Confartigianato, Salvini lascia il microfono a Di Maio: "È di sua competenza"

Salvini all'assemblea del Confartigianato: "Per evitare che i giornalisti dicano che non andiamo d'accordo, lascio il microfono a Di Maio visto che è di sua competenza. A Milano dicono ofelè fa el to mestè, il pasticciere faccia il pasticciere"

"Per evitare che i giornalisti dicano che non andiamo d'accordo, lascio il microfono a Di Maio visto che è di sua competenza. A Milano dicono ofelè fa el to mestè, il pasticciere faccia il pasticciere. E' questa la regola che intendiamo rispettare". Così il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, nel corso dell'assemblea di Confartigianato, si è rivolto al ministro dello Sviluppo e del Lavoro.

Ma Salvini, prima di lasciargli la parola, ha voluto dare un breve saluto: "Ci tenevo a venire qui perché conosco tanti di voi. Faremo tutto per aiutare i piccoli, perché negli ultimi anni si è fatto tanto per i grandi. Vedremo di invertire questa tendenza anche perché sia il sistema del credito che quello politico aiutano quelli che non ne avevano bisogno e quindi vedremo di provare a rimettere in circolo linfa vitale tagliando un pò di burocrazia e riducendo il carico fiscale che è impossibile da gestire".

E ha aggiunto: "Stateci vicino perché non ci sarà niente di facile, però ripeto se fino a ieri si faceva tutto o quasi tutto per coloro che spesso non avevano bisogno vedremo di rimettere in cima quella che è la spina dorsale economica italiana che sono le milioni di piccole e piccolissime imprese. Viva l'artigianato italiano". Per quanto riguarda i risultati elettorali di domenica, invece, Salvini è stato molto chiaro: ​"Gli equilibri nel governo non sono cambiati. Con i 5 stelle si lavora bene, con concordia e coerenza. Chi vorrebbe vederci litigare dovrà aspettare anni".

Commenti

Liberalmimmo

Mar, 26/06/2018 - 13:24

Gli uccelli del malaugurio sono serviti. Tacciano le civette, i gufi e i corvi; cantino, invece, gli uccelli di buon auspicio.

aredo

Mar, 26/06/2018 - 13:46

Il gatto e la volpe della sinistra.. i due pupazzetti dell' Internazionale Socialista...

ziobeppe1951

Mar, 26/06/2018 - 16:28

Kompagno AREDO...ti andava bene Berlusconi col patto del Nazareno

papik40

Mar, 26/06/2018 - 17:08

PERFETTO Allora non parlare di Vaccini fai parlare gli scenziati!

Michele Calò

Mar, 26/06/2018 - 17:58

aredo da bagno# perché dimostrare ancora una volta la tua nullita'? Lo abbiamo capito da un pezzo, non c'è bisogno di dimostrarlo ogni giorno!

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mar, 26/06/2018 - 18:09

Vorrei commentare ma tutte le volte che parlo bene di DI MAIO mi bannano... il motivo l'ho già capito, vabbè me ne farò una ragione!!! L'importante è che i due si rispettino...... e che quel signore non tanto giovane non si faccia illusioni. ;-)

Giorgio1952

Mar, 26/06/2018 - 18:28

Salvini ha detto : "Stateci vicino perché non ci sarà niente di facile, però ripeto se fino a ieri si faceva tutto o quasi tutto per coloro che spesso non avevano bisogno vedremo di rimettere in cima quella che è la spina dorsale economica italiana che sono le milioni di piccole e piccolissime imprese. Viva l'artigianato italiano". Chi erano quelli che non avevano bisogno? Oggi invece con la eventuale flat tax si favorisce chi è più ricco rispetto ai meno abbienti, gli artigiani sono poi quelli che hanno sempre evaso e continueranno a farlo, provate a chiamare un idraulico, un falegname o un giardiniere la maggior parte incassa in nero e solo contanti.

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mar, 26/06/2018 - 18:57

@Giorgio 1952 - Alcune persone vedono un’impresa privata come una tigre feroce da uccidere subito, altri come una mucca da mungere, pochissimi la vedono com’è in realtà: un robusto cavallo che traina un carro molto pesante...Winston Churchill.