Como e la società civile Il centrodestra in testa con l'inventore del 118

Sabrina Cottone

nostra inviata a Como

A vincere a Como è la scarsa affluenza: il 49,12 contro il 60 per cento del 2012. Un crollo solo in parte spiegabile con la bellissima giornata e con le scuole chiuse, per cui qualcuno potrebbe aver deciso di andare al mare, rinviando la decisione al ballottaggio. E secondo le primissime analisi dei dati, potrebbe esserci qualche sorpresa. I due principali candidati sono il medico Mario Landriscina, inventore del 118, molto sostenuto dal mondo del volontariato, che parte favorito, e l'imprenditore Maurizio Traglio. Entrambi, civici, hanno scelto da che parte stare: il primo con il centrodestra di Berlusconi e il secondo con la sinistra di Renzi. Landriscina, in testa secondo i primi dati, è riuscito a mettere d'accordo sul proprio nome Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. L'outsider è possibile sorpresa è considerato Alessandro Rapinese, agente immobiliare, molto radicato in città, di famiglia di industriali comaschi, che raccoglie il voto di protesta di destra e sinistra in consiglio comunale da dieci anni, prima ancora che nascessero i 5 Stelle, che al momento sembrano fuori dai giochi.