Decreto Salvini, l’ira dell’immigrato: "Pazzia, ci volete tutti morti"

Il duro sfogo di un migrante 23enne che ha letto la bozza del decreto immigrazione di Matteo Salvini approvato dal consiglio dei ministri

"Volete vederci sporchi a fare l’elemosina o malati a dormire per terra [...] Ci volete morti tutti". Parole durissime che vengono pronunciate da un immigrato che ha preso visione del decreto immigrazione – il cosiddetto dl Salvini – approvato all’unanimità dal consiglio dei ministri.

Uno sfogo rabbioso raccolta da Tpi, che riporta le parole di un giovane migrante all’operatore di un centro Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) in provincia di Avellino: "Che cosa vuole questo governo da me? Sono dei pazzi stupidi. È vero che vogliono togliere l’umanitaria? Io ora cosa rinnovo? il nulla. Il mio contratto di lavoro scade, come trovo quello nuovo se non ho il permesso di soggiorno?".

Poi, si legge anche: "Sono andato a scuola, ho imparato l’italiano […] Questo è il risultato? Cambiare le carte così al volo senza ragione". E continua ancora sulla stessa falsariga: "Non basta spararci per strada, chiamarci come i giorni della settimana perché il caporale non ricorda il nostra nome. Essere sempre ultimi e diversi, affrontare gli sguardi scostanti della gente e sentirsi dire: ‘negro di merda tornate a casa’. Non è bastato questo per voi italiani? No!".

Ricordiamo che il decreto fortemente voluto dal ministro dell’Interno Matteo Salvini prevede l’abolizione della concessione del permesso di soggiorno per motivi umanitari, previsto dal Testo unico sull’immigrazione. Inoltre, il dl fa un giro di vite sul cosiddetto ius sanguinis e sull’asilo politico e chiude un po’ i rubinetti al sistema d’accoglienza nostrano, mettendo a disposizione, invece, più risorse economiche per provvedere ai rimpatri degli extracomunitari.

Commenti

Altoviti

Mar, 25/09/2018 - 11:29

Il giovane migrante va riportanto coi 700 000 clandestini nel suo paese, manu militari. Se deve lagnarsi lo faccia coi dirigenti del suo paese. Basta demagogia che ci uccide.

Mefisto

Mar, 25/09/2018 - 11:33

Sì, il concetto è più o meno quello...

Epietro

Mar, 25/09/2018 - 11:35

Ho letto il suo sfogo, ma mi dispiace doverle dire che no, non basta se si sente così poco sopportato una ragione ci sarà o non crede? Per cui se tornasse al suo paese farebbe una cosa buona e giusta. Non credo che ci siano tanti europei che vanno a commettere reati o mendicare in casa altrui e che si sentano in diritto di farlo. Cosa dire poi dei prepotenti governi africani che respingono i loro concittadini?

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Mar, 25/09/2018 - 11:57

non ti sta bene? ti sei dato la risposta da solo.

fisis

Mar, 25/09/2018 - 11:57

Caro il mio migrante, intanto non si offendono ministri che milioni di italiani hanno votato, inoltre, se non ti sta bene, dato che non scappi da nessuna guerra, se non trovi lavoro, che non c’è neanche per gli italiani, tornatene a casuccia tua.

routier

Mar, 25/09/2018 - 12:01

Nessun italiano dotato di normale buon senso vuole morti i migranti ma semplicemente che essi siano soggetti alle stesse leggi che da sempre governano gli autoctoni. Senza l'insensata pretesa di percorsi preferenziali o bonus di qualsiasi natura. Ne più ne meno! Se per loro è insopportabile, nulla vieta l'uscita dal nostro territorio.

VittorioMar

Mar, 25/09/2018 - 12:19

..se è in regola con la Giustizia,se non ha precedenti Penali,se parla l'Italiano ,se ha un mestiere ,se lavora ,CHE TIMORE HA ??..è giovane può INTEGRARSI PERFETTAMENTE !!

Gianni11

Mar, 25/09/2018 - 12:19

Toh...cominciano a capire. Ma che, vi ha chiamati qualcuno? L'Italia agli italiani. Fuori!

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 25/09/2018 - 12:32

Nessuno vuole morti ! Ma bisogna rimandare al paese di origine coloro che non hanno requisiti per essere considerati profughi. E poi ci sono quei pochi che rubano, spacciano, violentano ecc. che avranno una corsia preferenziale.

silvano45

Mar, 25/09/2018 - 12:57

Sono sicuro che presso "i marziani del PD o peggio" parole del PD DeLuca troveranno eco perchè tutto ciò che va contro gli interessi del paese sono per loro acqua fresca....peccato per loro che il paese su questo argomento è con Salvini.

agosvac

Mar, 25/09/2018 - 13:08

No, egregio giovanotto, non vi vogliamo morti: vi vogliamo felici e contenti a lavorare dignitosamente a casa vostra invece di lavare i vetri o raccogliere pomodori per due soldi!!! Oggi l'Africa dà molte più possibilità di lavoro di quanto ne possiamo dare noi. L'Africa è molto più ricca di quanto possa mai essere l'Europa, dipende da voi renderla quello che meriterebbe di essere.

Aegnor

Mar, 25/09/2018 - 13:38

Se rimanete a casa vostra, non muore nessuno

maxxena

Mar, 25/09/2018 - 13:51

sono sicuramente dispiaciuto e condanno qualsiasi gesto di inciviltà compiuto nei confronti di questo ragazzo. Da parte sua , l'approccio nei confronti di un paese da cui vorrebbe l'accoglienza mi sembra oltremodo arrogante e offensivo nei confronti di quelli come me che non hanno nulla in contrario ad accogliere persone oneste, con voglia di lavorare e soprattutto di rispettare le nostre leggi. Ho l'impressioni che questo ragazzotto prima di parlare sia stato adeguatamente "istruito" per fare notizia. Chi l'ha fatto non gli ha detto che in realtà lo stava (come altri altri )usando e danneggiando. Forse un giorno si capirà realmente dove stanno i veri razzisti.

Ritratto di skuba2017

skuba2017

Mar, 25/09/2018 - 13:56

Se hai un lavoro non ci sono problemi x rinnovo soggiorno se no torni a casa tua.

MarcoTor

Mar, 25/09/2018 - 14:01

No no no... ci accontentiamo di vedere i clandestini a casa loro. Come fanno in tutto il resto del mondo, d'altra parte. Quindi per vedere qualcosa di diverso dovreste emigrare proprio di pianeta, capisci...

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mar, 25/09/2018 - 14:16

Non è affatto vero che il decreto immigrazione e sicurezza preveda l’abolizione della concessione del permesso di soggiorno per motivi umanitari! Semplicemente adesso elenca i casi specifici nei quali è possibile concederlo, limitando quella esagerata discrezionalità delle commissioni che prima consentiva ad un gran numero di migranti privi di requisiti di rimanere in Italia.

SeverinoCicerchia

Mar, 25/09/2018 - 14:33

nessuno vuole morto nessuno, semplicemente chi non ha titoli , requisiti o possibilità, se ne stia a casa sua, come è giusto che sia

Una-mattina-mi-...

Mar, 25/09/2018 - 14:35

SE IL "MIGRANTE" E' A POSTO CON I DOCUMENTI NON HA NULLA DA TEMERE, ALTRIMENTI INUTILE FACCIA IL PIANTO GRECO O SI APPELLI AI PIAGNISTEI TELECOMANDATI: QUI SI STA SOLO SE SI HA VOGLIA DI FARE, SI E' IN REGOLA E NON SI DELINQUE. E' QUESTO IL SUCCO DEL DICORSO! TE' CAPI'?

Scirocco

Mar, 25/09/2018 - 14:36

Forse gli immigrati cominciano a capire che li vogliamo tutti fuori dall'Italia.

Ritratto di Evam

Evam

Mar, 25/09/2018 - 15:25

Se per immigrato si intende clandestino, SI! esattamente, vi vogliamo tutti morti. Non importa come.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 25/09/2018 - 18:53

Al migrante come alla Kyenge, nessun "pazzo" impedisce di andare a casa sua, prima di "morire" ammazzato, sempre che non abbia visto la citta di re Giorgio. Si sa: Vedi Napoli e poi muori.

Divoll

Mar, 25/09/2018 - 22:44

No, non vi vogliamo morti, ci basta che andiate tutti FUORI DALL'ITALIA.

Divoll

Mar, 25/09/2018 - 22:46

Per la verita', non vi vogliamo vedere proprio, ne' vivi ne' morti, ma fuori di casa nostra.

noside863

Mer, 26/09/2018 - 07:45

Non li capisco se tutta sta gente sta male in Italia perché non se ne tornano a casa loro. Un agente di commercio una mattina si sveglia e parte per una provincia dopo una settimana si rende conto che la piazza non risponde commercialmente come pensava, secondo voi ci torna o si ripromette di non tornare più. Queste risorse umane che nel loro Paese aspettano che le banane gli cadono addosso se in Italia non trovano quello che pensavano se ne tornino a casa loro. Sono più felici perché si rimettono seduti sotto l'albero di banane e di conseguenza anche noi.