensioni scendono , a chi vanno soldi e ancora non è che ci sono troppi in organico e stipendi maggiorati rispetto a prima , rimborsi stranamente articolati e ingarbugliati , uno con la pensione netta a 2000 euro ha preso e uno con pensione a 1183 ha perso , cosa hanno combinato con la sentenza del furto fornero ? chi si chi no , strano ente neanche un avviso certo su chi ha o non ha avuto diritto tutto al lordo non al netto delle ritenute.,un modo per imbrogliare la matassa appositamente,.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 01/03/2016 - 16:57

Boeri, non dire cretinate. In questo paese non servono PENSIONI, serve LAVORO e se questo non c'è, non ci sono nemmeno pensioni. Cerca di rompere la testa ai governanti e non rompere la TUA, per le pensioni. Quando il lavoro c'è, le pensioni vengono automaticamente.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 01/03/2016 - 17:56

(3)Tutti in pensione a 70 anni. Tutti, eccetto il neo papà Nikita Krusc... pardon, Nichita Vendola, quello che dice di essere padre ma non ha alcuna relazione col figlio del compagno Eddy (al massimo, lo si può chiamare "Zio Nichi"). Il nostro Nichi è già in pensione, come ex deputato ed ex presidente della Regione Puglia, a soli 57 anni e con una pensione di 5.600 euro al mese. Alla faccia degli italiani, dei pensionati al minimo, di chi non arriva a fine mese, di chi cerca scarti di frutta e verdura nei mercati, di chi va a mangiare alla Caritas, di chi è senza lavoro, di chi è senza lavoro e senza pensione, di chi la pensione non la prenderà mai, e di chi crede ancora in questa classe politica di cialtroni, corrotti, incapaci, ipocriti, dilettanti e traditori della patria. Altri insulti assortiti aggiungeteli voi, a piacere.

franco-a-trier-D

Mar, 01/03/2016 - 23:34

1 Per, avere una buona Pensione si deve guadagnare bene nella vita lavorativa, É questo si puo avere solo in Paesi dove si fanno le riforme per migliorare, COME IN ITALIA CHE CON POCHE GIORNATE DI PRESENZE IN PARLAMENTO PRENDONO PENSIONI D'ORO..