Ci lascia un Paese allo sfascio

La verità è che sono state distribuite tante mance, più o meno elettorali, che non sono, però, andate alla radice del problema

Confusi e infelici. Avevano detto che dopo Renzi ci sarebbe stata l'apocalisse, con lo sconquasso in Borsa e una gelata in economia: per ora, fortunatamente, nulla sta succedendo di quanto avevano pronosticato autorevoli uffici-studi e certi soloni della City. In compenso, dobbiamo, invece, prendere atto ed è una specie di paradosso considerando che Matteo veniva considerato dai «signorsì» il toccasana di tutti i mali - del decorso con aggravamento della malattia che si chiama recessione e siamo pure costretti a farci pure carico delle macerie che ci ha lasciato in eredità il governo sul fronte economico: Mps un esempio tra i tanti.

Credo che l'ultima campagna referendaria abbia davvero superato le precedenti consultazioni elettorali in fatto di contraddizioni. Da una parte, infatti, hanno raccontato agli italiani in tutte le salse che non c'era alcuna alternativa, tanto che, alla fine, un certo numero di italiani ha preso per buono il menù di Stato che Palazzo Chigi apparecchiava quotidianamente; dall'altra sono subito arrivate le secche smentite dei dati congiunturali.

In realtà, già da parecchio tempo sarebbe stata sufficiente una verifica un po' più approfondita per rendersi conto che, in questi anni, siamo stati sommersi dal fumo. Cominciamo dagli stipendi degli italiani: metà delle famiglie può ora contare su un reddito netto mensile che non supera i duemila euro, per non parlare dei pensionati che, nella maggioranza dei casi, non supera quota 750. Il pan ci manca, con un italiano su quattro che rischia la povertà e con un potere d'acquisto tagliato del 12 per cento, ma la pressione fiscale non ha per nulla issato bandiera bianca perché non è praticamente diminuita, ma ha anzi toccato, al termine del 2015, il livello-record del 50,2 per cento sulle entrate. E che dire della disoccupazione? Dopo i tanti provvedimenti annunciati, è calata appena dello 0,1 per cento nel terzo trimestre del 2016: c'è poco da cantar vittoria. Senza, poi, considerare il numero dei giovani senza lavoro che ha superato il 35 per cento.

La verità è che sono state distribuite tante mance, più o meno elettorali, che non sono, però, andate alla radice del problema: le classiche «brioche» della regina Maria Antonietta. Insomma, dopo i mille giorni di Renzi sono restati mille nodi sul tappeto. Ne enumero qualcuno dei più intricati: dalla capacità produttiva che è calata di un quarto dall'inizio della Grande Recessione al debito pubblico-record nonostante i «diktat» della Ue; dal sistema bancario, ormai ridotto al collasso, all'euro diventato una camicia di forza per le nostre esportazioni; dall'allarme rosso dell'immigrazione al divario Nord-Sud sempre più profondo.

Ecco perché la scelta del Colle appare molto delicata. Ricordiamo tutti cosa accadde alla fine del 2011 con l'uomo in loden (Monti) solo al comando di un governo di tecnici, ma l'ipotesi di un esecutivo politico guidato da un addetto ai lavori che mastica economia non sarebbe da scartare a priori. Tra tante incognite, è comunque certo che, con la dote che Matteo lascia in eredità, l'Italia non può permettersi il lusso di fare il bis di un simil-Renzi, un improvvisatore a Palazzo Chigi. E a Mattarella è proprio il caso di dire: Sergio, adelante cum juicio e niente trucchi, ci sono bastati quelli di Napolitano.

Commenti

unosolo

Sab, 10/12/2016 - 14:38

man mano arrivano le scadenze delle tasse seminate fino al 18 , il sedici per imprese , perderanno molti soldi , fortuna che raccontava di essere stato unico ad abbassare le tasse , ha rovinato un sistema che funzionava bene , per le sue ambizioni personale , il potere in mano ad una sola persona , in democrazia , è pericoloso , speriamo che il capo si ricordi di queste sue parole e tragga le giuste soluzioni per esperienza vissuta senza ascoltare l'ex ,.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Sab, 10/12/2016 - 15:34

Supponenza, mancanza totale di capacità di ascolto, improvvisazione, visione a breve termine, e si potrebbe continuare. Cosa pensavamo potesse fare uno come Renzi? Meglio perderlo che trovarlo. Non solo non ha prodotto nulla di buono ma ha lasciato il paese in una situazione molto incerta solo per colpa del suo cieco arrivismo. I mercati hanno però capito che il peggio è passato.

Keplero17

Sab, 10/12/2016 - 15:41

Col no al referendum è stato fermato il disastro, ma ne usciamo con le ossa rotte dal punto di vista finanziario e hanno 400 deputati con cui possono ancora fare altri danni.

sottovento

Sab, 10/12/2016 - 15:51

L'Italia si è ripresa dalla 2 guerra mondiale e da varie crisi economiche e di governo che si sono avute nel corso degli anni, ergo può riprendersi anche da questa situazione difficile se vi è la volontà di farlo e ciò significa serietà e responsabilità a ricreare un centro-destra solido e motivato. Le destre vincono ovunque ed è ora ricompattare questo fronte anche in Italia per garantire ai cittadini un'alternativa valida al fallimento renziano e all'incompetenza dei 5 stelle. #forzasalvini

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 10/12/2016 - 15:58

Ne avesse azzeccata per sbaglio almeno una, invece nemmeno per sbaglio. Tutto e' peggio, il fatto e' che siamo stati in mano ad un megalomane inetto che ha campato due anni a balle e mance. Ora ci resta il conto da pagare, anche se con franceschini o gentiloni ci sara' un ulteriore disastro.

Eraitalia

Sab, 10/12/2016 - 15:59

Un paese allo sfascio? Ma ha arricchito un sacco di gente:tutte le coop con l'immigrazione, tutti i bancari, amici dei boschi,tutti i de Luca e gli 80 euro e i 500 ai giovani e....poi certo chi pagherà o in sicurezza o in denaro o in mancanza di legalità è un altro discorso,..,,,,,,,,

lawless

Sab, 10/12/2016 - 16:12

prevedo che le pensioni verranno pagate a mesi alterni le casse sono vuote da mesi. Siamo stati dissanguati a causa dei miliardi regalati agli stranieri e non mi stancherò mai di dirlo. L'aiuto al prossimo è giusto e sacrosanto quando possibile. Senza misura e senza buon senso affogheremo tutti, l'agonia è iniziata

tuttoilmondo

Sab, 10/12/2016 - 16:14

Da quando seguo la politica, l'unico ad aver lasciato i conti in attivo è stato dopo il suo quinquennio, Silvio berlusconi. Ricordo ancora i titoli sui giornali. Padua Schioppa, ministro del secondo governo Prodi: "Ohibò! Abbiamo un tesoretto!". Dodici miliardi da spendere. Gli altri, a chi subentrava, lasciavano solo un mare di debiti. Renzi, temo, ne lascerà un oceano.

@ollel63

Sab, 10/12/2016 - 16:34

Vera "robaccia" da sinistri. Ma la colpa non è tutta dei folli italiani che hanno consentito al bulletto da strapazzo di svuotare loro le tasche e di farsi pure prendere per i fondelli, non riconoscendo (o peggio accettando) che il suddetto bulletto, in fondo, è soltanto un pagliaccio ignorantello, un incallito racconta balle. No, la colpa è soprattutto degli altri, sempre italiani, che al palazzo Chigi l'hanno portato in pompa magna, da Napolitano a tutti i sinistrati in parlamento e senato, eletti e nominati -anche dal su menzionato squilibrato napolitano. Povera Italia, sì bella e ormai perduta!!

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 10/12/2016 - 16:42

Come da tutte le parti del mondo dove comandano i comunisti c'è la miseria, l'insicurezza del popolo legato alla violenza, siamo diventati come un paese sudamericano.

Fjr

Sab, 10/12/2016 - 16:44

Dal 2009 ci sentiamo dire che siamo fuori dal tunnel, che il peggio e' passato, ogni anno ci dicono che peggio di cosi' non puo' andare , e invece ogni anno governo dopo governo ,vediamo che sanno fare anche di peggio e Renzi fra tutti e' quello che e' riuscito ad esprimere il meglio di se' nel far casini, con l'aiuto di Alfano della Boschi e di tutti quelli che in primis pensano alla poltrona

Giorgio1952

Sab, 10/12/2016 - 16:45

Adesso ci penseranno Salvini, la Meloni e Grillo, fiori di politici nonché economisti di primo piano!

buri

Sab, 10/12/2016 - 16:47

e pensare che ci sono quelli che vorebbero un Renzi-bis, come si non avesse giò fatto abbastanza danni

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 10/12/2016 - 16:49

L'ho già chiesto e torno a chiederlo: visti i guai che combina, siamo proprio sicuri di aver bisogno di un governo?

lawless

Sab, 10/12/2016 - 17:03

Chiedo scusa per la mia ignoranza, potrebbe qualcuno indicarmi se al momento c'è un paese governato dalla sinistra che potremmo prendere come esempio per il suo buon governo? Non è una domanda ambigua ma di pura conoscenza.

maurizio50

Sab, 10/12/2016 - 17:18

@Giorgio1952. Chi raddrizzerà la baracca certo non lo sappiamo. Una cosa è sicura: ci vorranno decenni per rimettere in sesto questo paese disastrato dalle scelte assurde e antiitaliane dei governi a Lei amici. Per non citare l'invasione africana, vera eredità del magliaro di Rignano s/Arno.!!!

Cheyenne

Sab, 10/12/2016 - 17:43

ma che vogliamo dal buzzurro toscano praticamente semianalfabeta. E' stato il peggior premier da cavour, peggio dell'immondo loden, peggio dell'inutile letta, peggio di gente come moro, rumor,colombo,forlani, de mita e chi ne ha più ne metta, che almeno avevano un certo senso di patriottismo e di onore.

Ritratto di Yasukuni

Yasukuni

Sab, 10/12/2016 - 17:49

Fallito nella vita e fallito anche come presidente del consiglio (non eletto!) per incapacità totale. Durante i suoi mille giorni di governo insieme agli inetti del suo governo ha aumentato la pressione fiscale a livelli insostenibili e addirittura fatto lievitare il debito pubblico di oltre 150,00 MILIARDI di Euro. Ma cosa stiamo a discutere ancora? In un paese normale avrebbero già tagliato la testa a lui e a chi l'ha chiamato.....

apostata

Sab, 10/12/2016 - 17:59

Con questa costituzione il paese è stato sempre ingovernabile e sarà sempre ingovernabile, allo sfascio. Berlusconi paragonava il governo a una macchina senza volante.

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Sab, 10/12/2016 - 18:09

rivoglio Berlusconi anche solo un minuto al mese come Presidente del Consiglio LUI risistemerebbe l'itaGlia

antonio54

Sab, 10/12/2016 - 18:12

Un governo di incapaci, ci lascia in dote un paese con 16 milioni di italiani sotto la soglia di povertà, pressione fiscale alle stelle e come ultima perla: una vera e propria invasione di clandestini, che pagheremo caro per gli anni a venire...

ilbarzo

Sab, 10/12/2016 - 18:16

Come era logico e prevedibile. Mr.Bean l'incompetente figlio di papà non avendo fatto mai nulla nella vita,solo tanta arroganza e voglia di potere,era dato già per scontato che una volta ultimato il suo mandato,sia per fine legislatura,sia per caduta del governo o per dimissioni ,avrebbe lasciato il paese allo sfascio.Adesso Napolitano ci metta una pezza,visto che solo lui l'ha voluto questo signor pagliaccetto.

ilbarzo

Sab, 10/12/2016 - 18:17

Spero la smetta di presenziare in TV,ogni qualvolta che appare mi vien di vomitare nel vedere quella faccia di cacca.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Sab, 10/12/2016 - 18:20

Mi ricorda qualcuno che scappò con la corvetta "Baionetta"!

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 10/12/2016 - 18:20

Presunzione e incapacità sono le caratteristiche di base, a cui si aggiunge una torbida furbizia in totale distacco dal concetto di democrazia. Per tale motivo inventa una legge elettorale a sua misura (il 37% dei voti, soglia poi portata al 40%), valida per un sistema di governo ancora non esistente, in quanto presuppone la sostanziale modifica del Parlamento, con trasformazione del Senato in un organo essenzialmente controllato dal governo, non eletto dal popolo. Conseguenza di ciò è stata la bocciatura da parte del popolo della scombinata modifica costituzionale e quindi il caos totale del Paese. Malgrado tutto, dopo una recita iniziale, Renzi pretende ancora di rimanere a capo del governo, malgrado le perplessità del Quirinale e forse proprio per quelle perplessità che sembravano favorirlo. "Crucifige," avrebbero detto in altra epoca. "A casa", noi diciamo oggi.

ilbarzo

Sab, 10/12/2016 - 18:26

Caro Mr.Bean,sei un incapace,un bullo,un inetto,un prepotente,un arrogante,sei tutto il peggio possibile.Stà di fatto che tutto il male che hai fatto lo butti sul groppone dei cittadini che nulla hanno a che vedere con la tua inetta incapacità.Almeno mantieni la promessa e cambia mestiere se hai un pò di buon senso.Ma non sarà così,purtroppo.

fisis

Sab, 10/12/2016 - 18:59

La buona notizia è che Renzi non è più al governo. Già questo ci rende felici. Certo, lascia un cumulo di macerie: tassazione alle stelle, disoccupazione idem, massa di clandestini fatta entrare senza criterio che ora girano per le nostre città e che bisogna mantenere...

fisis

Sab, 10/12/2016 - 18:59

La buona notizia è che Renzi non è più al governo. Già questo ci rende felici. Certo, lascia un cumulo di macerie: tassazione alle stelle, disoccupazione idem, massa di clandestini fatta entrare senza criterio che ora girano per le nostre città e che bisogna mantenere...

Ritratto di cape code

cape code

Sab, 10/12/2016 - 19:08

@Giorgio1952 peggio di frottolo non possono fare e se non altro cammineremo piu' sicuri per le strade con la Meloni e Salvini. Grillo chi e' ???

paolonardi

Sab, 10/12/2016 - 19:47

Se deve masticare economia come Monte e come altri economisti tutti i profeti di sventura e' molto meglio prendere un qualsiasi cottadino dotato di buon senso.

jeanlage

Sab, 10/12/2016 - 20:59

Il Paese è allo sfascio, ma Renzi purtroppo non ci lascia.

piazzapulita52

Sab, 10/12/2016 - 21:31

Per Giorgio 1952. La tua battuta non fa ridere nessuno! Scommetto che te hai votato SI! Se l'Italia si ritrova in queste condizioni la colpa è anche di uno "statista" come te! Vai a letto e copriti; fai migliore figura!

piazzapulita52

Sab, 10/12/2016 - 21:34

Ti rispondo io lawless! Sulla Terra non mi risulta che esita! Probabilmente su un'altro pianeta!

Silvio B Parodi

Sab, 10/12/2016 - 22:20

lawless NO!