D'Alema accusa Renzi: "Svilisce la nostra storia"

D'Alema denuncia la "rottura sentimentale" fra Pd ed elettori. E Bersani: "C'è disagio tra la nostra gente"

"Non ho mai svilito la nostra storia comune, come sta facendo Matteo Renzi. È vero che in passato il centrosinistra ha conosciuto divisioni. Ma oggi si rischiano lacerazioni ben più drammatiche". In una lunga intervista al Corriere della Sera, Massimo D’Alema evidenzia una "rottura sentimentale" tra il Pd e una parte degli elettori. Che, secondo l'ex premier, si tratta di "una cosa più grave di una rottura politica".

Secondo D'Alema una parte degli elettori di sinistra ha "rotto con il Pd, e difficilmente il Pd li potrà recuperare". "Non lo dice un gufo - spiega - lo dice uno che resta nel Pd, seppur maltrattato. Sarebbe saggio cambiare tono. Perchè c’è qualcosa in Renzi che va al di là delle scelte politiche; è proprio questo tono sprezzante e arrogante, verso le persone del nostro stesso mondo, verso la nostra stessa storia". Per l'ex premier "rappresentare questi vent’anni come una lunga rissa in cui a un certo punto appare Renzi è una sciocchezza pubblicitaria. Al contrario, Renzi dovrebbe riconoscere quel che ha avuto in eredità". Ad esempio l’Expo, "ereditato dal governo Prodi, senza avere il buon gusto di dire almeno grazie". E poi: "l'atteggiamento sgradevole nei confronti del suo predecessore, Enrico Letta", che "ha messo in sicurezza il Paese".

Nell'intervista al Corriere della Sera D’Alema ammette di aver avuto egli stesso modi sprezzanti. "E infatti ho sbagliato - dice - e ho pagato un prezzo per questo. Ma posso essere stato spigoloso... non sono cattivo, nè vendicativo. Io ho difeso con spigolosità le mie idee; non ho mai massacrato le persone". Quindi, spiega di essere stato "coperto di insulti per aver fornito in un dibattito qualche dato oggettivo: nei sondaggi siamo precipitati dal 41% al 32; e le regionali hanno confermato la tendenza. Per ordine dall’alto è iniziato un linciaggio di tipo staliniano. Il Pd sta abbandonando molti valori della sinistra, ma non i metodi dello stalinismo". Vedere molti dei suoi collaboratori di un tempo schierati con Renzi gli fa un certo effetto di tristezza. Ma, aggiunge, "anche questo appartiene al metodo staliniano: fare attaccare i reprobi dai vecchi amici, dai familiari".

Ora il Pd deve mettere in conto una possibile scissione. Anche perché D'Alema non è il solo tra i big del Nazareno a lamentare un problema politico. "Confermo con parole mie che certamente c’è un problema politico, un disagio - commenta Pierluigi Bersani arrivando alla Festa dell’Unità di Milano - lo misuro girando le feste". Secondo l’ex segretario del Pd, "parecchia della nostra gente sta pensando che la si porti dove non vuole andare". "A un problema politico si risponde con la politica", incalza Bersani secondo cui quella rilasciata al Corriere della Sera è stata "un'intervista sincera". "Con D’Alema si può essere d’accordo o no - conclude - ma certi ammonimenti o prediche a D’Alema, lo dico con un eufemismo vengono da pulpiti poco probabili".

Commenti

unosolo

Gio, 03/09/2015 - 10:20

la storia l'avete rovinata voi veterani politici tutti che vi siete regalati il meglio e preso tutto quello che i lavoratori versavano , l'abisso tra stipendio di parlamentare e dell'impiegato la dice tutta senza contare i diritti ormai acquisiti , i privilegi , i rimborsi , gli aumenti automatici, i rimborsi delle missioni che vi siete sempre inventati e che ancora usate ( vedi anche Presidente di camera ) insomma ci avete fregato soldi continuamente e ancora lo state facendo , le pensioni da maggio sono scese come lo stipendio medi alto , i vostri stipendi sono anche parte esenti da ritenute , ladri , la storia voi l'avete distrutta abbandonando operai e pensionati , ladri.

ziobeppe1951

Gio, 03/09/2015 - 10:45

@unosolo...hai ragione da vendere

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 03/09/2015 - 10:53

il cardinale della sinistra che pontifica e scomunica...e resta sempre li.

pinolino

Gio, 03/09/2015 - 10:59

in una normale democrazia questo tizio sarebbe a spasso ai giardinetti da almeno 10 anni.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 03/09/2015 - 11:29

La "storia" del PC-PD, che nel dopoguerra si diceva fosse sovvenzionato da Stalin, a me non interessa affatto e mi auguro diventi sempre più "storia", solo un lontano ricordo del passato. Quanto a D'Alema ed alla "rottura sentimentale" con gli elettori provo una soddisfazione moderata, come meritano le cose passate, definitivamente, di cui ci si aspetta che non tornino più.

vinvince

Gio, 03/09/2015 - 11:36

@unosolo .... anche per me ha ragione da vendere. Colgo l'occasione per proporre un focus sull' operato come ministro della sanità della Rosy Bindi ...

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 03/09/2015 - 11:40

@unosolo hai dimenticato l'associazionismo con certa magistratura orba solo da un occhio ecco perché non sarà mai punibile.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 03/09/2015 - 11:46

Egregio pinolino, potrebbe anche avere ragione. Ma il suo segretario non verrebbe neppure considerato per amministrare un condominio... Del resto, D'Alema ha ragione: un partito ex-comunista che diviene simil-democristiano (di sinistra) è un qualcosa che sdolo in Italia potrebbe accadere...

i-taglianibravagente

Gio, 03/09/2015 - 11:56

il solito orrido Erpeton zoo PD.

Libertà75

Gio, 03/09/2015 - 11:57

A parte che l'expò è stata una battaglia della Moratti e non di Prodi che si trovò costretto ad avallare... Quindi pure D'Alema non perde l'occasione di mentire (in perfetto stile komunista). Tuttavia sul resto ha ragione, sia sul metodo stalinista con cui gli arrivano insulti dai suoi ex amici ed ha anche ragione sul fatto che lui pagò il suo stile spigoloso. Lui si dimise dopo una tornata elettorale delle regionali in cui si evidenziò il disaffezionamento dell'elettorato verso il PD, invece ora la colpa è dei gufi... Intanto gente come lui che aspetta fa il gioco di Renzi, il quale gode nel vedere la sinistra interna aspettare e Berlusconi guardare. Se l'ala dem se ne va, lui si abbraccia con SB, se SB si stringe con Salvini allora lui ribatterà sui temi di sinistra... mentre tutti attendono, lui resta sicuro in sella.

squalotigre

Gio, 03/09/2015 - 12:01

D'Alema non è credibile quando tratta qualsiasi argomento, ma quando parla di stalinismo no, perché lo conosce benissimo e l'ha anche apprezzato quando andava come rappresentante dei giovani comunisti alle manifestazioni e congressi del PCUS. Prodi non ha mosso un dito per l'EXPO che è stato un evento voluto e sponsorizzato al massimo dalla Moratti, quando era sindaco (Boldrini vorrebbe chiamarla sindachessa)di Milano. Renzi è il più bell'esemplare della sx moderna avendone ereditato tutti i difetti dimenticandone quei pochissimi pregi riscontrabili solo in rarissimi esponenti che riguardavano la difesa del mondo del lavoro. Non manda ancora nei gulag i dissidenti e coloro che ne evidenziano la faciloneria e l'inettitudine, ma ci stiamo arrivando. L'URAR è significativo.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Gio, 03/09/2015 - 12:34

@@unosolo ha ragione-@@Agrippina bel commento.

idleproc

Gio, 03/09/2015 - 13:05

La piddinità è cronica, hanno solo cambiato padroni che stando anche loro in stato confusionale lo riflettono nelle diatribe piddine.

anmastru

Gio, 03/09/2015 - 13:42

È la storia di un operaio in fabbrica? Che ca....ne facciamo della sua storia? perché non si trova un lavoro?

capitanuncino

Gio, 03/09/2015 - 13:42

Funzionario comunista perché figlio di funzionario comunista, insomma per diritto ereditario. La vostra storia fatta di rubli e menzogne si sta un po' riscattando, non del tutto perché Renzi dovrebbe avere più coraggio e più consapevolezza e rinnegare esplicitamente un passato che è stata la rovina del Paese, ma, a questo punto, ci si può accontentare, per ora.

Iacobellig

Gio, 03/09/2015 - 13:53

D'Alema, a sostenere Renzi oltre al tuo compagno Napolitano che lo ha imposto agli italiani, sono gli stessi tuoi compagni di partito che, seppur contrari, lo sostengono per la poltrona e per evitare che il potere del paese possa passare di mano!!!

agosvac

Gio, 03/09/2015 - 14:06

Povero d'alema!!! dice che letta ha messo in sicurezza l'Italia, avrebbe dovuto dire che l'ha portata alla rovina! Ha, poi, un concetto strano di "storia" riducendola a pochi decenni se non pochi anni. La storia, quella vera, ha più respiro, si rifà a diverse centinaia di anni, quando la sinistra neanche esisteva essendo troppo giovane per potere fare parte della storia. Egregio d'alema, lei è ignorante!!!!! Ma non è un'offesa, è solo una constatazione!!!

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 03/09/2015 - 14:11

Caro signor D’Alema, ci ha già pensato lei a svilire la classe operaia. Quando un proletario comunista come lei arriva ad arricchirsi alle spalle degli ingenui cittadini e a farsi la barca con tanto di personale di bordo alle dipendenze nonché un'industria vinicola sfruttando gli introiti del potere politico non si hanno alibi per giustificare il proprio declino. L'unico rammarico per i cittadini italiani è che la ricchezza da lei accumulata al momento permane, però non si sa mai, prima o poi dovrà restituire il maltolto in modo indebito. Detto da uno che non ama i comunisti che come lei mascherano la loro ipocrisia col buonismo dei moralmente superiori.

Anonimo (non verificato)

Gio, 03/09/2015 - 14:26

svilisce e basta

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 03/09/2015 - 14:29

D'Alema, come tutta la vecchia guardia del PCI-PD, soffre Renzi, come del resto lo soffre anche la residua borghesia, quella sopravvissuta al "nuovo" che avanza. Io trovo che Renzi, l'uomo delle chiacchiere, abilissimo affabulatore, esprima il peggio del PCI e della DC, nel senso che non coltiva più la dottrina ed il pensiero dei due partiti tradizionali, sviluppatisi al potere durante la guerra fredda, ma sia portatore del "nuovo", cioè del sistema di potere in stile "moderno", in crescita dalla metà degli anni '80, che vede nel popolo solo un serbatoio elettorale, prezioso ma da condizionare in modo da impedire che possa incidere sul sistema di potere.

ninoabba

Gio, 03/09/2015 - 15:49

Tranquillo Baffetto, la tua storia a quella del tuo partito, ormai a cososiuta da tutti gli italiani. Per questo siamo alla frutta. Non temere Gli italiani hanno buona memoria. Habbi almeno il pudore di stare zitto. Non e una minaccia assolutamente, ma solo un' promemoria , per evidenziarvi come avete distrutto noise il nostro Paese.

Cheyenne

Gio, 03/09/2015 - 15:53

Si vedono i risultati della sua politica internazionale

ninoabba

Gio, 03/09/2015 - 15:54

Buono quello. Non capisco con Che faccia Abbia il coraggio di parlare, tutte le volte Che ha fat to quacosa c'e ce costato un patrimonio.

Ritratto di emarco54

emarco54

Gio, 03/09/2015 - 17:00

D'Alema, è un po' che te ne stavi a cuccia, godendoti prebende vitalizi e privilegi maturati in tanti anni di non-lavoro. Vedi di non alzare la cresta, che anche tu di cxxxxxe ne hai dette e fatte in abbondanza.

Giorgio Rubiu

Gio, 03/09/2015 - 17:26

D'Alema è bruciato e lo sa.Deve alzare la cresta e la voce per far sapere ai SUOI elettori che esiste ancora e far loro credere che conta ancora qualcosa.Le prossime elezioni (e sono sicuro che ci saranno altrimenti sarà rivoluzione) riusciranno a ristabilire i ruoli nel PD, degli irriducibili nostalgici del PCI come D'Alema,l'ex democristiana Bindi,Fassina e compagnia bella.Dovranno,come da un po' minacciano di fare,effettuare una scissione dopo di che,quando avranno visto i loro risultati elettorali,saranno costretta a svegliarsi e capire di essere stati superati da eventi più grandi e più moderni di loro.

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Gio, 03/09/2015 - 18:51

"rappresentare questi vent’anni come una lunga rissa in cui a un certo punto appare Renzi è una sciocchezza pubblicitaria." E' proprio un santo questo qui, e dire che l'avevo scambiato per quel "baffino" che: - pugnalava a destra e sinistra tutti i suoi kompagni di partito; - tradiva il "mortadella" per salire lui al posto di presidente del consiglio; - nel mentre dal suo panfilo moraleggiava sui diritti di quei plebei dei lavoratori. Caspita che somiglianza...

i-taglianibravagente

Gio, 03/09/2015 - 19:04

Tranquillo Bersani.....i vostri non sono elettori, sono tifosi, non usano il cervello , stia sereno, e vi seguiranno anche in serie B. Non hanno niente nella vita, seguono voi perchè credono che basti non essere berlusconi per esserd il bene e credono che voi siate i loro mose'..lobotomizzati...a essere gentili.

Ritratto di danutaki

danutaki

Gio, 03/09/2015 - 19:13

Signor D'Alema.....la vendemmia incombe ....si occupi di quella e nient'altro !! Grazie !!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 03/09/2015 - 19:39

@agosvac: non si tratta di ignoranza ma di "mirata" perfidia e con il contributo dei "dementi" creduloni qualcuno ci campa compreso gli eredi. Ossequi.

mifra77

Gio, 03/09/2015 - 20:45

ma il compromesso storico che ha portato a questo PD attraverso ripetute ammucchiate a sinistra e successive fuoriuscite, naturalmente a tasche piene, che hanno caratterizzato gli ultimi trentanni della nostra politica. Naturalmente Dalema non ricorda i fatti ma conserva accuratamente i proventi.

Ritratto di manasse

manasse

Gio, 03/09/2015 - 21:39

certo che sentire un staliniano di ferro come baffino rinnegare quello che è nel suo dna fa impressione questi beceri che vivono fuori dal mondo reale da sempre si accorgono adesso che qualcuno anche se vota a sx ragiona con la propria testa mentre personagi come baffino il cervello non sanno nemmeno a cosa serve

Ritratto di gloriabiondi

gloriabiondi

Gio, 03/09/2015 - 23:03

Egregio signor d'Alema, ho quasi nostalgia dei dibattiti in tv quando c'era la vostra generazione politica. Sono apartitica, anche se ovviamente mi schiero in base alle affinità con il mio sentire, ma che fossi d'accordo o meno, in alcuni di voi notavo classe, capacità. Ora siamo sotto regime stalinista, meno male che lo ammette anche lei, ma questi sono ancora più pericolosi perchè stupidi e incapaci. Purtroppo li hanno creati i vostri errori, eravate ossessionati da Berlusconi il grande dittatore, tramavate senza posa per distruggerlo, intanto vi covavate in seno l'uovo del cuculo, che puntualmente appena nato vi ha gettati fuori a uno a uno. Si è circondato di utili idioti e ha fregato tutti quel velociraptor che corre e smerda. Mi dica signor Massimo, oggi avrebbe ancora voglia di vedere il Cavaliere chiedere l'elemosina in mezzo alla strada?

Ritratto di anto74

anto74

Gio, 03/09/2015 - 23:54

D'Alema maestro d'ipocrisia....

Borbone

Ven, 04/09/2015 - 00:38

Allora x prima cosa mi hanno fatto vergognare per averli votati per 50 anni, al mattino mi specchio e mi sputo in faccia da solo, detto questo non riesco a capire come una persona non votata da nessuno ma messo li dal Napoletano e tutti all'interno del PD muti nessuno parla, fossero votati una persona capace ben venga perché tutti possono sbagliare ma questo Renzie sta perseverando quindi e una persona come un 4 di coppe nel gioco delle carte a Tressette cioè non conta un ca22o si il 4 non conta nulla, però all'interno del EX PD ci sono persone che non sono d'accordo con Renzie ma lo votano lo stesso solo per non perdere la poltrona se questi sono uomini io sono il GRANDE HULK ma andate a f. tutti e vergognatevi x i danni che avete e continuate a arrecare alla povera gente già alla fame.

BRAMBOREF

Ven, 04/09/2015 - 07:15

GIGI86 Renzi fa benone, ve ne dovete andare definitivamente, comunisti!!!

Accademico

Ven, 04/09/2015 - 07:28

La vendetta dell'Immarcescibile che però... a proposito del buon Renzi dice - esattamente - come stanno le "cose"...

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 04/09/2015 - 07:33

IO; DI QUESTO SIGNORE SÓ SOLO CHE LUI HA RUBATO 100 MILIARDI DI VECCHIE LIRE DELLA MISSIONE ARCOBALENO! CHE HA UNA BARCA MILIONARIA CON PERSONALE FISSO! UNA FATTORIA IN UMBRIA CON ALBERI CHE COSTANO 1500 EURO CADAUNO!UN APPARTAMENTO POPOLARE NEL CENTRO DI ROMA DI 200 MQ CHE VIENE PAGATO CON UN AFFITTO IRRISORIO! CHE LUI E NAPOLITANO SONO STATI GLI UNICI DOPO LA GUERRA A DICHIARARE GUERRA A PAESI COME LA SERBIA É LA LIBIA AMMAZZANDO 100IA DI PERSONE!É SE IN ITALIA CI SAREBBE UNA VERA GIUSTIZIA QUESTO CRIMINALE DOVREBBE ESSERE IN GALERA; INVECE DI SIEDERE NEL PARLAMENTO!.

paolonardi

Ven, 04/09/2015 - 08:40

Quella storia a cui il maestrino con la penna rossa invoca con orgoglio fa vomitare qualsiasi umano normodotato di raziocinio.