Confindustria continua a tifare Sì: se cade il governo l'economia soffre

Boccia schiera gli imprenditori a sostegno di esecutivo e riforme

Roma - «Abbiamo deciso di votare Sì al referendum costituzionale per ragioni legate alla visione economica del Paese». Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, ieri a Roma nel corso di un convegno organizzato dal Foglio ha ribadito l'appoggio dell'associazione imprenditoriale al governo Renzi. Certo, i toni utilizzati sono stati meno apocalittici di quelli delle previsioni macroeconomiche di Viale dell'Astronomia dello scorso luglio, ma il sostegno a Renzi è deciso e convinto. «Il monocameralismo deliberante dà stabilità e la stabilità è una condizione prioritaria per noi». Se dovesse vincere il No, «non è che crolla il Pil», ma l'eventuale caduta del premier «sarebbe un cattivo segnale per il mercato e per lo spread».

Al dibattito ha partecipato anche il sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Tommaso Nannicini, che ha ascoltato con interesse le osservazioni del suo interlocutore. Il Sì di Confindustria, infatti, non è gratis. «È erroneo pensare che politiche a costo zero si risolvano i problemi», ha aggiunto Boccia sottolineando che se si vuole incrementare la produttività del lavoro, «servono risorse o non si fa niente. In pratica, gli imprenditori chiedono, soprattutto, detassazioni per i contratti aziendali e per gli investimenti. «Gli imprenditori hanno voglia di investire e credono nel Paese e il mercato ha bisogno di imprese che crescano per difendere le loro posizioni», ha chiosato Boccia tracciando una sorta di lista della spesa in vista della prossima legge di Bilancio.

Nannicini ha confermato che la prossima manovra interverrà sul salario di produttività (ossia gli sgravi sui premi di produzioni che potrebbero essere elevati fino ai 70-80mila euro di reddito annuo lordo) e sul superammortamento. La consonanza tra Palazzo Chigi e Viale dell'Astronomia non si limita a questi capitoli. «Se vogliamo restare un Paese industriale, allora dobbiamo decidere su quali settori puntare per essere competitivi», ha aggiunto Boccia tracciando una sorta di cronoprogramma dell'azione di governo riassumibile con la formula «più produttività più salari più consumi più Pil» e invitando a calibrare gli incentivi alla politica industriale. Boccia ha infine esternato il proprio sostegno alla posizione europea del governo auspicando un chiaro no all'austerity di modo che «la politica economica non vada in direzione contraria a quella monetaria». Per Renzi si tratta di un sostegno importante, ma assecondare imprese e sindacati per ottenere appoggio elettorale potrebbe, alla lunga, rivelarsi una scommessa perdente.

Commenti

canaletto

Mar, 13/09/2016 - 08:38

INDUSTRIALOTTI PIDIOTI. ECCO PERCHE L'ITALIA VA MALE. INDUSTRUALI DI SINISTRA PER COMODITA

Leonardo46

Mar, 13/09/2016 - 08:56

Comunista con i soldi, peggio della Marcegaglia. Difende solo i propri interessi, non quelli della associazione.

conviene

Mar, 13/09/2016 - 08:59

Per quale motivo dovrebbero cambiare opinione dal momento che tutti gli istituti economici nazionali ed internazionali nelle loro analisi sostengono che il no sarebbe un colpo tremendo per tutta l'economia italiana. Forse perchè Berlusconi li ha chiamati sudditi? Ricordate a Berlusconi che queste riforme le ha scritte lui con dopo averle chieste per 20 anni,Renzi le ha esaltate, fatte approvare in senato e poi la solita giravolta perché al Quirinale è stato eletto Mattarella e non un suo suddito

Ritratto di Situation

Situation

Mar, 13/09/2016 - 08:59

la Confindustria senza pudore (associazione para(_!_) per eccellenza) ha il Premier che si merita.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 13/09/2016 - 09:07

COSA CENTRA IL REFERENDUM CON L'ECONOMIA SOLO QUEGLI INUTILI DI CONFINDUSTRIA LO SANNO.

paolonardi

Mar, 13/09/2016 - 09:08

Boccia deve essere amico della nullita' Monti e cresciuto alla scuola dell'altra nullita' Gianni Agnelli. Tutti stesi come zerbini davanti al potente di turno per tornaconto personale in barba a tutte le teorie economiche non fiancheggiatrici della statalizzazione.

Ritratto di Turzo

Turzo

Mar, 13/09/2016 - 09:09

M A S S O N I !

Ritratto di Turzo

Turzo

Mar, 13/09/2016 - 09:09

SIETE LA SINTESI DEL NULLA, CONSUMATORI ABUSIVI DI OSSIGENO!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mar, 13/09/2016 - 09:11

confindustria sempre meno credibile stampella del giullare. a quanto pare l'economia ora va a gonfie vele.

Trinky

Mar, 13/09/2016 - 09:12

ovviamente quella banda di (dis)onesti amici del bimbominkia che è la Confindustria pensa solo alle proprie tasche e che gli altri si arrangino

paolonardi

Mar, 13/09/2016 - 09:12

II* Se cadesse questo governo di incapaci giovani dilettanti incolti, l'economia tirerebbe un grosso respiro di sollievo; si e' mai chiesto il Boccia per quale motivo le economie che non si riprendono sono quelle degli stati a guida sinistra, come il nostro?

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 13/09/2016 - 09:13

Questo conferma quanti ignoranti ci sono in giro soprattutto ad alti livelli.....per salvarsi la poltrona rinnegherebbero la propria madre!

giuseppe1951

Mar, 13/09/2016 - 09:24

Presidente, ma l'economia Italiana è già duramente colpita dalle politiche infantili di questo governo, lei vuole dare il SI a Renzi perche crede che la sua caduta si ritorcerebbe sulle imprese? ma lei vive in Italia? Mi meraviglio di lei che è un imprenditore e quindi conosce il lavoro. Lei Presidente, a mai chiesto al suo amico Renzi cos'è il costo del lavoro?

Fjr

Mar, 13/09/2016 - 09:34

Grosso autogol , se ne renderanno conto quando i giochi saranno fatti

PassatorCortese

Mar, 13/09/2016 - 09:36

se cade il governo non sanno piu a che "mamma santissima attaccarsi" e ora che gli imprenditori lo sappiano fare con le loro palle !

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Mar, 13/09/2016 - 09:42

MA LO CREDO CHE NON SI METTONO COTRO RENZI SANNO CHE LUI LI FORAGGIA ECCO DOVE SONO I POTERI FORTI

egi

Mar, 13/09/2016 - 09:45

Non siete Voi a decidere ma chi è sfruttato da voi, che portate le sedi legali all'estero, complici dei rossi ladri e anti italiani come loro.

SAMING

Mar, 13/09/2016 - 09:53

Boccia ha confewrmato la mia tesi che cioè la Confindustria è alleata al PD/PC e satelliti che puntano ad importare sottoacculturati che fra pochi anni costituiranno la loro base elettorale e per la confindustria manodopera a bassa prezzo. Infatti ha detto"più produttività più salari più consumi più Pil» E più produttivitè significa pagare di meno gli operai per prodotto finito.

linoalo1

Mar, 13/09/2016 - 10:02

Mi piace questo:abbiamo deciso!!!Ovviamente è un'ipocrisia!!!Sicuramente,Lui,voleva dire:ho deciso!!!Però,forse per timidezza o per non far prevalere la sua posizione di Capo,ha preferito non prendersi tutta la responsanilità della scelta e condividerla!!!

Giulio42

Mar, 13/09/2016 - 10:45

Confindustria dice SI perché è l'ultima speranza che ha per uscire dal baratro. Il mal Governo e le tasse stanno spingendo alla fuga le grandi aziende e il NO, vorrebbe dire paralisi ed azzeramento investitori.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 13/09/2016 - 10:46

..ragioni legate alla visione economica del Paese.." Vallo a raccontare alla tu' nonna. Le sole ragioni che vi muovono riguardano il vostro portafoglio ed i regali ricevuti dal bischero!

stancainside

Mar, 13/09/2016 - 10:46

Confindustria non fa gli interessi degli imprenditori, o meglio, li fa solo per i dirigenti della stessa associazione e i grossi gruppi. Sono stata associata per alcuni anni, soldi buttati, il loro unico pensiero è organizzare summit in -guarda caso- località molto rinomate in cui passano il tempo giocando a golf. Ah, dimenticavo, il giornale di Confindustria che non è buono neanche per incartare il pesce.

Libertà75

Mar, 13/09/2016 - 10:50

Io non sopporto le bugie, quindi voterò sì. In Belgio vi è per principio l'ingovernabilità e si sa come muoiono di fame. In Svizzera non esiste governo ma direttorio in proporzione alla rappresentatività democratica... e tutti sappiamo quale paese del terzo mondo sia la Svizzera. La storia insegna che laddove non c'è equilibrio tra i poteri democratici si finisce in derive totalitarie, in cui le scelte in campo economico possono essere positive (come durante il fascismo) o negative (come in molti paesi comunisti)

Ritratto di dlux

dlux

Mar, 13/09/2016 - 11:02

Anche loro hanno subìto il tracollo, di pari passo con la politica. Com'è bello fare l'industriale di sinistra col portafoglio a destra...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 13/09/2016 - 11:03

#conviene- 08:59 Anche la Brexit, nelle previsioni, avrebbe costituito "un colpo tremendo" per tutta l'economia...in primis quella inglese. Pare, però, che oltremanica le bottiglie di champagne stiano ancora andando a ruba.

vittoriomazzucato

Mar, 13/09/2016 - 11:46

Sono Luca. Non mi convince la posizione di Vincenzo Boccia. Votare per il Sì significa tenersi Renzi fino al voto del 2018 con dati sull'Economia negativi e Boccia deve ricordarselo. La caduta di Renzi alla vittoria del No non è prevista dal PD che troverà il modo per continuare a governare. E non credo che l'Italia risponderà negativamente al NO vincente. Non ha dimenticato che BERLUSCONI a questa riforma aveva già data una Vita nel 2006. GRAZIE

compitese

Mar, 13/09/2016 - 12:03

In Spagna il PIL cresce anche senza governo (forse cresce per quello!). La Confindustria non è in grado di occuparsi di cose serie. Organizzi convegni e ricevimenti!!

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 13/09/2016 - 12:08

Salve Direttore Feltri, tu sei come quelli che vogliono il SI al Referendum. I Commenti che non ti piacciono o che DENIGRANO il GRULLO Fiorentino per la sua incapacità a Governare non li trascrivi. Tu stai facendo ora quello che la CONFINDUSTRIA FARA' domani, quando passa il SI. Tu VUOI LAVORARE, questo è il TUO STIPENDIO, non ti PIACE, al posto tuo trovo CENTO a META' PREZZO. La stessa cosa dei PENSIONAMENTI. Tu vuoi usufruire di un PRIVILEGIO?. Vuoi andare in PENSIONE prima del PREVISTO? Bene io ti carico di debiti per VENTI ANNI. Se non ti piace Cari Feltri, mi puoi anche rispondere, conosci la mia mail.

tormalinaner

Mar, 13/09/2016 - 12:16

Confondustria invece di fare l'interesse degli imprenditori sostiene Renzi, questa è la politica del Presidente per avere vantaggi personali a discapito degli associati.

Libertà75

Mar, 13/09/2016 - 12:23

edit, quindi voterò no... che svarione hahaha

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 13/09/2016 - 12:44

Se il NO colpirebbe l'economia, e non ci credo, il SI colpirebbe la democrazia.

unosolo

Mar, 13/09/2016 - 12:53

.ruffiani , il NO non implica alcuna produzione ma solo ,se mai, la caduta di un amico .

Zizzigo

Mar, 13/09/2016 - 12:57

Confindustria pretenderebbe la botte piena e la moglie ubriaca... una volta gli industriali erano più simili agli artigiani e non giocavano con i soldi degli altri. Mala tempora currunt.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 13/09/2016 - 13:03

Il no colpirà la finanza e non l'economia, perché di chi si sporca le mani lavorando ci sarà sempre bisogno.

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Mar, 13/09/2016 - 13:09

Basta che questi idioti di Confindustria guadagnino soldi, poi il resto del paese può anche crepare. Con l'invasione in atto e la criminalità dilagante, mi sa che cominceranno a piangere anche loro.

Ritratto di alex274

alex274

Mar, 13/09/2016 - 13:12

Concordo con la sostanza dell'articolo. Votiamo sì.

agosvac

Mar, 13/09/2016 - 13:22

Ma dov'era Confindustria quando Berlusconi fece una riforma Costituzionale molto migliore di quella attuale??? Dov'era quando Prodi si attivò per bloccarla??? Come mai dice che ci vuole stabilità quando questo Governo non è stato in grado di creare una crescita stabile e continua??? Tra l'altro come può Boccia promettere investimenti in una situazione in cui le tasse crescono sempre di più e la produttività diminuisce sempre di più a causa delle tasse????? Ma questo Boccia dove l'hanno trovato? Sotto l'albero delle idiozie?????

agosvac

Mar, 13/09/2016 - 13:31

Egregia conviene, forse lei si dovrebbe sottoporre ad accurata visita psichiatrica!!!Ma lei ricorda la riforma fatta da Berlusconi??? Ricorda le differenze con quella fatta da renzi??? Si rende conto che se la riforma Berlusconi fosse stata approvata invece di essere boicottata dai suoi amici oggi l'Italia sarebbe un paese diverso??? Perché dire oggi sì ad una riforma fasulla quando si è detto no ad una riforma vera e ben fatta????? Le persone serie non si contentano di una brutta copia quando non ci è stato consentito l'originale.

Iacobellig

Mar, 13/09/2016 - 13:41

VINCERÀ IL NO!

heidiforking

Mar, 13/09/2016 - 13:51

Sarebbe un vero peccato arrestare questa economia che sta volando verso vette mai raggiunte !!! Riprova ne sia che la maggior parte degli industriali delocalizzano le loro imprese all'estero......Marchionne,amicone di renzi, docet...

geronimo1

Mar, 13/09/2016 - 14:08

Ehi industriali di sinistra con il portafogli a destra: sarete distrutti..... Voi ed il vostro protetto..... Fate pure la conta dei no e dei si'...... Sarete disintegrati....!!!!!!!