Civati dice addio al Pd: "Non sosterrò più Renzi"

Se ne va in aperta polemica con Renzi. La rottura dopo la fiducia all'Italicum

Pippo Civati ha deciso di lasciare il gruppo del Pd. "Per coerenza con quello in cui credo e con il mandato che mi hanno dato gli elettori, non mi sento più di votare la fiducia al governo Renzi. La conseguenza è uscire dal gruppo". Subito dopo il via libera definitivo all’Italicum, il "dissidente" del Partito democratico aveva manifestato la volontà di non sostenere più il governo.

"Tanti di noi amano far politica e ci hanno dedicato così tanto tempo, in questi anni. A un certo punto, senza preavviso, è semplicemente capitato che un giorno alcune persone con cui pensavamo di aver condiviso questa visione hanno cambiato idea". Le ragioni dell'addio Civati ler scrive direttamente sul suo blog. "Mi spiace per chi ha cambiato idea ma per quel che mi riguarda continuerò a farlo con tutti quelli che lo vorranno. Secondo me sono tantissimi". Da tempo Civati si trovava in dissenso con i vertici del Pd. Un conflitto che è andato progressivamente crescendo con l'approvazione della legge elettorale, della quale il deputato è stato tra i più accesi contestatori. Già la settimana scorsa aveva annunciato che sarebbe rimasto nel partito soltanto se il gruppo dei dissidenti avesse dato vita a una frangia interna "alla francese", cioè molto dura. Così non è avvenuto. Anzi, i toni tra i vertici e i dissidenti si sono addirittura raffreddati. Con il vicesegretario Lorenzo Guerini che ha parlato di "valore positivo anche del dibattito" di lunedì alla Camera e negli interventi dei dissidenti o l'ex capogruppo Roberto Speranza che ha sottolineato che resterà nel partito per correggerne la linea o con la prodiana Sandra Zampa che ha invitato tutti "a disarmare, da una parte e dall'altra".

In queste condizioni, il passo di Civati non poteva che essere scontato. "Si tratta in fondo della cronaca di una morte annunciata - ha commentato il deputato riformista Dario Ginefra - tuttavia resta la speranza che in lui possa maturare un ripensamento". Più in generale dal Pd si risponde con un’alzata di spalle. "Ci dispiace ma rispettiamo le sue scelte", ha liquidato la faccenda Lorenzo Guerini. Anche se Roberto Speranza, ex capogruppo ed esponente della minoranza dem, ci ha tenuto a evidenziare che l'uscita di Civati dal Pd è "un atto che deve farci riflettere e non può essere liquidato con una semplice alzata di spalle". Per Speranza "testimonia un malessere di tutto il Pd".

Commenti

Accademico

Mer, 06/05/2015 - 14:54

Bravo Civati, buttate fuori quell'èbete!

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Mer, 06/05/2015 - 15:06

Infatti Civati è l'unica persona simpatica ed intelligente di tutto il PD.

Ritratto di mina2612

mina2612

Mer, 06/05/2015 - 15:12

Bene! ...ma la sua fuoriuscita è perchè ritiene che il Pd non sia sufficientemente carogna, ossia bisogna ritornare al vecchio Pci.

jobact

Mer, 06/05/2015 - 15:25

Ma perchè continuate a parlare di uno che conta come il due di picche a briscola ? Se ne tornasse in brianza a fare il garzone di falegnameria aiutando un qualche parente ! così si che aiuterebbe il paese.

PEPPA44

Mer, 06/05/2015 - 15:34

Ha dato l'avvio; adesso tutti a casa ma per sempre, non fatevi più vedere.

xgerico

Mer, 06/05/2015 - 15:43

Le prese per i fondelli nei confronti degli elettori "se ne va dal partito ma non da deputato". La sua coerenza politica, lui l'ha nel portafoglio!

Libertà75

Mer, 06/05/2015 - 16:07

@xgerico, ci ricordi perfavore quali elettori hanno mandato Renzi a fare il primo ministro? almeno Civati ha la faccia e gli attributi, 2 elementi fuori moda nel popolo PD

eureka

Mer, 06/05/2015 - 16:12

L'hanno messo lì loro......finalmente qualcuno si sveglia

Toraccio

Mer, 06/05/2015 - 16:25

Così conterà ancora meno. Ectoplasma!

Libertà75

Mer, 06/05/2015 - 16:31

In bocca al lupo a te Civati, non so se mai ti voterò perché la qualità morale dei deputati di sinistra la si è vista e rivista, tuttavia a te va dato merito e onore di avere un credo socialista e non il solito qualunquismo prono ad interessi privati e lobby potenti. Preparati al tipico ostracismo che fa il PD con i suoi avversari... Chissà che tu non possa trovare ospitalità dai M5S e magari condurli con un progetto chiaro e di sinistra vera.

Rossana Rossi

Mer, 06/05/2015 - 16:33

Non condivido per nulla le sue idee ma almeno tra tanti caproni fa una bella figura..........

Mr Blonde

Mer, 06/05/2015 - 16:39

Libertà75 il primo ministro renzi lo fa fintanto che ci sono deputati che lo sostengono. Questa fino a che non la si cambia è una democrazia parlamentare e il premier trae fiducia dai parlamentari, il resto è abbaiare alla luna.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 06/05/2015 - 16:53

Un po' tardi no? Tanto trova già qualche traditore infame per sostituirlo e tenersi a galla.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 06/05/2015 - 17:55

Dice addio al pd... ma mica rinuncia alla poltroncina! Anzi, adesso che non dovrà più versare la quota al partito, potrà tenerselo tutto il suo stipendio, almeno fino alla fine della legislatura, che non avverrà di certo prematuramente per mano sua. Dopodichè, fra sel, landini o chi per loro, chi gli negherà un tranquillo posticino da capolista, magari in una decina di circoscrizioni... tanto per stare dalla parte del sicuro?

Anonimo (non verificato)

Atlantico

Mer, 06/05/2015 - 18:13

Libertà75, un ripassino della costituzione ? La trova on line facilmente con Google.

giolio

Mer, 06/05/2015 - 18:53

Civati vai fonda un altro partito ....anche per te qualche votarello ci sarà .Io personalmente vorrei che arrivassimo anche primi come Nazione nel detenere più partiti al mondo, il Guiness dei record ci aspetta

Accademico

Mer, 06/05/2015 - 19:12

Bravo Speranza. Il Duce va mandato affarsiungiro.

Giorgio1952

Mer, 06/05/2015 - 19:35

Era ora che Civati togliesse il disturbo, nell'andarsene porti con sé i vari Bersani, Bindi, D'Alema, Fassina, Epifani e tutti gli ex comunisti perdenti di successo fin dai tempi della "gioiosa macchina da guerra" di Occhetto! Ma chi lo vuole Civati Pippo è come quello del Milan Inzaghi Pippo, insomma sono solo due pippe! Visto Allegri cacciato dal Milan e Pirlo regalato a parametro zero, Juve a Berlino!