Il consiglio utile

A rrivate a casa, dove avevate lasciato Fido in salute, e lo vedete tutto mesto, in un angolo del giardino. Non vi corre incontro, non chiede da mangiare, insomma, non è più lui. Non ci vuole molto per scoprire la causa di tanta tristezza. Un orecchio è diventato una sorta di bistecca e se lo prendete tra le mani è chiaramente gonfio, pieno di liquido. Quel liquido è sangue e la malattia che lo ha colpito è un comune otoematoma. Capita che, per un fastidio alle orecchie, un'otite, un piccolo corpo estraneo che si è infilato nel canale auricolare, il cane si metta a scuotere violentemente la testa e, con essa, le orecchie. Soprattutto nei cani che hanno «orecchie a sventola» (cocker spaniel), queste vengono sbattute contro un ostacolo solido. I delicati e sottili vasi del sottocute si rompono e si forma un evidente ematoma che provoca dolore e fastidio. Se avete un po' di coraggio, con un ago sterile di grosso calibro o un utensile a punta ben disinfettato, potete fare una rapida e decisa incisione spremendo delicatamente il sangue che ne uscirà copioso. Non servirà per evitare l'intervento risolutivo del veterinario, ma vi salverà la grigliata e farà dormire Fido senza dolore.