Cooperative, sindacati e ministeri. La seconda vita di successo degli ex terroristi usciti dal carcere

Non solo latitanti: chi ha scontato la pena ha avuto nuove opportunità. Persino in politica e nel mondo delle università

«Sono felice che esistano Paesi come il Brasile in cui l'ergastolo non è contemplato». L'ex brigatista Barbara Balzerani si felicitava così nel settembre 2011 parlando della - buona - sorte capitata a Cesare Battisti. Non era l'unica a esultare. Sergio Tornaghi, esponente di spicco della colonna milanese «Walter Alasia» e mai estradato dalla Francia, qualche mese prima si era detto sicuro che il Brasile non avrebbe mai tradito l'ex terrorista dei Pac. E infatti Lula all'epoca negò la sua estradizione. Ora sembra che la parabola di Battisti possa vedere un epilogo italiano, ma il filo rosso di impunità, sberleffo, compiacenza e perdono che collega il nostro paese con gli ex terroristi non si spezzerà mai.

Quando siamo riusciti a far scontare qui la loro la pena, gli ex terroristi sono finiti poi nell'orbita di cooperative, Caritas, università, Rai, sindacati e ministeri. Quasi come una sorta di risarcimento sociale.

Qualche esempio? Roberto Del Bello, ex brigatista della colonna veneta, ha lavorato al Viminale come segretario particolare del rifondarolo Francesco Bonato. Pagato coi soldi dello Stato, lo stesso Stato che in passato voleva annientare. Maurizio Iannelli, uno dei componenti della colonna romana condannato a due ergastoli, dal 1999 ha iniziato a lavorare in Rai come autore di documentari impegnati e di programmi tv.

Sergio D'Elia, ex dirigente di Prima linea, è stato eletto deputato con la Rosa nel Pugno. La Balzerani ha lavorato con la coop «Blow Up» di Trastevere specializzata nell'informatica musicale e ha scritto alcuni libri, tra cui «Compagna luna» per la Feltrinelli. E nel 2013 a Messina proprio alla presentazione di quel volume dichiarava fiera: «Io non sono e non sarò mai un ex brigatista, sono sempre io con le mie idee. Nessuno può chiedermi di dissociarmi dalle mie idee. Nel libro racconto la mia storia e ammetto di essere colpevole di tanti reati, ma penso che ci siano tante responsabilità in quel pezzo di storia d'Italia».

Già, la storia d'Italia. Una storia ancora piena di lacune che gli ex terroristi non aiutano a colmare. Nel maggio scorso il deputato Pd Gero Grassi componente della commissione d'inchiesta sul caso Moro ha denunciato «la paradossale situazione di ex brigatisti che rifiutano un confronto con l'organismo parlamentare ma vestono i panni di conferenzieri negli istituti scolastici». Il riferimento a Renato Curcio, ideologo delle Br che ha girato l'Italia salendo in cattedra in scuole e università, non è puramente casuale. Stesso dicasi per Alberto Franceschini, cofondatore delle Br, o per Adriana Faranda invitata nel 2016 a partecipare a un corso di formazione per i giudici.

Gli ex terroristi insomma sono rientrati a pieno titolo nella società. Merito anche delle cooperative e della sinistra che li hanno aiutati nel reinserimento. Anna Laura Braghetti, la carceriera di Aldo Moro condannata all'ergastolo e ora in regime di semilibertà, ha lavorato nell'associazione di volontariato «Ora d'aria» vicina ai Ds e anche in un'agenzia del ministero del Lavoro.

Non si può non citare poi Silvia Baraldini, condannata dalla giustizia americana a 43 anni di galera per associazione sovversiva, che nel 2002 ha collaborato con la giunta Veltroni in Campidoglio come consulente sul lavoro femminile. Susanna Ronconi ha avuto consulenze da Asl, Comuni e dal ministro Livia Turco; Eugenio Pio Ghignoni, condannato nel processo Moro, lavora all'Università Roma Tre ed è stato segretario della Flc Cgil di Roma e Lazio. Tra gli ex di Prima Linea, Marco Solimano è stato consigliere dei Ds al Comune di Livorno e il fratello Nicola consulente della Regione Toscana per la nuova legge a tutela dei popoli Rom e Sinti. Per chiudere il cerchio ci manca solo che a Battisti venga assegnata pur una poltrona.

Commenti

nerinaneri

Mar, 10/10/2017 - 12:33

...questi, quanto percepiranno di pensione?...(così, tanto per soffiare un po' sul fuoco)...

santecaserio55

Mar, 10/10/2017 - 12:33

La lista dei terroristi NERI. E' sul prossimo numero

Atlantico

Mar, 10/10/2017 - 12:37

Ssssshhhhh ! Non svegliate Ferrara: lui non sa che esistono anche i terroristi di destra assunti a Roma, sia dal comune che nelle varie partecipate ai tempi di Alemanno !

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 10/10/2017 - 12:51

Credo che questi in uno stato democratico come Israele che guarda in primis la sicurezza dei suoi cittadini, questi esemplari sarebbero ricordati solamente nelle foto dei fu criminali assieme al collega Battisti

dagoleo

Mar, 10/10/2017 - 12:53

Se rientra in Italia vedrete che i DS una polrona gliela daranno di sicuro a Battisti. Del resto sono o non sono i migliori cittadini italiani? Portatori di una ideologia sana e rispettosa degli altri e delle libertà. Anche voi terroristi siete stati reintegrati nella società ed era giusto aiutarvi. Non siete voi gli sbagliati, siamo noi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 10/10/2017 - 12:54

Fa schifo specialmente la Caritas, perché la colpa di questa follia collettiva è da addebitare al Concilio Vaticano II che sdoganava l'invidia e l'esaltata lotta di classe, condannata da Dio mentre comandava di non desiderare la roba, la terra, la casa, gli animali o la donna d'altri. Dunque la sinistra italiana ha un motore spirituale demoniaco. Infatti il defunto don Gallo sembrava indemoniato. R.I.P.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 10/10/2017 - 12:54

Fa schifo specialmente la Caritas, perché la colpa di questa follia collettiva è da addebitare al Concilio Vaticano II che sdoganava l'invidia e l'esaltata lotta di classe, condannata da Dio mentre comandava di non desiderare la roba, la terra, la casa, gli animali o la donna d'altri. Dunque la sinistra italiana ha un motore spirituale demoniaco. Infatti il defunto don Gallo sembrava indemoniato. R.I.P.

curatola

Mar, 10/10/2017 - 12:55

con tutti i lestofanti di Stato,i faccendieri,i politicanti togati con licenza di ingabbiare non prendiamocela troppo con i missionari rossi e con gli anarchici,dovrmmo disprezzare gli astenuti menefreghisti e con i mafiosi e (secondo alcuni) persino ci preti sociopolitci,i pavifisti,gli ambientalisti e i scaldasedia, e con chssò quanti ancora.....

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 10/10/2017 - 12:57

Se hanno scontato la loro pena e non commettono più reati, il loro reinserimento nella società é meritorio e legittimo (e questo vale la pena precisarlo per chiunque sia stato condannato)

vaigfrido

Mar, 10/10/2017 - 12:58

Ai sinistrorsi ideologicamente ottusi suggerisco di pensare ai peccatacci vostri prima di mandare fumo agli altri . Di terrorismo sono piene le fosse sia di destra che di sinistra . Spero di non sentire balle tipo : sono solo compagni che sbagliano oppure che il fine era buono ma i metodi non erano all'altezza ... i terroristi non devono mai smettere di pagare la pena . E poi un D'Elia che fonda "nessuno tocchi caino " ...ma stiamo scherzando !

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 10/10/2017 - 13:01

Se, a suo tempo, queste individualità oltracotanti, in forza dei loro reati gravi, fossero state condannate alla pena superiore per antonomasia, ora non ci saremmo ritrovati con questo falso dilemma moralistico. Va da sé che ognuno è libero di costruire il proprio destino di immoralità come meglio crede, specie se dall'altra parte c'è una società civile corrotta e debole che permette ciò. E quella dei giornalisti che s'indignano è solo moralismo fasullo che può solo contemplare ipotesi stucchevoli. Insomma parole a vanvera: tipico di chi non è in grado di squarciare il subdolo 'velo di maya'.

cla_928

Mar, 10/10/2017 - 13:06

Meglio neri che rossi......(non sono a spese dello stato)

Arethusa

Mar, 10/10/2017 - 13:07

Ma che brutta vita che brutto mondo, i criminali e i farabutti ce la fanno sempre mentre le persone oneste schiattano! Ma se noi conosciamo nome e cognomi di queste facce da galera non possiamo sputargli addosso appena li vediamo ?

pilandi

Mar, 10/10/2017 - 13:08

@santecaserio55 quali terroristi neri? Quelli, per loro, erano patrioti votati alla causa! Tipo Carminati...

frapito

Mar, 10/10/2017 - 13:08

Insomma, oggi, per avere un futuro in Italia, basta fare un poco di terrorismo, non importa se di destra o di sinistra, basta che sia "altamente" ed "intellettualmente" ideologico. Diciamolo ai nostri ragazzi, invece di fargli perdere tempo dietro ai concorsi (fasulli). Un po di bombette, un paio di qua ed un paio di là ed il futuro è assicurato. Questa è la nostra Italia "civile" e "democratica".

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 10/10/2017 - 13:09

Battisti se ne stia dove è ed abbia l'assillo quotidiano di venire estradato in Italia. Almeno una pena la sconta. Il terrorista, vigliacco com'è, non si accorge neanche che la sua ansia in Italia finirebbe. Starebbe in galera 15 giorni e poi sarebbe assunto in RAI o in qualche Regione rossa.

Ritratto di niki 75

niki 75

Mar, 10/10/2017 - 13:19

Basandosi sulla situazione suesposta, assurda, ma ormai ben consolidata, c'è da augurarsi che Battisti resti in Brasile; almeno non dovremo assistere al verificarsi di ulteriori, simili, autentici scempi.

giancristi

Mar, 10/10/2017 - 13:23

Questi trovano stipendi con facilità. Il lavoro è un'altra cosa. C'è una lega di parassiti che protegge gli ex terroristi. Darci un taglio con le associazioni cattoliche, a cominciare dalla Caritas.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 10/10/2017 - 13:23

Caro vaigfrido il D'Elia credeva di essere un Padreterno quando pensava l'associazione a delinquere "Nessuno tocchi Caino".Il delirio di onnipotenza era diagnosticabile.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 10/10/2017 - 13:25

Chi ha occhi per vedere e testa per pensare lo sa da sempre che la divisione in gruppi e gruppuscoli, con una fantasiosa girandola di sigle con cui si fanno chiamare, è frutto delle faide interne tra gli eredi di Stalin; sono sempre ai ferri corti per chi deve comandare. VERSO L’ESTERNO DEL LORO MONDO IDEOLOGICO, PERÒ, SONO TUTTI PER UNO E UNA PER TUTTI. Purtroppo, in Italia soprattutto, c’è troppa gente convinta che la mentalità fascista – totalitarismo, culto della personalità, eliminazione delle opposizioni, bavaglio al dissenso… - si sia incarnata solo in Mussolini. La sua massima e piena realizzazione è in Lenin, Stalin, i bolscevichi e i comunisti (comunque si facciano chiamare per ingannare la gente). Povera Italia!

manfredog

Mar, 10/10/2017 - 13:25

..e certo, loro non sono mercenari (come Quattrocchi), loro sono delinquenti.. mg.

alkhuwarizmi

Mar, 10/10/2017 - 13:26

L'elenco a impressionante, a dir poco. Tutti, o quasi, inconsapevoli, mentre il comunismo è sempre lì, appena dietro l'angolo. Non è una sensazione rassicurante.

agosvac

Mar, 10/10/2017 - 13:36

Quanto leggo e cioè la nuova vita politica dei terroristi rossi, non mi meraviglia. Si sapeva che facevano parte integrante della sinistra italiana!!!

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 10/10/2017 - 13:36

---volevo fare una controlista degli ex terroristi neri che si sono benissimo reintegrati nel tessuto sociale occupandosi anche della cosa pubblica--tanto da bilanciare questo articolo di domenico ferrara fazioso a dir poco---ma ci rinuncio---son partito solo da roma e mi sono ingolfato subito in un elenco lunghissimo tale che mi occorrerebbero una decina di interventi per finirlo---certo è che l'attivismo di alemanno nel collocamento di roma non ha pari nella storia della nazione---swag

diesonne

Mar, 10/10/2017 - 13:38

diesonne i terroristri sono stati liberati premiati e promossi-vergogna ilm ladromdi gallina punito come sempre

Ritratto di orione1950

orione1950

Mar, 10/10/2017 - 13:38

Il mandante " dei compagni che sbagliavano" era il pci! Chiaramente i compagni non si abbandonano mai. Vi ricordate del compagno G? Non mi risulta che abbia pagato!

Egli

Mar, 10/10/2017 - 13:39

Io aborro in particolare Sergio D'Elia, segretario di Nessuno Tocchi Caino. Oggi come ieri il suo bersaglio è sempre lo stesso: lo Stato.

andrea45

Mar, 10/10/2017 - 13:41

Allora io que in quel periodo dal (65 al 71,) da studente universitario ho rispettato le leggi e le istituzioni, mi sento infinitamente superiore a queste nullità. Questi soggetti sono espressione di una borghesia che ha sempre dominato e che per altre vie vogliono ancora dominare (infatti sono a sinistra, dal PD e alla sua sinistra). Comunque non siamo un popolo ma solo un assieme di genti. L'illusione di essere un popolo è caduta con la fine della II grerra mondiale.

pasquinomaicontento

Mar, 10/10/2017 - 13:43

Cambia er maestro...la musica rimane sempre quella:-tale e quale a quella de quarch'anno fà, invecchiano i partecipanti,cambiano le note,e pure i balli,er Bolero, er Tango,la Rumba er Charleston vengono messi da parte pe' fà' posto ai Twistaroli,ai Rock-and-rollari,ar Cha Cha Cha,ar Waka Waka de Shakira,si evolve tutto,...pure i vecchi bombaroli,che a legge' l'articolo de Ferrara,sembra che l'anni de piombo,janno fatto più che bene, benissimo direi,ai partecipanti der vecchio mattatojo.Adriana Faranda invitata a partecipare a un corso di formazione di giudici,Maurizio Iannelli :-2 ergastoli...tanto per gradire da 18 anni bazzica fra le stanze della RAI,non certo per fare la comparsa,e tanti e tanti...erano anni di piombo, ner senzo che, cor piombo impallinavano tanti e tanti poracci...che mbè mejo lassà perde, nun se pò cambià gnente de quello che è già avvenuto.

puntopresa10

Mar, 10/10/2017 - 13:50

Questi poveretti, volevano fare la rivoluzione?Dalle facce tristi che hanno,cosa vuoi che riuscivano a fare,al massimo qualche attentatuculo,sono stati usati,poveretti dategli una pensione, iscriveteli anche all'anpi,così prendono anche quella da reduci.

Giorgio Colomba

Mar, 10/10/2017 - 13:53

Vogliamo parlare di Sergio D’Elia, già leader di Prima linea, divenuto deputato e finanche Segretario d’Aula in vetta a quelle Istituzioni che prima aborriva?

BENNY1936

Mar, 10/10/2017 - 13:59

Incredibile che dei vigliacchi - a volte assassini - riescano a fare queste cose. Saldare il conto con la giustizia è OK ma addirittura leggere cosa gli hanno lasciato fare scontata la pena, almeno a me, fa venire davvero la rabbia. Gli assassini e i traditori della Patria non si perdonano.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 10/10/2017 - 14:00

Stato totalitario di stampo leninista.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 10/10/2017 - 14:05

La giurisprudenza italiana tende a riabilitare chi delinque questi signori sono un ottimo esempio. Sarebbe più interessante fare un inchiesta per vedere dove sono finiti coloro che erano associati ad organizzazioni di estrema sinistra e di estrema destra che sono rimaste borderline rispetto al terrorismo , mi riferisco ad esempio a Potere Operaio, Lotta Continua ed altre sigle minori come i Comitati Antifascisti a Milano , in parecchi per quel poco che ne so sono finiti a fare gli avvocati o i magistrati, bizzarro per chi voleva fare la rivoluzione ed abbattere lo stato borghese essere andati ad occuparne in ganglio vitale di esso.

Fossil

Mar, 10/10/2017 - 14:12

Non tutti questi criminali hanno scontato la pena e non tutti si sono pentito,anzi. All'epoca intervenne la legge Gozzini e la dissociazione, che a taluni di questi conveniva perché ammorbidiva la pena. Molti erano stati condannati al - fine pena MAI- perché avevano ancge 4 ergastoli. Ora sono fuori a voler di quei diritti per i quali combattevano contro lo Stato,lasciando un'enorme scia di morti. Dove aver dilaniato l'Italia ora vogliono ciò che allora toglievano. Questa genia di criminali è fuori, ma le famiglie dei morti piangono ancora. Il vero fine pena MAI lo portano loro addosso, non questi criminali. Come disse Peci a suo tempo al generale Dalla Chiesa che ne raccolse la confessione, erano sicuri che il popolo sarebbe stato con loro ed invece il popolo non ne volle sapere. Me li ricordo bene quegli anni, la mia gioventù messa a dura prova...e ora sono tutti fuori. Tre poliziotti furono uccisi il giorno del mio compleanno. Come posso dimenticare?

Ritratto di mircea69

mircea69

Mar, 10/10/2017 - 14:23

Stupisce vedere che alcuni credano ancora alla favola della funzione rieducativa del carcere. Le parole della Balzerani mi tolgono ogni dubbio residuo.

DRAGONI

Mar, 10/10/2017 - 14:24

TRATTASI DI SOCCORSO ROSSO!!

sirio900

Mar, 10/10/2017 - 14:38

cla_928 ma ci credi a quello che dici? due per tutti chi mantiene manbro e fioravanti?

Fossil

Mar, 10/10/2017 - 14:41

Sono tutti ugualmente criminali, differenza non c'è.

INGVDI

Mar, 10/10/2017 - 15:29

Un semplice elenco con qualche attività di questi schifosi terroristi. Quasi fosse tutto normale. In realtà sale la rabbia leggendo l'articolo. E'il clima diffuso drogato dall'ideologia marxista che permette questo. Non meravigliamoci quindi se Battisti non verrà estradato, non lo vuole il governo, in gran parte impregnato di becero comunismo.

fabioerre64

Mar, 10/10/2017 - 16:31

elkid, da buon comunista, come al solito sei ridicolo... di pure che hai rinunciato perché non hai nemmeno un nome da inserire nella tua lista

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 10/10/2017 - 17:20

Nahum carissimo 12e57, il REINSERIMENTO lo posso capire, ma le PREMIAZIONI con posti come quelli menzionati NO!!! AMEN.

mork

Mar, 10/10/2017 - 17:55

sirio900, mi sa che sei tu quello che non lo sa....di sicuro non a "spalle" nostre

Ritratto di Nahum

Nahum

Mar, 10/10/2017 - 18:14

Herando45- non li ho scelti io e posso capire il problema ma è una questione trasversale che tocca tutti i partiti ... certo e che alcune nomine interpellano ma non sono le sole ....

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mar, 10/10/2017 - 18:27

Meditate gente!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 10/10/2017 - 19:31

solo in Italia abbiamo questa mxxxa.

anfo

Mar, 10/10/2017 - 19:31

elkid il solito compagno trinariciuto millantatore!MOAB

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 10/10/2017 - 19:33

elkid# Nessuno tocchi il soldato elkid. Non sa quel che scrive e non lo sa scrivere. Però è un vero spasso. Fa ridere, garantito. Anzi, se fosse pagato da qualcuno per il disturbo che crede di arrecare, si faccia aumentare il valsente. Lo merita.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 10/10/2017 - 23:28

----fabioerre64---un solo esempio ti faccio-il resto dei nomi te li farò piano piano--in modo tale che tu possa metabolizzarli-visto che proprio vivi nel deserto -nonostante l'età suppongo anche altina---il leader di forza nuova è un europarlamentare uscente --capisci?---europarlamentare---vai a vedere chi è sto tizio e studiati un pò di biografia di questo signore---pure lui ha una bella latitanza di un ventennio sul groppone-nella perfida albione-coperto persino dai servizi inglesi mi5 e 6---perchè devi sapere che i destri vengono coperti direttamente dai servizi---swag

Happy1937

Mer, 11/10/2017 - 07:24

Che Paese serio l’Italia. Con due ergastoli, invece di marcire in galera a vita come sarebbe giusto, ti assumono alla RAI e campi a spese delle Famiglie di quelli che hai ammazzato.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Mer, 11/10/2017 - 07:44

Per Nahum. Passi per la legittimità del reinserimento, ma, per favore, lasci perdere il "meritorio". Ci sono eserciti di cittadini per bene e che non hanno mai commesso reati in vita loro che certe pilotate "oppurtunità" non hanno mai avute, ne sognate.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 11/10/2017 - 08:56

Questa è la verità dei motti Comunisti, della metà del secolo scorso. L`esempio più deludente di questi comunisti all`italiana, è quello di ("di Battisti", militante dei PAC), ASSASSINI DI PROFESSIONE) che in tutti questi anni ha avuto aiuti da molte alte cariche dei comunisti di questo pianeta e tutt`ora dei democristiani all`Italiana, ( TRANNE CHE DALLA RUSSSIA, LA PATRIA DEL VERO COMUNISMO )!!! Comunque, tutto questo ci mette in guardia sui militanti delle "COOP ROSSE E DEI NO TAV", che i seguaci di Napolitano, come hanno fatto con le "BRIGATE ROSSE e i BRIGATTISTI DEL PAC", STANNO TRATTANDOLI COME DEI FUTURI PARLAMENTARI "CATTO-COMUNISTI", cioè Democristani!!!

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 11/10/2017 - 09:07

Finchè lo stato Vaticano, con la maggior parte delle sue alte cariche del Clero, si intromette nel governo Italiano, """VISTA L`INCAPACITÀ DEGLI ARROGANTI-NAZZI-COMUNISTI CHE GOVERNANO IL PAESE"""!!! Avremo e saremo un paese debole, dove MAFIE e DELINQUENZA, avranno il sopravvento.

Fossil

Mer, 11/10/2017 - 11:12

Elpirl fantastico docente,parlaci dell'amnistia Togliatti...

Blueray

Mer, 11/10/2017 - 16:48

Tutti egualmente colpevoli, terroristi, protettori e riciclatori dei primi.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mer, 11/10/2017 - 17:31

elkid# Il simpatico costui vuol paragonare il comunista Battisti condannato all'ergastolo per 4 omicidi accertati a un certo Roberto Fiore eurodeputato di Forza Nuova, fondatore, fascistoide e purtroppo mai condannato. Ma non ha il coraggio di farne il nome. Mafia e fascisti sono la peggior specie di bipedi che il paese abbia mai prodotto: insieme coi comunisti e quelli come il soldato elkid. I terroristi a busta paga pubblica sono solo quelli rossi.