Il computer che dominerà il mondo

Allo studio un elaboratore quantico che potrà gestire enormi quantità di dati e far evolvere l'intelligenza artificiale

Un super computer. È questa la promessa di Google e Nasa, che hanno appena siglato un contratto di sette anni con l'azienda canadese D-Wave Systems. La ragione sociale ha dato vita nel 2011 a D-Wave One , il primo computer quantistico in grado di risolvere problemi 3.600 volte più velocemente di un computer digitale. I lavori sono già partiti, dopo due anni di sperimentazioni andate a buon fine.

L'avveniristica proposta si basa sulle prerogative della meccanica quantistica, branca della fisica che si occupa dello studio delle particelle subatomiche e delle loro interazioni con l'ambiente. In questo caso però potrebbero anche essere sfruttate per potenziare, appunto, gli apparecchi digitali con cui abbiamo a che fare tutti i giorni. Se ne parlò per la prima volta alla fine degli anni Settanta, e i primi risultati furono ottenuti da Richard Feynman, Premio Nobel per la fisica nel 1965. Oggi siamo a una svolta e fra sette anni il sogno potrà divenire realtà. I retroscena del funzionamento di un super pc del futuro sono molto complicati, ma qualche piccola considerazione può essere fatta.

Prima di tutto i bit. Sono le unità di informazione in un circuito digitale, in un calcolatore o in un computer. Parafrasano il concetto di «stato binario», come on/off, sì/no, 1/2. «Le due posizioni (acceso/spento) costituiscono la quantità elementare d'informazione che può essere rappresentata su una macchina ed è chiamata, appunto, bit», ci racconta Gianfranco Balbo, professore di informatica presso l'Università di Torino. «Considerando otto bit insieme, si ottiene una sequenza che è nota col nome di byte e che può assumere 256 configurazioni diverse con cui si possono esprimere informazioni più complesse, come con le lettere di un qualunque alfabeto è possibile scrivere dei testi contenenti parole, date e prezzi».

Con i computer che verranno però i bit potrebbero cadere nel dimenticatoio per lasciare spazio ai qubit . Basandosi sulla meccanica quantistica e quindi sulle bizzarrie degli atomi e delle particelle subatomiche, aumenterebbero in modo esponenziale le possibilità di lavoro e calcolo. «Un computer di questo tipo sfrutta le leggi della meccanica quantistica, la teoria più raffinata che descrive il mondo che ci circonda. Così come un computer classico si basa sui bit, uno quantistico utilizza i quantum bit , o qubit , che possono essere contemporaneamente sia 0 che 1 ovvero, uno stato di sovrapposizione», spiega Stefano Olivares del Quantum Technology Lab presso il Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Milano. «In questo modo si può codificare ed elaborare molta più informazione contemporaneamente, arrivando a risolvere problemi difficilissimi anche per il nostro computer più potente. Un qubit è lo stato di un nucleo atomico, di un fotone o anche di un circuito superconduttore». D-Wave ha già dato vita ad apparecchi con più di mille qubits , ed è dunque sulla base di questi presupposti che Google e Nasa si sono affidati alla nuova avventura.

I costi sono esorbitanti e così le condizioni per proseguire nei lavori. 15 milioni di dollari, la cifra prevista e -273 gradi, la temperatura idonea per portare a compimento gli esperimenti. Siamo oggettivamente ai limiti della fantascienza. Ma un domani si potrebbero ottenere risultati eccezionali. Non solo di calcolo. Google potrebbe avvalersene per esplorare in un attimo una quantità eccezionale di dati, mentre in campo economico un computer quantico potrebbe scardinare dati criptati a una velocità mai vista. Si punta, infine, ad approfondire le potenzialità dell'intelligenza artificiale e a far comprendere ai computer, per esempio, il linguaggio degli uomini. Avvicinandoci sempre più all'ipotesi che un giorno anche le macchine potranno essere assimilate a un essere umano.

Commenti

epc

Mer, 30/09/2015 - 08:24

Un computer che permetterà di sviluppare l'intelligenza artificiale? Datene uno a Ignazio Marino, che ne ha assolutamente bisogno!!!

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/09/2015 - 08:38

Speriamo che una buona dose di questa intelligenza artificiale venga somministrata ai nostri politicanti di mestiere, che, di intelligenza, ne sono privi, specialmente a sinistra: proporrei dosi massicce a boldrini, kyenge, half-ano, renzi, marino in primis.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/09/2015 - 08:51

Chissà se sara possibile iniettare dosi massicce di questa intelligenza artificiale a personaggi tipo boldrini kyenge half-ano renzi marino.....

levy

Mer, 30/09/2015 - 09:07

Quando l'intelligenza arificiale ci dominerà, avremo la stessa capacità di ribellione che ha il bestiame quando non vuole salire sull'autocarro che lo porterà al macello.

Steven69

Mer, 30/09/2015 - 09:20

leggo "il concetto di «stato binario», come on/off, sì/no, 1/2". 1/2? ma come si fa a scrivere 1/2? Non si rileggono più gli articoli?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/09/2015 - 09:55

Se veramente trattasi di " intelligenza" seppur artificiale, propongo di utilizzarla al posto di nostri politici cialtroni e ladri, con l' indubbio vantaggio che farà meno danni di loro.

Luigi Farinelli

Mer, 30/09/2015 - 09:56

Un bisturi è utilissimo quando manneggiato da un chirurgo; ben diverso è se ad usarlo è Jack lo Squartatore. In un mondo sempre più nichilista che sta perdendo ogni riferimento morale non c'è da sperare molto per il futuro. Alain Bauer, gran maestro del Grande Oriente di Francia in un'intervista lo ha dichiarato chiaramente: " Noi massoni siamo per l'abbattimento di ogni remora morale e per la ricerca scientifica senza vincoli morali...e in Europa (e non solo) comandiamo noi." Del resto, vati del futuro mondo anti-umano e, poi, ultra-umano, sono già fra noi e stanno facendo piani per il futuro: nomi e cognomi ci sono già e il fatto che convergano verso questi programmi di creazione dell' "uomo nuovo" (al tempo attuale) e del "super-uomo-macchina" luciferino (in un vicinissimo futuro) ormai solo i più "distratti" anti-complottisti possono negarlo.

gianni.g699

Mer, 30/09/2015 - 09:57

Il dominio assoluto del mondo è vicino !!! ... se tutta questa gran tecnologia venisse usata a fin di bene !!! e invece , dominio , potere , controllo , sottomissione !!!

giumaz

Mer, 30/09/2015 - 10:31

Belle e veritiere le battute sul bisogno di intelligenza di alcuni politici, ma nessuno pensa al pericolo che comporta questo macchinario in mano a una impresa privata qual'è Google, che già ci spia dovunque e acquisisce dati su dati: la sua potenza spionistica sarà aumentata alla ennesima potenza.Passi che lo usi la NASA per le esplorazioni spaziali, ma un'azienda privata col vizietto di spiare tutto e tutti con la scusa di migliorare la nostra vita, proprio no!

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Mer, 30/09/2015 - 10:40

ho letto che il presidente del twittiglio ne ha ordinati 3 attingendo alle accise benzina sulla guerra di abissinia del 1936 e ritardando di altri 10 anni il pensionamento degli autonomi. Uno servirà per l'ufficio delle entrate per scovare i 140 milioni di evasione fiscale delle gelataie e delle vignarole che non fanno lo scontrino ai loro clienti. Un altro per sapere in tempo reale quanti saltafossi voteranno per il PD prima di ogni votazione. Ed un terzo per imbucare parenti ed amici tra lo staff tecnico ed impiegatizio.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/09/2015 - 10:50

Grandi intelligenze creano grandi cose ( se usate bene) Diversamente dai nostri politici ( l'elenco è lungo) che, al massimo, possono creare il supercomputer dell' ignoranza artificiale.

levy

Mer, 30/09/2015 - 10:52

Ci metteranno un microchip e un bel programma intelligente ci guiderà, dove e come il programmatore vorrà, io preferisco essere libero.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 30/09/2015 - 11:34

SkyNet si avvicina, i Terminator prenderanno il posto degli sciocchi umanoidi

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 30/09/2015 - 11:39

Parafrasano il concetto di «stato binario», come on/off, sì/no, 1/2. ------------------ Parafrasando il concetto sarebbe stato corretto scrivere 0/1 al posto di 1/2 anche perchè il sistema binario utilizza due soli valori appunto lo 0 e l'1

Ritratto di Loudness

Loudness

Mer, 30/09/2015 - 11:43

levy, quelli del PD sono già avanti visto che hanno un microchip innestato nel cervello che indica loro cosa dire, pensare, votare, fare... hanno già anche le risposte preimpostate e gli slogans di partito...

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 30/09/2015 - 12:06

@Loudness. Ha ragione e aggiungo che i PDroid hanno, di default, una versione 0.0 di software pre-impostato che andrebbe urgentemente aggiornato alla versione superiore 1.0 per risolvere gli infiniti " bug" di cui sono afflitti.

routier

Mer, 30/09/2015 - 12:26

Aldous Huxley e George Orwell avevano già previsto tutto questo nei loro romanzi, con stupefacente profezia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 30/09/2015 - 19:13

E il grande Dalla cantava:"TELEFONAMI TRA VENT'ANNIIII"!!!! Buenas tardes dal Nicaragua FELIZ

justic2015

Gio, 01/10/2015 - 01:16

Per sentito dire di qusta intelligenza gli e stata somministrata alla zingara, alla ministra di colore,all chirurgo all x sindaco di fi renzi non e cambiato assolutamente nulla ,mentre nello stesso periodo anche il ministro alla ......fano si e fatto iniettare e pare che ha avuto effetto positivo perche vedi gia il ponte di messina a tre corsie destra,sinistra e centro.