"Dai migranti rischio contagio, vaccinare i bimbi in stanze diverse"

I cittadini preoccupati per eventuali contagi. E il sindaco di Domodossola propone stanze separate per vaccinare bambini e immigrati

"I bambini non vengano vaccinati nella stessa stanza dei richiedenti asilo". A lanciare l'allarme è stato il sindaco di centrodestra di Domodossola, Lucio Pizzi, preoccupato che i più piccoli possano essere contagiati dai migranti al momento delle vaccinazioni. Così ha preso carta e penna e ha scritto all'Asl proponendo di predisporre stanze diverse per bimbi ed extracomunitari. Una proposta che, però, ha sollevato un acceso dibattito scatenando anche alcune polemiche.

Il caso è arrivato sulla scrivania del sindaco di Domodossola perché segnalato da un cittadino preoccupato. E, come riporta Repubblica, Pizzi ha subito scritto al direttore generale dell'Asl della provincia del Verbano-Cusio-Ossola, Angelo Penna, per lamentarsi contro "l'uso promiscuo degli ambulatori per la somministrazione dei vaccini". "Nello stesso locale vengono vaccinati migranti richiedenti di protezione internazionale e bambini in tenerissima età - si legge nella lettera inviata dal primo cittadino - i bambini piccoli non hanno completato il ciclo di vaccinazioni e sono quindi esposti mentre i migranti non hanno alle spalle anamnesi che possano escludere situazioni di pericolo per la collettività, anzi sono spesso portatori di malattie contagiose".

Penna ha subito messo le mani avanti spiegando di non aver ancora letto in prima persona la lettera che gli è stata inviata da Pizzi, ma si è comunque premurato di assicurare che "non esistono rischi per la salute" e, al tempo stesso, di chiedere una relazione per avere il quadro della situazione. "Il mio compito è garantire la salute di tutti, bambini, adulti, residenti e immigrati - ha, poi, chiosato - normalmente ci sono sessioni vaccinali separate per i bambini e per gli adulti, o per il tipo di vaccino: non per la provenienza degli utenti di un Asl".

Commenti

gneo58

Mer, 27/06/2018 - 17:23

non ci vuole una scienza per capire che tutte le recrudescenze di malattie estinte in Italia da anni sono tornate grazie all'invasione ed e' anche per questo che spingono per le vaccinazioni a catena (oltre che interessi finanziari nascosti).

roberto zanella

Mer, 27/06/2018 - 17:39

Bravo il Sindaco di Domodossola , di FI , e che conosco . Tipo tosto che aveva già chiesto altri controlli sui Migranti presenti in quella Città . Ha ragione perchè le ASL hanno avuto sempre ordini dalle Prefetture di non divulgare le rali situazioni delle malattie trovate agli immigrati. Vi posso dire che donne andate a letto con questi neri si sa che si sono prese virus , bel gli sta ma tutto è stato coperto dalla omertà dovuta al rischio di denuncia ma confermatomi da funzionario ( amico ) ASL

Royfree

Mer, 27/06/2018 - 17:40

gneo58..è quello che dico da anni. Ma noi, siamo pecore. Mai il nostro Stato farà una stima di quante vittime innocenti ha causato direttamente e indirettamente questa mentecatta idiota accoglienza. L'unica consolazione e che la storia castigherà questa schifosa classe politica inetta e piegata ai poteri forti che ha devastato, peggio della seconda guerra mondiale, il popolo Italiano.

carlottacharlie

Mer, 27/06/2018 - 18:04

Ha ragione il sindaco. Volenti o nolenti dobbiamo accettare che portano malattie, lo dimostra il fatto che le debellammo tutte e, col loro arrivo 20anni fa, sono ricomparse alla grande. Diranno che siam razzisti e noi ce ne fregheremo, e se poi i cxxxxxi si ammalassero forse faremo festa.

uomodeimotori

Mer, 27/06/2018 - 18:22

Mi sembra normale buonsenso.

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 27/06/2018 - 18:29

Dai migranti rischio contagio ... ... ... SONO ANNI CHE SOSTENGO QUESTA TESI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Giorgio5819

Mer, 27/06/2018 - 18:34

Normale, minimo sindacale di buon senso...

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mer, 27/06/2018 - 18:46

Ha ragione! meglio prevenire, non nascondiamoci dietro a un dito, non si scherza con i bambini, queste persone possono essere portatrici di malattie.

Ritratto di MariannaE

MariannaE

Mer, 27/06/2018 - 19:03

questi invasori non hanno nulla da fare.... vanno in giro per le città 24 h....ed ovvio con un grande appetito sessuale....sempre pronti a sc..... ATTENTI DONNE E GAY AD ACCOPPIARSI CON QUESTI INVASORI MALATICCI !!!

ciruzzu

Mer, 27/06/2018 - 19:04

Ha ragione al 100% ma doveva capire che la ragione per chi non vuole capirla è fonte della solita campagna falsa denigratoria di chi se ne frega anche dei loro bambini.Invece di parlare di clandestini poteva dire , separare adulti dai bambini, e come si sa chi arriva sono quasi tutti adulti

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 27/06/2018 - 19:31

Anche questo va messo in conto al PD, ha reso precaria la Sicurezza Sanitaria Nazionale.

Ritratto di Evam

Evam

Mer, 27/06/2018 - 19:32

Infatti gli esodi sono una follia già solo dal punto di vista sanitario. Bisogna essere dei criminali per utilizzare il buonismo e la superficialità ponendo uno Stato e i suoi cittadini a rischiare conseguenze gravi e imprevedibili già solo dal punto di vista sanitario, (degli altri poi non ne parliamo)oltretutto per interessi occulti, da quelli finanziari a quelli di geopolitica ecc..

Drprocton

Mer, 27/06/2018 - 20:28

"...Una proposta che, però, ha sollevato un acceso dibattito scatenando anche alcune polemiche..." Scommetto chi ha scatenato queste polemiche. Solo gli imbecilli possono negare che è vero

Mannik

Gio, 28/06/2018 - 07:37

A quando gli autobus riservati ai "bianchi"? Ci rendiamo conto che è una specie di "legge razziale"? Siamo proprio allo sfascio umano.

MarcoRi

Gio, 28/06/2018 - 10:11

Anche negli asili e nelle scuole andrebbero separati preventivamente i bimbi provenienti da alcuni paesi a rischio, ma i buonisti lo chiamerebbero razzismo.