D&G, il M5S pretende le scuse di Elton John

La deputata grillina porta la questione alla Camera e si scaglia contro il Baronetto: "Pensi ai lavoratori italiani del marchio prima di chiedere di boicottare"

L'ultima dichiarazione di Dolce&Gabbana in difesa della famiglia tradizionale ha fatto infuriare molti. Si sono viste proteste davanti agli store degli stilisti, inviti in ogni dove a boicottare il marchio e levate di scudi da parte di vip come Madonna e soprattutto Elton John.

Le dichiarazioni del baronetto non sono però piaciute a tutti. In particolare al Movimento Cinque Stelle. Tra i parlamentari grillini c'è persino chi, come Tiziana Ciprini (già nota per le sue teorie complottiste) è arrivato a portare la questione in Parlamento con un lungo intervento in cui chiedeva le scuse di Elton John all'Italia: "Il Baronetto dall’alto della sua agiatezza non sa cosa significa lanciare campagne di questo tipo col rischio di distruggere interi comparti aziendali con ricadute molto gravi sui lavoratori", ha detto la deputata alla Camera, "Siamo un paese sempre più colonia dei poteri finanziari mondiali che ci sta riducendo ad un popolo di schiavi. Pertanto chiedo all’illustre baronetto di chiedere scusa ai lavoratori italiani del gruppo D&G".

Commenti
Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Ven, 20/03/2015 - 15:35

e boicottare il baronetto no?

giorgiandr

Ven, 20/03/2015 - 15:36

Per una volta, sono d'accordo con M5S.

Linus8080

Ven, 20/03/2015 - 16:00

In completa sintonia con M5S!!!!

Ritratto di ContessaCV

ContessaCV

Ven, 20/03/2015 - 16:08

Si dice che "Raglio d'asino non arriva in cielo".Cosa possono contare le esternazioni di un patatone come Elton John che con il fisico che si ritrova può giusto indossare una tuta o quelle di una nullità come Courtney Love contro lo stile e la qualità dei modelli sartoriali di Dolce & Gabbana.

Ritratto di Sarudy

Sarudy

Ven, 20/03/2015 - 16:20

M5S questa volta c'azzecca, come avrebbe detto il buon Tonino. Basta con questa subalternità agli inglesi.

marcosol

Ven, 20/03/2015 - 16:21

Brava

Ritratto di Alsikar.il.Maledetto

Alsikar.il.Maledetto

Ven, 20/03/2015 - 16:49

Ma il Movimento Cinque Stelle non è favorevole alle nozze gay? Questa presa di posizione a favore di D&G - che si erano espressi a favore della famiglia tradizionale - è contraddittoria. Se poi anche loro (M5S) capiscono che, prima delle nozze gay o amenità simili, viene la creazione e la preservazione dei posti di lavoro, bene così: significa che anche i Cinque Stelle cominciano a rinsavire.

giottin

Ven, 20/03/2015 - 19:08

Fiero di NON avere mai contribuito con un solo cent per aumentare il PIL di quel busone, PUAH!!!!

Luigi Farinelli

Sab, 21/03/2015 - 09:40

Approvo l'iniziativa di M5S. E mandate a dire a quel cialtrone di Elton John che la voce ufficiale degli omosessuali va contro matrimoni e adozioni gay. Durante la grande manifestazione popolare in Francia contro la Legge Taubira del governo massonico di Hollande (poi stoppata) la portavoce del collettivo Homovox (sfilante accanto a Le Manif pour Tous) Nathalie de Willencourt ha dichiarato: "Noi omosex non vogliamo il matrimonio, la coppia omosex non può dare origine alla vita". E per gli Hommen (gay pride 2013):"Ogni bambino ha diritto a un padre e una madre e gli omosessuali, meno egoisti di voi rifiutano di dare ai loro desideri la precedenza rispetto all'equilibrio dei bambini." Ma Elton John è solo uno strumento al guinzaglio della congrega dell' "Ordo ab Chaos": ordine dal caos; ossia, distruggi tutto, dalla famiglia alla moralità, dall'economia alle tradizioni che poi dal caos generato ci pensiamo noi a creare il nuovo ordine (mondiale) CHE CI FA PIU' COMODO!