Giggino protesta contro Renzi e si fa rimborsare la trasferta

Cento euro per andare a manifestare contro il governo per il caso Bagnoli, fuoco incrociato da Pd e Forza Italia: "Atto di taccagneria"

Cento euro di rimborso dal Comune di Napoli per partecipare alla manifestazione contro il governo: scoppia il caso del rimborso al sindaco Luigi De Magistris e fa arrabbiare l’opposizione.

Secondo quanto riporta FanPage, dopo l’iniziativa romana di protesta contro le scelte di Renzi e del commissario per Bagnoli Salvo Nastasi, il primo cittadino insieme al vicesindaco Raffaele Del Giudice e all’assessore all’urbanistica Carmine Piscopo avrebbero ottenuto il rimborso dei costi sostenuti per raggiungere Roma. Cento euro ciascuno, a cui aggiungerne altri cento per il responsabile dell’ufficio stampa. Ciò è bastato per fare insorgere le opposizioni che contestano al primo cittadino l’opportunità politica di farsi rimborsare dall'ente il viaggio romano per prendere parte alla protesta.

Secondo Forza Italia, si tratta di un atto di “taccagneria”: “Se corrisponde al vero – dice in una nota Fulvio Martusciello, vicario di Fi - che la manifestazione a Roma contro il governo Renzi sia stata spacciata da alcuni esponenti della giunta De Magistris come incontro istituzionale per farsi rimborsare 100 euro, siamo al di là di ogni immaginazione. Spiace che una scelta consociativa abbia privato il consiglio comunale di una commissione trasparenza adeguata che avrebbe avuto la forza di sollevare il caso. Con Lettieri sindaco un atto di taccagneria e accattonaggio non sarebbe mai potuto accadere”.

Pure Lettieri, è intervenuto sulla questione, con un lapidario post su Facebook: “I rivoluzionari a spese del Comune. Che squallore”.

Pesantissimo il commento del deputato Pd Marco Di Lello che ci va giù durissimo: “La cronaca politica italiana è piena di professionisti del disordine e di manifestanti a pagamento. Ma a spese del Comune è una assoluta novità: complimenti al sindaco Masaniello a pagamento. Ma poco però: appena il prezzo di una comparsa".

Commenti

unosolo

Ven, 21/10/2016 - 17:53

non è soo , da anni lo fanno anche i presidenti di regione non solo sindaci , i rimborsi sono solo un modo per spesarsi delle "gite " . pensate che il segretario del PD non lo faceva in Firenze ? proviamo a fare dei controlli anche sul passato sai quante spese e rimborsi ,,,,,

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 21/10/2016 - 17:54

La mia opinione su giggino l'ho già espressa ma ora vorrei mortificarlo come solo un napoletano, come me, puo' fare. Purtroppo, la censura non me lo permette ed allora mi limito a dargli del 71, che, per i napoletani, é un numero della smorfia.

Ritratto di orione1950

orione1950

Ven, 21/10/2016 - 17:55

La mia opinione su giggino l'ho già espressa ma ora vorrei mortificarlo come solo un napoletano, come me, puo' fare. Purtroppo, la censura non me lo permette ed allora mi limito a dargli del 71, che, per i napoletani, é un numero della smorfia ed un'offesa gravissima.

Ritratto di Leonida55

Anonimo (non verificato)

unosolo

Ven, 21/10/2016 - 19:17

solo su Giggino e non su tutti i sindaci e presidenti di regione ? vediamo anche in TV certi personaggi e non credo che paghino di loro tasca le trasferte " politiche " specie in questi tempi del sostegno al SI , ma se contestano si mettono al bando .