Confindustria boccia la manovra: "Aumenta il carico fiscale"

Gli industriali mettono in guardia il governo: "C'è il rischio di sprecare una fase favorevole". E sul Def: "Alcuni obiettivi non sono raggiungibili"

"Durante il percorso di definizione del decreto si è spesso sostenuto che la preannunciata correzione dei conti pubblici sarebbe stata conseguita ricorrendo prevalentemente a misure di contrasto all'evasione fiscale, senza incrementare la pressione fiscale sui contribuenti. Alla luce dei testi definitivi, invece, appaiono evidenti alcuni aumenti del carico impositivo". Nel corso di un'audizione sulla manovra di fronte alle commissioni Bilancio di Camera e Senato, il direttore generale di Confindustria, Marcella Panucci, si scaglia contro "l'inasprimento della tassazione per i comparti del gioco, che non ha ormai eguali in Europa, e del tabacco", e denuncia "la stretta su misure strutturali che interessano la generalità delle imprese, quali l'Ace". "Diverse sono le misure in materia di entrate - continua - ma il primo gruppo di norme che desta seria preoccupazione è quello che concerne gli adempimenti Iva".

Anche questa volta, è l'accusa mossa dalla Panucci, "si attinge in larga parte per conseguire gli obiettivi di riequilibrio strutturale dei conti pubblici". In particolare, la Confindustria lamenta il carico fiscale sulle imprese, facendo riferimento "ai più gravosi oneri procedurali per la gestione quotidiana della variabile fiscale (vedi il caso delle compensazioni); al sensibile vulnus alla liquidità delle imprese legato alle ricadute dei nuovi meccanismi di riscossione dell'Iva, cui non fa da contraltare una maggiore efficienza e rapidità dei tempi dei rimborsi, non più procrastinabile". Il governo, ha sottolineato la Panucci, "richiede, ora, una nuova proroga dello split payment e ne amplia l'ambito applicativo, con un intervento che desta non poche preoccupazioni: non possono essere sottaciuti, al riguardo, i riflessi che questa azione avrà sulla liquidità delle imprese, anche in considerazione dei tempi medi con cui l'Amministrazione fiscale italiana provvede al rimborso dei crediti Iva". Al riguardo Confindustria ricorda che, "stando agli ultimi dati forniti dalla Banca Mondiale, per ottenere il rimborso di un credito Iva in Italia occorrono mediamente 602 giorni, contro i 35 giorni della Germania e i 126 della Spagna. Il confronto è impietoso".

"Un percorso più graduale di risanamento può essere immaginato solo se concordato con la Ue in cambio di un rafforzamento del processo di riforme, sul quale pende, però, la spada di Damocle di un arretramento elettoralistico". Per il direttore generale di Confindustria, "il rischio per l'Italia è di sprecare un'altra fase favorevole di congiuntura internazionale e, se il quadro politico europeo si chiarirà, di essere colta impreparata al rilancio dell'integrazione dell'Unione". Nel corso dell'audizione alle Commissioni bilancio di Camera e Senato, la Panucci ha poi sottolinetao che "c'è un trade-off tra gli obiettivi indicati nel Def di forte riduzione del deficit, l'annullamento delle clausole di salvaguardia e misure di sostegno alla crescita. Qualcuno di questi obiettivi non potrà essere raggiunto".

Commenti

Giorgio5819

Mar, 02/05/2017 - 11:06

Questo governo di parassiti sociali deve essere azzerato, prima possibile.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 02/05/2017 - 11:19

pseudo-industriali, ricordatevi che padoan,con quella bocca (come da foto) può chiedere ciò che vuole!!

aitanhouse

Mar, 02/05/2017 - 11:36

Industriali ? ma perchè in questo paese esistono ancora gli industriali? forse sono quei pochi che ancora non sono riusciti a scappare via, a delocalizzare? e poi sono gli stessi che eleggono alla presidenza renziani doc? qualcuno dica a quei signori che i veri industriali, quelli che hanno tirato il paese fuori dalla rovina, non si sono mai raggomitolati ai piedi di governi o potenti,ma ne hanno sempre condizionato ed indirizzato decisioni e provvedimenti.

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 02/05/2017 - 11:44

alle Terme di Caracalla tutti gli...."conti" vengono a galla.

bruno baly

Mar, 02/05/2017 - 11:47

che confindustria critichi le tasse sul gioco e sui tabacchi ...... mi sembra il colmo. Cosa sono colluci con corallo fini tulliani etc ? pazzesco !

paolonardi

Mar, 02/05/2017 - 11:52

Si sono svegliati dall'ubriacatira per abuso del vino del contadino di Rignano e delle sue politiche fallimentari per il rilancio del mercato del lavoro.

giottin

Mar, 02/05/2017 - 12:09

Bisognerebbe distinguere gli industriali aderenti a confindustria ai quali queste cose stanno molto bene anzi dovrebbero essere anche più onerose, tanto a loro va bene monti, renzi, letta, gentiloni in quanto li hanno votati e gli altri ai quiali va tutta la mia comprensione sperando riescano ad evadere il doppio di quello che viene aumentato!

blackindustry

Mar, 02/05/2017 - 12:15

Ma che barzelletta e'??? Confindustria che critica i conti del governo che hanno contribuito a mettere su, dopo che hanno fatto la loro parte nel golpe del 2011 Contro il Presidente eletto Berlusconi... Confindustria sembra L'ONU, che dice di agire per la pace, e sorregge i giochi dei guerrafondai, prime tra tutte le dittature musulmane. Pagliacci ad uso e consumo di popolo ignorante (comunista).

il veniero

Mar, 02/05/2017 - 12:23

e ci è andata bene che la componente cgil e sinistra del governo non abbia imposto la patrimoniale ( furto di stato ) pesante ...ma ci arriveranno .

VittorioMar

Mar, 02/05/2017 - 12:23

..GLI INDUSTRIALI SI LAMENTANO PER AVERE QUALCOSA IN CAMBIO....I SINDACATI SOGNANO IL LAVORO CHE NON C'E' E CHIEDONO LA PATRIMONIALE .. .MA I PATRIMONI ITALIANI SONO RIMASTI POCHI E NON "EVADONO" AVENDO A DISPOSIZIONE AVVOCATI E COMMERCIALISTI...CHE QUALCHE SCAPPATOIA LA TROVANO !! ...MA ACCECATI ED ILLUSI NON VEDONO L'EVASIONE CHE INCONTRANO USCENDO DAL PORTONE DI CASA SUL MARCIAPIEDE O ..APPENA GIRATO L'ANGOLO !!!

vittoriomazzucato

Mar, 02/05/2017 - 12:30

Sono Luca. Il nuovo presidente di Confindustria Vincenzo Boccia tanto favorevole a questo Governo, ora andrebbe sostituito, cioè dovrebbe dare le dimissioni e permettere a Confindustria di avere un degno Presidente.

Ritratto di adl

adl

Mar, 02/05/2017 - 12:37

EPPUR NON SI MUOVE, non parla, forse respira...................... ...in attesa forse del prossimo fantasmagorico, fantascientifico, avveniristico, irripetibile 44.mo (????) TELEFIASCO ?????!!!!!!! Se fossi un confindustriale, prima di pagare la fee annuale per il massacro buro- fisco contributivo porrei la seguente domandina SEMPLICE SEMPLICE all'Ufficio studi: "ma non è che da quando è stato inaugurato il TELEFIASCO è iniziato il MASSACRO E LA DEBACLE IRREVERSIBILI ??????!!!!!!"

agosvac

Mar, 02/05/2017 - 13:13

"la manovra del Governo aumenta il carico fiscale", c'è da chiedersi: qualcuno aveva dubbi????? Questo Governo è figlio del Governo renzi che era figlio dei Governi precedenti che erano tutti di sinistra!!! Quando mai la sinistra ha diminuito il carico fiscale??? Del resto ricordo il ministro dell'economia del "caro"( non in senso affettuoso, ma in senso reale perché agli italiani è costato molto, molto caro) monti che andava vantandosi "tassare è bello".

Koch

Mar, 02/05/2017 - 13:29

Gli industriali (incluso Berlusconi), come al solito, fanno finta di attaccare questo governo, in realtà lo appoggiano coi loro mezzi di informazione: è la solita commedia per salvaguardare i loro interessi.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 02/05/2017 - 13:31

È il governo che piace a loro, spalleggiato da loro, che vogliono?

il veniero

Mar, 02/05/2017 - 13:53

ricorda lo stato ti frega . Sempre .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 02/05/2017 - 13:55

nelle robe vecchie di mio padre ho scoperto un libricino che spiegava l'imposta del 1959, IGE. 3% per entrate da vendite prodotti agricoli a commerciali e a industriali e pure al consumo, locazioni di beni mobili ed immobili e dell'1% per le entrate derivanti da qualunque attività professionale e prestazioni al dettaglio. Sono esenti da imposte, udite udite, gli interessi da impiego di capitale, stipendi, salari, pensioni, rendite vitalizie, vendite di immobili, titoli, ecc. Bene ora fate i conti di come ci stanno rubando oggi ed ancora non sono sazi. ...e diamogli tutto lo stipendio, i nostri risparmi e poi le abitazioni.

Rossana Rossi

Mar, 02/05/2017 - 16:17

Che novità.....che cosa vi aspettavate, che le abbassasero? Solo il pifferaio fiorentino si gonfia il petto come un tacchino dicendo che le ha abbassate lui.......vorrei sapere dove........

giovanni951

Mar, 02/05/2017 - 17:09

ma come...li avete sempre sostenuti questi governi abusivi (non tutti voi) e adesso vi lamentate? a parte il fatto che vi lamentate sempre.

settemillo

Mar, 02/05/2017 - 17:55

Il PAROLAIO è stato promosso dai Kompagni Komunisti; ora l'italietta RESPIRERA' a pieni polmoni. Teniamoci pronti a saldare i conti; in poche parole NON cambierà niente ed il popolo la prenderà sempre in quel POSTO, vi lascio immaginare dove.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 03/05/2017 - 10:07

Mi chiedo se ha ancora senso fare questi articoli. Per l'Italia non c'è più speranza e il responsabile di questo ha un nome ed un cognome: Gianfranco Fini. Alla storia verrà ricordato come l'assassino d?italia.