Comunali, il Pd in crisi a Milano e quarto a Roma

Secondo il sondaggio di Nicola Piepoli per Partito Democratico si mette male. A Milano Parisi è a un punto da Sala e a Roma Giachetti arriverebbe dietro a Raggi, Meloni e Marchini

Berlusconi ha riaperto i giochi e messo in crisi il Pd. Ora anche l’istituto di Nicola Piepoli fa crollare la certezza che Roberto Giachetti possa arrivare al ballottaggio e sfidare la candidata dei Cinquestelle Virginia Raggi, data per favorita col 27,5%.

Nel sondaggio, pubblicato su Affaritaliani.it, infatti, il secondo posto sembra una battaglia a due tra Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, appoggiata dalla Lega Nord e il “civico” Alfio Marchini sostenuto da Forza Italia. La prima sarebbe davanti col 20,5%, inseguita a stretto giro da Marchini indietro soltanto di mezzo punto (20%), mentre Giachetti, che tutti i sondaggi davano in seconda posizione, finisce quarto col 19%. Tutti gli candidati insieme raccolgono il 13%.

"Attenzione però – spiega Roberto Baldassari, Presidente dell'Istituto Piepoli S.p.A, - nel 13% di altri candidati quasi un terzo è rappresentato da Francesco Storace e che anche lui è in aria di 'panchina'. Chi riuscirà a canalizzare al meglio le forze sparpagliate del centro-destra? Probabilmente già la prossima settimana avremo un dato più assestato e lo scenario delle intenzioni più chiaro". Al momento la Raggi sembra non aver risentito del cambio di strategia di Berlusconi, mentre “Giorgia Meloni arresta apparentemente la crescita che stavamo registrando in queste settimane”. “L’ex Ministro della Gioventù aveva infatti fatto registrare una crescita leggera ma costante nelle preferenze dell'elettorato di Centro Destra", spiega Baldassarri. A Milano, invece, è testa a testa tra il candidato del Pd, Beppe Sala (34%) e quello di centrodestra Stefano Parisi balzato al 33%.La somma di tutti gli altri candidati insieme fa il 33%.

Commenti

cangurino

Sab, 30/04/2016 - 07:56

Da quando Meloni ha deciso di candidarsi, i sondaggi la confermano come la più pericolosa concorrente della Raggi. Non ci sono molti dubbi che le due andranno al ballottaggio. Il disarcionamento di Bertolaso potrà portare qualche punto percentuale a Marchini, non di più, perchè tanti ne prenderà da FI, tanti ne perderà. Chiaro che Meloni, dovesse perdere per poco, avrà motivi per rinfacciare a Berlusconi di aver regalato Roma ai 5 stelle e per aver rifiutato la candidatura di un'alleata di coalizione. Ora ex alleata, come Salvini, purtroppo.