La dottrina di Erri De Luca: giusto querelare (gli altri)

È la libertà di parola secondo un guru. Anzi, un paraguru

Erri De Luca in tribunale a Torino per il processo in cui è accusato di aver incitato il sabotaggio alla Tav

Ci aveva spiegato che «non si processano le opinioni», che non si bandiscono «le parole contrarie», che non si può incriminare qualcuno «per l'uso di un termine», che giammai avrebbe accettato di farsi «censurare o di ridurre la lingua italiana», arrivando a sventolare in aula l'articolo 21 della Costituzione, quello sul diritto a manifestare liberamente il proprio pensiero, paragonandosi con un pizzico di sovrastima a Gandhi e Mandela. E ci eravamo tutti stracciati le vesti - abboccando alla linea difensiva concordata da Erri De Luca col suo avvocato - per difendere persino il suo di pensiero, molto ambiguo e pericoloso, a difesa dei sabotatori che sfasciano i cantieri della Tav (lo hanno assolto). Tempo due settimane, e il poeta napoletano spiega meglio il suo pensiero: alcune opinioni si processano eccome, è consigliato portare in tribunale chi pronuncia certe parole contrarie (alle opinioni di Erri De Luca). Lo scrittore ex Lotta continua ha modo di spiegarlo quando gli chiedono se abbia fatto bene il sindaco De Magistris - che secondo Erri De Luca dovrebbe fare «almeno un secondo mandato», pure senza scomodare gli elettori - a querelare Massimo Giletti per aver detto in tv che «Napoli è indecorosa in certi punti, abbandonata» all'immondizia. Un'opinione forte ma legittima, almeno quanto quella di di De Luca per cui «la Tav va sabotata, le cesoie sono utili a tagliare le reti». È giusto querelare Giletti per un'opinione? Risponde il maestro napoletano: «Può servire la querela, per moderare i termini di chi si allarga troppo nei nostri confronti». Ecco, se uno si allarga, usa termini che non vi aggradano, querelatelo. È la libertà di parola secondo un guru. Anzi, un paraguru.

Commenti

marcomasiero

Ven, 06/11/2015 - 08:48

Giletti che non è un cranio ha semplicemente detto la verità !!! basta uscire dalla stazione centrale e andare verso piazza duomo a piedi per farsene un' idea !!!

bobo1943

Ven, 06/11/2015 - 09:22

poveri comunistucoli di basso intelletto

steacanessa

Ven, 06/11/2015 - 09:46

È comunista, può fare tutto ed il contrario di tutto. Provo pena per questo rancoroso "poeta" istigatore della violenza.

Cheyenne

Ven, 06/11/2015 - 10:04

de luca è un delinquente che quindi merita due premi nobel per la pace (in quanto aizza a devastare la tav) e per la letteratura (in quanto non ha mai venduto un libro). Giletti è un cxxxxxo si possono dire le cose senza offendere. Gli si potrebbe rispondere che specie dopo le oculate amministrazioni degli pidioti torino è diventata un fondaco come ho potuto constatare l'anno scorso dopo un ventennio che non ci andavo

Ritratto di ElioDeBon

ElioDeBon

Ven, 06/11/2015 - 10:11

De Luca chi? Il vecchio comunista rimbambito? Ma per favoreeeeeeeee

Ritratto di perigo

perigo

Ven, 06/11/2015 - 10:21

Facci si faccia assistere da un paio di periti dall'olfatto sopraffino. Magistratura politicizzata permettendo, vincerà di sicuro! Quanto ad Erri De Luca, noto fuoriuscito dalle "gloriose" fila di "Lotta Continua", organizzazione contigua al terrorismo rosso che ha insanguinato l'Italia negli anni '70 e '80, egli si è "espresso" aizzando la gente a sabotare la TAV. Eppure alcuni giudici hanno ritenuto non punibile il suo comportamento. Non vedo perché altri giudici dovrebbero punire Facci per qualcosa di infinitamente meno pericoloso. Anzi, di nessuna pericolosità, perché espressione legittima del pensiero.

redy_t

Ven, 06/11/2015 - 10:51

Mi stupisco che qualcuno si stupisca.Quelli come questo pseudoscrittore sono maestri incontrastati del doppiopesismo ed eccellono anche nello strabismo culturale e politico.A loro la parabola della pagliuzza e della trave, gli fa un baffo.

swiller

Ven, 06/11/2015 - 11:20

Vecchio rinco....

Libertà75

Ven, 06/11/2015 - 11:25

Ditemi di un qualsiasi esponente di sinistra che non sia afflitto da incoerenza schizzofrenica e forse voterò PD

giovanni PERINCIOLO

Ven, 06/11/2015 - 11:35

Dove sta la novità??? il concetto di "democrazia" dei trinariciuti non é mia cambiato, é cambiato il modo doi applicarla. Un tempo i dissenzienti li mandavano in Siberia a rinfrescarsi le idee, oggi, meglio di nulla, li querelano!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 06/11/2015 - 12:03

E' solo questione di immondizia. La cultura la morale e la politica vengono dopo. L'immondizia sostiene la malavita di bassa ed alta lega che ad alcuni conviene chiamare mafia camorra etc. La guerra decretata agli inceneritori, la utopica raccolta differenziata ed i gingilli a sole e vento ingrassano i criminali. Ne sono padroni. Gli Erri De Luca danno una mano come possono e ci fanno su solo qualche soldo. Amano la differenziata, i pannelli ed i ventilatori, odiano gli inceneritori e le TAV che sono capisaldi della odierna civiltà. Eccolo il punto, gli Erri De Luca non hanno una cultura da difendere, sono degli sconfitti, nessuno gli ha mai offerto del denaro e quindi adorano la morte dei ricchi la galera per loro e la loro disgrazia. Seguono solo le proprie utopie infantili. Sono pericolosi . Le idee non c'entrano niente. E solo questione di immondizia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/11/2015 - 12:51

De Luca è un ignorante. Tutti gli indici economici del suo protettore, il sedicente governo di sinistra, infatti la loro è solo un'occupazione abusiva di Palazzo Chigi, tutti gli indici economici dicevo sono assolutamente negativi, eccetto il prezzo del petrolio che commercialmente è favorevolissimo, ma umanamente insopportabile, perché pagato col sangue dei Cristiani sterminati dalle Primavere arabe scatenate dall'internazionale democratica. Ergo Erri è un brutto, sanguinario comunista da rottamare, ambress ambress, insieme all'okkupante Renzi coi suoi magistrati corrotti. Così non censuriamo la lingua italiana neanche noi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/11/2015 - 12:57

Sempre nel solco volto a "non censurare o ridurre la lingua italiana" confermiamo che le BR sono squallidi delinquenti. Erri de Luca non è forse un simpatizzante delle BR?

ghepardo50

Dom, 08/11/2015 - 22:31

in ottemperanaza al suo motto sulla libera espressione mi permetto di dire che erri de luca ha un brutto vizio, quello di non sapere di cosa stà parlando o meglio sa di cosa parla , ma non sa quel che dice. Certo che la sua onestà, con quanto asserisce nell'articolo, vacilla, fa acqua da tutte le parti