Conte va a cena da Juncker: il piano per evitare l'infrazione

Il premier a Bruxelles: "Non litighiamo, siamo amici". Ecco il piano dell'Italia per prendere tempo e "salvare" la manovra

Dopo la bocciatura, parte la mediazione. Giuseppe Conte è volato questa sera a Bruxelles per una cena con Jean-Claude Juncker in cui si discuerà della manovra economica e della - ormai scontata - apertura di una procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per debito eccessivo.

La palla è ora in mano al Consiglio europeo, ma il premier tenta la strada del dialogo per rimandare il più possibile il momento in cui l'Europa avvierà la procedura. "Non litighiamo, we are friends (siamo amici)", ha detto Conte stringendo la mano del presidente della Commissione Ue prima del vertice. Con loro ci sono il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, il vicepresidente della Commissione con delega all'Euro e alla Stabilità finanziaria, Valdis Dombrovskis, e il commissario agli Affari economici, Pierre Moscovici.

L'obiettivo è quello di negoziare a oltranza senza toccare le riforme. E senza toccare - il governo lo ribadisce da giorni - la stima del deficit al 2,4% del pil nel 2019. Il piano sarebbe quello di chiedere più tempo possibile, una sorta di moratoria di sei mesi prima che arrivino le sanzioni. Sperando così di avere già i primi effetti della manovra sulla crescita e di convincere così l'Unione europea della bontà dei provvedimenti messi in piedi dall'esecutivo. A cui si aggiungono un monitoraggio trimestrale delle misure, le privatizzazioni e l'attuazione ritardata di alcune riforme (quota 100 in primis).

"Confido che con il dialogo si possa evitare l'apertura della procedura", ammette Conte al termine della cena, "Non abbiamo discusso dei saldi finali, ma non c'è stata nessuna rinuncia alle riforme qualificanti del nostro programma di governo". In ogni caso quello di stasera "non è stato un incontro risolutivo", come ha spiegato lo stesso Conte. "Ma è stato un incontro che ha ribadito, nel rispetto reciproco, l'apertura di un dialogo che dobbiamo tenere aperto nell'interesse reciproco", ha sottolineato il premier, "Entrambi abbiamo convenuto che i toni devono essere mantenuti bassi, questo può contribuire ad abbassare lo spread. L'Italia mi sembra che abbia dei fondamentali così solidi che non c'è assolutamente nessun rischio Grecia, mi sembra fuori luogo".

Il dialogo resta aperto, insomma. Anche per volontà di Bruxelles. Ma la strada è ancora in salita: oltre che la Commissione, Conte e Tria dovranno convincere soprattutto i leader degli altri Paesi membri. Per questo Conte annuncia "già da domani" e "nelle prossime settimane" incontri con gli altri partner europei. "L'Italia offre un atteggiamento costruttivo e la disponibilità a dialogare", ha detto il premier, "Già domani avrò degli scambi anche con gli altri leader europei. Dobbiamo mantenere aperto questo dialogo, dobbiamo continuare a dialogare", ha ripetuto Conte.

Al momento però il calendario resta lo stesso: verso fine dicembre la Commissione dovrebbe approvare ufficialmente la proposta per l'apertura di una procedura sul debito. A quel punto l'Italia avrà qualche giorno per cambiare rotta, altrimenti - a gennaio - il dossier verrà passato all'Ecofin per il via libera finale. Se la strategia di Conte avrà effetto, le sanzioni dovrebbero quindi arrivare non prima della metà dell'anno. E con le Europee di mezzo, il governo spera in un approccio più soft da parte dell'Ue, che non vorrà rinfocolare le spinte euroscettiche in campagna elettorale.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 24/11/2018 - 20:49

"Curalo" che non beva troppo!!!!lol lol.

Fjr

Sab, 24/11/2018 - 20:55

Eravamo due amici all’Eurobar che volevano intascarsi il mondo destinati a qualcosa in più che a un normale impiego in banca

stefi84

Sab, 24/11/2018 - 20:58

L'Italia sta cercando di prendere tempo, bisogna vedere se l'UE glielo permetterà. Spero che la cena non vada di traverso a Conti.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 24/11/2018 - 21:12

"Che cosa abbiamo, per cena?" Chiese la mosca al ragno che l'aveva invitata...

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 24/11/2018 - 21:13

Che abbia portato un paio di bottiglie di Centerbe?

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 24/11/2018 - 21:22

Speriamo levino il bicchiere a Juncker.Regards

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 24/11/2018 - 21:22

La foto parla chiaro. Conte ha appena detto a Junker che l'Italia vuole la botte piena e lui ubriaco.

Libero 38

Sab, 24/11/2018 - 21:28

L'avvocato delle cause perse e' andato a cena con juncker per leccargli il.....non per difendere l'italia e gli italianima per evitare di fare ancora figuracce di.....

vince50

Sab, 24/11/2018 - 21:33

Non sono affatto amici,appena possono e come possono inchiappettano chiunque.

Massimo Bernieri

Sab, 24/11/2018 - 21:34

Sta a vedere che dopo aver fatto la voce grossa,minacciato...accetteranno le correzzioni che vuole la Ue?Se ci sarà uno stop a tempi migliori per il reddito cittadinanza mi andrà più che bene.

Dordolio

Sab, 24/11/2018 - 21:35

Che foto! Due autentici compagnoni....Chi è riuscito a sbronzare chi? Le bottiglie. Vogliamo la lista delle bottiglie....

investigator13

Sab, 24/11/2018 - 21:37

ridete ridete, mentre il popolo piagne….

Dordolio

Sab, 24/11/2018 - 21:39

Tiro a indovinare. Conte ha portato un otre di Brunello. O di Sassicaia. E Juncker è caduto come un caco nel tranello ordito dall'astuto e machiavellico italiano. "E più che l'amor potè il bicchiere"....

Una-mattina-mi-...

Sab, 24/11/2018 - 21:58

PROSIT!

oracolodidelfo

Sab, 24/11/2018 - 22:04

filospinato 21,22 - stavo sorseggiando due dita di ottima Bonarda. Mannaggia a lei! Mi ha fatto fare una risata tale che l'ho spruzzata sulla tovaglia!

oracolodidelfo

Sab, 24/11/2018 - 22:05

Dalla fotografia Juncker sembra già "allegro"....

apostata

Sab, 24/11/2018 - 22:18

la mano sulla spalla da juncker è approccio paternalistico non accettabile

robylella

Sab, 24/11/2018 - 22:45

Chissà che sbronza!

rokko

Sab, 24/11/2018 - 23:08

Sei mesi per verificare l'effetto della manovra sulla crescita ? Ma allora ci credono davvero che regalando soldi a chi non fa niente e pensionando in anticipo chi lavora si cresce. Non pensavo fossero così mal ridotti.

EchiroloR.

Sab, 24/11/2018 - 23:23

un'altra ubriachezza per Juncker

lavieenrose

Dom, 25/11/2018 - 00:29

ma per favore, non è che dileggiando Junker si risolvono i problemi dell'Italia, anzi

Egli

Dom, 25/11/2018 - 01:25

Sottoscrivo quanto scritto da lavieenrose.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 25/11/2018 - 06:28

La cena delle beffe.

Popi46

Dom, 25/11/2018 - 06:49

Negoziare ad oltranza. Della serie andar per farfalle. Ma sono proprio così sicuri che l’Europa accetti di essere presa per il naso dai furbetti del quartierino? Credo che sarà più probabile il cambio della manovra, con la marcia indietro sul reddito di cittadinanza e quota cento, le due proposte assistenzialiste che nessun contributo daranno alla cosiddetta “crescita”

HappyFuture

Dom, 25/11/2018 - 07:52

Sì, penso proprio che ci prendano in giro! E i primi a cadere nella trappola della presa in giro siete proprio voi media, chr allarmate mentre loro se la ridono.

VittorioMar

Dom, 25/11/2018 - 07:55

..il più "CATTIVO",malgrado il nome,è il Commissario DOMBROVS-KIS !!!

HappyFuture

Dom, 25/11/2018 - 07:58

Non ci sarebbe niente da ridere sullo stato dell'Italia. Ma se mantengono il programma siamo fortunati. Buona domenica

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 25/11/2018 - 08:10

Da emerito sconosciuto, si sta rivelando un grande diplomatico

HARIES

Dom, 25/11/2018 - 08:44

Dopo aver visto questa bellissima foto (complimenti al Il Giornale che le sceglie sempre appropriate) mi convinco sempre di più che i burocrati della UE devono restituire il maltolto al Popolo. E poi mandarli tutti in GALERA!

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 25/11/2018 - 10:56

Vedere questa Foto sembra di vedere quella di Cassibile con i due gaglioffi Italiani che vengono sbertucciati Dagli 'alleati'.