Conti della Lega, c'è uno spiraglio: "Possibile evitare il sequestro"

Il procuratore capo di Genova spiega che il sequestro dei conti è possibile se il Carroccio dovesse offrire garanzie, "come una fideiussione o un immobile"

Si apre uno spiraglio nel caso dei conti della Lega Nord sequestrati dalla procura di Genova a garanzia di 59 milioni di fondi pubblici che, nell'ipotesi accusatoria, sarebbero stati utilizzati in maniera impropria dagli ex vertici ormai alcuni anni fa.

Dopo l'incontro di ieri fra i legali del partito guidato da Matteo Salvini e il procuratore capo della città ligure pare che la questione possa risolversi, forse, senza una rottura netta. All'indomani della decisione dei magistrati genovesi il segretario del Carroccio aveva annunciato un'opposizione durissima, promettendo un immediato ricorso e proclamando l'astensione simbolica di una settimana dai lavori parlamentari.

Ora pare che il sequestro dei conti possa essere evitato. La chiave per perseguire questa opzione potrebbe essere trovata con la prestazioni di garanzie da parte di via Bellerio: "Per esempio una fideiussione o con un immobile, così potrebbero ottenere lo svincolo delle somme", spiega il procuratore capo Franco Cozzi. L'alto magistrato vuole così dimostrare la "piena consapevolezza" che negli uffici del Tribunale hanno "della funzione essenziale che un partito politico svolge muovendosi nell'ambito costituzionale."

Una dichiarazione che almeno in parte mostra di comprendere le ragioni di Salvini, quando il segretario della Lega si era detto indignato e furibondo per le conseguenze che un atto come il sequestro dei conti avrebbe avuto sulla dialettica partitica.

Le parole del pm peraltro sono state accolte con favore anche dal governatore leghista della Lombardia Roberto Maroni, che ha dimostrato di apprezzare la scelta di non prendere "una decisione politica per ammazzare la Lega". Ora tutto è rimesso alla buona volontà delle parti in causa. Più interlocutorio il segretario federale, che è tornato sull'argomento ieri sera a Porta a Porta: "Entro qualche giorno penso ricondurranno a normalità quello che non è nella normalità", ha auspicato Salvini.

Commenti

Marcello.508

Mer, 20/09/2017 - 11:13

Certi provvedimenti (simil orologeria) possono avere un significato politico e non è la prima volta che accade (non questo ma di altra tipologia). Mi auguro prevalga il buon senso, altrimenti - visto che la campagna elettorale sarà molto lunga - non si voglia realmente penalizzare in questo caso la Lega. Può piacere o meno ma la faccenda aveva preso quella discutibile piega e lo dico da non leghista.

VittorioMar

Mer, 20/09/2017 - 11:21

....PROPRIO ORA CHE QUESTA SITUAZIONE IMBARAZZANTE (PER I MAGISTRATI) STAVA PORTANDO VOTI ALLA LEGA ??.SALVINI : PUOI NON FARE COMIZI O PROPAGANDA ELETTORALE ..CI PENSANO LORO !!

qualunquista?

Mer, 20/09/2017 - 11:24

Se anche i magistrati dovessero presentare fidejussione per far fronte ai danni potenzialmente causati da certe sentenze, si renderebbe conto in primo luogo che una fidejussione non è poi così facile da ottenere, e in secondo luogo ha costi elevatissimi.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 20/09/2017 - 11:59

--i destricoli si son inventati sta barzelletta dell'orologiaio e la tirano fuori ogni tre per due a piè sospinto--la causa per appropriazione indebita soprannominata "the family" è giunta a sentenza di primo grado nel marzo 2017--ripeto marzo--circostanza nella quale i galantuomini bossi e figlioli più fantasioso tesoriere si son beccati i loro anni di condanna---già nella formulazione di quella sentenza era esplicitata la richiesta di blocco di beni a fini cautelativi--gli avvocati legaioli sapevano sin da marzo quello che poi sarebbe successo a settembre--ed in questo lasso di tempo non hanno cercato di trovare una soluzione -tipo beni immobili in garanzia e similari--ma hanno infilato la testa sotto la sabbia sperando fatalisticamente per il meglio--salvini cerca di sbraitare di meno e licenzia di più--visto che i legali del partito sono minus come il partito medesimo---swag

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 20/09/2017 - 12:27

Per i pm di Roma, dal 2008 al 2011 Luigi Lusi tesoriere Margherita si approprio' dei rimborsi elettorali e di alcuni finanziamenti del Pd. Francesco Rutelli scarico' l'ex responsabile delle casse margheritine..Nessun giudice blocco'i conti correnti del PD ma in compenso Lusi fu condannato a risarcire quanto rubato oltre a 7 anni di galera. Perche' con la lega e' diverso? chiedano a chi ha rubato, Bossi e Belsito e siano loro a restituire il maltolto.Un pizzico di accanimento politico e' fin troppo evidente e ricorrente.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 20/09/2017 - 13:00

Anche in questa vicenda Salvini da prova di saggezza perché fuori dal Parlamento va a visitare i terremotati abbandonati a se stessi dal malgoverno PDota.

Marcello.508

Mer, 20/09/2017 - 14:05

Elkid - "Il massimalismo che attraversa Md conosce articolazioni e, soprattutto, resta e resterà minoritario anche al suo interno. Le divisioni e le scelte di allora finiranno infatti per pesare nei decenni successivi sulle scelte e i percorsi professionali di molti di quei giudici che in quei primi anni settanta discutevano di abbattimento dello "Stato Borghese". Gli stessi che, vent'anni dopo, ritroveremo in uffici giudiziari importanti. Il Pci è il soggetto politico di riferimento "naturale" dell'ala maggioritaria di Md. Senese, Pacioni, Bruti Liberati, Veneziano, Caselli, Borraccetti, condividono non solo una sintonia politica con Botteghe Oscure, ma anche l'idea di un percorso gradualista che, sfuggendo a tentazioni avventuriste, abbia quale obiettivo la riforma di un sistema cqapitalista.." (Da La toga rossa pg. 30) 1 di 1 Cont.

peter46

Mer, 20/09/2017 - 14:31

elkid...rispondi al commento del commentatore delle 12:27,proprio quello sotto il tuo commento,dai!...The famely ha 'rubato' alla lega e non la lega ai contribuenti(e se ha rubato ai contribuenti lo avrà fatto come tutti i partiti per legge imposta da loro stessi)e semmai se c'è da sequestrare ci sono i beni 'mobili ed immobili' di chi quelle somme se li è 'introitati',case della gentile signora B comprese:che prendano quelle a garanzia... Malatesta,ottimo commento.NB:E quel magistrato(ma chic....?)se ne sta rendendo conto di essere stato 'precipitoso' interpretando ad c.....,se chi più in alto di lui 'prospetta' soluzione .Non dategli niente e 'occupazione' simbolica della via di fronte al p.zo di giustizia,a turno,fino alla risoluzione del problema.Salvo che Salvini non abbia 'rubato',da quando è segretario del partito, con Rixi a far da palo,l'elemosina del 2x1000 direttamente dalla Cattedrale di San Lorenzo in quel di Genova.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 20/09/2017 - 15:45

Che poi stiamo parlando di soldi che gli italiani, col 90,3% di preferenze, hanno votato di non dare più ai partiti ...

Marcello.508

Gio, 21/09/2017 - 14:10

malatesta - Ha ragione. Oltretutto la responsabilità penale è attribuibile solo ai singoli come da art. 27 della cost. e il comportamento tenuto oggi dai magistrati non è stato lo stesso del caso citato da lei. Ma il tosco questo "metro" lo applica a seconda delle proprie convenienze e, probabilmente, si farà male se c'è un giudice .. berlinese. Quanto alla accondiscendenza di certa magistratura militante, nel mio post ho specificato quello che scrisse il (fu) magistrato Misiani, auto definitosi toga rossa, nel suo libro scritto in collaborazione con il giornalista di Repubblica Bonini. Ancor oggi certi atteggiamenti politici non sono mi pare siano cambiati più di tanto.