Il Comune pagherà i funerali del terrorista che colpì Berlino

Sesto San Giovanni, popolosa cittadina industriale alle porte di Milano, dovrà provvedere alla bara e alla tumulazione per Anis Amri

Tocca al Comune pagare. Sesto San Giovanni, popolosa cittadina industriale alle porte di Milano, dovrà provvedere alla bara e alla tumulazione per Anis Amri, il terrorista di Berlino che nella notte fra il 22 e il 23 dicembre, ricercato in tutta Europa, è stato ucciso davanti alla stazione di Sesto nel corso di una sparatoria con la polizia, che lo aveva fermato per un controllo.

All'obitorio civico di Milano confermano che, a un mese esatto dal drammatico epilogo della sua fuga, la salma del ventiquattrenne jihadista si trova depositata lì (al costo di 11 euro al giorno) e ancora non si conosce con esattezza quale sarà il suo destino: dove, quando e come troverà sepoltura. Certamente non ci saranno cerimonie né si renderà riconoscibile la tomba del killer, anche per evitare che possa diventare oggetto di attenzioni particolari. Quel che è certo, al momento, è che sarà il Comune a dover provvedere alle spese necessarie. Dalla Tunisia, infatti, non è arrivato alcun concreto interessamento per la salma del giovane Amri. La famiglia, comprensibilmente molto scossa dall'accaduto, ha avuto un comportamento difficile da decifrare. I familiari lo avevano immediatamente «rinnegato». E poi hanno manifestato l'intenzione di recuperare le spoglie del giovane per dargli sepoltura nella sua città natale: subito dopo la sparatoria di Sesto, una radio tunisina aveva riferito che alcuni componenti della famiglia (che vive a 160 chilometri dalla capitale) avevano avanzato questa richiesta rivolgendo alle autorità locali anche un appello affinché sa rivelata «la verità sul coinvolgimento del loro congiunto nell'attacco di Berlino». In un'intervista rilasciata a un inviato di Rainews 24 il 28 dicembre, la famiglia parla ancora e manifesta cordoglio per le vittime della strage e solidarietà per i familiari. Nell'intervista-video, la madre spiega di aver «rinnegato» il figlio, ma si dice convinta che fosse indottrinato. E conferma la richiesta di riportare Amri in Tunisia. In seguito, evidentemente, questo passo non ha avuto alcun seguito concreto da parte della famiglia stessa o delle autorità tunisine, dal momento che il 4 gennaio alcuni giornali riportano la notizia che «nessuno ha ancora reclamato la salma di Amri».

In situazioni del genere, persone decedute in una via pubblica senza che i familiari abbiano mostrato l'intenzione di provvedere, è il Comune a doversi far carico delle spese. Lo prevedono le norme richiamate anche dal regolamento municipale di Sesto. Ne ha parlato ieri il settimanale locale Sestoweek, riportando anche le dichiarazioni del coordinatore milanese di Fratelli d'Italia Viviana Beccalossi, che come assessore regionale è stata incaricata dal governatore lombardo Roberto Maroni a porre in essere «azioni mirate al contrasto del radicalismo islamico» e si è occupata fra l'altro anche di Sesto come futura sede della moschea più grande della Lombardia, già progettata e approvata. Le spese a carico del contribuente all'esponente di Fdi non vanno giù: «Se la legge prevede questo - ha detto Beccalossi - in un caso del genere serve una deroga: la deroga del buon senso. E quindi, se qualcuno deve provvedere alle spese - ha avvertito - quel soggetto non può che essere il Paese di appartenenza, ovvero la Tunisia». «Il rispetto dei defunti per chi come me è cristiano è sacro - ha aggiunto l'assessore - ma ciò non può valere per un terrorista spietato».

Commenti

VittorioMar

Dom, 22/01/2017 - 11:37

...SOLO I FUNERALI e....I FAMILIARI???

aldoroma

Dom, 22/01/2017 - 11:54

paga il comune?? pagasse la sua TUNISIA

sergioilpatriota

Dom, 22/01/2017 - 12:26

Forse è meglio così: il ritorno dei resti in Tunisia, e il luogo della sepoltura, potrebbero innescare la nascita di un punto di riferimento per altri indottrinati. Meglio che ci pensi, anonimamente, il comune di Sesto. Alla fine, visto che sicuramente il regolamento comunale non permette di gettarlo in un contenitore per l'organico o per l'indifferenziato, non costa granchè scavare un bel fosso anonimo per terra, gettarglielo dentro e ricoprire il tutto in modo che neppure si possa più neppure rintracciare il posto.

killkoms

Dom, 22/01/2017 - 12:45

tocca mantenerli da vivi e da morti! p.s.,e magari qualcuno "pretenderà" la sepoltura "permanete" islamica,senza il riposizionamento dei resti mortali nell'ossario dopo i dieci anni canonici!

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 22/01/2017 - 14:46

Chissà se dopo questa batosta il comune sarà ancora dell'idea di erigere la moschea più grande della Lombardia, manco fossimo a Mosul.....se si,allora paghi e taccia.Io,se fossi di quelle parti,scapperei subito.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 22/01/2017 - 15:34

Eppure sarebbe cosi semplice, basterebbe BLOCCARE le importazioni di Olio dalla Tunisia!!! AMEN.

lambi65

Dom, 22/01/2017 - 15:43

crematelo e spargete le ceneri al vento! inviate la fattura alla Tunisia.

lorenzovan

Dom, 22/01/2017 - 16:17

solita polemica inutile...quando alle spese non provvede nessuno deve provvedere il comune..si trattasse pure di Jack lo squartatore o del mostro di Firenze

patrenius

Dom, 22/01/2017 - 17:18

Concordo, solo il funerale e ai familiari ascendenti, discendenti fino al sesto grado niente?

Mobius

Dom, 22/01/2017 - 17:30

Fosse per me, lo butterei nell'inceneritore della nettezza urbana.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 22/01/2017 - 17:30

al termovalorizzatore zero spese

moshe

Dom, 22/01/2017 - 17:32

fatelo pagare a chi vota PD !

bruco52

Dom, 22/01/2017 - 17:44

Più che normale, quando nessuno rivendica la salma, che sia il comune a provvedere alla sepoltura, senza orpelli. Una cassa di legno senza rivestimento interne ed esterno, una buca per terra e fra trent'anni riesumazione delle ossa, una cassetta di piombo e via all'ossario comune....solo umana pietà, quella che quest'assassino neanche sapeva cosa fosse....

Giorgio5819

Dom, 22/01/2017 - 18:02

Meglio pagargli il funerale che mantenerlo in carcere per anni con avvocati annessi, un ennesimo grazie ai nostri due poliziotti.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Dom, 22/01/2017 - 18:12

Che l'immonda carcassa del bastardo terrrorista islamico sia gettata fra quelle dei maiali.....altro che funerali!

steacanessa

Dom, 22/01/2017 - 18:39

La famiglia dell'assassino è "comprensibilmente commossa"? E le famiglie delle vittime come sono? Ma questo è il Giornale o la repubblica dei bolliti?

Raoul Pontalti

Dom, 22/01/2017 - 18:45

In base alla normativa vigente (il Regolamento di polizia mortuaria di cui al D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285) devono essere sepolti nel cimitero comunale "i cadaveri delle persone morte nel territorio del comune, qualunque ne fosse in vita la residenza" salva richiesta di diversa destinazione. I bananas sono dunque pregati di astenersi da esternazioni in carattere di espressione di loro di ignoranza, razzismo, coglioneria congenita, etc.

Linucs

Dom, 22/01/2017 - 18:51

Fatelo pagare ai sauditi.

Happy1937

Dom, 22/01/2017 - 18:54

Se fossi il Sindaco rifiuterei di pagare un solo Euro. Il funerale se lo paghino gli Imam , altrimenti datelo in pasto ai maiali.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 22/01/2017 - 19:17

-----già l'uccisione è sospetta---perchè chiude la bocca ad uno che ne avrebbe avute cose da dire---tutta la vicenda di berlino è sospetta in realtà-ed ora non lo volete manco seppellire?--quanto diavolo costerà mai un funerale rispetto ai soldi di buco che ogni amministrazione comunale crea?--hasta

Ritratto di scriba

scriba

Dom, 22/01/2017 - 19:25

E una via non gliela dedicano i leccapiedi del politicamente corretto (e sempre più idiota)?

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 22/01/2017 - 19:35

Bene, abbiamo una "sacra" carcassa di un pio shahid da bruciare assieme ad un cadavere di porco. Il tutto IN MONDOVISIONE giusto per far capire A CHI INTENDE che le sue 72 uri rimarranno disoccupate per l'eternità.

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 22/01/2017 - 20:03

CREMATELO NEL PIU' VICINO TERMOVALORIZZATORE INSIEME ALL'IMMONDIZIA!!!!!

alby118

Dom, 22/01/2017 - 21:06

Ma nessuno ha pensato a una splendida porcilaia ?? Sempre che i maiali non abbiano schifo a nutrirsi con un simile alimento.

Trinky

Dom, 22/01/2017 - 22:11

io le ceneri le manderei alla culona come regalo.........

ziobeppe1951

Dom, 22/01/2017 - 23:38

Pontalti..18.45...i cadaveri delle PERSONE morte...qui stiamo parlando di una BESTIA!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 23:42

Questo è troppo però. Oltre al danno, la beffa.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/01/2017 - 23:45

@Elkid - come al solito sono stati i servizi segreti, vero? Ma quelli di destra, vero? Quelli di sinistra non ne sapevano niente? Ma vai a dormire. Era soltanto un terrorista islamico radicalizzato, uno dei vostri amici, quelli che difendete sempre, a prescindere.

MelalavoDomenica

Lun, 23/01/2017 - 00:28

Ma a Novegro non c'è un inceneritore di rifiuti?? Non costerebbe nulla

dakia

Lun, 23/01/2017 - 02:49

io vidi la mamma due volte in TV che chiedeva gli rimandassero la salma del figlio, magari non sa a chi rivolgersi ma le nostre autorità sanno dove vive questa gente o no?Non avranno denaro e sperano riaverla così ma il comune di sesto, croce rossa,bianca o nera facciano il loro dovere, noi siamo cristiani e i morti li seppelliamo oppure stamo perdendo anche questo estremo atto di umanità?

rossini

Lun, 23/01/2017 - 08:26

In Cina, invece, fanno pagare al condannato persino il costo della pallottola con cui viene fucilato. Mi sa che hanno ragione i cinesi e che noi abbiamo torto.

Martinico

Lun, 23/01/2017 - 08:49

... gli state dando troppa importanza.