Davanti a queste immagini il delitto è chiudere gli occhi

Nell'assassinio di Foley c'è una precisa liturgia di morte. Ma chi dissacra un cadavere non è mai invincibile

Lo confesso ho provato terrore, sgomento. Quando ho ascoltato le ultime parole di James Foley, quando ho visto il coltello affondare nel collo, quando ho sentito il suo rantolo mi sono immaginato al suo posto. Ho sentito la lama trapanarmi l'esofago, inseguirmi la giugulare. Ho tremato dalla paura. Ed ho esitato. Ho desiderato cancellare quell'immagine, spegnere la mia debolezza di uomo, annullare la mia curiosità di giornalista. Ho creduto di dover cedere alla loro barbarie, piegarmi al loro orrore, infilar la testa nella sabbia. Ho desiderato fingere che nulla fosse successo, che la morte di James fosse come quella di un collega ucciso da un qualsiasi altro arnese di guerra.

Ma in quell'assassinio non c'è nulla di banale, nulla che possa venir ignorato. In quella mattanza c'è una precisa liturgia di morte. C'è una sceneggiatura mefistofelica ponderata in ogni dettaglio. C'è una rappresentazione surreale studiata per turbare i nostri sonni, alimentare le nostre incertezze, infonderci la convinzione di non poter affrontare un simile avversario. Pensateci. James è oltremodo dignitoso, fin troppo coraggioso. Dal primo all'ultimo secondo. Eppure per ottenere la morte liberatrice è costretto ad assecondare un atroce, lento copione. A recitare in ginocchio, con i paramenti arancioni un atto d'accusa contro il proprio governo, contro il proprio fratello. Un atto d'accusa culminato in quelle parole terribili - (« I guess all in all, I wish I wasn't American » Tutto sommato desidererei non essere mai stato Americano) con cui rinnega la propria patria. Non so. Non giudico. Ma ricordo le parole di Quattrocchi. E mi chiedo «cos'han fatto a questo uomo? Come son riusciti a trascinarlo a questo punto?». Poi capisco. La forza devastante di quella rappresentazione è tutta nella contraddizione tra la dignità della vittima e la sua compiacenza nei confronti degli assassini. Una compiacenza estorta con una prigionia d'oltre seicento giorni corredata dalle torture fisiche e psicologiche descritte da Domenico Quirico.

Una prigionia che non incrina la tempra e l'ardore di James, ma lo spinge a dubitare di tutto piegandone le certezze, costringendolo a credere solo al ristretto, subdolo universo disegnato dai suoi carnefici. Gli psicologi la chiamano sindrome di Stoccolma. In quel video è il corto circuito che fulmina le nostre certezze. In quella contraddizione tra coraggio e smarrimento, in quella confusione tra compatrioti e aguzzini si nasconde l'agghiacciante sensazione di terrore. Dalla decapitazione di Nick Berg nel 2004 fino alla recente, raccapricciante immagine di una testa mozzata nelle manine del figlioletto di un jihadista australiano in vacanza di sangue in Siria ci siamo abituati a guardar quasi tutto.

Quel che non sappiamo ancora accettare è un uomo costretto a morire dopo aver rinnegato le proprie certezze. Dopo esser stato svuotato della propria anima. Se James si fosse dibattuto, avesse pianto, urlato, si fosse aggrappato alla mano del carnefice tutto ci sarebbe sembrato terribilmente, comprensibilmente umano. Invece il regista ci costringe ad assaporare il terrore di una realtà rovesciata, disarmante, incomprensibile. Per questo l'America di Obama, i suoi media, il mondo dei social network di Twitter e Facebook ci chiedono di non vedere, non guardare, non condividere.

Per questo, per un bel po' ho tremato, vacillato, titubato. Poi gli han posato la testa sul petto ed in quel momento ho sollevato gli occhi. Era di nuovo il consueto, disgustoso cortometraggio dell'orrore. Chi manipola un prigioniero, chi dissacra un cadavere non è forte. Non è invincibile. É solo uno zombie, un corpo vuoto. Un sacco nero colmo di fanatico zelo, ma privo di anima e pensiero. Per questo ho sgranato gli occhi. Per questo ho guardato e riguardato. Per questo alla fine mi son detto: «Possiamo ancora vincere».

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 21/08/2014 - 08:47

e il M5S voleva sostenere che con ISIS bisogna dialogare... col cavolo! ma questi cretini come ragionano??? :-) ho personalmente visto il video "uncensored" dello sgozzamento: chiaro che mi ha fatto schifo. ma proprio per questo piu che mai sto dalla parte della cristianità piuttosto che con gli islamici! aveva ragione fallaci! siamo ormai in eurabia, anche grazie alla miopia della sinistra mafiosa e tangentara!!!

Klotz1960

Gio, 21/08/2014 - 08:53

Ho rabbrividito anche io, ma le vittime innocenti non possono essere classificate secondo la cattiveria o le motivazioni del carnefice, come spesso si fa, perche' in tal modo si mette il carnefice prima delle vittima. Le vittime innocenti sono TUTTE tali, che vengano uccise da una esecuzione,da una bomba terrorista o da un bombardamento a tappeto. NON ESISTONO VITTIME INNOCENTI DI SERIE A E DI SERIE B.

elgar

Gio, 21/08/2014 - 09:16

E pensare che c'è qualcuno in Italia che vuole dialogare con questa gente.

soldellavvenire

Gio, 21/08/2014 - 09:35

penso esattamente l'opposto: cioè che la continua esasperante riproposizione imposizione di queste immagini non faccia che realizzare ed enfatizzare l'obbiettivo di chi le ha confezionate, anche al punto di sospettare che siano le stesse entità

G M

Gio, 21/08/2014 - 09:51

Le decapitazioni a Place de la Concorde erano civili? La soppressione di un essere umano inerme con iniezione letale è civile? Gli effetti collaterali delle bombe intelligenti sono civili? Quando l'uccisione di una persona non è barbara?

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 21/08/2014 - 09:55

A parte le emozioni del momento, sono éro e rimarro´ sempre piu convinto che la religione mussulmana e´ odio puro.Non capisco chi vuole che questi siano miei fratelli, questi incivili che nei secoli passati sono stati messi in modo di non causare danni.Ora con governi che si vendono sia l´ onore che la dignita, e qualche fessacchiotto tipo obama siamo arrivati in un punto senza ritorno.Queste sono creature dell´ america che dalla elezione dell´ attuale presidente non fa che provocare danni irriversibili all umanita tutta.

giolio

Gio, 21/08/2014 - 10:00

Klotz 1960 .Allora ,come la mettiamo ........con la signora dentista IMPICCATA perché a curato uomini .Anche lei bombardava i terroristi.????

Efesto

Gio, 21/08/2014 - 10:05

Klotz 1960 - credo tu sia un islamista integralista camuffato. Le vittime sono diverse. Uccidere per difesa, gelosia, interesse, e per reclamizzare è diverso. Non si tratta di classificare i morti innocenti se di classe A o B, si tratta di vedere la schifosa posizione dei carnefici islamisti che in nome solo della loro ignoranza uccidono solo nell'intento di mettere paura. La civiltà non ha paura: si difenderà.

Palladino

Gio, 21/08/2014 - 10:06

...e noi li coccoliamo,li assecondiamo in tutto,e per non turbare la loro suscettibilità togliamo perfino il crocefisso dalle nostre scuole.Già,loro sono i nostri fratelli islamici.Non ci capisco piu' niente.Perfino il Papa,a modo suo,non li condanna piu' di tanto.Non ci capisco piu' niente.Una cosa è certa...ci tagliano la gola.

vince50

Gio, 21/08/2014 - 10:10

Non ho visto il video ne vorrei vederlo,non credo che riuscirei a sopportare quelle immagini.Così come non posso sopportare che esistano esseri viventi in grado di compiere queste azioni.Per nessuna ragione si dovrebbe mai arrivare a tanto,non è possibile,non è neppure immaginabile.

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 21/08/2014 - 10:12

@Klotz1960 (08:53), e invece le vittime non sono tutte uguali. Ci sono quelle dirette e quelle indirette. Quelle evitabili e quelle non evitabili. Un conto sono le vittime civili dovute al bombardamento di una postazione militare costruita di proposito in zone abitate, un altro sono quelle torturate per anni e poi sgozzate. Tutte uguali un corno!

andrea24

Gio, 21/08/2014 - 10:16

Non abbiamo visto tutta questo casino quando furono uccisi i giornalisti di PressTv in Siria.

caramella22

Gio, 21/08/2014 - 10:22

marforio Gio, 21/08/2014 - 09:55 Premesso che considero l'ISIS un grupo di psicopatici, anche se continuo a pensare che il mondo non sia assolutamente diviso in buoni da una parte e cattivi dall'altra, ti invito cortesemente a ricordare Srebrenica 1995. Visto che citi i tempi passati mi vengono anche in mente le atrocità della cattolica Francia in Algeria, il genocidio con la croce in mano e la benedizione dei papi compiuto da spagnoli e portoghesi in America Latina. Mi piace anche ricordarti che Hitler era cattolico, così come le sue SS.Da che parte del mondo sta l'odio? Sono le persone come te che creano i vari ISIS.

Giovy99

Gio, 21/08/2014 - 10:25

DI BATTISTA, essendo un grillino, certe cose non le può capire (ma tranquilli, ha la fedina penale pulitissima, quindi è un genio che merita di stare in Parlamento....). Però sapete perché il dialogo non è possibile con certa gente? Perché sono convinti che è DIO (Allah) ad ordinare loro di sgozzare i nemici...quindi non hanno nemmeno la coscienza sporca e non c'è alcuna possibilità di pentimento in loro. A me piacerebbe conoscere che tecniche di BRAINWASHING usano per avere queste convinzioni...qualcuno ne sa niente? Quello che ha sgozzato Foley è un BRITANNICO, ed è probabile che abbia un regolare lavoro in UK o a Londra. Non aggiungo altro...

mar75

Gio, 21/08/2014 - 10:26

Sono in guerra e piaccia o meno possono capitare anche queste cose purtroppo. Quelli che affermano che queste cose le fanno solo i musulmani dovrebbero cercare su Google "los zetas", anche ricerca per immagini, e vedrete cose ben peggiori. I Los Zetas non sono musulmani.

Gioa

Gio, 21/08/2014 - 10:30

INUTILE CONTINUARE A DIALOGARE CON QUESTI MUSSULMANI. SONO SCENE RACCAPRICCIANTI. E' IMPOSSIBILI DIALOGARE CON CHI VUOLE LA GUERRA A TUTTI I COSTI. CHE TORININO IN ITALIA TUTTI GLI ITALIANI CHE SI TROVANO...IN QUESTI POSTI. GLI INNOCENTI NON SONO DI SERIE B O SERIE A. ESISTE UNA SOLA REALTA' VOGLIONO COMBATTERE E VOGLIONO LA GUERRA....NON DIALOGANO NON COMPRENDONO. IL MEDICO FA DI TUTTO PER SALVARE IL MALATO...MA SE IL MALATO, IN GRADO DI INTEDERE E VOLERE NON L'ASCOLTA...IL MEDICO, CHE PUO' FARE?...NULLA!!. LA COSA CHE IL MEDICO PUO' FARE NON AMMALARSI PURE LUI!!

peter46

Gio, 21/08/2014 - 10:35

Dopo l'inevitabile riprovazione e la condanna più totale per la soppressione del fotoreporter....sarebbe A n c h e il caso di andare a leggere,a destra di questo stesso giornale guardando lo schermo,l'articolo di Marcello Foa ,sul blog dello stesso,dal titolo..."L'altra verità,sconvolgente,sull'Isis e sui...". Tanto per avere le idee un po' più chiare sulla geopolitica...occidentale. Grazie comunque,Renzi,per il ruolo che stai per 'appiopparci' come Italiani dopo la decisione dell'invio delle armi ai Curdi:siamo già i difensori mondiali dell'Occidente al posto di coloro che si son sempre ritenuti tali,cioè gli americani?Ma...dopo questo ruolo riconosciuto,una domanda:torneranno a casa i Marò o anche tu li ritieni colpevoli?

Gioa

Gio, 21/08/2014 - 10:35

MADIAMO ARMI CERCHIAMO DI SALVARE QUESTA GENTE.....SE LA MISSIONE RIESCE....PER UN PO' FORSE AVREMMO LA PACE, MA POI'?.....RITORNERA' TUTTO COME PRIMA...GUERRA DI NUOVO, PERCHE' QUESTI SONO COSI'.(DIALOGARE, PER UNA MISSIONE DI PACE?, IMPOSSIBILE!!). LE MISSIONI DI PACE GIUSTE E VERE QUINDI POSSIBILI SOLO SE LA MISSIONE DI PACE E' CAPITA E VOLUTA DAL RICEVENTE...NON PER CATTIVERIA, SOLO PER BONTA' E BUONA FEDE: SALVIAMOCI NOI TUTTI FINCHE' POSSIAMO.....

Ritratto di spectrum

spectrum

Gio, 21/08/2014 - 10:37

qualche filosofo come G M confonde la lotta contro terroristi e carnefici, o per fermare guerre, lotta che puo fare delle vittime colaterali, con il terrorismo praticato da bestie collegato al fanatismo religioso. Sappiamo che esattamente come ISIS, gli assiri governavano impalando interi villaggi, tagliando regolarmente lingue, orecchie, cavando occhi, uccidendo con le piu atroci torture i prigionieri, come si vede nelle tavole scolpite che ci sono pervenute. Facevano mucchi di teschi per terrorizzare e deportavano intere popolazioni. Cosi spesso conquistavano villaggi senza neanche combattere. Il sistema di ISIS e' lo stesso. Il terrore. G M , facile e ipocrita il giochetto di sinistra di mettere america e terroristi di questo calibro, cioe' carnefici, sullo stesso piano. Molti dei comunistelli qui scrivono sembra abbiano avuto rispetto davanti a un uomo sgozzato in diretta. Ma non tutti.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 21/08/2014 - 10:46

L'Europa tutta, Italia in testa, ora cade dal classico pero: "Allarme rosso! I jiahadisti sono tra noi!" Sono stati informati i nostri valorosi marinai della "Mare Nostrum" oppure si pensa di incrementare ulteriormente questa nefandezza suicidaria?

gcf48

Gio, 21/08/2014 - 10:50

lo so che è lugubre, ma come si fa a tagliare la testa con un coltello che sembra da cucina? ovvio non ho visto il filmato, ma se non sbaglio in arabia usano una scimitarra o simile e nell'orrore mi sembra piu' "umano"

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 21/08/2014 - 11:08

Obama ha detto che non rimarrà con le mani in mano. Gli auguro che dai satelliti spia si riesca ad individuare dove sia stato ripreso questo video raccapricciante e che provvedano in merito: si scorge una strada, un gruppo di case, delle colline, un luogo desolato ma abitato forse dagli stessi criminali...

oldstyle

Gio, 21/08/2014 - 11:12

Si ok, il delitto è chiudere gli occchi. Ma manco per niente.Io gli occhi li chiudo, eccome. Francamente questa notizia mi turba di meno di quella del padre che uccide la figlioletta di 18 mesi. Mi turba di meno perchè voglio evitarla, perchè potremmo evitarla. Dobbiamo mettere la retromarcia, smettere di contaminarsi con culture ed ideologie lontane dalla nostra, smettere di andare a rompere i coglioni ad altri popoli su cose che ci siamo guadagnati con secoli di battaglie ideologiche. Basta questa condivisione a tutto tondo. insegnamo le cose giuste ed intelligenti ai NOSTRI figli, e lasciamo che le popolazioni che consideriamo meno civili, facciano semplicemente i cazzi loro. OGNUNO A CASA PROPRIA........ Chiaramente loro se ne stiano lontani.... Portiamo avanti questa vecchia idea, basta con il mix di popoli.... Viva la diversità.Viva le razze.

kayak65

Gio, 21/08/2014 - 11:15

GM sei hai coraggio come quando scrivi al pc comodamente seduto, vallo a raccontare a quei tagliagole che la morte di un uomo e' una barbarie; i bla bla grillini e di sel accompagnati da quelli di bergoglio non hanno mai salvato il mondo e oltretutto sono offensivi nei confronti delle vittime, non solo giornalisti, che muoiono ogni giorno per mano di questi delinquenti mascherati e vili tali da non farsi riconoscere. sii coerente, vai in irak e dimostraci la tua convizione su quanto scrivi. siamo quotidianamente schifati di avere gente che parla e scrive come te ma si comporta in maniera contraria per apparire buonista e tollerante a tutti i costi ricercando giustificazioni inesistente e insensate sulla pelle altrui

svegliamipresto

Gio, 21/08/2014 - 11:42

Credete ancora che con le rappresaglie riusciremo a venirne a capo ??... Sono duemila anni che ci dimeniamo tra "buoni e cattivi" vogliamo davvero uscire da questa situazione , non resta che abbandonare quei territori , chiudere ogni qualsiasi canale , non permettere ad alcuno di entrare in quei territori , e naturalmente come si fa per una emergenza sanitaria "isolare" .... sembra facile ..... peccato ci siano sul tavolo interessi di miglioni di euro ...... a favore dell'Europa e dell'America .... e quindi come nel gioco dell'oca si ricomincia dalla partenza .....meditate gente meditate !!!! Ah, si, le armi da inviare ..... propongo le fionde ......

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 21/08/2014 - 11:46

Gian Micalessin, non si deve chiudere gli occhi davanti a questi spettacoli. Non si deve dare dei "POVERINI" a coloro che la pensano alla stessa maniera e vengono in (PACE)nelle nostre terre. Si deve agire e pensare a quello che può accadere non solo in IRAK, SIRIA, ecc. ma un giorno nel nostro PAESE.

swartzw

Gio, 21/08/2014 - 11:51

Ho letto le parole di Di Battista sul blog di grillo,sinceramente non trovo le sue parole cosi' sbagliate,fa solo un'analisi della situazione attuale e antica,provate a leggerlo,non vi fidate dei giornalisti(non sono grillino)

edo1969

Gio, 21/08/2014 - 12:03

Il video non l'ho visto né voglio vederlo. Come non vidi mai quello di Daniel Pearl o altri del genere. Non serve. Ora più che mai si capisce che il modo giusto - anzi l'unico modo possibile - di trattare con i terroristi, che si chiamino Hamas o Isisi, è quello che pratica Israele: se accettano di dialogare senz'armi si aprono trattative, altrimenti li si deve annientare militarmente, senza troppi discorsi.

Ritratto di pietrom

pietrom

Gio, 21/08/2014 - 12:09

Giovy99 (10:25): "A me piacerebbe conoscere che tecniche di BRAINWASHING usano per avere queste convinzioni...qualcuno ne sa niente?" - Se possono, li inquadrano da piccoli. Se sono gia' cresciuti, c'e' una parte della popolazione (anche occidentale) che non riuscendo a combinare niente nella vita con le regole che ci siamo dati, adotta quelle dei terroristi. Costruire e' molto piu' difficile che distruggere. Allevare e' molto piu' difficile che assassinare.

edo1969

Gio, 21/08/2014 - 12:26

peter46 potrebbe spiegare che cosa c'entrerebbero i Maro' con il medio oriente? grazie

Ritratto di Scassa

Scassa

Gio, 21/08/2014 - 12:49

scassa giovedì 21 agosto 2014 Le scuole di pensiero sono di massima due ,una che nega ,minimizza,giustifica ed esalta ,la seconda consiglia perdono ,comprensione ,condivisione e dialogo . . Sbagliano entrambi ,secondo logica ,perché partendo dal fatto che l'unica guerra che è sempre stata propagandata come Santa lo è solo in nome del Dio Denaro ,poiché se togliamo l'oro nero ,la religione e il proselitismo pro o contro ,vanno a farsi ... ... ! Quindi attenzione ad entrare a gamba tesa nel cervello altrui con il pietismo,,con l'esaltazione del terrorismo o con la sua giustificazione perché ciò che l'uomo vuole usare lo deve pagare e non rubare ,ne con crociate,ne con bombardamenti spacciati per umanitari ! Così si infinocchiano solo gli stupidi e si aizza l'odio. Non si può comandare in casa altrui e pretendere resa incondizionata . Quando però si è arrivati ad un punto di non ritorno ,come sembra,guai a dimostrare debolezza e Nobel per la Pace ,con mentalità agli antipodi dalla nostra,... ... si rischia il Nobel per la Pace Eterna ,poiché il saggio dice "" chi di pecora si veste ,il lupo se la mangia !"" .......scassa.

ludovik

Gio, 21/08/2014 - 12:54

prima di fare una guerra in iraq, stato laico e dittatoriale, forse sarebbe stato il caso di prevedere in anticipo i possibili futuri scenari di tale aggressione e le conseguenze nel medio oriente. Ora gli USA fanno pagare il conto a tutti.

ludovik

Gio, 21/08/2014 - 13:02

swartzw stai suggerende ai bananas di informarsi prima di farsi un'idea? scherzi vero?! significherebbe riconoscere loro una capacità di analisi e di critica, quali scenari apocalittici si aprirebbero in Italia

gio 42

Gio, 21/08/2014 - 13:09

gio42 chiedo "che c'entra il Cristianesimo con questi orrori" Sui Vangeli di Gesù ci sono pagine e pagine contro la violenza, leggetevi il racconto nell'Orto degli Ulivi durante la sua cattura. Se poi gli uomini di chiesa in quanto uomini, nel corso dei secoli hanno sbagliato che centra Gesù e la Sua Chiesa?

peter46

Gio, 21/08/2014 - 13:13

edo 1969...tranquillo,se uno non 'vuole' arrivarci da solo,una 'spintarella'non si nega a nessuno. Io ho scritto:"Grazie Renzi....dopo la decisione dell'invio delle armi ai Curdi:siamo già i difensori mondiali dell'Occidente al posto di coloro che si sono sempre ritenuti tali,cioè gli americani?" Se abbiamo deciso l'invio delle armi,unilateralmente o meno, significa che ci sentiamo in grado di 'supportare' i difensori dei 'cristiani' al posto degli americani.Cioè ci dichiariamo prossimi difensori dell'Occidente Cristiano.Cioè affermiamo di essere in grado di 'contare' militarmente nel mondo.E se ci sentiamo in grado di contare militarmente nel mondo..."dovresti sentirti in grado,innanzi tutto,di non farci 'sputtanare' nel mondo con la vicenda Marò ormai da due anni:portali a casa Renzi.O a te ---edo 1969--non te ne frega un bel niente di farli tornare a casa?O contiamo solo nel 'dare' senza...contropartite?Anche perchè se vai a leggere l'articolo(di oggi.su il Giornale di oggi.di F:Biroslavo "Ora rischiano la testa....che non hai ancora commentato,però affari tuoi)qualche rischio ci potrebbe essere,dunque...porta a casa i Marò,Renzi,malgrado...edo1969. Grazie di avermi letto,e sempre a ...disposizione.

luna serra

Gio, 21/08/2014 - 13:46

GLI ISLAMICI tra un po ci imporranno la loro religione lo vogliate o no in ITALIA chi fa la politica sociale è il VATICANO solo un cieco non lo vede e tutto in nome della fratellanza mentre loro stanno CANCELLANDO i Cristiani noi gli accogliamo con tanto di tappetto rosso per le passerelle. Questo è niente ne vedremo delle belle

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Gio, 21/08/2014 - 15:28

Klotz1960 Scrive: "...... NON ESISTONO VITTIME INNOCENTI DI SERIE A E DI SERIE B....." E con questo dove vorresti arrivare? La tua è un'ovvità banale, da asilo infantile e che non dice nulla, come dire che non esistono imbecilli di serie A o serie B. Certo che è comodo rimanere sul vago, per dire tutto e nello stesso tempo niente.

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Gio, 21/08/2014 - 15:38

io ti dico che il VERO delitto è rendere pubbliche queste immagini! Fate campagne di contenimento per le immagini '''crude''' e poi? Inoltre diventate come loro, se non peggio, poiché essi questo vogliono e più vi fate sentire e quelli altre , peggiori , ne combinano. Mai sentito parlare di costumi e consuetudini tribali? ( fagli sapere come siamo cattivi e se ne andranno!).-

edo1969

Gio, 21/08/2014 - 16:35

peter46, la mia non era una domanda polemica: ero solo sinceramente stupito di vederti far entrare la vicenda dei Maro’ nella terribile situazione che si sta vivendo in Iraq e in Siria. Invece la tua risposta mi qualifica come menefreghista nei loro confronti, cosa che non sono. Per me le due vicende non c’entrano davvero niente e ti dico volentieri perché la penso cosi’: 1) ho letto l’articolo del giornale.it che tu citi: non solo non parla dei Maro’ - questa è una tua forzatura, spiacente – ma nemmeno minimamente dell’India che, ti ricordo, è un Paese in prima linea (molto più di noi) nel combattere il terrorismo islamico cui ha già pagato un prezzo altissimo (ricordi Bombay 2008?). Prova a leggere quali sono i rapporti tra India e il Pakistan, cioè il Paese musulmano che forse più di tutti ha fomentato e allevato terroristi musulmani negli ultimi 20 anni. A volte hanno sfiorato la guerra (atomica). 2) I Maro’ non sono ostaggi di bande terroriste spietate tipo Isis, sono in attesa di giudizio di un Paese NON-islamico. Non stanno neanche in carcere: sono all'ambasciata italiana di New Delhi. Il che personalmente lo trovo giustissimo, ci mancherebbe, però smettiamo di farne delle vittime: ricordo che per loro si parla comunque di omicidio. 3) Il Ministro della Difesa è andata a trovarli 15 giorni fa, e il Governo sta facendo una forte azione diplomatica: forse credi sia facile? io da profano mi dico che forse non lo è. La questione è delicata e i politici indiani, si sa, possono essere permalosi e come tutti i politici del mondo rendono conto ai propri elettori. 4) Insomma non facciamo di ogni erba un fascio: voler mettere i Maro’ in mezzo a questa vicenda mi sembra davvero fuori dal seminato. O forse giusto.. un pretesto per poter fare la tua piccola polemica "precotta" e fuori luogo a tutti i costi? Saluti.

peter46

Ven, 22/08/2014 - 09:28

edo 1969,la mia,con i Marò,era invece una 'intrusione' polemica che ho 'abbondantemente' spiegato nel secondo commento:se continui,facendo finta di non comprenderlo il commento2,lo fai per 'presunzione'.E per 'presunzione' la mia età ti supera,quindi...se il mio paese deve rischiare...può pretendere,anzi deve pretendere.Grazie per la cronaca dei rapporti India-Italia,ma se ci sentiamo di contare nel mondo con l'invio delle armi,oltre al tributo di sangue in Irak prima ed in Afganistan dopo,ed ora ancora,per parare il 'culo' degli altri,che ci sia concesso lo stesso 'valore' nella vicenda Marò. Sul 'precotto' e sul 'fuori luogo' è solo un tuo 'giudizio'...e non potendolo 'sondaggiare' rimane un tuo solo ed esclusivo 'giudizio'.Ricordandoti che ci eravamo già 'incontrati' nei commenti(anche se unilateralmente)...ricambio i saluti. NB:Spero che oggi sia inserito il commento.

edo1969

Ven, 22/08/2014 - 10:39

peter46 ... presunzione? se la pensi cosi’, ma non è che faccio finta di non capire, è che proprio non capisco. Tu l’avrai anche “abbondantemente spiegata” ma per me la tua polemica resta totalmente fuori dal seminato, non cambio idea e giustamente non la cambi neanche tu. Non voglio proseguire il nostro scambio che rischia di diventare un noioso bla bla per chiunque: è il limite di questi forum, sono sicuro che se discutessimo più a lungo ci capiremmo meglio. Saluti.