Il club degli ex premier che fa le scarpe a Matteo

Prodi, Letta e D'Alema hanno uno scopo comune: cancellare dalla scena il loro successore

Ci sono Prodi, Letta, D'Alema e Renzi. No, non è l'inizio di una barzelletta. È una storia vera. Verissima. Che cosa hanno in comune questi personaggi che, nel bene e (soprattutto) nel male, hanno scritto una porzione della storia di questo Paese? La prima cosa è che sono stati, tutti e quattro, presidenti del Consiglio. Eletto (per due volte) solo Prodi. Gli altri tre miracolati. Tutti e quattro del Pd, adesso ne è rimasto solo uno (da segretario), gli altri hanno preso le distanze dalla segreteria a trazione renziana e non hanno più la tessera.

I rapporti di forza tra di loro si sono modificati. Mentre i primi tre non ambiscono più a tornare a Palazzo Chigi, il quarto smania dalla voglia di salire di nuovo quelle scale. Stavolta da eletto. E gli altri tre si sono, a vario titolo, coalizzati per cancellarlo dalla scena politica italiana e sbarrargli la strada.

Chi tra i tre lo detesti di più è difficile dirlo. Senz'altro Enrico Letta ha molte ragioni per odiarlo, non foss'altro per essere stato umiliato da Renzi davanti al mondo, con quella frase infelice «Enrico stai sereno», pochi giorni prima di venire scalzato in diretta web dalla direzione nazionale del Pd e sostituito da Napolitano con lo stesso Renzi. La vendetta è un piatto che va gustato freddo e Letta da tre anni e mezzo sta preparando la polpetta avvelenata.

Ma anche Massimo D'Alema ha maturato nel tempo diversi motivi di disprezzo nei confronti di Matteo: da ex segretario del Pds e presidente dei Ds non ha certo apprezzato la (finta) rottamazione dei dinosauri del suo partito, compreso lui. La frattura si è poi completamente consumata quando nel 2014 Renzi gli sfilò la poltrona di Alto rappresentante Ue per la Politica Estera e la Sicurezza a cui teneva molto, regalata a Federica Mogherini e qualche mese fa anche la presidenza della Foundation for European Progressive Studies. Oggi quando a D'Alema gli chiedono di Matteo, gli si gonfia la vena sul collo e dice: «Finché mi sarà dato di esistere, Renzi non può stare tranquillo». Ed è serio. Renzi vede in D'Alema coi baffi la personificazione della sconfitta, della conservazione, dell'apparato, del passato comunista; D'Alema vede in Renzi la personificazione del giovane oltraggioso che non vuole ascoltare il suo Verbo. Eppure i due si assomigliano. Tutti e due sono entrati a Palazzo Chigi con una congiura di palazzo. Entrambi sono dei bulli. In comune hanno il sarcasmo: quello di D'Alema più gelido e perfido, quello di Renzi più cabarettistico e goliardico.

Infine Romano Prodi che proprio insieme a Letta alla Summer School di Cesenatico ha giocato allo «StaiserenoQuiz» scherzando sul passaggio della campanella nel 2014 e, sulle note di Despacito, ha canticchiato un motivetto sulla fine prematura del Pd: «Era un bel sogno ed è già svanito/ad aprile rischia il benservito». Si gioca al «RischiaLetta» e la domanda è: cosa pensava Enrico mentre passava il testimone a Renzi? «So io dove gli metterei il batacchio della campanella». La platea si sbellica. Mandano il video di Renzi che si aggroviglia con l'inglese e Letta si piega in due dalle risate.

Renzi non replica. «Mi costa tanto - dice ridendo - ma non farò battute. Poi le farò, mi chiudo nel bagno e mi sfogo». Ridi, ridi.

Commenti

Trinky

Mar, 19/09/2017 - 08:51

I morti che escono dalla tomba per dire ancora la loro.....il nuovo che avanza! Solo dei poveri PDioti possono ancora credere a queste cariatidi che hanno contribuito a rovinare l'Italia....e Mortadella più di tutti!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mar, 19/09/2017 - 08:57

Non credo serva qualcuno, Renzi le scarpe se le è fatte da solo!!!

DRAGONI

Mar, 19/09/2017 - 09:57

DINOSAURI ANTISTORICI.

Vigar

Mar, 19/09/2017 - 10:02

Arieccolo questo bel faccione dall'espressione intelligente. Quanto ci mancava...(anche se da diversi giorni si agita assai, chissà perchè?...)

mifra77

Mar, 19/09/2017 - 11:50

Non vedo nessuno nel panorama politico Italiano, degno di ambire alla poltrona di premier! Forse dovremmo importarlo da altro pianeta se ci fosse. Solo personaggi con interessi privati diretti ed indiretti ma sempre con scheletri nell'armadio. C'è chi si vende agli industriali e c'è chi si vende alle banche e comprano giornalisti pennivendoli e giornali di parte e gli italiani reggono il moccolo.

VittorioMar

Mar, 19/09/2017 - 11:52

...SE MINNITI,malgrado i continui sbarchi,AZZECCA ALTRI DUE O TRE COSE : SICUREZZA..LEGALITA'..DECORO...NON C'E' PIU' SPAZIO PER NESSUNO...!!!

Ritratto di lupostanco

lupostanco

Mar, 19/09/2017 - 11:57

Dai e Dai va a finire che ce lo ritroviamo nel governo assieme a quei disadattati del PD.Facciamo una legge che chiunque e' già' stato al governo, non possa poi ricandidarsi. Se poi si chiama Prodi, ZAL CONFINO SU MONTECRISTO.

mifra77

Mar, 19/09/2017 - 12:18

Cantautori scadenti e trasformisti! compongono,suonano e cantano una canzone non più credibile se non da compari di merende a sbafo e stolti creduloni.

frank173

Mar, 19/09/2017 - 12:23

Se si tratta di fare le scarpe a Renzi accettiamo qualsiasi aiuto, non ci interessa ne chi ne come, purché si faccia. Grazie.

tricolore56

Mar, 19/09/2017 - 12:37

Il bravo nonnino che non si e' rassegnato e prepara l'islam per i nipotini

Maura S.

Mar, 19/09/2017 - 13:01

L'assalto degli Zombi alle mummie attuali.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 19/09/2017 - 13:19

Una mortadella andata a male !!!

agosvac

Mar, 19/09/2017 - 13:25

Oserei dire che questi ex premier non vogliono "fare le scarpe" a renzi anche se sono sicuro che se potessero eliminarlo definitivamente senza andare in galera lo farebbero subito. NO, questi vogliono continuare a fare le scarpe agli italiani tutti!!!!!

Iacobellig

Mar, 19/09/2017 - 13:35

MI VIENE DA SALVARE SOLO D'ALEMA, GLI ALTRI NELLA PATTUMIERA!

lavieenrose

Mar, 19/09/2017 - 13:36

ma per favore: piyttosto di questi tre barbogi mi faccio diventare simpatico per forza il cretinetti di turno

Popi46

Mar, 19/09/2017 - 13:41

Renzi è quello che è (mediocre), ma quelli sono peggio

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 19/09/2017 - 14:16

La manica di incapaci che danno dell'incapace a quello che ragiona come loro.

un_infiltrato

Mar, 19/09/2017 - 14:32

Li disistimo tutti e tre, ma se mi aiutano a cancellare - per sempre - il nefasto ricordo del dott. Renzi, giuro che li invito a cena.

clod46

Mar, 19/09/2017 - 17:05

Non servirebbe il trio sopra citato per affossare Renzi, se Renzi non si fosse affossato da solo, ha indispettito a tal punto il popolo italiano facendoci invadere da una marea di neri, che non occorre altro per mandarlo a quel paese. E' strano a volte il comportamento insulso delle persone, Renzi era riuscito a diventare quasi simpatico anche a chi non è del pd, proprio per aver avuto la capacità di far fuori i vecchi tromboni comunisti, e avrebbe potuto vincere facilmente non solo il referendum, ma anche le prossime elezioni, se non si fosse ostinato cosi tanto a "salvare vite" indispettendo così la maggioranza del popolo italiano e continua a farlo con lo ius soli... un vero suicida non ce che dire.

sparviero51

Mar, 19/09/2017 - 19:37

TRE " 00 " !!!

sparviero51

Mar, 19/09/2017 - 19:39

SONO L'ORCHITE DEL PD : TRE "00" !!!

swiller

Mar, 19/09/2017 - 20:21

Un bel club di criminali.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 19/09/2017 - 20:23

Certo che i sinistri, scarsi come sono, hanno messo dei fenomeni a guida dell'Italia. Tra tutti e quattro non ne fanno uno giusto.