Il colpo di mano dell'Europa: "Subito l'ok all'olio tunisino"

Già domani il voto il assemblea plenaria dell'olio tunisino. Votati di corsa gli emendamenti che avevano sospeso l'iter a febbraio

C'è fretta, in Europa, di aprire all'invasione in Italia dell'olio tunisino. L'iter per l'approvazione del decreto che doveva aprire alla commercializzazione dell'olio della Tunisia senza dazi è stato sbloccato in fretta e furia. Il via libera dovrebbe arrivare domani, dopo che il Coreper ha reso noto di aver approvato gli emendamenti che avevano sospeso l'iter a febbraio.

Insomma, l'invasione ci sarà. Con buona pace dei nostri agricoltori, già messi in ginocchio dalla crisi. Ora dovranno combattere anche la concorrenza di questo "nuovo" olio, il cui prezzo senza dazi sarà inevitabilmente più basso. Cecile Kyenge, ex ministra ed eurodeputata Pd, aveva giustificato e sostenuto questa decisione con la necessità di "aiutare" la Tunisia: "La Tunisia è uno dei nostri partner, quindi dobbiamo cercare di sostenere un alleato in difficoltà" ha detto la Kyenge. Aggiungendo che "così gli italiani potranno trovare un olio certificato e può secgliere quale comprare".

Annunci

Commenti

acam

Mer, 09/03/2016 - 18:21

(: Ingenuità, i dazi sono cosa sorpassata ma leggi e regolamenti no imparate dalla Cina dalla Germania da chi insomma ci sa fare compreso Russia e stati uniti il nostro olio è in dubbiamente il migliore quello tunisino per essere importato deve essere almeno uguale al nostro :) la vicenda VW dovrebbe aver isnsegnato qualcosa

antonmessina

Mer, 09/03/2016 - 18:23

si spera che ci sia chiaramente scritto che è tunisino e che venga comprato solo dai clandestini

lamwolf

Mer, 09/03/2016 - 18:25

La Kyenge, andasse in Tunisia a dare il suo aiuto e non rompa le palle che di danni ne ha fatti fin troppi. Poi basta che nessuno compri quella schifezza e il risultato è raggiunto se lo beva tutto lei.

Ritratto di gino5730

gino5730

Mer, 09/03/2016 - 18:27

Renzi succube della UE,mai e poi mai avrebbe dovuto accettare questo provvedimento o è d'accordo sul distruggere i nostri uliveti come per il latte che viene dall'estero e le nostre stalle chiudono.Protesta sempre contro le decisioni della UE e accetta tutto anche quelle nocive e strampalate come questa.

gigetto50

Mer, 09/03/2016 - 18:28

...non ho capito se solo in Italia verra' importato o in tutta la UE...

unosolo

Mer, 09/03/2016 - 18:28

non siamo rappresentati in Europa per mancanza di persone serie.,prendiamo schiaffi continuamente per la flessibilità e accettiamo anche di cedere parte di mare che serviva ai nostri pescatori alla Francia e la Toscana silente accetta tutto , ministri e rappresentanti nostri nel parlamento Europeo non contano niente.,che fine

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Mer, 09/03/2016 - 18:31

Sembra di sottostare ad un regime d'occupazione, e la Chienghe ne sembra il portavoce.

Bebele50

Mer, 09/03/2016 - 18:32

Perlomeno dovrebbero togliere un po' di tasse sull'olio italiano per poterlo far competere con quello tunisino.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 09/03/2016 - 18:33

Kyenge, Kyenge....a proposito come è morto Martin Luther King?

Fossil

Mer, 09/03/2016 - 18:34

Dopo quest'ultima kiengata possiamo dormire sonni tranquilli...aiutare la Tunisia? POverini i culi al vento che senza di noi non ce la possono fare...il nostro Paese è sempre più alla deriva, terra di nessuno...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 09/03/2016 - 18:38

Allarmismo e disinformazione... un classico di questo giornale. http://www.bufale.net/home/allarmismo-leu-e-lolio-tunisino-cosi-muore-lolio-italiano-bufale-net/

aldoroma

Mer, 09/03/2016 - 18:40

E i nostri politici che dovrebbero tutelare la mia nazione che fanno???? Dormono

Mannik

Mer, 09/03/2016 - 18:41

La redazione era già stata smascherata in relazione a questa notizia. Mi chiedo perché insista a voler farsi del male? Si tratta di 35.000 tonnellate da distribuire in tutta la CE! sarebbero ca. 0,07 kg di olio a testa. E poi basta non acquistarlo, non esiste nessun obbligo.

Holmert

Mer, 09/03/2016 - 18:49

Questa specie di gxrillx che conferma le teorie di Darwin, da dove è venuta a comandare in Italia? Al solito i democratici ex comunisti ai quali non frega un tubo dell'Italia, l'hanno eletta nelle loro fila ,orgogliosi del loro terzomondismo. I preti a loro volta l'hanno fatta studiare. Una miscela esplosiva, preti ed ex comunisti. Ed i nostri olivo cultori se la prenderanno in saccoccia. Tanto i paesi europei,tranne qualcuno, non producono olio. In Francia,Inghilterra e Germania mi portano sempre del burro, che l'olio sia buono o no,non gli frega un tubo. E quando lo usano usano quello di semi.

Una-mattina-mi-...

Mer, 09/03/2016 - 18:49

NON VORREI CHE L'OLIO AFRICANO SERVISSE PER UNGERE TALUNE PARTI NASCOSTE DEGLI ITALICI.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 09/03/2016 - 18:56

Andrea COZZOLINO, Cecile KYENGE, Pier Antonio PANZERI, Mercedes BRESSO, Sergio COFFERATI, Gianni PITTELLA, Roberto GUALTIERI, Flavio ZANONATO, David SASSOLI e Barbara SPILELLI. Questi sono gli europarlamentari del PD che hanno votato a favore dell'importazione agevolata in Europa dell'olio tunisino. Ricordatevi questi nomi alle prossime elezioni perché oggi tocca all'olio d'oliva ma domani faranno la stessa cosa per qualsiasi altro prodotto italiano!

swiller

Mer, 09/03/2016 - 19:02

Rimandatela in africa a radrizzare banane sta selvaggia di sinistra.

michetta

Mer, 09/03/2016 - 19:04

Cari amici, non ci vuole niente per boicottare questo olio voluto dai padroni di Bruxelles: BASTA NON COMPRARLO!!!! E SE LO SERVE NEI RISTORANTI, SI PRETENDA L'OLIO ITALIANO!!! ANDATE/ANDIAMO TUTTI A VOTARE !!!

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 09/03/2016 - 19:07

mi sapete dire a cosa cacchio ci serve sto paese di morti di fame?? a farci ogni tanto "sequestrare" i pescherecci in acque INTERNAZIONALI? a farci invadere da feccia? a cosa?? ma facciamoci un bel blocco navale e mandiamoli a fare in c...

Ritratto di michageo

michageo

Mer, 09/03/2016 - 19:10

si vede che in Valdarno Rignano con Pontassieve ed uniti) oltre agli Etruschi in banca, piacciono i Cartaginesi negli oleifici. Per onestà intellettuale , prima di dire a priori, che sia una schifezza, lo provo e poi sarà il mercato a decidere.....Tanto dietro alla maggior parte dei grandi marchi ci sono le multinazionali, che decideranno, come per il trattato con gli USA, cosa va in tavola, ed il piccolo produttore secondo me non deve spaventarsi perché clienti ne avrà sempre.

vianprimerano

Mer, 09/03/2016 - 19:15

Uccidiamo quella pxxxxxa, culona e criminale di Angela Merkel!!!!! Senza alcuna pieta'! Cari giornalisti che so mi censurerete (bella liberta' di pensiero e di stampa in Italia), lo sapevate che la Merkel e' al soldo della CIA e che la Cia e' la piu' criminale organizzazione a delinquere?

Ritratto di giulio_mantovani

giulio_mantovani

Mer, 09/03/2016 - 19:15

Non ho capito perché mai dev'essere l'Italia, già produttrice di olio, ad ad aiutare la Tunisia e non, poniamo, la Svezia o la Danimarca dove le piante di olio d'oliva non credo ci crescano. Misa tanto che la Ue ci voglia prendere per i fondelli!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 09/03/2016 - 19:18

fxxxxxo la ue maledetta

Cheyenne

Mer, 09/03/2016 - 19:20

I TRADITORI SE NE FOTTONO DEI NOSTRI AGRICOLTORI. SE UNO SI SENTE ANCORA ITALIANO NON COMPRI QUEST'OLIO CHE PER ALTRO FA ANCHE SCHIFO

Miraldo

Mer, 09/03/2016 - 19:26

Speriamo che ci sia anche l'obbligo di scrivere nell'etichetta della bottiglia la provenienza, almeno solo quei rincoglioniti del Pd e del M5s se lo compreranno.........

peppo8394

Mer, 09/03/2016 - 19:52

Che genio la Kyenge. Un altro personaggio in cerca d'autore del quale si poteva sicuramente fare a meno. Una vera nullità alla quale pagheremo un'altra lauta pensione

routier

Mer, 09/03/2016 - 20:10

Attraverso losche "triangolazioni" ci sarà propinato come olio comunitario quindi anche l'attenta lettura delle etichette non ci difenderà dall'uso di un olio la cui lavorazione non avrà gli standard di sicurezza e di igiene di quello italiano.

jeanlage

Mer, 09/03/2016 - 20:15

Sono favorevolissimo all'entrata della Turchia nella UE. magari anche della Tunisia. Ovviamente cinque minuti dopo che ne è uscita l'Italia.

jeanlage

Mer, 09/03/2016 - 20:17

Napolitano, Kyenge, Bersani, Letta, andrebbero impalati come traditori. Ovviamente nel pieno rispetto della tradizione ottomana.

stogu

Mer, 09/03/2016 - 20:19

Non comprate Vw audi e bmw.

moshe

Mer, 09/03/2016 - 20:21

E BASTA! USCIAMO DA QUESTA ACCOZZAGLIA DI DELINQUENTI MISTIFICATORI DELLA UE E MANDIAMO GLI SCHIFOSI KOMUNISTI CHE CI GOVERNANO ALL'INFERNO !!!!! IDIOTI CHE LI VOTATE, VI RENDETE CONTO DI QUANTE DISGRAZIE SONO SUCCESSE ALL'ITALIA DA QUANDO L'INDEGNO HA INIZIATO A FARE I SUOI LURIDI GOLPE!?!?!?

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 09/03/2016 - 20:26

la tunisia è l'unico paese dove la primavera araba ha funzionato--circa 6 anni fa ci fu un inizio di guerra civile che portò alle dimissioni del dittatore Ben Ali, il quale fuggì all'estero--e dopo una fase transitoria è iniziato un lungo processo costituente che ha portato la tunisia ad essere una Repubblica parlamentare con un Presidente della Repubblica ed un esecutivo con un Primo ministro--tutto questo appena nel 2014-- la tunisia cioè ha scelto di tenere lontano il fanatismo islamico nella vita della gente pur essendo un popolo arabo e musulmano---ai fondamentalisti la cosa non è andata giù ed è per questo che ci furono 2 attentati-i quali hanno notevolmente ridotto il turismo che è la fonte principale di vita di questo paese--lo vogliamo aiutare questo paese che rifiuta il radicalismo oppure no?

Linucs

Mer, 09/03/2016 - 20:39

Non è tanto per l'olio, quanto per il fatto che ci siamo rotti le palle di farci comandare e ricattare da negri e coppoline.

nick01011

Mer, 09/03/2016 - 20:41

...@ gigetto : verrà importato in tutta la UE. Ma il problema è che l'olio tunisino è già normalmente importato da noi. quando si legge in etichetta : "confezionato con i MIGLIORI OLII MEDITERRANEI " è ovvio che non ci si riferisce a Grecia e Spagna per i quali la provenienza invece recita : " OLIO DI PROVENIENZA DAI PAESI DELLA UE "... Quella di cui adesso si parla è un'ulteriore quota che dovremo importare e passi ... ma il dubbio rimane quello presente anche oggi, che cioè non si sappia esattamente cosa contenga realmente la bottiglia perché di etichettature oneste ne circolano pochine !!

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 09/03/2016 - 20:45

siamo governati da una massa di schifosi pidioti rossi anti italia! pensano solo a quei fottuti africani clandestini.io compro olio sardi - san giuliano di alghero! l'olio africano bevitelo te trombalti idiota

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 09/03/2016 - 20:46

siamo governati da una massa di schifosi pidioti rossi anti italia! pensano solo a quei fottuti africani clandestini.io compro olio sardi - san giuliano di alghero! l'olio africano lo lascio a te trombalti idiota

nononani

Mer, 09/03/2016 - 20:51

Occorre ricordare che,quando l'UE bandì gli impianti per l'estrazione dell'"olio di oliva"mediante lavaggio delle sanse col benzolo e successiva distillazione, questi impianti furono acquistati e trasferiti in Marocco. Non a caso qualche dempo dopo ci fu un massiccio avvelenamento da olio di oliva avariato. Siamo sicuri che nell'olio "tunisino" non ci sia una quota di più conveniente olio marocchino? E quali saranno i controlli UE e nazionali all'ingresso?

PietroSoave

Mer, 09/03/2016 - 20:51

La kyenge non e' italiana e odia il nostro paese

Aristofane etneo

Mer, 09/03/2016 - 21:00

Nel Nord chiudono le stalle per permettere l'importazione di latte e carni dal centro e nord Europa, al Sud chiudono le aziende agricole per permettere l'importazione di frutta e verdura dal Magreb o dall'Argentina o dal Sud Africa. Oltre all'olio della Spagna prodotto con i soldi della UE, ci voleva che mandassimo un'Africana a rappresentare i nostri interessi nazionali in Europa!

morris69

Mer, 09/03/2016 - 21:23

non ci resta che attendere di sapere "chi" sarà il distributore ufficiale

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 09/03/2016 - 21:28

Caro gigetto 18e28, l'olio tunisino verra importato in tutta l'Europa,con il solito piccolo particolare NON DEL TUTTO TRASCURABILE che, mentre Italia,Spagna, Grecia e Portogallo l'olio lo producono, Germania,Francia,Belgio,Lussemburgo,Olanda,Inghilterra ,Irlanda,Danimarca,Svezia,Norvegia,Finlandia,Polonia,R.Ceca,Romania, lituania,Lettonia ed Estonia (e forse me ne sono perso qualcuno nell'elenco) NO!!! TUTTO QUI!!! Saludos dal Nicaragua, che l'olio d'oliva NON lo produce, ma NOI Italiani qui residenti e NON siamo pochi, lo IMPORTIAMO dall'Italia.

gabryvi

Mer, 09/03/2016 - 21:58

Ma noi abbiamo la Mogherini!!

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 09/03/2016 - 22:32

Governanti italiani = dilettanti allo sbaraglio!!!!

manente

Mer, 09/03/2016 - 22:38

Fateci per favore sapere e pubblicate uno per uno i nomi dei parlamentari italiani presenti ed assenti a Bruxelles e come voteranno su questo argomento, in modo che vengano additati al pubblico ludibrio. Quanto al Pd ed alla Kyenge si sono ampiamente guadagnati il disprezzo più totale degli italiani e chi dovesse ancora votare per questi cialtroni, merita di essere isolato come un appestato.

rokko

Mer, 09/03/2016 - 22:39

gigetto50, in tutta la UE. La quantità di olio che verrà importata non è grande cosa rispetto alla nostra produzione, senza contare che chi compra solo olio italiano buono (è il mio caso) se ne frega di quello tunisino, mentre chi compra olio a basso costo (spacciato per olio evo, ma per lo più miscelato con olii che non hanno mai visto né l'oliva né l'Italia) avrà occasione di comprare olio migliore agli stessi costi. L'importante, secondo me, è che sulla bottiglia di olio tunisino ci sia scritto che è tunisino, sull'olio italiano che è italiano, ecc. ecc. e poi il consumatore decide.

Ritratto di Karl04

Karl04

Mer, 09/03/2016 - 23:03

spero marcisca sugli scaffali insieme alla Kyenge, abbiamo l'olio migliore del mondo..nn ci serve stà m...a, ah poverini sono in difficoltà....chi se ne fotte !!

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 09/03/2016 - 23:31

ELKID carissimo 20e26, TUTTI anche NOI Leghisti, vogliamo aiutare la Tunisia. È il metodo di farlo che cambia!! Noi per esempio gli passeremmo volentieri 35 €urii al giorno, per ogni FINTO PROFUGO AFRICANO che si riprendessero indietro!!!lol lol Se vedum.

Piut

Mer, 09/03/2016 - 23:45

A tutti coloro che commentano parlando di bufale, desidererei chiedere come mai quando vado al supermercato a fare la spesa (in Italia, beninteso) mi ritrovo immancabilmente il latte tedesco bavarese a 0.65 e quello Italiano a 0.85...come mai mi trovo un olio e.v.o. generico a 3 euro e quello Italiano a 5...come mai i prodotti italiani siano i più contraffatti al mondo e i nostri produttori non siano tutelati! rispondete a queste domande, cervelloni sinistrosi e poi, se proprio non riuscite a farne a meno, parlate pure di bufale (contraffatte pure loro da Germania, Regno Unito e Scandinavia)!

Piut

Mer, 09/03/2016 - 23:54

@ elkid: concordo con lei sull'analisi del recente passato tunisino ma crede davvero che 1. la produzione di un genere alimentare possa risollevare l'economia tunisina? e 2. che l'intento dell'Europa (germanica e bruxelliana, beninteso) nell'importare olio tunisino sia veramente questo? La verità è ben più grande di quello che lei immagina ma non ho sufficienti caratteri a disposizione per spiegargliela!Saluti

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 09/03/2016 - 23:56

Inutile spendere parole per degli italiani che fanno di tutto per danneggiare i nostri connazionali. Ancor meno vale la pena di parlare dell'incompetente africana introdotta nel nostro governo dai rossi. FOLLI MALATI DELL'INESISTENTE MULTICULTURALISMO CHE HA SOSTITUITO NEI LORO CERVELLI BACATI L'ALTRETTANTO FOLLE INTERNAZIONALISMO COMUNISTA ORMAI OBSOLETO. Aiutano la Tunisia danneggiando l'Italia. MA CHE BRAVI.

Ritratto di David_Sonny

David_Sonny

Gio, 10/03/2016 - 00:31

e chi se lo compra? aha

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 02:50

Ma bastaaaaaaaaaa! L'olio tunisino esente da dazi fa concorrenza solo agli altri oli extracomunitari (marocchino, algerino e turco in primis) non a quelli comunitari PERCHE' LA UE GLOBALMENTE E L'ITALIA IN PARTICOLARE HANNO PRODUZIONE DEFICITARIA E QUINDI IMPORTANO OLIO! E non da oggi! Dai tempi dei Romani che lo importavano da Asia minore, Siria, Libano, Palestina e soprattutto Grecia pur in presenza di produzione sicula, calabra e apulica.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Gio, 10/03/2016 - 06:12

Anzichè mantenere in galera tutti questi elementi, mandateli a raccogliere le olive, certamente il prezzo dell'olio italiano sarà molto più basso quindi.....

Iacobellig

Gio, 10/03/2016 - 07:17

BASTA NON ACQUISTARLO NEPPURE A BUON PREZZO.

Mannik

Gio, 10/03/2016 - 07:21

@giulio_mantovani - NOn creda alle baggianate di questo giornale. Non è l'Italia ad aiutare la TUnisia ma la CE? Capisce? L'olio viene introdotto nella Comunità Europea e distribuito in tutti i paesi SE ci sono importatori che lo comprano. Infatti, non vi è nessun obbligo di acquistarlo, ma è un offerta. Sarà il mercato a regolarsi. Che poi, buona parte dell'olio in commercio in Italia già non è olio italiano, ma una miscela di olii della CE (per lo più spagnolo).E poi non l'ha deciso la Kyenge, ma ovviamente la maggioranza del Parlamento Europeo.

Giorgio Rubiu

Gio, 10/03/2016 - 07:42

Se ci sono controlli che garantiscano le stesse qualità igienico-sanitarie-culinarie di quello fatto da noi,non ci vedo niente di male. Dopo tutto nel Medio Oriente (e in altri Paesi) si faceva l'olio d'oliva ben prima che nascesse Cristo e,se la memoria non mi tradisce, qualche oleificio italiano,in passato,ha prodotto "Puro olio d'Oliva" adulterato con grasso di balena.Il termine "Italiano" non è necessariamente sinonimo di qualità superiore e,fin che è chiaro che si tratta di un prodotto fatto fuori dall'Italia,noi possiamo comperarlo o meno;ma sarà una nostra scelta.

lento

Gio, 10/03/2016 - 07:51

Ma se l'olio Tunisino e' di ottima qualita', con un prezzo stracciato, perche' non metterlo in commercio in Italia a beneficio degli Italiani "poveri?"

rossini

Gio, 10/03/2016 - 08:12

Noi Italiani abbiamo le pezze al sedere, non abbiamo gli occhi per piangere, siamo sommersi da tasse presenti e future (aumento tasse di successione e probabile patrimoniale), non sappiamo se l'Inps sarà in grado di pagarci le pensioni. Eppure ..., eppure secondo la filosofia del PD, dobbiamo correre in soccorso di Tunisia, Turchia, Egitto, Libia, Siria, Marocco, Somalia ecc. ecc. Ma chi può essere così ixxxxxxxe da votare per il PD alle prossime elezioni?

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 10/03/2016 - 08:28

Non capisco il perchè, che gli Italiani se la prendano tanto per questa invasione dell`olio Tunisino??? perchè non lo spediscono tutto in Europa e fanno del prodotto Italiano un prodotto di """SUPER QUALITÀ DOC""" SOLAMENTE PER GLI ITALIANI E SE LA Kyenge VOLESSE COMPRARLO DIRLE DI ANDARE IN TUNISIA E DI RIMANERCI"""??? IN EUROPA, CI SONO PARECCHI INTENDITORI DI OLIO,SPECIALMENTE NELLA CASTA, DEGLI SCIACALLI PARLAMENTARI EUROPEA"""fateglielo pagare saporitamente E SENZA ( TAX FRY ) E CHE PAGHINO DI TASCA LORO"""!!!

Leo.1050

Gio, 10/03/2016 - 08:38

Aiutare la Tunisia? A nostro danno? E la qualità? E i problemi italiani per i quali ormai tutta la nostra agricoltura soffre da decenni e che ormai è in ginocchio, chi li risolve? Noi non siamo in grado di aiutare nessuno, non facciamoci illusioni, è ora che si smetta di fare appello al nostro buon cuore. Prima vengono gli italiani e poi, se c'è ancora spazio gli altri bisognosi, sempreché non sparino addosso a quegli autolesionisti che vanno in Tunisia a fare le vacanze!

luciano345

Gio, 10/03/2016 - 09:02

La dizione che compare, da anni, su certi tipi di olio a basso costo è"provenienza area mediterranea", quindi tunisia compresa

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 09:06

semmai dovrebbe avere la precedenza la Spagna aiutare un paese della Comunità, ma questa negra non ha ancora capito che il popolo italiano non ne vuole sapere di musulmani arabi negri primitivi africani e parassiti in Italia? all'infuori di certi politici corrotti e di un partito corrotto il quale pensa solamente a fare soldi alle spalle degli italiani?

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 09:06

semmai dovrebbe avere la precedenza la Spagna aiutare un paese della Comunità, ma questa negra non ha ancora capito che il popolo italiano non ne vuole sapere di musulmani arabi negri primitivi africani e parassiti in Italia? all'infuori di certi politici corrotti e di un partito corrotto il quale pensa solamente a fare soldi alle spalle degli italiani? ..

titina

Gio, 10/03/2016 - 09:07

xBebele50. sarebbe una buona idea, ma non ci contare. i politici sono razzisti verso gli italiani

Albius50

Gio, 10/03/2016 - 09:14

IL NOSTRO FUTURO "LA C..P SONO LORO"

franco-a-trier-D

Gio, 10/03/2016 - 09:25

ma è mai possibile avere al governo avere politici negri musulmani marocchini per di piu comunisti? Ma popolo mierdoso non hai un po di dignità un po di onore? TI FAI COMANDARE DA QUESTA GENTE, DAGLI ZINGARI E NON PRENDI PROVVEDIMENTI? le parole integrità fratellanza amore sono parole astratte lo vedete come rispondono loro a queste parole ed azioni? con coltelli furti spranghe machete come nella giungla terrorizzando la gente locale e il PD li divende ancora e voi stata a bestemmiare.Loro guadagnano milioni voi no.

alekskrm

Gio, 10/03/2016 - 09:52

stiamo attenti quando andiamo al supermercato,leggiamo bene le etichette la provenienza e comprare solo se siamo sicuri che e'olio italiano

buri

Gio, 10/03/2016 - 09:57

se lo dice la Kyenge è ina fregatura a prescindere e non merita di essere preso in considerazione

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 10/03/2016 - 10:09

Basta una legge in zero restrittivo per la vendiha dell'olio extravergine indicando i parametri di acidità e quant'altro serva a salvaguardare la qualità e la salubrità del prodotto.la qualità del vero olioexextravergine di qualità,meglio se veramente italiano. nopecoroni.it

archeosimo

Gio, 10/03/2016 - 10:35

Conosco molti produttori tunisini, e l'olio tunisino è di una qualità eccellente. Inoltre almeno sulle etichette sapremo esattamente da dove proviene, non come quasi tutti gli olii venduti a marchio italiano, nella stragrande maggioranza dei casi di proprietà spagnola, e fabbricati con olive provenienti dalla "comunità europea". Iamwolf lo ha mai assaggiato? O lo considera una schifezza solo perché nella sua testa associa squallidamente la Tunisia alle orde dei migranti che secondo il giornale si preparano ad invadere l'Italia?

Rossana Rossi

Gio, 10/03/2016 - 10:46

E il nostro governicchio usurpatore che conta come il due di picche ce lo mette in quel posto un'altra volta.... e noi ce lo prendiamo........e qualche pir.la sostiene ancora il pd al 30%........di cosa vogliamo parlare??????

archeosimo

Gio, 10/03/2016 - 10:46

è divertente come lo stesso giornale assembla due articoli diametralmente opposti : in questo si paventa la fine dell'olio italiano come conseguenza dell'apertura ad importazioni di quello Tunisino per aiutare il paese, in quello accanto si elogia lo stesso sdoganamento dell'olio tunisino considerandolo anzi come un gesto fin troppo piccolo per i bisogni economici della Tunisia (qui : http://www.occhidellaguerra.it/quando-la-primavera-araba-porta-solo-il-caos/). Complimenti per la coerenza.

Ritratto di echowindy

echowindy

Gio, 10/03/2016 - 10:48

IN BARBA AL NULLA DEL RENZISMO, CHE STA FACENDO EGOISTICAMENTE IL PROPRIO COMODO SENZA IMPEGNARSI TROPPO NELLE COSE CHE AVREBBE IL DOVERE DI FARE. SE VOGLIAMO PROTEGGERCI DALL’OLIO TUNISINO, DOBBIAMO COMPRARE SOLO IL “ MADE IN ITALY”. NON BISOGNA ASSOLUTAMENTE ASSECONDARE LE DERIVE INVIDIOSE DI BRUXELLES E DELLA COMPLICE GERMANIA NEI CONFRONTI DELL’OTTIMA QUALITA’ CHE CARATTERIZZA I PRODOTTI DI CASA NOSTRA!

gneo58

Gio, 10/03/2016 - 10:53

per Dreamer_66 - mi dica ma cosa ci fa lei allora su questo giornale se non le sta bene niente ? e poi lo sanno tutti come vanno le cose nei vari commerci. Io leggo bene le etichette e se non c'e' scritto che un prodotto e 100% italiano lo lascio sullo scaffale a cominciare da frutta e verdura. Preferisco poi spendere un po' di piu' ma favorire i miei connazionali.

Vera_Destra

Gio, 10/03/2016 - 10:54

Solita bufala allarmistica in chiave anti-UE di questo giornale. Per la prima volta, sono contento di leggere tanti commenti di persone che non hanno il prosciutto sugli occhi e scrivono cose sensate dopo essersi documentati. Un po' di olio me ne intendo (lo produciamo in famiglia) e posso confermare che difficilmente l'articolista avrebbe potuto concentrare in così poche righe tante fesserie.

Dumele

Gio, 10/03/2016 - 10:55

Il protezionismo e deleterio, in Italia c'e' già un mix di oli vari, ci stanno rifilando di tutto e di più i prodotti italiani per vincere debbono essere i migliori punto. Altrimenti ben vengano i prodotti altrettanto buoni e più economici

Raoul Pontalti

Gio, 10/03/2016 - 11:11

luciano 345 mi sai dire su quali oli (marca) hai visto la dicitura "provenienza area mediterranea" posto che a) tutti gli oli di oliva importati sono prodotti nell'area mediterranea, perché al di fuori di quell'area esistono solo di qualche rilevanza produzioni cilene, giordane e australiane peraltro non importate, e quindi siffatta dichiarazone è pleonastica e inutile, b) che non è tra quelle obbligatorie che indicano invece provenienza comunitaria, extracomunitaria o mista.

Ritratto di echowindy

echowindy

Gio, 10/03/2016 - 11:35

IN BARBA AL NULLA DEL RENZISMO, CHE STA FACENDO EGOISTICAMENTE IL PROPRIO COMODO SENZA IMPEGNARSI TROPPO NELLE COSE CHE AVREBBE IL DOVERE DI FARE. SE VOGLIAMO PROTEGGERCI DALL’OLIO TUNISINO, DOBBIAMO COMPRARE SOLO IL “ MADE IN ITALY”. NON BISOGNA ASSOLUTAMENTE ASSECONDARE LE DERIVE INVIDIOSE DI BRUXELLES E DELLA COMPLICE GERMANIA NEI CONFRONTI DELL’OTTIMA QUALITA’ CHE CARATTERIZZA I PRODOTTI DI CASA NOSTRA!

Vera_Destra

Gio, 10/03/2016 - 11:55

Riscrivo il mio commento, sperando che stavolta venga pubblicato. Articolo bufala, al solito quando si parla di Unione Europea. Per la prima volta, leggo con piacere molti commenti di persone che - evidentemente - non hanno il prosciutto sugli occhi e fanno un minimo di filtro alle stupidaggini lette su questo cosiddetto giornale.

momomomo

Gio, 10/03/2016 - 12:03

TUTTI SONO NOSTRI PARTNER, TRANNE NOI, CHE NON SIAMO ...NOSTRI PARTNER........

chebruttaroba

Gio, 10/03/2016 - 12:10

Ma abbiamo già tanti politici italiani stupidi, adesso il pd li cerca di qualità anche peggiore (sembrerebbe impossibile) fra gli immigrati. Il problema è che fanno tanti danni senza rendersi conto delle loro squalità intellettive.

chebruttaroba

Gio, 10/03/2016 - 12:56

Dreamer_66, ma leggi o no? Non è una bufala, è solo un sito governativo che cerca di fare digerire questa porcheria. Dagli incapaci governanti PD non può arrivare nulla di buono.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Gio, 10/03/2016 - 14:39

Siamo noi che acquistiamo e così facendo decidiamo la qualità ed il prezzo ,ovvero quanto siamo disposti a spendere per il vero olio extravergine italiano dop .quello vero e non figlio del tarocco. nopecoroni.it

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 10/03/2016 - 18:25

.gneo58: se vorrà avere l'accortezza di leggere bene l'articolo (non sono in molti a farlo) potrà accorgersi che la questione non verte sulla tracciabilità del prodotto ma su una presunta "invasione" dell'olio tunisino. Io ho semplicemente riportato un link che fa chiarezza sulla questione. Le consiglio di leggere anche questo anzichè limitarsi ai titoli gridati su questo giornale. P.S. Lei dovrebbe ringraziare noi "infiltrati" per la nostra presenza su queste pagine... oppure preferisce credere ciecamente a ciò che le viene propinato anche se palesemente falso?

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 10/03/2016 - 18:26

-gneo58: se vorrà avere l'accortezza di leggere bene l'articolo (non sono in molti a farlo) potrà accorgersi che la questione non verte sulla tracciabilità del prodotto ma su una presunta "invasione" dell'olio tunisino. Io ho semplicemente riportato un link che fa chiarezza sulla questione. Le consiglio di leggere anche questo anzichè limitarsi ai titoli gridati su questo giornale. P.S. Lei dovrebbe ringraziare noi "infiltrati" per la nostra presenza su queste pagine... oppure preferisce credere ciecamente a ciò che le viene propinato anche se palesemente falso?