Delrio: "Ricostruire dopo il sisma? Prima affrontiamo l'inverno"

Il ministro per le infrastrutture frena gli slanci: "Prima dobbiamo garantire a tutti una sistemazione accettabile"

"La ricostruzione deve essere fatta nella maniera migliore possibile però noi siamo ancora impegnati con l'attività di prima emergenza". Lo ha detto il ministro per le Infrastrutture Graziano Delrio frenando gli slanci di chi già pensa a come far rinascere Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto dopo il violento sisma che le ha distrutte.

"La ricostruzione vera e propria ha tempi diversi, avverrà tra qualche mese", ha spiegato il ministro a margine della Festa de l'Unità di Catania, "Adesso dobbiamo prepararci ad affrontare bene l'inverno a ragionare con le popolazioni per garantire a tutti una sistemazione accettabile. Ci stiamo già organizzando con la protezione civile in maniera efficace in questa prima fase di emergenza e di accoglienza. Non abbiamo ancora finito di scavare, quindi questi straordinari uomini e donne che stanno facendo questo lavoro devono adesso completarlo. Poi ci sarà modo di dare una sistemazione che vada oltre le tende".

Solo allora potrà entrare in azione - assicura Delrio - "il commissario alla ricostruzione", carica che potrebbe ricoprire l'ex governatore dell'Emilia Romagna Vasco Errani.

Commenti
Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 29/08/2016 - 00:15

"Prima dobbiamo garantire a tutti una sistemazione accettabile"... a tutti i clandestini? Intanto una "sistemazione" l'hanno trovata per il sigor Errani, già indagato per i soliti "affari di famiglia" della compagine renziana. Ma voi mettereste Totò Riina alla presidenza dell'antimafia? Il contafòle di Rignano si!

giuseppe1951

Lun, 29/08/2016 - 06:38

Si certo Ministro, vi state organizzando alla Renzi!

conviene

Lun, 29/08/2016 - 08:17

Bene Delrio. Niente proclami ma concretezza. Ora si deve pensare a dare un tetto a queste persone per l'immediato e a garantire la sistemazione per tutti gli allevatori per non far perdere le caratteristiche e le risorse del territorio. Poi iniziar e con i piani per la ricostruzione possibilmente decentrata sotto il coordinamento di un commissario competente (Errani sarebbe idoneo) e sotto il controllo dell'autorità anticorruzione presieduta da Cantone che è una garanzia. (segue)

canaletto

Lun, 29/08/2016 - 08:34

Delrio non conosce nemmeno le stagioni, prima c'è l'autunno e dopo l'inverno, la primavera e l'estate..........

lento

Lun, 29/08/2016 - 09:21

Gia' si tirano i remi? Aprire l'ombrello quando piove no quando c'e' il sole.... Dare mandato a imprese edili subito! Saranno loro a rispettare i tempi per ricostruire !

conviene

Lun, 29/08/2016 - 09:59

(segue) Poi si deve passare alla messa in sicurezza di tutto il Paese con un piano pluriennale, con resoconti e risultati certi mostrati ai cittadini. La politica deve saper dimostrare che ha voltato definitivamente pagina. Che il nostro paese non deve essere indicato come la nazione della corruzione, ma può essere di esempio. Questo non deve essere una favola, ma un impegno preciso del governo e di tutte le forze politiche. Credo che se ci sono state negligenze o ruberie la magistratura debba intervenire e non guardare in faccia a nessuno L'Italia può trovare da un disastro, la volontà concreta per rinascere materialmente ma soprattutto moralmente.

conviene

Lun, 29/08/2016 - 10:10

xcanaletto. MA LEI CI MARCIA O E' PROPIO COSI' ? IN ENTEMBI I CASI E' IRRECUPERABILE PER LA SOCIETA'. SI CALMINI CH EE' MEGLIO.