Conte ruba il microfono all'inviato de 'Le Iene': "Adesso la domanda..."

Conte esce dall'incontro con i cronisti e si "trasforma" in giornalista. La domanda all'inviato de Le Iene

Simpatico siparietto tra Giuseppe Conte e Giulio Golia. Per la prima volta, infatti, l'inviato de le Iene è passato dal ruolo di intervistatore a quello di intervistato. Tutto merito del premier che, con mossa rapida, ha rubato il microfono dalle mani della iena è si è messo nei suoi panni.

"Posso fare io l'intervistatore", domanda il presidente del Consiglio a Golia. Colto un po' di sorpresa, l'inviato de Le Iene prova a sottoporre al premier il quesito vero, cioè quello per cui è andato ad intercettarlo ieri sera all'uscita dell'incontro con i giornalisti minacciati dalle mafie. "Io volevo chiederle una cosa seria", ha provato a interromperlo il cronista. Ma il premier non ha voluto saperne. "Lei lo sa che stasera ero io l'intervistatore?", ha detto prima di rivolgere a Golia la famosa domanda: "Quale è il grande vizio della stampa italiana?". L'inviato de Le Iene ha riposto: "Rompere le scatole". E così ha potuto finalmente intervistare il presidente del Consiglio.

Commenti

cir

Sab, 24/11/2018 - 18:53

bravissimo CONTE , si fa anche cosi.i giornalisti sono pagati per fare domande , e sovente sono poco educasti . TU e chiunque altro sia non e' pagato per dare risposte a loro.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Sab, 24/11/2018 - 22:38

Scontro tra titani.