Dai conducenti ai costruttori, gennaio di rivolta

Dopo Ncc e tassisti, in agitazione pensionati e numerose categorie. Già pronti mobilitazioni e sit-in

Roma - Pensionati, medici, costruttori, sindacati, enti no profit, tassisti e noleggiatori: si allarga il fronte della protesta contro il governo. Gennaio sarà un mese caldo, tra proteste, mobilitazioni e sit-in: l'onda di malcontento cresce e si abbatte su Lega e M5s.

La triplice, Cgil, Cisl e Uil, annuncia una manifestazione nazionale a gennaio. Mentre Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri e di Fondazione Cariplo, attacca dopo l'aumento delle tasse per gli enti no profit: «Negano il futuro ai bambini e applaudono. È una misura assurda, si va a tassare chi, come le fondazioni che erogano oltre un miliardo all'anno, cerca di fare del bene a bimbi e disabili». Il governo è ormai nel pallone. E il balletto sulla protesta dei noleggiatori lo certifica. Vara una misura restrittiva nei confronti degli Ncc, il cosiddetto «noleggio con conducente». Ma gli autisti protestano davanti alla Camera e ottenendo lo stralcio della norma. La responsabilità politica se la prende il leghista Massimo Garavaglia, sottosegretario all'Economia. Stralcio che fa infuriare i tassisti, che s'erano affidati al Carroccio per limitare l'attività dei noleggiatori. Stavolta, sono loro a scendere in piazza, bruciando le bandiere della Lega. E la maggioranza compie l'ennesima giravolta: nella notte il Cdm vara un decreto legge che introduce una nuova regolamentazione del servizio Ncc: la norma prevede che possano operare in ambito provinciale ma senza dover tornare sempre in rimessa. La deroga è prevista se nel «foglio di servizio» già sono indicate «più prenotazioni oltre la prima». Prevista in aggiunta anche una deroga per due anni per chi abbia contratti con società di altri territori, stipulati fino a 15 giorni prima dell'entrata in vigore del decreto. Per le sanzioni si prevede invece una moratoria di 90 giorni sempre dall'entrata in vigore del decreto. Previsto anche lo stop al rilascio di nuove autorizzazioni fino alla piena operatività di un nuovo «archivio informatico pubblico nazionale» che registrerà tutte le licenze anche dei taxi.

Pace fatta? Niente affatto. I noleggiatori annunciano una mobilitazione per il 27 dicembre a Roma. E sono in arrivo altre proteste. I pensionati hanno indetto una giornata di mobilitazione per il 28 prossimo davanti alle Prefetture: in tre anni la manovra di Lega e M5S sottrae 2,5 miliardi di euro dalle tasche dei pensionati, intervenendo nuovamente sull'adeguamento delle pensioni all'inflazione. In piazza contro la manovra scenderanno anche medici e costruttori. Saranno due le giornate di sciopero nazionale a gennaio.

Commenti
Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 24/12/2018 - 08:07

I noleggiatori non devono rompere gli zebedei, non fanno servizio taxi. Sono dei furbetti che vogliono una licenza taxi a costo zero. Uber e loro da mettere al bando.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 24/12/2018 - 08:14

arriveranno i gilet bianchi (dei tassisti) , ma dovremmo complimentarci con questo governo di balordi e continuare a insultare berlusconi? poveri italiani, ma quanto siete babbei ..... :-)

HARIES

Lun, 24/12/2018 - 08:46

E certamente, ora scende in campo la Camusso, dato che finora il PD&Co non sono riusciti a far saltare in aria il nuovo Governo. Questo dimostra quanto radicata sia la Casta sinistrorsa in Italia. Tutte le ramificazioni lobbistiche sono infiltrate ovunque ed hanno un solo scopo: mantenere il privilegio e il potere che la Casta Centrale elargisce a queste organizzazioni fraudolente. Sicuramente ci saranno riprese televisive in mondo visione e i media anti governo proporranno servizi H24. AVANTI POPOLO, ALLA RISCOSSA... BANDIERA ROSSA CAPPOTTERA'.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 24/12/2018 - 09:19

Per anni non si sono mossi ed ora si ritorna in piazza. Chissà perchè!

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 24/12/2018 - 09:38

evviva l'italia del "nessuno molla niente" , solo pretese.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 24/12/2018 - 10:02

Siamo tutti ansiosi di constatare quanti italiani seguiranno ancora questi delinquenti che hanno distrutto il Paese e gli italiani. Si perchè a prescindere dalle intrinseche capacità dei nuovi governanti i precedenti con sindacati, franceschiello e magistratura democratica, ci hanno veramente rotto ma tanto tanto.

Gio56

Lun, 24/12/2018 - 11:06

Gennaio mese caldo,tempo fa era settembre,domani sarà giugno. Mancano all'appello gli insegnanti perchè adesso sono in vacanza. P.s potete pubblicare il calendario degli scioperi,cosi' ci organizziamo?Piuttosto che scioperare il venerdi,meglio il lunedi' ma non di sabato.

VittorioMar

Lun, 24/12/2018 - 11:24

..come è sempre avvenuto in PASSATO !!..non c'è stato il SOLITO ASSALTO ALLA DILIGENZA e ..qualcuno è rimasto SCONTENTO...!!

SeverinoCicerchia

Lun, 24/12/2018 - 11:32

Bene, scioperino soprattutto i medici pubblici così risparmiamo qualche euro

LuPiFrance

Lun, 24/12/2018 - 11:40

Credono di essere in Francia? Guardate che i gilet gialli per prima cosa si sono smarcati da sindacati e partiti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/12/2018 - 12:24

Ma perchè? Rivolete i comunisti d iprima + i 5S che state contestando ora? Masochisti, dalla padella alla brace. E cuocete a fuoco lento. Ne riparleremo, e non negate poi che io ve l'abbia anticipato.

VittorioMar

Lun, 24/12/2018 - 12:45

..QUESTA MANOVRA E' CRITICATA DA TUTTI ?? ....VUOL DIRE CHE VA' BENE...!!

Macrone

Lun, 24/12/2018 - 12:46

Da morire dal ridere! In Francia i Gilet gialli vogliono cacciare i clandestini, in Italia manifestano per farli arrivare. Gilet Gialli targati PD e CGIL. Patetici!

filgio49

Lun, 24/12/2018 - 14:09

Meno male che i sindacati si stanno svegliando!!! Con Berlusconi al governo erano sveglissimi, un giorno si uno no c'era sciopero!!!!

roberto zanella

Lun, 24/12/2018 - 14:32

ADESSO FORZA ITALIA TIFA CGIL E COMUNISTI...COMPLIMENTI ...POVERACCI...

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 24/12/2018 - 14:52

Sindacati pagliacci venduti, quando hanno votato la legge Fornero hanno fatto perdere 4 ore di lavoro ai lavoratori con uno sciopero farsa e tutto è finito lì !!!!!

SpellStone

Lun, 24/12/2018 - 15:05

MA LA FOTO E' STATA FATTA NEGLI ANNI 80?

omaha

Lun, 24/12/2018 - 15:40

Ma se la manovra è stata azzerata, protestano per cosa? Il PD non è alla frutta è finito Nemmeno la Repubblica riesce più a sostenerli, con servizi su migranti, che sono sempre meno numerosi

Massimo Bernieri

Lun, 24/12/2018 - 15:44

Purtroppo in Italia non si fanno rispettare regole in tutti i campi tant'è che poi diventa una regola non scritta o consuetudine poi,quando qualcuno si ricorderà di far rispettare le leggi,succedono gli scioperi,rivolte ecc.

baio57

Lun, 24/12/2018 - 17:16

Ma sto leggendo Il Giornale o L'unità ?

Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Lun, 24/12/2018 - 17:40

Ma 'ndo cxxxo annate?Addetti al Meretricio con malattie trasmessibili Buon Natale !!!!!!!!!!!Frateee!non avete capito nu cxxx !!!!!!!1

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 24/12/2018 - 17:54

L'unico lavoro che riesce bene ai sinistri è non lavorare, ossia scioperare, sempre contro il nulla. Andate a lavorare lazzaroni.

lawless

Lun, 24/12/2018 - 17:54

alè, rieccoli! Questi non hanno fatto mai una cosa a favore dei lavoratori basta ricordare cosa è successo ad esempio nelle FFSS alitalia. Vanno alla grande solo i loro stipendi e pensioni....

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Lun, 24/12/2018 - 18:05

La "rivolta" contro il "senatore-sicario" e la vecchia "pupazza-fornero", entrambi incaricati dalla UE di fare strame totale degli Italiani, col kzz che l'hanno fatta i ciggielli della "pupazza-camusso". Il Sindacato sinistro, ridotto ai minimi termini, batte cassa. Quattro gatti, rossi e randagi. Sorry felini.

Trinky

Lun, 24/12/2018 - 18:33

Toh, via il governo sinistronzo ed ecco che la CGIL esce dalla fogna in cui si era nascosta......