Così le liste civiche azzurre hanno spinto il centrodestra

Lo studio dell'Istituto Cattaneo conferma l'intuizione di Berlusconi: determinanti le formazioni apartitiche

Berlusconi, esultando, lo aveva detto già dopo il primo round: «Forza Italia è andata molto bene. Perché molto del voto azzurro è inglobato anche nelle liste civiche». Questo era il ragionamento fatto con i suoi più stretti collaboratori lunedì 12 giugno ad Arcore, dopo l'esito del primo turno delle elezioni amministrative. A maggior ragione dopo il secondo turno la sua analisi viene confermata da uno studio dell'Istituto Cattaneo che si è posto una domanda: «Dopo i ballottaggi chi ha vinto di più?».

Una prima risposta è facile: hanno vinto le coalizioni di centrodestra e di centrosinistra posto che il Movimento 5 Stelle ha fatto flop. All'interno delle rispettive coalizioni, tuttavia, come sono andati davvero i rapporti di forza? Chi ha spuntato, per esempio, il derby di centrodestra tra Lega e Forza Italia? L'Istituto Cattaneo non ha dubbi: né l'uno né l'altro, hanno vinto le liste civiche. «Analizzando nel dettaglio la coalizione di centrodestra - si legge nell'analisi - emerge chiaramente come nella maggior parte dei 159 Comuni superiori siano state le liste senza simboli di partito a ottenere il miglior risultato». Ecco un po' di numeri: sul totale dei 159 centri, in 63 casi la lista più votata è stata una civica, pari al 39,6%. E su 70 Comuni vinti dal centrodestra in ben 29 la lista più votata è stata una civica. A conferma del progressivo scarso appeal presso i cittadini dei partiti tradizionali. Insomma, a vincere le elezioni sono state le «liste apartitiche».

Nel braccio di ferro tutto interno tra Berlusconi e Salvini è vero che il simbolo della Lega è più muscoloso di quello di Forza Italia. Il Carroccio, sempre sui 70 centri vinti, è stato il partito più votato in 23 casi. Gli azzurri, invece, hanno prevalso sui cugini in 17 città. Sventola più alta di tutti la bandiera di Fratelli d'Italia nella sola Pistoia.

Attenzione, però: utilizzare soltanto l'esito del voto considerando il consenso al partito sarebbe fuorviante proprio perché non si tiene conto della maggiore forza in campo, sparpagliata attorno ai «civici», spesso difficilmente collocabili. Civici che, in ogni caso, sono ben più attraenti agli occhi degli italiani come ben sa il Cavaliere che in più occasioni ha puntato su di loro ragionando così: «Vinciamo quando presentiamo programmi concreti ma soprattutto quando scegliamo candidati credibili, espressione non del professionismo politico ma della società civile». La battaglia per la leadership del centrodestra tra Salvini e Berlusconi, quindi, è una partita che va giocata con un terzo, sovente indefinito, giocatore.

Altro elemento da non sottovalutare. Se è vero che la Lega ha prevalso, se si conta il numero dei Comuni conquistati, è anche vero che il consenso di Forza Italia è ben più omogeneo su tutto il territorio nazionale: il Carroccio fa il pieno al Nord ma al Sud arranca ancora. E alle politiche si vota da Gorizia ad Agrigento.

L'Istituto Cattaneo, poi, evidenzia come sia stata determinante l'unità del centrodestra. La radiografia del voto dimostra che nei 108 casi in cui la coalizione s'è presentata compatta, quest'ultima ha vinto ben 52 volte; è stata sconfitta dal centrosinistra 37 volte, da liste civiche 14 e dal Movimento Cinque Stelle 5. Quando invece il centrodestra non ha trovato la quadra è stato sconfitto in 20 casi dal centrosinistra, in 3 dal Movimento 5 Stelle, in 4 da liste civiche. Ha invece prevalso solo in 13 città. L'unità come valore primario, come spesso ammonito dal Cavaliere. Discorso inverso per il centrosinistra perché, laddove s'è presentato unito e allargato alla sinistra radicale, è stato sconfitto. Unito ha perso 56 volte contro il centrodestra, disunito soltanto 11 volte.

Commenti

Giorgio1952

Gio, 29/06/2017 - 10:24

Cramer mettetevi d’accordo su quello che scrivete, qualche giorno fa elogiavate il “metodo Berlusconi” tornato centrale ha ribaltato ancora una volta il panorama politico in Italia, ricordo che si trattava di amministrative locali si votavano sindaci, l’affluenza inferiore al 50% dei votanti e contavano soprattutto le persone candidate, che dovevano essere conosciute sul territorio. Questo conferma il risultato dello studio dell'Istituto Cattaneo : determinanti le formazioni apartitiche. “FI è andata molto bene” ma se non c’erano i simboli dei partiti sulle liste? Iinfatti “Chi ha spuntato, per esempio, il derby di centrodestra tra Lega e Forza Italia? L'Istituto Cattaneo non ha dubbi: né l'uno né l'altro, hanno vinto le liste civiche”. La Lega su 70 centri vinti, è stato il partito più votato in 23 casi, FI ha prevalso in 17 città. Di quale intuizione berlusconiana stiamo parlando?

peter46

Gio, 29/06/2017 - 10:31

Cramer...Se 'molto del voto azzurro è ANCHE...non concilia con 'così le liste civiche azzurre hanno spinto il cdx',e comunque... #stia sereno...se Adriano Romaldi o similia vorrà iniziare il trenino,verremo in tanti a sostenerla,ad Arcore,appena arriverà la convocazione per aver 'disatteso'(o incompreso,vah!)'il consiglio per gli acquisti'(?),diramato nel pre-elezioni.2 mesi,di 'LUI',a 'scorrazzare' per l'Italia,'videochiamate'(d'accordo,trasmesse nei momenti di relax dell'aperitivo promesso ai tanti 'prestatisi' proprio per 'quello')nelle manifestazioni di Fi,inviti 'richiesti' ed accordati in tv ad amici ed amicidegliamici,interviste financo a giornali avversari,che dico,nemici...e il 'valore aggiunto' della sua sola (e che 'SOLA' pensando a PA e LEcce)presenza in questa camp.elet?Gli ha 'smontato' sta teoria...se a vincere sono state le liste civiche e la faccia dei candidati delle stesse,si rende conto?(1)segue,o grazie lo stesso.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Gio, 29/06/2017 - 10:33

e vi ricordo che forza idioti è ormai all'8% cercate di mantenerlo se ci riuscite!!!!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Gio, 29/06/2017 - 10:41

Che gli "studiosi" del Cattaneo e tutti gli altri pirla nostalgici del vecchio satiro aprano gli occhi: senza l'inumana campagna elettorale di Salvini oggi i comuni d'Italia sarebbero tutti cattokomunisti! Ma davvero c'è ancora qualche babbeo, che crede in Berlusconi? A 81 anni e con tutte le storie di ammucchiate e mignotte veramente qualcuno pensa, che gli italiani gli diano ancora credito? A Genova, ad esempio, ha vinto la linea Salvini-Toti-Meloni, la presenza del Berlusca avrebbe solo rovinato la festa.

peter46

Gio, 29/06/2017 - 10:56

Cramer..."Sventola più alta di tutti nella sola Pistoia la bandiera di Fratelli d'Italia",ne è sicuro che solo a Pistoia?A l'Aquila ha vinto Berlusconi ed i suoi disastri?Se si è vergognato di candidare Bertolaso,anche,o...non era disponibile?Ha vinto uno, Gianluigi di nome,uscito 'imparato' idealmente e soprattutto 'moralmente' da anni di milizia in 'Casa Pound',ed accasatosi poi in FDI,con un programma semplice:"sveltire la ricostruzione pubbl" ingessata,nei 4anni del postterremoto da 5 leggi speciali + 21+25+ 51+62+73+152 fra direttive,atti,ordinanze e dispositivi di cui,fra gli altri anche il cdx al governo ha voluto 'abbondare'(c'era il calderoli delle 250mila leggi bruciate a cercare di recuperare?) +720 ordinanze comunali del csx al 'municipio'...metta un solo mattone senza scontrarsi con una di quelle disposizioni...e,per FI 'inconciliabile',sotto la supervisione dell'Autorità Naz AntiCorr uzione.Uno dalla faccia e...tasca pulita.(1)

peter46

Gio, 29/06/2017 - 11:13

Cramer..(2)"Sventola più alta la bandiera di FDI nella sola Pistoia" e malgrado Larussa...ed a Asti non è stata FDI il 1° partito?Sboarina o Allevi...non sono usciti dalla 'scuola missina' prima di accasarsi in FI?Perchè non ci 'illumina' su Fonte Nuova, certo anche Fonte Nuova(Roma):prec giunta di csx...al ballottaggio vince Piero(augurixoggiS.pietro)Presutti sostenuto da liste civiche+FDI e udite-udite,'trombando' gli avversari di Forza Italia,Noi conSalvini,apparentatisi al ballottaggio con la lista dei Fittiani di Direzione Italia,e liste civiche al seguito e non con FDI:per la 'coalizione',vero?

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 29/06/2017 - 11:42

Sì, Cramer, alle politiche si vota da Gorizia ad Agrigento, ma alle politiche non ci sono ne' liste civiche ne' ballottaggi! Silvio se lo scorda di ripetere i risultati delle amministrative, soprattutto con un sistema elettorale proporzionale! La verità è un'altra! Lui lo sa benissimo che non può mai vincere, quindi spinge per il proporzionale, dove nessuno sarà in grado di governare da solo, e aspira a diventare quello che per un periodo fu il suo grande amico socialista Bettino Craxi, che col suo 15% (risultato che sarebbe già ottimo per F.I.) era diventato l'ago della bilancia e, di fatto, deteneva il potere. Non so se glielo lasceranno fare.

VittorioMar

Gio, 29/06/2017 - 11:44

...APPOGGIO INCONDIZIONATO AL FEDERATORE TOTI...ANCHE DA UN TERRONE !!!

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 29/06/2017 - 12:10

"Se è vero che la Lega ha prevalso, se si conta il numero dei Comuni conquistati, è anche vero che il consenso di Forza Italia è ben più omogeneo su tutto il territorio nazionale...". E che vuol dire? Francesco, mi scusi, ma vince (prende più voti) chi propone un programma serio, sia a livello locale che a livello nazionale. La Lega ha un programma serio, semplice, capito e condiviso dalla maggioranza degli italiani. Forza Italia, invece, non si capisce cosa voglia perseguire. E questo grazie (si fa per dire...) al comportamento ondivago e tutt'altro che coerente da diverso tempo a questa parte. D'altronde i numeri non proprio esaltanti delle precedenti consultazioni ne erano la dimostrazione. E si ricordi anche che la maggior parte dell'elettorato di centrodestra è ancora alla finestra in attesa di capire...

investigator13

Gio, 29/06/2017 - 12:15

che analisi fare per approdare alle politiche? Il punto fermo è il programma da attuare in caso di vittoria. Uno dei grandi problemi da affrontare è l'invasione, forse il primo, poi tutti gli altri lavoro, tasse, fermare la globalizzazione che ha distrutto il ns tessuto produttivo. Insomma da questo punto di vista la Lega sembra avere idee molto chiare.

Pinozzo

Gio, 29/06/2017 - 12:33

Un applauso a Cramer, la direttiva del giorno era "insabbiare la netta superiorita' della Lega nel cdx" e lui ci ha provato meglio che poteva. Purtroppo per lui e' evidente che nel cdx a fare la voce grossa ormai e' felpini.

Giorgio1952

Gio, 29/06/2017 - 12:49

BenFrank la linea Salvini/Toti/Meloni vincente a Genova, non ha nessuna valenza nazionale. Travaglio dice “A Salvini non ho mai sentito dire una cosa sensata, ma soprattutto realizzabile, ecco perché penso che stia truffando gli elettori”. Un esempio per tutti la flat tax 15%, insostenibile in un paese dove metà di chi paga le tasse denuncia 15/16 mila euro e i dipendenti guadagnano più dei datori di lavoro. Borghi oggi ha fatto l’esempio tra limiti di velocità e tassazione, se i limiti vengono abbassati si penalizza quelli che li rispettano mentre chi li supera continua a farlo, invece abbassando la tassazione ne beneficia chi paga le imposte mentre quelli che evadono saranno disincentivati a farlo! Contraddizione macroscopica, perché se chi guida fregandosene dei limiti lo fa sempre, anche chi evade continuerà a farlo anche se si abbassano le aliquote! Borghi grande economista e mancato premio Nobel ex equo con Renato Brunetta

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 29/06/2017 - 16:12

Le liste civiche hanno fatto un utile servizio per la vittoria del CDX alle amministrative e di questo non penso che Salvini si dolga. E' però corretto affermare che complessivamente la lista Lega è stata più forte di FI. Berlusconi ha tenuto perché ha sfoggiato la massima fiducia negli alleati (Carroccio e Fdi). Di certo però nella Lega non è amato e, altrettanto certamente, se il Cavaliere si riavvicinerà a Renzi perderà ancora voti. Non consideriamo naturalmente i reietti che seguono Renzi e Grillo: la loro politica è dannosa per gli italiani e la nostra economia, cosa tanto evidente che non è neanche discutibile con gli ignoranti che li appoggiano in questo forum.

peter46

Gio, 29/06/2017 - 17:09

Giorgio 1952...sulla tassazione al 15% non ho avuto il tempo di pensare,ad occhio sembra assurdo che 'a botta' si possa passare dal 51%(ballerino,comunque)al 15%,però...stiamo sulla 'parabola' di Borghi,evitiamo i limitidivelocità che seguono andazzo italico= invece di renderti libera e sicura la strada che 'PAGHI' percorren dola,ti abbasso i limiti perchè non potendo toglierci di bocca il 300% in più di costo rispetto ad altri paesi ue,non rimane niente per rendertela sicura.E arriviamo alla tassazione.I paganti,detto o meno da Borghi,saranno avvantaggiati o no?Gli evasori...se gli si 'prospetta l'idea che se 'scovati'(comprando 'scavatori',certo) andranno al fresco...saranno,per loro 'convenienza','di-sincentiva ti a farlo o 'incentivati a non farlo',sempre per'loroconvenienza' ,o no? NB:Tu lo faresti se ti arrivasse multa da 500%,o anni di 'galera' rapportati all'evasione,ma mai inferiori 1anno?NB: D'accordo,con Borghi forse no,con Brunetta 'depenalizzatore capo' ...neanche.

gillette

Gio, 29/06/2017 - 17:56

senza scomodare l'istituto Cattane bastava andare sul sito e fare 4 conti della serva: LEGA batte FI alla grande. altro che liste civiche !!! In Tutti i comuni al ballottaggio la Lega ha superato alla grande Forza Italia (tranne pochi comuni e con pochissimo scarto. A differenza degli scarti (anche il triplo) della vittoria della Lega. CANTU 4.188 29,47 2.023 14,23 OMEGNA 1.022 16,11 468 7,38 LODI 2.730 14,22 741 3,86 MORTARA 2.108 34,46 732 11,96 e così via !!!