La Corte dei Conti promuove il reddito di cittadinanza, Di Maio: "Entro il 2018"

Il cavallo di battaglia del Movimento 5 Stelle è stato avallato dalla magistratura contabile

Il reddito di cittadinanza si può fare. E a dirlo, questa volta, non è il Movimento 5 Stelle – che fa del sussidio una delle sue principali battaglie –, bensì la Corte dei Conti, che riconosce alla misura di matrice pentastellata di essere "un importante sostegno alle fasce più deboli". E così i 5 Stelle, Di Maio in primis, possono festeggiare l'endorsement.

Il leader pentastellato, infatti, ha rivendicato il tutto sui propri canali social dove ha scritto:"Finalmente il Reddito di Cittadinanza viene riconosciuto per quello che è: un diritto del cittadino. Non sono dei grillini a dirlo. Il Procuratore Generale della Corte dei Conti ha dichiarato che ‘Il reddito di cittadinanza è un diritto importante a sostegno delle fasce maggiormente colpite dalla recente prolungata crisi occupazionale. Un diritto che il Def ha voluto scevro da inutile e deleterio assistenzialismo, ancorato invece al mondo del lavoro; dunque un arricchimento con un nuovo diritto della cittadinanza, un significativo contributo a renderne partecipi anche le fasce di popolazione maggiormente in difficoltà’".

Di Maio accellera

Il ministro del Lavoro e vicepremier, ora, accelera, paventando la possibilità di introdurre il provvedimento già entro il 2018. E scrive ancora: "È un riconoscimento importante per la proposta che il MoVimento 5 Stelle porta avanti fin dalla sua nascita e che ora sta per diventare legge dello Stato. Si tratta di una misura urgente, di primaria importanza anche alla luce dei dati diffusi oggi dall’Istat che parlano del record di povertà dal 2005: ci sono oltre 5 milioni di poveri assoluti in Italia. Per ‘poveri assoluti’, l'Istat intende coloro che non possono affrontare la spesa mensile sufficiente ad acquistare beni e servizi considerati essenziali per uno standard di vita minimamente accettabile".

Infine, Di Maio tira la sferzata: "Non è più possibile andare avanti così e non c’è più tempo da perdere. Il Reddito di Cittadinanza deve partire subito!". Si scrive "subito" (tra l'altro scritto tutto in maiuscolo), si legge 2018?

Commenti
Ritratto di hardcock

hardcock

Mar, 26/06/2018 - 16:10

Che Di Maio cancelli anche l'assurda pretesa comunista che chi si sia visto riconosciuta una pensione sociale la debba spendere in Italia. Per i comunisti è meglio che gli italiani muoiano di fame in Italia pittosto che vivere decentemente all'estero. ASSURDO Mao Li Ce Linyi Shandong China

diesonne

Mar, 26/06/2018 - 16:13

EIESONNE LA CORTE DEI CONTI,CHE CONTEGGIA POTREBBE DARE IL REZA DDITO DI CITTADINANZA PRELEVANDO DAL SUO BILANCIO LA SOMMA PER IL PAGAMENTO

acam

Mar, 26/06/2018 - 16:15

la Corte dei Conti deve sapere che il reddito di cittadinanza puo essere a costo zero, se no i funzionari sono degli incapaci

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 26/06/2018 - 16:44

alla fine il 90% del reddito di cittadinanza andrà nelle tasche dei patani per che speso per i consumi, sommato alla flat tax che è il reddito di cittadinanza regalato al nord, alla fine quasi tutta la spesa per il r.d.c. e la f.t. partirà per il nord, come succede da 150 anni.

OttavioM.

Mar, 26/06/2018 - 17:32

Il reddito di cittadinanza se andrà a sostituire gli altri ammortizzatori sociali che non funzionano e vengono dati in cambio di nulla, potrebbe farci risparmiare, pensate a quanto costano il reddito di inclusione,la cassa integrazione in deroga e le case popolari. Il welfare ha bisogno di essere rivisto, ti aiuto in cambio di formazione e volontariato,appena lavori però non ti aiuto più. Invece la casa popolare è per sempre e noi paghiamo. In pratica il reddito di cittadinanza è quello che hanno in Germania e in Inghilterra e che chiamano reddito minimo garantito,questo si chiama di cittadinanza perchè è destinato ai cittadini italiani.

Duka

Mar, 26/06/2018 - 18:02

Ma se l'ex PADOAN ha sbavato per due anni che eravamo sulla giusta strada per il pareggio di bilancio. E.... il sig. Padoan è stato profumatamente pagato.

Ritratto di antonio4747

antonio4747

Mar, 26/06/2018 - 18:03

Salvini, per favore, stacca la spina a questo governo che ci porterà all'assistenzialismo di massa, tutti stipendiati a spese dello stato senza lavorare (penso che 8 ore alla settimana non possano essere considerate un lavoro). Inutile affermare che serve per reinserire nel lavoro i disoccupati, con l'attuale disastro dei Centri per l'impiego non si reinserisce nessuno. Prima che vengano ristrutturati e resi funzionanti la legislatura sarà trascorsa e allo Stato resterà un deficit ancora più alto di quello attuale.Salvini torna in te, perché tanto anche con i migranti non caverai il ragno dal buco, basta vedere gli ultimi sbarchi che questo Governo, dopo tanto rumore, ha autorizzato.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 26/06/2018 - 18:20

Conte deve chiedere a Salvini e Savona il permesso prima di parlare di economia, perché affermazioni come "Il debito frena la crescita" non appartengono alla terza repubblica dell'Italia sovrana e indipendente. L'attuazione del "Piano Savona" che prevede un taglio del 30% sul valore nominale (sono circa 700 miliardi) più l'azzeramento del debito in mano UE, ci consente di ridurre il debito a 1.300 con un semplice decreto legge (Borghi Aquilini: "si può fare in 5 minuti"). Ma non basta, una inflazione programmata e controllata al 20%-30% annuo (ibidem) ne brucerà il resto in pochi anni. E senza debito pubblico, fuori dalla UE, fuori dalla NATO, con il mercato russo aperto, PADRONI IN CASA NOSTRA e con la NOSTRA MONETA non ci saranno più freni alla crescita. Conte si informi, è il solo a non sapere del Piano, i mercati lo hanno già capito (i tassi sul BTP VOLANO! VOLANO!). Bene Savona, bene Salvini.

acam

Mar, 26/06/2018 - 19:52

non sto a riscrivere quanto gia detto un'ammortizzatore importante come quello in questione non deve essere per tutti e non deve gravare sulle spalle dei pensionati ma solo di chi lavora... all'estro ce ne sono molti esempi tutti piu o meno uguali. e basta piaglistei deve essere fatto seriamente e punire chi se ne approfitta