Accuse a Fedez per l'inno dei 5 Stelle. Grillo: "Vogliono intimidirlo"

Per Pedica (Pd) il testo vilipende il Capo dello Stato. Ma il Movimento non è d'accordo. Il deputato Di Stefano: "Dice quello che pensano tutti"

Ha suscitato polemica la pubblicazione del nuovo inno del Movimento 5 Stelle, messa online pochi giorni dal rapper italiano Fedez. La canzone, Non sono partito, è stata realizzata a pochi giorni dall'appuntamento del Circo Massimo e i suoi versi non sono piaciuti a Stefano Pedica, del Pd laziale.

"I 5 Stelle continuano a farneticare e ad attaccare il presidente Napolitano", ha scritto in una nota, denunciando "l'ennesimo caso di vilipendio al Capo dello Stato". Commenti che scaturiscono soprattutto da quei versi della canzone che parlano della trattativa Stato-mafia, chiedendo: "Caro Napolitano, te lo dico con il cuore, o vai a testimoniare oppure passa il testimone".

A rispondere lo stesso cantante. "Il reato di vilipendio implica un'offesa e gli unici a sentirsi offesi dalle istituzioni sono i cittadini", ha detto, chiedendo anche se "augurarsi che il Capo dello Stato si presenti spontaneamente a deporre" sia da considerarsi un reato.

Dichiarazioni a suo sostengno sono arrivate anche dal Movimento. Il deputato Manlio di Stefano ha risposto alle critiche che "Fedez dice quello che pensa ognuno di noi" e che "il presidente si sarebbe dovuto dimettere da tempo", ma un commento è arrivato anche dallo stesso Beppe Grillo: "Il Pd non cerchi di imbavagliarlo o di intimidirlo".

Commenti

husqvy510

Gio, 09/10/2014 - 13:41

Ma chi c...zzo e' questo qua?

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Gio, 09/10/2014 - 13:56

Ancora con sta stronzata del vilipendio al capo dello stato? Ma fatemi il favore. Poi che fedez sia uno stupidello in buona compagnia con grilloparlante... (tutte le minuscole non sono un errore)

aredo

Gio, 09/10/2014 - 14:17

Questo è l'ennesimo criminale di sinistra trasformato in un idolo. Sapesse almeno cantare. Non ci bastava il tossico Vasco Rossi.. la sinistra ne ha dovuti produrre tanti altri di tossici rendendoli famosi. In una vera democrazia i criminali come questo, Grillo, Casaleggio e tutta la banda di estremisti di sinistra lanciatori di molotov che è il Movimento 5 Stelle starebbero in galera vera a marcire con topi e spaccare le pietre.. di certo non in pensioncine ed alberghi di lusso con solarium che sono diventate le prigioni italiane in cui le coop bianche e rosse fanno i loro porci affari rubando soldi allo Stato, ai cittadini onesti e rendendo una pacchia "per la rendenzione" la detenzione in carcere ai criminali loro amici, che infatti in Italia sono anche felici di farsi arrestare così si fanno una vacanza pagata dal popolo italiano!

Gregor Samsa

Gio, 09/10/2014 - 14:45

Ma chi è Fedez? Non riesco a capire perchè il Giornale perde tempo a commentare le cazzate di uno che non sa probabilmente nemmeno che cosa è un accordo...(visto la musica che fa')....figuriamoci se può avere un'idea interessante sul Presidente della Repubblica. E' uno di quei piccoli impreparati arrampicatori e accaparratori di notorietà che violenterebbero il proprio cane per un articolo su qualunque giornale... all'altezza di grillo e i grillini....

redy_t

Gio, 09/10/2014 - 15:08

E mo', chi glielo spiega a Storace?

Anonimo (non verificato)

bombacchio

Gio, 09/10/2014 - 19:39

La gioiosa macchina da guerra inventata dalla sinistra contro Berlusconi sta avendo l'effetto opposto, dopo averla ben collaudata ed oliata e praticamente averla resa inarrestabile.......non sanno più come fermarla. Pare una barzelletta, come tutte le trovate dei comunisti, comuuuniistacciiiiii, provate con la classica frase: CONTRORDINE COMPAGNI !!!!!