Devastarono la Barcaccia Gli hooligans la fanno franca

Il giudice olandese proscioglie gli ultras del Feyenoord: "Non ci sono filmati o testimonianze che li inchiodano"

Nessun colpevole per i danneggiamenti alla Barcaccia di piazza di Spagna. Finisce con un incredibile nulla di fatto almeno in relazione alla famosa fontana appena restaurata, il procedimento giudiziario nei confronti dell'orda olandese che saccheggiò il centro storico romano prima e dopo l'incontro di sedicesimi di finale di Europa League fra la Roma e il Feyenoord, giocato allo stadio Olimpico il 19 febbraio scorso. D'accordo, saremo pure solo in fase di udienza preliminare, ma certo è una notizia che sconcerta.

Nessun colpevole, ebbene sì. Eppure quelle immagini di inciviltà fecero il giro del mondo tra giornali on-line, social e servizi televisivi. Su Facebook nacque addirittura un gruppo per raccogliere firme per un'eventuale amichevole tra Italia e Olanda sia per finanziare il restauro che per permettere agli olandesi di riparare alla figuraccia. Macché, tutto inutile. Mentre noi qui ci si indignava, in Olanda scrivevano che non era successo granchè, che i danni erano minimi e che, anzi, la nostra polizia aveva provocato i tifosi del Feyenoord. Proprio quelli ripresi a urinare sui muri della piazza che ospita la scalinata di Trinità dei Monti o quelli che riempiono di immondizia e di vessilli la fontana. Immagini a disposizione degli interessati, giudici olandesi compresi. Giudici, secondo i quali la prova dei danneggiamenti era in gran parte basata sulle immagini delle telecamere fisse. E siccome queste non ci sono, i tifosi non possono essere identificati e perseguiti per legge. Per dovere di cronaca il pm ha chiesto per il 21 novembre (data del dibattimento) la testimonianza dei poliziotti e del capo della polizia di Roma. Tra l'altro un 21enne olandese sospettato di tentato omicidio ha riferito di essere stato aggredito da un poliziotto e di essersi solo difeso e inoltre di aver visto ferire una donna e dei ragazzi.

Ma se sul fronte dei danni alla Barcaccia non ci sarà nessuno a pagare, dal punto di vista degli scontri con le forze dell'ordine saranno 44 i tifosi olandesi, di età compresa fra i 17 ed i 44 anni, a finire alla sbarra in olanda.

Come detto, i fatti risalgono allo scorso 19 febbraio. Subito dopo i disordini il sovrintendente ai beni Culturali Parisi Presicce stimò in circa cinque milioni di euro i danni, tra quelli diretti e d'immagine. Ad avere la peggio (furono danneggiate anche numerose vetrine e quasi tutte le panchine di Villa Borghese) fu proprio il monumento del Bernini, appena restituito alla città dopo un lungo restauro.

Povera Barcaccia. Fossero solo gli hooligans olandesi la minaccia. Lo scorso 31 luglio, nel pieno del solleone romano la famigerata (e cliccatissima) pagina Facebook di «Roma fa schifo» aveva pubblicato le poco edificanti foto dei turisti che immergono i piedi nelle acque della fontana. Senza che alcun vigile urbano o carabiniere intervenga. La verità è che non serve essere tifoso di una squadra di calcio per essere un teppista patentato.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 01/09/2015 - 09:26

Non pagano i teppisti italiani, figurati se pagano questi altri. Ci sta bene.

Ritratto di manganellomonello

manganellomonello

Mar, 01/09/2015 - 09:27

Che differenza c'è tra un gruppo di olandesi o un manipolo di clandestini in Italia? Nessuna, chiunque può fare ciò che di peggio passa per la testa.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/09/2015 - 09:34

Ben ci sta! la prossima volta invece di lasciarli andare tranquillamente provvederemo, come negli altri paesi, a fermarli e processarli come si deve senza indugi!

fcf

Mar, 01/09/2015 - 09:34

Continuiamo a farci prendere per i fondelli. A questo ci hanno portato i governi di sinistra e i buonisti.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/09/2015 - 09:41

"La verità è che non serve essere tifoso di una squadra di calcio per essere un teppista patentato!" Verissimo! cosi come é vero che non basta una divisa a fare di un poliziotto/vigile/carabiniere un buon "tutore dell'ordine"! Senza contare poi le nostre care toghe che, anche per i fermati, quando si tratta di teppisti, black blok et similia trovano sempre il giusto motivo per giustificare le peggiori porcherie e lasciarli in libertà.

Cheyenne

Mar, 01/09/2015 - 10:12

Un'altra dimostrazione di quanto conti in UE il duo ebetano

vince50

Mar, 01/09/2015 - 10:45

Ad ognuno viene dato ciò che merita,esito più che scontato.

giovanni951

Mar, 01/09/2015 - 10:46

qualcuno aveva dubbi?

alby118

Mar, 01/09/2015 - 10:48

Sozzi tulipani andate a ca.ga.re ( a casa vostra ) e restatevene ad ammirare il vostro patrimonio storico ( se esiste ) invece di andare a casa altrui a distruggere opere d'arte. Già ne abbiamo di sozzoni importati, ci mancate solo voi !!

fenix1655

Mar, 01/09/2015 - 10:53

Barbari selvaggi ora come allora

canaletto

Mar, 01/09/2015 - 10:55

VI RICORDATE UNA VOLTA COME ERA BELLO ANDARE ALL'ESTERO???? PASSAPORTO, FRONTIERA, CONTROLLI E VIA. PER NON PARLARE DEI VISTI QUANDO SI ANDAVA IN CERTE ZONE. ADESSO NON OCCORRE NEMMENO LA CARTA DI IDENTIA E UNO GIRA DOVE VUOLE (VEDASI I MIGRANTI). POVERI NOI, MEGLIO 50 ANNI FA

amedeov

Mar, 01/09/2015 - 11:02

La colpa non è degli olandesi,ma di chi non applica la legge alla lettera e al buonismo italiano. Basta vedere i clandestini come si comportano

korovev

Mar, 01/09/2015 - 11:06

il rispetto...

zingozongo

Mar, 01/09/2015 - 11:18

non ci credo ! neanche uno straccio di telecamera puntata su piazza di spagna ? famosa a livello mondiale ?miracolo artistico individiatoci da tutto il mondo lasciato alla merce di orde di unni e vandali?

i-taglianibravagente

Mar, 01/09/2015 - 11:22

Ma la domanda e'....perche' GIUDICE OLANDESE? Premetto che sono un asino in cose di legge, ma la domanda mi sorge spontanea..perche' non giudici italiani? Spero non sia perche' di fatto i nostri poliziotti non abbiano messo in gabbia nessun olandese, e siccome sono potuti andare a casa in tutta liberta' e' stato aperto un procedimento in olanda, tanto per far vedere che qualcosa si faceva, ma la fine e' quella che leggiamo adesso. ...io mi ricordo ancora la conferenza stampa del questore di roma un paio di giorni dopo, in cui il suddetto questore spiegava di essere stato bravo...semplicmeente perche' aveva evitato il morto. Puntualmente 15 giorni dopo le autorita' olandesi gli hanno fatto vedere come si fa, e di disoprdini neanche l'ombra (ma la nessun da del FASCISTA al poliziotto che quando serve, mena). Il questore e' ancora li ovviamente...al suo posto....come tutti gli altri....come SEMPRE.

Imbry

Mar, 01/09/2015 - 11:55

Spero vivamente che qualsiasi tifoseria italiana che da qui in poi andrà in trasferta in Olanda, renda pan per focaccia!

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 01/09/2015 - 12:08

Le rispondo subito, se fosse stato un giudice italiano probabilmente avrebbe sentenziato di costruire un monumento a questi "eroi civili" da posare a fianco di quello di giuliani...

Ritratto di 100-%-ITALIANA

100-%-ITALIANA

Mar, 01/09/2015 - 13:08

Eilà STRONZ-burghesi qui non si parla di diritti calpestati e danni morali??????

ben39

Mar, 01/09/2015 - 15:39

Il celebre allenatore olandese dei tempi del calcio totale Rinus Michels diceva: il calcio è guerra! E aveva ragione da vendere, confermata decenni dopo dai suoi tifosi di Rotterdam a Roma.Certo lui intendeva una battaglia dentro lo stadio e non fuori, ma in pratica quello che avviene sul parato si riflette anche sul selciato, oltretutto inasprendo gli animi della gente, proprio comme avviene durante una vera guerra. Lo stato olandese è responsabile delle barbarie perpetrate sui monumenti storici romani, e i politici lo sanno bene, solo che cercano di insabbiare i fatti per evitare una loro figuraccia al mondo sportivo. Insomma anche i giudici, per patriottismo, cercano di salvare la faccia al loro paese e soprattutto per non pagare i danni.

Gianluca_Pozzoli

Mar, 01/09/2015 - 17:16

TUTTI GLI STATI PROTEGGONO I CITTADINI PROPRI ANCHE SE DELINQUENTI ACCLARATI...I POLITICANTI ITALIANI FANNO IL CONTRARIO (VEDI MARO') ...VERO SBOLDRINI?