De Luca nella bufera

De Luca è indagato nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Roma che vede coinvolti il suo capo segreteria Nello Mastursi e un giudice del Tribunale civile di Napoli, Anna Scognamiglio. Concorso in concussione per induzione

Concorso in concussione per induzione: è questa la sola ipotesi di reato per la quale sono indagati a Roma, come atto dovuto, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, il magistrato Anna Scognamiglio, giudice relatore del tribunale civile di Napoli nella fase di merito del ricorso d’urgenza presentato dallo stesso De Luca (contro il provvedimento di sospensione dalla carica di Presidenza della Regione Campania in base alla legge Severino), il marito del giudice Guglielmo Manna, gli intermediari Giorgio Poziello e Gianfranco Brancaccio, e poi Giuseppe Vetrano e Carmelo Mastursi, rispettivamente ex coordinatore delle liste a sostegno di De Luca e il capo della segreteria del governatore. È quanto precisa la Procura di Roma smentendo che le accuse contestate siano di corruzione e rivelazione del segreto d’ufficio.

Tuttavia, la bufera resta. De Luca ha annunciato una conferenza stampa questa mattina a Palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, nella quale intende "chiarire ogni aspetto in relazione all’annunciata indagine nei miei confronti", dichiarando "senza alcun margine di equivoco la mia totale estraneità a qualunque condotta meno che corretta. È mia intenzione - ha aggiunto De Luca in un post su Facebook - fare in modo che si accendano su questa vicenda i riflettori nazionali, trovandomi nella posizione di chi non sa di cosa si stia parlando. Ho già dato incarico al mio avvocato per chiedere di essere sentito dalla competente autorità giudiziaria. Per me, come per ogni persona perbene, ogni controllo di legalità è una garanzia, non è un problema. E su questo, come sempre lancio io la sfida della correttezza e della trasparenza".

E in conferenza ha ribadito la sua posizione. "Sostengo pienamente l’azione della magistratura. Considero il controllo della legalità un bene per le persone oneste e una funzione essenziale in un Paese democratico . Non sono a conoscenza di nulla, di nulla. Leggo di questo Manna e devo dire sinceramente che non so chi sia, cosa faccia, non so dove viva".

Intanto, il Csm si appresta ad intervenire sul giudice del Tribunale di Napoli Antonina Scognamiglio, coinvolta nell’inchiesta. Il laico di Forza Italia Pierantonio Zanettin ha chiesto l’apertura di una pratica finalizzata al trasferimento d’ufficio del giudice. Dalle indagini invece emergono nuovi dettagli.

Vincenzo De Luca, "per il tramite di Giuseppe Vetrano e Carmelo Mastursi", sarebbe stato minacciato "di una decisione a lui sfavorevole da parte del tribunle civile di Napoli, con conseguente perdita della carica ricoperta" e per questo indotto "a promettere a Guglielmo Manna, sempre per il tramite dei due, la nomina a una importante carica dirigenziale nella sanità campana". È quanto si legge nel decreto di perquisizione che il 19 ottobre scorso è stato disposto dalla Procura di Roma nei confronti di tutti gli indagati, ad eccezione proprio di De Luca. La minaccia, secondo l’ipotesi formulata dal procuratore Giuseppe Pignatone e dai pm Giorgio Orano e Corrado Fasanelli, sarebbe partita da Anna Scognamiglio: il giudice relatore del tribunale civile di Napoli che si sarebbe occupato del ricorso De Luca contro la sospensione dalla carica prevista della Legge Severino, "abusando della sua qualità e dei poteri decisionali nella controversia giudiziaria", avrebbe agito in concorso con il marito Guglielmo Manna e con gli intermediari Giorgio Poziello e Gianfranco Brancaccio. La condotta contestata - è ancora l’ipotesi della Procura della Capitale - "è stata reiterata in occasione dell’udienza tenutasi presso il tribunale di Napoli l’11 settembre 2015 avente ad oggetto la legittimità del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che aveva sospeso De Luca dalla carica di Presidente della Regione Campania". Il reato di concussione per induzione fa riferimento, dunque, ad un arco temporale che va da luglio al settembre scorso. Gli indagati, cui è stato notificato il decreto di perquisizione e sequestro, non hanno ritenuto di fare ricorso al tribunale del riesame di Roma.

Una vicenda che solleva da più parti richieste di dimissioni. "Lo dico da garantista convinta: le parole con cui De Luca ha spiegato, anzi non ha spiegato, il suo ruolo e la sua responsabilità politica, prima ancora che giudiziaria, nell'ambito della vicenda su cui è indagato sono sconcertanti", dice la senatrice di Forza Italia, Anna Maria Bernini, "Sconcertante è l'atteggiamento di un governatore che, in conferenza stampa, su una vicenda inquietante non risponde ai giornalisti ma si produce in monologo più simile all'imitazione di Crozza che allo standing che dovrebbe avere un uomo delle istituzioni in questi casi. Sconcertante è che De Luca dica di non sapere di una trattativa condotta a sua insaputa, dal cuore del suo gabinetto in nome e per conto suo su una sentenza che lo riguarda. Sconcertante è che non dica nulla sul perchè il suo braccio destro si sia dimesso, prima che trapelasse la notizia dell'indagine. In attesa degli sviluppi giudiziari non possiamo non esprimere una profonda inquietudine per un caso che offende la dignità delle istituzioni e su cui Renzi non parla. È la credibilità del paese la vera parte lesa di fronte all'arroganza del potere politico in Campania, non de Luca".

Ma De Luca tira dritto e si dichiara innocente. "Sto facendo training autogeno, mi sto autocontrollando. Credo di aver dato ai giornalisti italiani più lavoro di Murdoch, mi aspetto di essere nominato cavaliere del lavoro ai nostri collaboratori rivolgo invece l’appello di sempre: keep calm".

Commenti
Ritratto di .Cassandra

.Cassandra

Mer, 11/11/2015 - 11:18

il Partito Delinquenti COLPISCE ANCORA!!!

moshe

Mer, 11/11/2015 - 11:19

..... perde il pelo, ma non il vizio !

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 11/11/2015 - 11:21

Personaggetti .......

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Mer, 11/11/2015 - 11:22

Santo subito!!

gianni.g699

Mer, 11/11/2015 - 11:23

porellooo ooo ooo

Ritratto di faustopaolo

faustopaolo

Mer, 11/11/2015 - 11:26

E quando mai un mafioso ha mai detto di sapere qualcosa ?!

albertzanna

Mer, 11/11/2015 - 11:29

Un uomo da solo, detto quaqquaraqqua, che sa interpretare contemporaneamente tutte e tre le parti delle tre scimmiette. Penoso

florio

Mer, 11/11/2015 - 11:34

E'il solito Kompagno che sbaglia. Loro sono superiori, gli altri tutti ladri e delinquenti. Mantovani è in galera e la sx urla alla buona giustizia, ma quando toccano loro, aspettiamo gli ululati!

unosolo

Mer, 11/11/2015 - 11:50

parte lesa o no le cose strane avvengono solo sui sinistrati o chi li appoggia , quindi ci vuole un organo di revisione veramente indipendente che corregga certe sentenze o che almeno verifichi gli indirizzi presi su condanne o assoluzioni strane e con risarcimenti , qualcosa di sospetto viene da come si manovrano le leggi a piacimento del giudicante , arrivati a certi vertici si credono al di sopra e possono fare e disfare tutto a loro piacimento ,.,.,

tormalinaner

Mer, 11/11/2015 - 11:53

Questa è la dimostrazione che De Luca è parte integrante del "sistema napoletano" che viena chiamato Camorra, però qui siamo al livello dei colletti bianchi, collusione tra magistrati e politici il livello più pericoloso.

coccolino

Mer, 11/11/2015 - 12:00

il renzi non aveva nessun'altro da candidare?.....credo che i pdioti siano tutti uguali.....tutti delinquenti.....

Ritratto di IRON

IRON

Mer, 11/11/2015 - 12:10

Anch' io, come te, faccio il "tifo* per i PM !

freud1970

Mer, 11/11/2015 - 12:25

Poverino, parte lesa, ma dalla faccia non si direbbe,,,

Gianca59

Mer, 11/11/2015 - 12:27

Grande De Luca. Interessante che si punti sempre alla sanità....evidentemente lavorare li da ottimi benefici .....

agosvac

Mer, 11/11/2015 - 12:30

A quando qualche "piccolo" controllo su "gigino"???

kayak65

Mer, 11/11/2015 - 12:43

all faccia della pulizia morale sbandierata dal pd e dal bugiardo renzi.

emulmen

Mer, 11/11/2015 - 12:46

"sostengo il lavoro dei magistrati"...per forza lo sa bene che essendo un compagno finirà tutto a tarallucci e vino!!! tranne che se era di Forza italia a quest'ora aera già condannato alla gogna pubblica....

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 11/11/2015 - 12:57

Parte lesa, semmai, sono i Cittadini che non l'hanno votato.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 11/11/2015 - 12:58

Questi MALEDETTI, non hanno mai fattonulla, però sono indagati!!! Chi credono di fare fesso??? Gesù bambino o la Befana ???

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 11/11/2015 - 13:16

Caro de luca, prepara la valigina con un po di biancheria perchè mi sa che fra non molto ti vengano a prendere per ingabbiarti. Ah ah ah ah.

Boxster65

Mer, 11/11/2015 - 13:19

Tra politici e giudici non so chi metterei per primi al muro. Qui abbiamo un bell'esempio della liason tra Magistratura Demokratica, falso Komunista Kamorrista e corruttore che si ciula la Magistrata mignotta di turno.... Il tutto, come d'uso... A MIA INSAPUTA!!!

elio2

Mer, 11/11/2015 - 13:33

Ma che problemi ci sono, è sufficiente dare in mano il caso a due fidati amici di ideologia e tranquillamente finirà tutto a tarallucci e vino. Avere in tasca la tessera giusta è una garanzia di impunibilità totale.

Ritratto di aresfin

aresfin

Mer, 11/11/2015 - 13:55

Questo caso de luca" mi ricorda tanto il caso "vendola". I kompagni non si smentiscono mai. Branco di porci.

moshe

Mer, 11/11/2015 - 13:58

... una povera vittima komunista !

Palladino

Mer, 11/11/2015 - 13:59

...scomettiamo.

berserker2

Mer, 11/11/2015 - 14:00

no De Lù......tu non lo sostieni il "lavoro" della magistratura..... tu lo "crei"......

berserker2

Mer, 11/11/2015 - 14:02

date la causa alla giudice amica di Vendolo......

Palladino

Mer, 11/11/2015 - 14:04

...scusate mi è rimasta una "m" nella tastiera.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 11/11/2015 - 14:05

IL; PARTITO DEI POLITICI DELIQUENTI CORROTTI É LADRONI DEL PDPCI HANNO RUBATO 100IA DI MILIARDI AL PAESE! É TUTTI I POLITICI DI QUESTO PARTITO SI DICHIARANO INNOCENTI E PURI! ALLORA I SOLDI CHI LI HA RUBATI BABBO NATALE???!!!.

ziobeppe1951

Mer, 11/11/2015 - 14:06

Chissà perchè i PiDioti si sentono sempre parte lesa

Giorgio1952

Mer, 11/11/2015 - 14:16

Io ho letto questa dichiarazione del giudice Anna Scognamiglio, che è coinvolta nell’inchiesta per presunta corruzione col governatore De Luca e il suo ex capo staff : Non conosco assolutamente né De Luca, né Mastursi, né Vetrano con i quali non ho mai avuto contatti di alcun genere, né, quindi, ho loro mai chiesto, né potuto chiedere, alcun favore né per me né per mio marito".

Antonio43

Mer, 11/11/2015 - 14:45

Mi pare di capire che questa giudichessa ha fatto sapere a De Luca che stava per farlo dimettere dalla carica di presidente della campania, se però avesse dato un certo incarico al di lei marito la cosa si poteva aggiustare, il tutto con la complicità di altri farabuttelli di contorno. Possibile che De Luca si sia fatto incastrare da questi peracottari? Mi dispiacerebbe, finora l'unica colpa che gli addebitavo era quella di essere del pd, direte che non è poca cosa, ma la sua schiettezza un pò lo riscattava. Vedremo!

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 11/11/2015 - 15:02

Azo, questi maledetti come dici, fanno fessi tutti noi e stiamo pure zitti

aitanhouse

Mer, 11/11/2015 - 15:15

ed un popolo abbandonato nel degrado, nella delinquenza grande e piccola, nella disoccupazione,truffato nelle aspettative più elementari quale scuola,sanità e pensioni, assediato da migliaia di clandestini che non altro hanno trovato da fare che elemosinare,spacciare e rendere le periferie impraticabili e pericolose,cosa fa? nulla, sta a contemplare gli autori della sua rovina e quasi li venera affidando agli stessi la propria vita ed il futuro dei suoi figli, senza decidere di prendere in mano il suo destino.Uno schifo, peggio del medievo....

berserker2

Mer, 11/11/2015 - 15:16

c'è un refuso.....non ha detto "sono parte lesa".....ha detto che "ha una parte lesa".....indovinate quale.....un aiutino.....sta in alto, tra i capelli e il naso.....

Duka

Mer, 11/11/2015 - 16:51

I comunisti quando li trovi con le mani nel sacco SONO SEMPRE SERENI e fiduciosi nella giustizia. Loro non sanno mai di che si tratta eppure questo signore ha ricevuto un avviso di garanzia il 18 scorso. NON solo ladri ma pure falsi e bugiardi.

canaletto

Mer, 11/11/2015 - 17:28

POVERINO, VITTIMA DELLA SUA INGORDIGIA. MI COMMUOVI

Libero1

Mer, 11/11/2015 - 17:52

Il solito pidiota che dopo averne combinate di tutti colori dice di essere anche parte lesa.Ammazzalo che faccia da .... che ha. Il piu' pulito dei pidiota ha la rogna.

baio57

Mer, 11/11/2015 - 18:45

Da quelle parti sinistre guarda caso,sono tutti vittime di concussione.Mi ricorda tanto uno sfasciaziende svizzero,che seppur reo confesso di aver elargito tangenti,nel processo fu fatto passare come vittima di concussione : "...dovetti pagare per ottenere commesse di lavorazione..." (sic!!)

LAMBRO

Mer, 11/11/2015 - 19:16

ACHTUNG BANDITEN!!! MA NON SUCCEDERA' NIENTE PERCHE' E' DI SINISTRA... FIN QUANDO GLI CONVIENE!! I BRONZI DI RIACE SONO DEI TENERI VIRGULTI IN CONFRONTO ALLA FACCIA DI ACCIAIO AL MOLIBDENO CHE SI RITROVA CERTA GENTE....CHE ANDREBBERO CHIAMATI COL LORO VERO NOME......

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mer, 11/11/2015 - 20:45

Concorso in corruzione per induzione. Ipotesi per un reato che è tutto un programma...la verità è che questo le poltrone le assegna alla sua gente anziché dar retta alla "direzione" e o ministro non perdona.

@ollel63

Mer, 11/11/2015 - 20:47

ma quando mai i sinistrati non sono parte lesa! Beh! Sicuramente lesi sono. La testa non è che funzioni molto bene, anzi... credo non ci sia proprio.

Edmond Dantes

Mer, 11/11/2015 - 21:36

" De Luca vittima della macchina del fango". Questo potrebbe essere il titolo di Repubblica o dell' Unità che, ricordatevi, continua ad esistere grazie alle vostre tasse che ne hanno ripianato i debiti.