Delrio: "Ora voglio la verità su quei dossier"

Il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, riferendosi a presunte fotografie di cui si fa cenno nelle intercettazioni dei pm di Potenza nell’ambito delle indagini Guidi-Gemelli, dice di non avere nulla di cui temere. "A Cutro sono andato da sindaco di Reggio Emilia. Le due città sono gemellate"

Chiamato in causa in modo pesante dal compagno di Federica Guidi, che in una telefonata intercettata fa riferimento a un fantomatico "regalo dei carabinieri" contro il ministro renziano dei Trasporti ("usciranno le foto con i mafiosi... quelli della 'ndrangheta"), Graziano Delrio vuole andare fino a fondo. "A questo punto - dice in un'intervista a Repubblica - voglio sapere se davvero pezzi dello Stato tramano contro altri pezzi dello Stato. Voglio sapere se davvero un carabiniere ha preparato dei dossier falsi contro un ministro della Repubblica. Ho deciso di presentare su questo un esposto alla procura di Roma. Voglio la verità".

Riferendosi a presunte fotografie di cui si fa cenno nelle intercettazioni dei pm di Potenza nell’ambito delle indagini Guidi-Gemelli, Delrio afferma: "Io ho nulla di cui temere. A Cutro ci sono andato da sindaco di Reggio Emilia. Le due città sono gemellate. Ero lì con la fascia tricolore. Sono andato ad una cerimonia, per qualche metro ho seguito la statua locale della Madonna. E basta. Hanno provato a invischiarmi in quella roba, ma non hanno trovato niente perché era impossibile trovare qualcosa. Mai un avviso di garanzia. Voglio sapere se questa attività di dossieraggio è vera oppure no. Voglio sapere se la gente - non solo un ministro - può fidarsi delle istituzioni. Poi se vengo attaccato da un comitato d’affari, beh per me è un onore. È una medaglia da mettere sul petto".

Delrio prosegue ricordando che "tutti sanno che io ho fama di essere un irreprensibile. Ma queste sono parole. I fatti invece sono che appena arrivato al governo con Renzi, abbiamo nominato Gratteri, magistrato antimafia, alla presidenza della commissione per riscrivere il codice di procedura penale. Io sono stato sempre contro la mafia figuratevi se andavo a Cutro per incontrare i mafiosi". E sul presidente di Confindustria Sicilia, Ivan Lo Bello, che sarebbe venuto da lui per sponsorizzare Alberto Cozzo come commissario straordinario dell’autorità portuale di Augusta, Delrio ha detto che "è vero che Lo Bello è venuto un paio di volte da me. Ma mi ha sempre parlato del rinnovamento dell’aeroporto di Catania. Le camere di commercio sono i soci dell’Aeroporto, era normale. Ma non ricordo assolutamente che mi abbia mai parlato di Cozzo. Di certo non lo ha sponsorizzato, me lo ricorderei". Cozzo è stato poi confermato: "Ma io ho prorogato i commissari in attesa che entri in vigore la riforma dei porti con i nuovi meccanismi di nomina delle autorità portuali - ha spiegato - . Il che accadrà entro un paio di mesi. Io lo direi tranquillamente se Lo Bello mi avesse parlato di Cozzo. Non c’è niente di male se la Camera di commercio parla a un ministro di un’autorità portuale. Si ascolta e poi si decide in coscienza. Ma, semplicemente, non è avvenuto".

E rispondendo ad una domanda se gli fosse mai stato suggerito il nome di Cozzo, Delrio risponde: "Solo una persona lo ha fatto. La sindaca di Augusta, del Movimento 5Stelle, me ne ha parlato bene. E le ho detto che non mi sembrava così bravo. Non mi sembra un fulmine di guerra. Li ci sarebbero una marea di investimenti da utilizzare, ma non mi sembra che si dia da fare. Pensi che con questo Cozzo ho un carteggio in cui cerco proprio di stimolarlo a muoversi. Lì ci sarebbe tanto da fare. Gli ho anche affiancato l’Anac per evitare problemi. A me non risulta che sia un soggetto chiacchierato. Però per evitare incidenti in quella regione lo abbiamo fatto affiancare da Cantone. Insomma, io ho la coscienza a posto e non ho nulla di cui aver paura".

Commenti
Ritratto di combirio

combirio

Ven, 08/04/2016 - 09:53

Sicuramente e voglio crederlo anche nel PD le persone integre che ci mettono la faccia ci sono! Ma ormai i Figli di buone donne sono talmente tanti che anche chi cerca di fare il proprio dovere viene risucchiato come in un buco nero distruttivo. Bisognerebbe fare un reset totale, con leggi più snelle, una Magistratura non politicizzata al servizio dell' Italia e una ripartenza più veloce possibile.

Trifus

Ven, 08/04/2016 - 10:02

Io personalmente gli credo e non gli faranno nulla come è giusto che sia. Sono sicuro che se fosse stato membro di un governo di centrodestra gli avrebbero appioppato il non reato, concorso esterno in associazione mafiosa, il non reato che la magistratura applica in mancanza di prove.

Ritratto di mambo

mambo

Ven, 08/04/2016 - 10:12

Del Rio, lascia perdere non fare polemiche, tanto sei comunista e nessuno ti toccherà. Al massimo, passata la bufera, ti daranno qualche vantaggioso contratto in qualche ministero o regione rossa.

swiller

Ven, 08/04/2016 - 10:31

Ma perché per distorcerla o peggio.

SAMING

Ven, 08/04/2016 - 10:46

Ma non è un sinistrato del PD ? E allora di che deve aver paura | Quando si presenterà dal giudice anzichè la carta di identità tirerà fuori la tessere del PD e tutto finirà con delle scuse.

billyserrano

Ven, 08/04/2016 - 10:57

Anche noi vogliamo la verità.

cameo44

Ven, 08/04/2016 - 11:00

Avete mai sentito un politico dire si io centro? singolarmente sono tut te brave persone ma quando si entra nel circolo infernale degli affari la corruzione è di casa e se ci sono i corruttori ci sono i corrotti

Libertà75

Ven, 08/04/2016 - 11:46

Anche noi vogliamo la verità, ma soprattutto se venisse fuori un legame mafioso, vogliamo che gli elettori PD scendano in piazza a manifestare contro i loro leader

conviene

Ven, 08/04/2016 - 11:55

Delrio tira dritto ti prego. Ci sono poche persone integre e capaci come te. Lo hai sempre dimostrato in tutto quello che hai fatto. Pretendi subito la VERITA'.

unosolo

Ven, 08/04/2016 - 12:21

mai vista tanta forza di voler comandare anche su lavoro di altri settori eppure erano quelli del rispetto dei ruoli , lo strano fenomeno mai visto cioè quello che la ministra invita i PM e non il contrario ( forse per indirizzare ,,,) poi l'altro che vuole sapere prima cose che sono per ora voci , ma come dire il tempo , la storia ce ne darà di motivi per discutere questo è certo .

unosolo

Ven, 08/04/2016 - 12:30

di solito si smentisce e si aspetta non si pretendono rapporti.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 08/04/2016 - 12:43

I rapporti PD-Mafia sono oggetto di molte ipotesi, ma manca ancora la prova evidente, la pistola fumante. Che possa esserlo la brutta faccenda Del Rio può anche darsi, nella lotta per bande che dilania il PD non ci sono esclusioni di colpi, tutti odiano tutti, è gente senza scrupoli, corrotta e malvagia che non si perita certo di creare falsi dossier per incastrare il nemico. Quindi niente si può dire sui rapporti di Del Rio con personaggi mafiosi, una o più fotografie non significano molto, può essere un contatto occasionale, ma viene un dubbio: se il dossier è stato preparato dai Carabinieri - sulla cui onestà non è lecito dubitare - forse c'è di più, molto di più, di alcune foto e forse Del Rio farebbe bene a dimettersi.

agosvac

Ven, 08/04/2016 - 12:45

In effetti credo che tutti gli italiani vorrebbero che si facesse luce su certi dossier!!! Tutti noi vorremmo che certe inchieste andassero fino in fondo e non fossero "bloccate". Tutti noi vorremmo una magistratura che fosse del tutto extra partes e non si fermasse secondo il colore politico di chi è indagato. Tutti noi vorremmo che le indagini fossero "veloci" e non si arrivasse alla prescrizione degli eventuali reati secondo chi, eventualmente, li commette!

mifra77

Ven, 08/04/2016 - 13:05

Eccone un altro che si siede con i mafiosi ma non se ne accorge. Si divertono a prenderci in giro? e se dice di non essersi accorto che aveva a che fare con dei malavitosi, che sia un po' grullo?

frank173

Ven, 08/04/2016 - 13:45

Io non gli credo e so che non gli faranno nulla anche se avesse fatto quello di cui l'accusano. Se puniscono lui, allora a Renzi dovrebbero dargli l'ergastolo.

unosolo

Ven, 08/04/2016 - 13:50

mano libera alla magistratura ma a cosa serve il capo dello Stato se non ha far rispettare quei ruoli e la legalità? possibile che non viene nessun sospetto dopo questi ultimi due trabocchetti tra leggi che nascondono emendamenti che stanno distruggendo la credibilità della nostra intera Nazione . sembra che siano i ministri incerniati in affari con ( ? ) mentre magari è solo una grandissima combinazione . comunque dubbi sulla estraneità ne escono , due casi e due emendamenti nascosti dopo che erano stati estrapolati,,,, combinazioni si ma un giro di soldi enorme,.

Massimo Bocci

Ven, 08/04/2016 - 14:42

Questo ministro, mi sa che stia dando i NUMERI (all'otto) ma è consapevole dove è allocato in quale postribolo,....PD, dunque PD, e verità non si sono mai coniugate e soprattutto MAI!!! INCONTRATE!!! Una volta almeno che non si ricorra alla solita....MISTIFICAZIONE VERITA??? DI REGIME!!!!

rossono

Ven, 08/04/2016 - 15:18

conviene scrivi pure che cosa ha fatto?

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Ven, 08/04/2016 - 19:43

Se fossi un complottista comincerei a riflettere su questa campagna anti-Renzi. Molti non hanno approfondito, ma io che lavoro per il governo invece sì. Si stanno facendo importanti riforme (come la p.a. e la riforma delle società partecipate, che dovrebbero essere ridotte da 8000 a 1000) che vanno a toccare un mucchio di interessi consolidati, anche a sinistra-sinistra (da sempre potente nella p.a.). E adesso che si comincia a quagliare, ecco che spuntano i dossieraggi (vedi Del Rio) infondati per farlo cadere. La cosa comincia a puzzare … E la destra, che certe riforme per ridurre la spesa pubblica e razionalizzarla, le ha sempre sostenute, sta cadendo nella trappola dell'estrema sinistra, unita al M5S, per far cadere il governo ...

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Ven, 08/04/2016 - 21:16

Chiunque può essere fotografato mentre è vicino o fornisce informazioni a uno sconosciuto mafioso o terrorista. E per questo potremmo essere tutti accusati di essere mafiosi o terroristi?