L'ospedale di Bagnasco paga la tv dei vescovi

Il cardinal Bagnasco, da presidente dell'Ente Ospedali Galliera, ha votato un finanziamento da 25mila euro a Tv2000, emittente che fa capo alla Cei, da lui presieduta

Conflitto d’interessi per il cardinal Angelo Bagnasco? Il presidente della Conferenza Episcopale Italiana presiede anche l’Ente Ospedali Galliera di Genova. E fin qui non ci sarebbe alcun problema se non fosse che, come spiega Repubblica, questo ente versi 25mila euro a ‘Tv2000’, l’emettente televisiva della Chiesa che fa capo a Rete Blu Spa.

Di quest’ultima società il procuratore speciale è l’ingegnere Lorenzo Serra che è anche nel cda dell’Ente ospedaliero genovese. Nel cda di Rete Blu è presente anche Massimo Porfiri, legato alla Nuova Editoriale Avvenire, alla casa di cura Santa Famiglia di Roma, alla Sant'Anna Policlinico ed a tante altre società della Chiesa Cattolica ed Apostolica Romana. Tv2000, dunque, è l'emittente del Vaticano o meglio della Cei tant’è che l'82% delle azioni di Rete Blu Spa appartiene alla Fondazione Comunicazione e Cultura della Cei, mentre l’altro 18% fa indirettamente capo a Porfiri. Repubblica rivela che nella seduta, durante la quale l’Ente Ospedali Galliera ha deciso di assegnare 25mila a Tv2000 era presente anche il cardinal Bagnasco, in qualità di presidente, e perciò era come se lui avesse votato un finanziamento a se stesso.

Nel merito quei 25mila euro servono a co-produrre 10 puntate del del programma "Il mio medico", dedicato all'informazione medica, alla salute e al benessere" e condotta da Monica Di Loreto. La trasmissione ospita diversi specialisti del "Galliera", che spiegano quali sono le eccellenze della struttura genovese, proiettate però nel Nuovo Ospedale. Il progetto è in cantiere da 5 anni ma per varie ragioni politiche e giudiziarie è ancora in stand-by in Regione in Comune. Il consiglio di amministrazione scrive nella delibera che"La produzione potrà essere usata dall'ente in sede locale ed il costo del progetto (25mila euro) sarà finanziato con il fondo dedicato al Nuovo Ospedale, costituito essenzialmente dalle somme derivanti da lasciti e donazioni".

Commenti

ziobeppe1951

Mar, 17/05/2016 - 13:23

Fate quel che dico.....

cgf

Mar, 17/05/2016 - 14:30

[riproviamo] un ente può fare donazioni, quale è il problema? se sono regolarmente iscritte a bilancio... è sicuramente peggio ELUDERE ed usare le sovvenzioni per regalare le proprie copie al solo fine di autoreferenziarsi...

Beaufou

Mar, 17/05/2016 - 16:35

Mi spiegate dove sarebbe il conflitto d'interessi? Grazie.