Dalle camicie bianche al camice bianco

Erano leader di partito o capi di governo, erano giovani e forti, e oggi sono finiti

Il "patto del tortellino"

E alla fine non rimase più nessuno. Non è uno di quei misteri intricati che piacerebbero ad Agatha Christie, le trame della politica a volte sono molto più semplici di un romanzo giallo. Qui i colori sono due. Il rosso socialista e il bianco delle camicie che l'8 settembre 2014 i premier socialisti Matteo Renzi, Manuel Valls (Francia), Pedro Sanchez (Spagna), Achim Post (Germania) e l'olandese Diederik Samson indossavano fieramente lanciando davanti a un noto ristorante di Bologna per il «patto del tortellino». Erano leader di partito o capi di governo, erano giovani e forti, e oggi sono finiti. Renzi è andato all in sul referendum come un giocatore spregiudicato di poker (Enrico Rossi dixit), ha perso Palazzo Chigi e adesso rischia di perdere il Pd. Sanchez ha avuto il buon gusto di dire addio a partito e Camera dei deputati per non aver voluto sostenere l'inciucio con Mariano Rajoy. I laburisti se la passano male anche in Olanda, dove Samson difficilmente porterà a casa un successo alle Amministrative in primavera mentre al povero Post l'Spd ha preferito l'ex presidente del parlamento europeo Martin Schulz come sfidante (con pochisime chance) di Angela Merkel per la Cancelleria tedesca. Buon ultimo Valls, che si è fatto asfaltare alle primarie dal Benoit Hamon, una via di mezzo tra Fausto Bertinotti e Jeremy Corbyn. Insomma, «un comunista così» per dirla alla Mario Brega di Un sacco bello. A Renzi va l'onta di aver trascinato nel ridicolo i suoi colleghi di sventura, al socialismo europeo va la responsabilità di non aver saputo parlare alla propria gente, di aver fallito sul fronte dell'economia e dell'integrazione e soprattutto di aver tradito il popolo dei Mario Brega pur di corteggiare democristiani e berlusconiani delusi. Con il risultato di non incantare più nessuno. Perché ormai più che la camicia servirebbe un camice bianco: solo un matto si butterebbe a sinistra.

Commenti
Ritratto di riflessiva

riflessiva

Mar, 31/01/2017 - 09:16

Che articolo farneticante. Solo salvini, Berlusconi, la meloni, tramp, putin, la lepen sono da tenere in considerazione. L'idiozia non ha limiti

TitoPullo

Mar, 31/01/2017 - 16:36

Ehhh si....."patto del tortellino", niente di piu' niente di meno !!C'era anche la Mogherina (genere: singolare femminile!) il che era tutta una garanzia!Pinocchio....sei un mito!