Dai vitalizi alle banche: la settimana decisiva per il futuro di Gentiloni

In Aula leggi da approvare prima delle ferie Rischio incidenti al Senato e l'ipotesi fiducia

I lavori parlamentari riprendono con due novità politiche: l'emorragia di deputati e senatori da Alternativa popolare, forza che sostiene il governo Gentiloni, e le minacce di Mpd, altro gruppo parlamentare di maggioranza, di ritirare l'appoggio all'esecutivo. Una settimana calda, per testare la tenuta della maggioranza ma soprattutto per capire se il governo guidato da Paolo Gentiloni sarà in grado di reggere sia ai mal di pancia degli scissioni del Pd che ai numeri ballerini a Palazzo Madama, dopo la fuga degli alfaniani verso il centrodestra.

L'agenda dei lavori è fittissima e può riservare trappole e insidie per la maggioranza. La linea seguita da Laura Boldrini e Pietro Grasso, rispettivamente presidenti di Camera e Senato, è di incastrare tutti i provvedimenti più importanti prima delle ferie, in modo da riservare le energie autunnali per l'esame del Def. II primo ostacolo giunge dalla Camera che riapre i lavori partendo dall'esame del provvedimento per l'abolizione dei vitalizi per i parlamentari e la riforma del sistema pensionistico. Oggi, il testo elaborato dal deputato del Pd Matteo Richetti approda in Aula dopo il via libera «condizionato» della commissione Bilancio. Pd M5s, Lega Nord e Fdi hanno annunciato voto favorevole. I democratici puntano a chiudere la partita entro mercoledì per trasferire il testo al Senato ma la strada non è affatto in discesa. Per due motivi: il primo, il voto sulle pregiudiziali di costituzionalità che può far saltare l'accordo, il secondo, le possibili defezioni di Sinistra italiana e Mdp. La sorpresa potrebbe essere la richiesta da parte del relatore Richetti di modificare il testo, visti i rilievi mossi proprio dalla commissione Bilancio che ha bocciato l'istituzione della gestione separata dei fondi destinati al trattamento previdenziale dei parlamentari contenuta nell'articolo 5.

Il decreto sui vaccini, già approvato al Senato nel corso di una seduta accesa dallo scontro tra il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e Pd, arriva a Montecitorio: l'ok per la conversione in legge è previsto tra giovedì e venerdì. Il voto di fiducia è quasi certo, in quanto il decreto va trasformato in legge entro il 6 agosto.

Più ingolfata, tra voti di fiducia e numeri ballerini, la penultima settimana dei lavori a Palazzo Madama: la corsa dei senatori di Ap verso Berlusconi ha eroso la sottile maggioranza che appoggia il governo Gentiloni. La prima insidia è dietro l'angolo con l'approvazione del decreto sugli aiuti al Mezzogiorno: la fiducia sul provvedimento, che sarà da oggi all'esame del Senato, è più di un'ipotesi. Anche perché il testo dovrà essere trasferito alla Camera per il via libera definitivo alla conversione entro fine agosto. Tempi stretti e numeri risicati rischiano di rallentare i lavori. Non è ancora approdato all'esame dell'Aula (forse la prossima settimana) un altro decreto, quello sulle banche venete che deve ottenere il via libera dalla commissione Finanze. Il testo arriverà in Aula prima del congedo estivo. Si dovrebbe chiudere entro questa settimana l'iter in commissione per altri due provvedimenti: la legge sul biotestamento che attende l'ok della commissione Igiene e Sanità del Senato, prima del voto in Aula, e il ddl concorrenza da chiudere in commissione entro oggi in commissione per andare in Aula. Due settimane di fuoco per i parlamentari prima di una lunga vacanza.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 25/07/2017 - 09:17

comunque vada, questione di pochi mesi, poi.... il governo di sinistra se ne andrà a casa! e forse per sempre!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

lupo1963

Mar, 25/07/2017 - 09:57

LIBERA NOS A MALO !!!!!!!

antipifferaio

Mar, 25/07/2017 - 10:10

Faranno quello che devono...ossia difendere il loro bottino accumulato dall'affaire migranti.. e quello delle banche, ossia i soldi rubati ai risparmiatori. Cosa aspettarsi se non il peggio.... L'unica consolazione è che alle prossime politiche la gente canterà il de profundis al Pd...

giovanni PERINCIOLO

Mar, 25/07/2017 - 10:29

Non sono mai stato seguace del famoso "tanto peggio, tanto meglio" ma oggi, di fronte ad un governo abusivo di incapaci senza palle e senza dignità, vorrei mio malgrado, e nonostante la legge elettorale del cavolo che abbiamo, andare alle elezioni al più presto. Il perché?? risposta semplice, chiunque vada al governo non riuscirà mai, con tutta la buona volontà, a fare peggio di quanto fatto dal bischero e proseguito dal gentiglioni! E comunque quantomeno il nuovo governo sarebbe eletto e non più abusivo e nominato dal re Giorgio di turno!

paco51

Mar, 25/07/2017 - 10:47

l'islam in italia ha vantaggi: le donne frustate e col velo: per alcune , dicono, sarebbe un toccasana! Libero pensiero a chi. gli italiani che non si convertono "passati a fil di spada" citazione latina, proibito protestare e fare casino, preghiera due volte al giorno, serate tranquille senza movida ed ubriachi. eccc. da pensarci...

agosvac

Mar, 25/07/2017 - 11:41

Non credo che gentiloni possa avere un futuro politico, di certo non come Capo del Governo!!! Qualsiasi sia l'esito delle prossime elezioni politiche dubito che gentiloni possa mai più avere un posto di tale responsabilità, neanche se riuscisse a portare a termine tutte le stupidaggini che sta cercando di fare. Per esempio, anche se riuscisse a fare approvare lo ius soli, di sicuro ci sarebbe qualcuno che organizzerà un referendum abrogativo e, vista la negatività di questo provvedimento, al 90% sarebbe abrogato!!! E così per tutto il resto.

VittorioMar

Mar, 25/07/2017 - 11:55

...ORMAI GENTILONI E' IL "MACRON" DELLA SINISTRA E BEN VOLUTO DALL'UOMO DEL COLLE !!..UN RE TRAVICELLO FA' COMODO SINO A FINE LEGISLATURA....A PROPOSITO....COSA SAPETE DELLA LEGGE ELETTORALE ??...NON DISTURBATE SONO IN "SEDUTA SPIRITICA"....!!

i-taglianibravagente

Mar, 25/07/2017 - 12:03

non cadra' mai...le elezioni non le vuole nemmeno il centro-dx. E poi c'e' sempre il pupazzo "LEGGE ELETTORALE" da agitare in caso di mare mosso....Sosterranno tutti il Conte Camomillo su qualsiasi cosa...e ci verranno anche a dire che lo hanno fatto per "SPIRITO di RESPONSABILITA'"...

Tarantasio

Mar, 25/07/2017 - 12:13

e abolire le vacanze estive? il parlamento non può andare in ferie ... d'estate che facciamo, chiudiamo ospedali, trasporti, polizia e altri servizi essenziali?

gonggong

Mar, 25/07/2017 - 12:15

Questa mattina tre Risorse litigavano per il posto da occupare fuori da una chiesa......MI AUGURO CHE OGGI IL GOVERNO NON VOTATO CADA,PER MANDARCI AL VOTO IL PD DEVE SPARIRE INSIEME AI CLANDESTINI

Ritratto di ...iTag£iafrica

...iTag£iafrica

Mar, 25/07/2017 - 12:17

gentiglione, un nome una garanzia

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 25/07/2017 - 12:24

paco51, questa volta incomincio ad essere d'accordo...

leopard73

Mar, 25/07/2017 - 12:51

LA SINISTRA IL MALE ASSOLUTO PER L'ITALIA, LADRI ED INCAPACI.

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 25/07/2017 - 13:23

''Questa mattina tre Risorse litigavano per il posto da occupare fuori da una chiesa...... ''IL LORO MODO DI VIVERE SARA' IL NOSTRO !!!!''VERO bOLDRINI?

marcs

Mar, 25/07/2017 - 14:00

Lo sapete chi ha posto la questione di in incostituzionalita sui vitalizi: non ci crederete, ma è stata FORZA ITALIA. salutoni.