La denuncia di Luxuria: "Al Pigneto spacciano anche pillole di viagra"

L'ex parlamentare racconta: "Un paio di anni fa rimasi sconcertata perché vidi in discoteca ragazzi sballati con una erezione visibile"

"Lo spaccio al Pigneto? C’è sempre, ha cambiato modalità. Ora gli spacciatori lavorano al telefono. Mi auguro che i loro capi non siano protetti da qualcuno in alto. E nelle vie dello spaccio è arrivato il viagra". Vladimir Luxuria torna a denunciare il degrado al Pigneto, quartiere romano ormai da tempo ostaggio degl ispacciatori di droga. "Al Pigneto c’è stato un intervento, le forze dell’ordine si sono fatte sentire, sono stati fatti degli arresti - racconta ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell’Università Degli Studi Niccolò Cusano - ma basta qualche giorno in cui non si fanno vedere e gli spacciatori riprendono il sopravvento".

Gli spacciatori hanno cambiato tecnica. Adesso non smerciano più dove sanno che ci sono le telecamere ma usano i telefoni. "Vengono contatti tramitecellulare, veri e propri telefoni aziendali - spiega Luxuria - si danno appuntamento da qualche altra parte, o vicino alla chiesa o dove sta aprendo la metropolitana". Secondo l'ex parlamentare dietro agli spacciatori ci sarebbe la criminalità organizzata. "Spero non protetta da alte sfere - aggiunge - ogni tanto mi viene il dubbio che questacriminalità che tiene in scacco il quartiere sia protetta da alte sfere". Luxuria si chiede come mai per tanto tempo nessuno si sia accorto di cosa accade qui.

Secondo Luxuria, la situazione del Pigneto rappresenta il fallimento del proibizionismo: "Regolarizzare, che non significa liberalizzare ma legalizzare, potrebbe essere la soluzione migliore, sia per contrastare lacriminalità organizzata sia per tutelare chi assume queste sostanze, che orarischia di sniffarsi la colla. Chi vuole la legalizzazione non desidera che la gente si droghi, vuole solo evitare di far arricchire le mafie e evitaredi avere morti per overdose nelle strade". Luxuria ha conferma, infine, che da qualche settimana al Pigneto è arrivato il viagra:"È una moda arrivata anche da noi. Un paio di anni fa a Londra rimasi sconcertata perché vidi in discoteca dei ragazzi sballati con una erezione visibile. Mi hanno spiegato che mescolavano viagra e droghe. Una cosa pericolosissima, che a medio termine, inoltre, provoca l’impotenza. Purtroppo da qualche tempo lo spacciodi viagra è arrivato anche al Pigneto. Gli spacciatori riescono a recuperare il viagra attraverso un commercio orrendo".

Commenti

roseg

Ven, 03/04/2015 - 15:54

Ragazzacci tutti con l'erezione visibile...che spettacolo!!!

Iacobellig

Sab, 04/04/2015 - 07:38

QUESTO SOGGETTO NON DI VERGOGNA D'APPARIRE IN PUBBLICO!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 04/04/2015 - 08:37

... escommetto che ti sei emozionata....!

MEFEL68

Sab, 04/04/2015 - 12:26

Secondo il ragionamento(!) del sig. Vladimiro Guadagno (in arte(!!)Luxuria), visto che regolarizzare significa legalizzare, legalizziamo anche gli omicidi e le rapine; si eviteranno così tante morti inutili. Ma come ragiona questa persona che è ancora convinta di essere un parlamentare. Molta colpa, però, ce l'ha chi gli dà spazio anzichè ignorarlo.

terzino

Sab, 04/04/2015 - 15:39

le pillole blu erano diventate rosse

CONDOR54

Sab, 04/04/2015 - 17:22

tutti col viagra che goduria x luxuria. come vedi luxsi fa anche la rima e se non ricordo male ha te le rime piacciono vero luxsi solo tu cara potevi dare questa notizia e uno scoupppp e meriti un premio (((((( che ne diresti di una scatola di viagrain buona compagnia naturalmente???)))))))) attendo risposta luxi

Nonlisopporto

Dom, 05/04/2015 - 12:54

un altro parassita

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 21:42

Aspettiamo che arrivino quelli dell'Isis, visto e considerato che scorazzano dall'Eufrate all'Atlante e ormai aspettano il ponte sul Canale di Sicilia, e vedrete che se questi sballati non stanno con il sedere in aria per almeno quattro volte al giorno li gonfieranno di droga fino a farli scoppiare.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 05/04/2015 - 21:45

L'unica cosa che sarebbe funzionata al SERT sarebbe stata una corda al collo per ognuno che ci entrava: tagliava il sussidio agli spacciatori e un problema in meno all'unico cornuto italico di razza: IL CITTADINO CONTRIBUENTE GRANDE ELETTORE FOTTUTO.

tormalinaner

Lun, 06/04/2015 - 12:06

Oramai il povero Vladimiro è una macchietta da avanspettacolo e non si rassegna alla panchina. Cerca qualche comparsata sui giornali per pensare di esistere ma è nel limbo, nel nulla, ne uomo ne donna suscita solo disagio.

billyserrano

Lun, 06/04/2015 - 18:02

Questa macchietta di uomo, che va in giro vestito da donna anche se non è carnevale, è andato in quella discoteca a Londra per fare cosa? Forse sperava in un inchiappettamento fortuito?